Silicosi: sintomi, diagnosi e prevenzione

Ultimo aggiornamento Agosto 28th, 2019 at 01:44 pm

La silicosi è una malattia polmonare causata dalla respirazione di piccoli frammenti di silice, un minerale che fa parte di sabbia, roccia e minerali minerali come il quarzo. Colpisce principalmente i lavoratori esposti alla polvere di silice in attività come estrazione mineraria, produzione di vetro e lavori di fonderia. Nel tempo, l’esposizione alle particelle di silice provoca cicatrici nei polmoni, che possono danneggiare la capacità di respirare.

Link sponsorizzati

Aspetti principali della malattia

La silicosi puo’ essere: acuta, cronica e accelerata.

  • Si verifica nei lavoratori di miniere, fonderie, sabbiatura e produzione di vetro.
  • Circa 2 milioni di lavoratori statunitensi rimangono potenzialmente esposti alla silice occupazionale.
  • Non esiste una cura per la silicosi, ma può essere prevenuta.

Che cos’è la silicosi?

Esistono tre tipi di silicosi:

  • Silicosi acuta, che causa tosse, perdita di peso e affaticamento entro poche settimane o anni dall’esposizione alla silice per inalazione.
  • La silicosi cronica, che appare da 10 a 30 anni dopo l’esposizione e può interessare i polmoni superiori e talvolta causare cicatrici estese.
  • Silicosi accelerata, che si verifica entro 10 anni dall’esposizione ad alto livello.

La silicosi può svilupparsi entro poche settimane o addirittura decenni dopo l’esposizione. Quando le persone respirano la polvere di silice, inalano minuscole particelle del silice minerale. Questa polvere di silice può causare accumulo di liquidi e tessuto cicatriziale nei polmoni che riduce la capacità di respirare. Ciò può causare cicatrici e tosse polmonare, perdita di peso e affaticamento.

Come la silicosi colpisce il corpo

La silicosi colpisce i polmoni danneggiando il rivestimento delle sacche d’aria polmonari. Una volta che questo ha inizio, porta a cicatrici e, in alcune situazioni, a una condizione chiamata fibrosi massiva progressiva. Questa condizione si verifica in presenza di gravi cicatrici e irrigidimento del polmone, che rende difficile la respirazione.

Le persone con silicosi acuta avvertono tosse, perdita di peso, stanchezza e possono avere febbre o dolore acuto al petto. Spesso presente anche respiro corto, specialmente con la silicosi cronica. Il personale sanitario potrebbe sentire crepitio o sibili durante l’ascolto dei polmoni. La silicosi aumenta il rischio di altri problemi, come la tubercolosi, il cancro ai polmoni e la bronchite cronica.

Ogni tipo di silicosi colpisce il corpo in modo leggermente diverso:

  • Nella silicosi acuta, i polmoni si infiammano molto e possono riempirsi di liquido, causando grave mancanza di respiro e bassi livelli di ossigeno nel sangue.
  • Nella silicosi cronica, la polvere di silice provoca aree di gonfiore nei polmoni e nei linfonodi del torace, il che rende più difficile la respirazione.
  • Nella silicosi accelerata, il gonfiore dei polmoni e i sintomi si verificano più rapidamente rispetto alla silicosi cronica.
  • Nel tempo, la capacità polmonare diminuisce e le persone con silicosi potrebbero aver bisogno di supporto con ossigeno e altri dispositivi per aiutarli a respirare.

La silicosi può causare gravi danni ai polmoni e causare decessi.

Sintomi

I sintomi della silicosi possono comparire da alcune settimane a molti anni dopo l’esposizione alla polvere di silice. I sintomi in genere peggiorano nel tempo quando si verificano cicatrici nei polmoni.

La tosse è un sintomo precoce e si sviluppa nel tempo con l’esposizione alla silice che viene inalata.

Nella silicosi acuta, potresti avvertire febbre e forte dolore al petto con difficoltà respiratorie. Questi sintomi possono manifestarsi all’improvviso.

Nella silicosi cronica, all’inizio potresti avere solo una radiografia del torace anormale e quindi sviluppare lentamente tosse e difficoltà respiratorie. Più di un terzo delle persone con silicosi ha produzione di catarro e tosse. Possono manifestarsi sintomi simili alla bronchite cronica e i polmoni hanno suoni aggiuntivi chiamati sibili e crepitio. Mentre le cicatrici estese progrediscono nel tempo, potresti vedere segni di malattie polmonari croniche come gonfiore delle gambe, aumento della frequenza respiratoria e scolorimento bluastro delle labbra.

Cause

La silicosi è causata dall’esposizione alla silice cristallina, che proviene da scheggiature, tagli, perforazioni o macinazione del suolo, sabbia, granito o altri minerali. Qualsiasi occupazione in cui la crosta terrestre è disturbata può causare silicosi. È noto un lungo elenco di professioni che espongono i lavoratori alla silice cristallina che viene inalata. Questi includono:

  • Varie forme di estrazione mineraria, come carbone e miniere di roccia dura
  • Lavori di costruzione
  • Lavoro in galleria
  • Opere murarie
  • Sabbiatura
  • Produzione di vetro
  • Lavoro in ceramica
  • Lavori dell’industria siderurgica
  • Estrazione
  • Taglio di pietra

È possibile prevenire la silicosi limitando l’esposizione. Esistono linee guida nazionali sui limiti di esposizione per tutta la vita lavorativa.

I pazienti con silicosi hanno un aumentato rischio di altri problemi, come la tubercolosi, il cancro ai polmoni e la bronchite cronica. Se fumatore, smettere di fumare può aiutare, poiché il fumo danneggia i polmoni.

Diagnosi

Se si lavora o si è svolto un’attività lavorativa con esposizione alla silice per inalazione e si hanno tosse, catarro o difficoltà respiratorie, dovresti valutare la silicosi.

Potrebbero essere necessarie più visite mediche e test per diagnosticare la silicosi. Una volta diagnosticata, aspettarsi un monitoraggio e un follow-up a lungo termine. Dovranno anche essere prese misure per evitare ulteriori esposizioni.

Premesso che spesso, il medico del lavoro è quello che inizia ad avere sospetti sulla malattia della persona e che quindi spesso è proprio lui o lei che manda il paziente a fare accertamenti, la visita includerà un esame fisico, in cui il medico ascolterà i polmoni ed eseguirà una radiografia del torace. La radiografia del torace può essere normale o presentare molte cicatrici nei polmoni.

Altri esami possono essere eseguiti, come:

  • Test di respirazione
  • Scansione TC ad alta risoluzione del torace
  • Una broncoscopia per valutare l’interno dei polmoni
  • Una biopsia dei polmoni
  • Ulteriori test, come la valutazione del muco (espettorato), possono essere necessari per valutare le malattie associate, come la tubercolosi (TB).

Trattamenti e cure

Purtroppo, non esiste una cura per la silicosi. La prevenzione è ancora il modo migliore per evitare la malattia. Una volta sviluppata la silicosi, il medico valuterà il grado di danno polmonare con i test. Alcune persone potrebbero aver bisogno di un trattamento urgente con ossigeno e supporto per la respirazione.

Altri potrebbero aver bisogno di medicinali per ridurre la produzione di espettorato, come gli steroidi per inalazione. Alcuni potrebbero aver bisogno di broncodilatatori per via inalatoria.

Una volta che la malattia avanza, la gestione è simile a molte altre malattie polmonari croniche e necessita di un approccio multidisciplinare o di gruppo.

Per evitare che la malattia peggiori, è importante stare lontano da altre fonti e sostanze irritanti per i polmoni, come l’inquinamento dell’aria interna ed esterna, gli allergeni e il fumo.

Potrebbe essere necessario trattare la silicosi acuta con steroidi e potrebbe essere necessario prendere in considerazione un trapianto di polmone.

Referenze
Link sponsorizzati

Dr. Roberto Marino

Laureato in Medicina e Chirugia all'Università degli Studi di Milano, Spec. in Anatomia patologica - Patologie orali Si ricorda che le informazioni contenute in questo sito non devono mai sostituire il rapporto con il proprio medico, si raccomanda di chiedere sempre al medico o allo specialista, e di utilizzare quanto letto al solo ed unico scopo informativo!

Lascia un commento

avatar