Malattia da Coronavirus: sintomi, prevenzione e cure

Ultimo aggiornamento

Nel 2019 si è presentata una variante del coronavirus che purtroppo ha iniziato a causare la sindrome respiratoria acuta grave da coronavirus 2 (SARS-CoV-2-COVID-19). Questo virus  è stato identificato come proveniente dalla Cina. La malattia si chiama malattia appunto coronavirus 2019 (COVID-19).

Link sponsorizzati

Il virus è un tipo di coronavirus. Questi sono una famiglia di virus che può causare malattie come il raffreddore comune, la sindrome respiratoria acuta grave (SARS) e la sindrome respiratoria del Medio Oriente (MERS).

Poiché questo virus è nuovo, non si sa ancora molto al riguardo. Gruppi di sanità pubblica, come l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) e i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC), stanno studiando attentamente come si evolve e come si comporta.

Il nuovo coronavirus sembra diffondersi da persona a persona. Può essere diffuso da goccioline respiratorie quando qualcuno infetto virus tossisce o starnutisce. Non è chiaro esattamente quanto sia contagioso il virus. Il fatto che non si sappia molto, rende importante applicare le misure di prevenzione.

Sintomi

I sintomi possono lievi (fortunatamente spesso è cosi’) o gravi.

I sintomi da COVID-19 comprendono:

  • Febbre
  • Tosse
  • Difficoltà respiratorie
  • Anosmia (perdita dell’olfatto)

Nei casi gravi invece:

  • Sindrome respiratoria acuta grave
  • Insufficienza renale
  • Decesso

I sintomi possono comparire da 2 a 14 giorni dopo l’esposizione. Un vaccino contro il coronavirus non è attualmente disponibile.

I sintomi della maggior parte dei coronavirus sono simili a qualsiasi altra infezione delle vie respiratorie superiori, incluso naso che cola , tosse , mal di gola e talvolta febbre. Nella maggior parte dei casi, una persona non sa se ha un coronavirus o un diverso virus che causa il raffreddore, come il rinovirus. L’unico modo per capirlo è il tampone. Questo perchè appunto i sintomi sono molto comuni.

Cosa è il coronavirus?

Quando parliamo di coronavirus  dobbiamo comprendere sono virus che furono identificati per la prima volta negli anni ’60, ma non sappiamo da dove vengano. Prendono il nome dalla loro forma a corona che si osserva al microscopio. A volte, ma non spesso, un coronavirus può infettare sia gli animali che l’uomo.

La maggior parte dei coronavirus si diffonde allo stesso modo degli altri virus che causano il raffreddore: attraverso le persone infette che tossiscono e starnutiscono , toccando le mani o il viso di una persona infetta o toccando cose come le maniglie delle porte che le persone infette hanno toccato.

Quasi tutti ricevono un’infezione da coronavirus almeno una volta nella vita, molto probabilmente proprio quando si è bambini.

Il vero problema è che non essendoci un vaccino, non possiamo mettere al riparo le persone piu’ deboli.

Prevenzione

L’OMS e il CDC raccomandano di prendere le consuete precauzioni per evitare i virus respiratori:

  • Lavare spesso le mani con acqua e sapone o usare un disinfettante per le mani a base di alcol.
  • Coprirsi la bocca e il naso con il gomito o un fazzoletto quando si tossisce o starnutisce.
  • Evitare di toccare gli occhi, il naso e la bocca se le mani non sono pulite.
  • Evitare il contatto ravvicinato con chiunque sia malato.
  • Restare a casa dal lavoro, dalla scuola e dalle aree pubbliche se si è malati.
  • Non andare in palestra  o a fare sport se si è malati

Il CDC non raccomanda alle persone in buona salute di indossare una maschera per proteggersi dalle malattie respiratorie, incluso COVID-19 .

La maschera andrebbe indossare da operatore sanitari o se il medico consiglia di farlo.

Trattamenti e cure

Se si è contratta l’infezione, va curata nello stesso modo in cui si tratta un raffreddore:

  • Fare il pieno di energie.
  • Bere liquidi.
  • Prendere medicine da banco per mal di gola e febbre. Ma non somministrare aspirina a bambini o adolescenti di età inferiore ai 19 anni; utilizzare invece ibuprofene o paracetamolo
  • Utilizzare un umidificatore

Le infezioni vanno da lievi a gravi. Il virus può diventare letale se porta a polmonite, insufficienza respiratoria o shock settico. Quelli più a rischio  sono gli anziani e le persone con sistema immunitario indebolito.

I casi gravi necessitano di ospedalizzazione, e spesso di ventilazione assistita . Allo stato attuale non esiste un farmaco di elezione che possa essere usato per curare concretamente l’infezione

Numero verde Coronavirus

Le persone che hanno bisogno di ulteriori informazioni possono rivolgersi ai numeri regionali

Ecco i numeri  attivati per l’emergenza del nuovo coronavirus divisi per regione:

  • Lombardia: 800 89 45 45
  • Lazio: 800 11 88 00
  • Umbria: 800 63 63 63
  • Puglia: 800 713 931
  • Basilicata: 800 99 66 88
  • Calabria: 800 76 76 76
  • Campania: 800 90 96 99
  • Emilia-Romagna: 800 033 033
  • Friuli Venezia Giulia: 800 500 300
  • Lazio: 800 11 88 00
  • Marche: 800 93 66 77
  • Piemonte: 800 333 444
  • Provincia autonoma di Trento: 800 86 73 88
  • Puglia: 800 713 931
  • Sicilia: 800 45 87 87
  • Toscana: 800 55 60 60
  • Trentino Alto Adige: 800 751 751
  • Umbria: 800 63 63 63
  • Val d’Aosta: 800 122 121
  • Veneto: 800 46 23 40

Referenze

Link sponsorizzati

Dr. Roberto Marino

Laureato in Medicina e Chirugia all'Università degli Studi di Milano. Si ricorda che le informazioni contenute in questo sito non devono mai sostituire il rapporto con il proprio medico, si raccomanda di chiedere sempre al medico o allo specialista, e di utilizzare quanto letto al solo ed unico scopo informativo!

Lascia un commento