Vai al contenuto
Home » Infezioni » Febbre Dengue: non sottovalutarla, conosci i rischi e come proteggerti

Febbre Dengue: non sottovalutarla, conosci i rischi e come proteggerti

Ultimo Aggiornamento 20 Aprile 2024

La febbre Dengue è una malattia virale trasmessa dalle zanzare che colpisce principalmente le aree tropicali e subtropicali del mondo. Sebbene nella sua forma lieve si manifesti con sintomi simili all’influenza, la Dengue può evolversi in una forma grave, chiamata febbre emorragica Dengue, con conseguenze potenzialmente letali.

Quanto è diffusa la febbre Dengue?

Milioni di persone contraggono la Dengue ogni anno, con aree maggiormente a rischio nel Sud-est asiatico, nelle isole del Pacifico occidentale, in America Latina e in Africa. Negli ultimi anni, la malattia si è diffusa anche in nuove aree, con focolai locali in Europa e nel sud degli Stati Uniti.

Come si trasmette la Dengue?

La Dengue si trasmette esclusivamente attraverso la puntura di zanzare infette, in particolare le specie Aedes aegypti e Aedes albopictus. Queste zanzare pungono durante le prime ore del mattino e al tramonto.

Quali sono i sintomi della Dengue?

Nella sua forma lieve, la Dengue si presenta con:

  • Febbre alta (fino a 40°C)
  • Mal di testa
  • Dolori muscolari, ossei e articolari
  • Nausea e vomito
  • Eruzione cutanea

Nella maggior parte dei casi, i sintomi scompaiono entro una settimana. Tuttavia, in alcuni soggetti, la malattia può evolversi nella sua forma grave, caratterizzata da:

  • Dolore addominale intenso
  • Vomito persistente
  • Sanguinamento dalle gengive, dal naso, dalle urine o dalle feci
  • Difficoltà respiratorie
  • Affaticamento estremo
  • Agitazione o confusione

Quando è necessario rivolgersi a un medico?

La febbre emorragica Dengue è un’emergenza medica che richiede un trattamento immediato. Se hai visitato di recente un’area a rischio e manifesti i sintomi sopra descritti, consulta un medico senza indugio. Anche se non hai viaggiato di recente, è importante recarsi dal dottore se si presenta febbre alta accompagnata da altri sintomi della Dengue.

Prevenzione

Al momento non esiste una cura specifica per la Dengue, la prevenzione rimane quindi l’arma migliore contro la malattia. Ecco alcuni consigli:

  • Evita le punture di zanzara:
    • Usa repellenti a base di DEET, picaridina o IR3535.
    • Indossa abiti che coprano la pelle, soprattutto durante le prime ore del mattino e al tramonto.
    • Installa zanzariere nelle case e nelle aree esterne.
  • Riduci la proliferazione delle zanzare:
    • Elimina i ristagni d’acqua dove le zanzare possono deporre le uova, come secchi, pneumatici o sottovasi.
    • Mantieni pulite le grondaie e i canali di scolo.
    • Usa insetticidi se necessario.

Vaccino contro la Dengue

In alcune aree del mondo ad alta endemia di Dengue, è disponibile un vaccino chiamato Dengvaxia. Il vaccino è approvato per persone tra i 9 e i 45 anni che hanno già contratto la malattia in passato. È importante consultare il proprio medico per valutare l’opportunità di vaccinarsi.

febbre dengue

Diagnosi

La diagnosi della può essere complessa a causa della somiglianza dei suoi sintomi con quelli di altre malattie come il virus Chikungunya, Zika, la malaria e la febbre tifoide.

Per una diagnosi accurata, il medico seguirà questi passaggi:

  • Anamnesi: Il medico ti interrogherà sulla tua storia medica e sui tuoi viaggi recenti. È importante fornire dettagli precisi sui viaggi internazionali, compresi i paesi visitati, le date e qualsiasi contatto con le zanzare.
  • Esame fisico: Il medico valuterà i tuoi sintomi generali e controllerà la presenza di febbre, eruzioni cutanee e altri segni distintivi della Dengue.
  • Esami del sangue: Un campione di sangue verrà prelevato per essere analizzato in laboratorio. I test possono identificare la presenza di anticorpi contro il virus Dengue o il virus stesso.

Trattamento della febbre Dengue

Al momento non esiste una cura specifica per la Dengue. La terapia si concentra sul sollievo dei sintomi e sulla gestione delle complicazioni.

Consigli per la ripresa:

  • Riposo: È fondamentale riposare a sufficienza per favorire la guarigione.
  • Idratazione: Bere abbondanti liquidi per prevenire la disidratazione, che può essere una grave complicanza della Dengue. Segui le indicazioni del medico sulla quantità di liquidi da assumere.
  • Farmaci: L’acetaminofene (paracetamolo) può essere assunto per alleviare il dolore e la febbre. Evita invece l’aspirina, l’ibuprofene e il naproxene sodio, in quanto possono aumentare il rischio di sanguinamento.
  • Monitoraggio: Monitora attentamente i sintomi e contatta immediatamente il medico se noti un peggioramento o la comparsa di nuovi sintomi.

Trattamento della febbre Dengue grave:

Nei casi gravi di Dengue, il ricovero in ospedale è necessario per fornire terapia di supporto, tra cui:

  • Somministrazione di fluidi e elettroliti per via endovenosa: Per correggere la disidratazione e squilibri elettrolitici.
  • Monitoraggio della pressione sanguigna: Per garantire la stabilità della pressione arteriosa.
  • Trasfusioni di sangue: In caso di sanguinamento significativo o anemia grave.

È importante ricordare che la diagnosi e il trattamento precoci sono cruciali per prevenire complicazioni gravi e migliorare le probabilità di una guarigione completa.

In caso di dubbi o se si sospetta di aver contratto il virus, consultare immediatamente un medico.

Referenze