Colite ulcerosa: cure sintomi e cause

La colite ulcerosa è una condizione a lungo termine in cui il colon e il retto si infiammano. Il colon è l’intestino crasso (intestino) e il retto è la parte terminale dell’intestino dove sono conservate le feci.

Link sponsorizzati

Alcune persone possono starebene per settimane o mesi con sintomi molto lievi, o assenti (remissione), seguiti da periodi in cui i sintomi sono particolarmente fastidiosi (riacutizzazioni o ricadute).

Piccole ulcere possono svilupparsi sul rivestimento del colon e possono sanguinare e produrre pus.

Sintomi

I principali sintomi della colite ulcerosa sono:

  • Diarrea ricorrente , che può contenere sangue, muco o pus
  • Mal di pancia
  • Un bisogno di svuotare frequentemente l’intestino
  • Affaticamento, perdita di appetito e perdita di peso.

La gravità dei sintomi varia, a seconda di quanta parte del retto e del colon è infiammata e di quanto sia grave l’infiammazione.

Per alcune persone, la condizione ha un impatto significativo sulla vita quotidiana.

I sintomi di una riacutizzazione

Durante una riacutizzazione, alcune persone con colite ulcerosa sperimentano anche sintomi in altre parti del corpo.

Ad esempio, alcune persone sviluppano:

  • Articolazioni dolorose e gonfie (artrite)
  • Ulcere della bocca
  • Aree di pelle dolente, rossa e gonfia
  • Occhi irritati e rossi

Nei casi gravi, definiti come dover svuotare l’intestino 6 o più volte al giorno, i sintomi aggiuntivi possono includere:

  • Mancanza di respiro
  • Battito cardiaco veloce o irregolare
  • Febbre
  • Sangue nelle feci diventa più evidente

Nella maggior parte delle persone, non viene identificato alcun trigger specifico per le riacutizzazioni, sebbene occasionalmente l’infezione intestinale possa essere la causa. Si ritiene anche che lo stress sia un potenziale fattore.

Cause

La colite ulcerosa è pensata per essere una condizione autoimmune. Ciò significa che il sistema immunitario (la difesa del corpo contro le infezioni)  attacca i tessuti sani.

Non è chiaro quale sia il motivo per cui il sistema immunitario si comporti in questo modo. La maggior parte degli esperti pensa che sia una combinazione di fattori genetici e ambientali.

Si stima che circa in italia  ci siano oltre 150mila malati di colite ulcerosa, con 7 mila casi nuovi ogni anno.

La condizione può svilupparsi a qualsiasi età, ma viene spesso diagnosticata in persone di età compresa tra 15 e 25 anni.

La condizione è più rara nelle persone provenienti da ambienti asiatici, anche se le ragioni di questo non sono del tutto chiare.

Sia gli uomini che le donne sembrano essere ugualmente colpiti dalla colite ulcerosa.

Diagnosi

Per diagnosticare la colite ulcerosa, il  medico indaga sui sintomi, sulla salute generale e sulla storia medica.

Verranno anche esaminati la presenza di segni come pallore (causato da anemia ) e la pancia

Un campione di feci può essere controllato per i segni di infezione, in quanto la gastroenterite (infezione dello stomaco e dell’intestino) può talvolta avere sintomi simili alla colite ulcerosa.

Gli esami del sangue possono anche essere effettuati per verificare l’anemia e per vedere se c’è infiammazione in qualsiasi parte del tuo corpo.

Ulteriori test

Se il tuo medico di base sospetta  una malattia infiammatoria intestinale (IBD) potrebbero essere necessari ulteriori esami ed il ricovero del paziente.

Questi potrebbero includere una scansione a raggi X o TAC per escludere gravi complicazioni e un esame dettagliato del retto e del colon.

Sigmoidoscopia

Una diagnosi di colite ulcerosa può essere confermata esaminando il livello e l’estensione dell’infiammazione intestinale.

Inizialmente si utilizza un sigmoidoscopio, un tubo sottile e flessibile contenente una telecamera inserita nel retto.

Una sigmoidoscopia può anche essere utilizzata per rimuovere un piccolo campione di tessuto dall’intestino in modo che possa essere testato in laboratorio. Questo è noto come una biopsia .

La procedura può essere scomoda e viene spesso somministrato un sedativo.

Di solito ci vogliono circa 15 minuti e spesso puoi andare a casa lo stesso giorno.

Durante questa procedura, vengono esaminati solo il retto e la parte inferiore del colon.

Colonscopia

Una colonscopia utilizza un tubo flessibile contenente una fotocamera chiamata colonscopio, che consente di esaminare l’intero colon. Può anche essere preso un campione per la biopsia.

Prima di fare una colonscopia, il colon deve essere completamente vuoto, quindi è necessario eseguira una preparazione specifica .

Anche questa procedura viene fatta sotto sedativi

La procedura dura circa mezz’ora.

Cure

Il trattamento per la colite ulcerosa ha lo scopo di alleviare i sintomi durante una riacutizzazione e prevenirve il ritorno  (mantenendo la remissione).

Nella maggior parte delle persone, ciò si ottiene assumendo farmaci come:

  • Aminosalicilati (ASA)
  • Corticosteroidi
  • Immunosoppressori

Generalmente le riacutizzazioni da lievi a moderate possono essere curate senza troppi problemi. Ma le riacutizzazioni più gravi devono essere trattate in ospedale.

Se i farmaci non sono efficaci nel controllare i sintomi o la qualità della vita è significativamente influenzata dalla condizione, l’intervento chirurgico per rimuovere il colon potrebbe essere un’opzione.

Durante l’intervento chirurgico, l’intestino tenue viene deviato da un’apertura nell’addome (una ileostomia ) o utilizzato per creare una busta interna collegata all’ano chiamata busta ileo-anale.

Complicazioni

Le complicanze della colite ulcerosa includono:

  • Colangite sclerosante primaria – dove i dotti biliari all’interno del fegato si danneggiano
  • Un aumentato rischio di sviluppare il cancro dell’intestino
  • Scarsa crescita e sviluppo nei bambini e nei giovani

Inoltre, alcuni dei farmaci usati per il trattamento della colite ulcerosa possono causare un indebolimento delle ossa (osteoporosi) come effetto collaterale.

Scopri di più sulle complicanze della colite ulcerosa

IBD o IBS?

La mlattia infiammatoria intestinale (IBD) è un termine usato principalmente per descrivere 2 condizioni che causano l’infiammazione dell’intestino (tratto gastrointestinale).

Queste sono:

L’IBD non deve essere confusa con la sindrome dell’intestino irritabile (IBS) , che è una condizione diversa e richiede un trattamento diverso.

[spoiler show=”Referenze”]Cos’è la colite ulcerosa? Crohn’s and Colitis Foundation of America. http://www.crohnscolitisfoundation.org/what-are-crohns-and-colitis/what-is-ulcerative-colitis/.
Colite ulcerosa. Istituto Nazionale di Diabete e Malattie Digestive e Renali. https://www.niddk.nih.gov/health-information/digestive-diseases/ulcerative-colitis. Accesso 20 giugno 2017.
Ungaro R, et al. Colite ulcerosa. The Lancet. 2017; 389: 1756.
MacDermott RP. Gestione della colite ulcerosa da lieve a moderata negli adulti. https://www.uptodate.com/contents/management-of-mild-to-moderate-ulcerative-colitis-in-adults
Peppercorn MA, et al. Manifestazioni cliniche, diagnosi e prognosi della colite ulcerosa negli adulti. https://www.uptodate.com/contents/clinical-manifestations-diagnosis-and-prognosis-of-ulcerative-colitis-in-adults
Dieta, nutrizione e malattia infiammatoria intestinale. Crohn’s and Colitis Foundation of America.https://www.crohnscolitisfoundation.org/resources/diet-nutrition-ibd-2013.pdf [/spoiler]
Link sponsorizzati

Dr. Roberto Marino

Laureato in Medicina e Chirugia all'Università degli Studi di Milano, Spec. in Anatomia patologica - Patologie orali Si ricorda che le informazioni contenute in questo sito non devono mai sostituire il rapporto con il proprio medico, si raccomanda di chiedere sempre al medico o allo specialista, e di utilizzare quanto letto al solo ed unico scopo informativo!

Lascia un commento

avatar