Esercizi di Kegel: benefici per gli uomini

Ultimo aggiornamento Agosto 28th, 2019 at 01:45 pm

Gli esercizi di Kegel sia nelle donne che gli uomini possono aiutare a migliorare il controllo della vescica e possibilmente migliorare le prestazioni sessuali. Spesso viene sottovalutato il ruolo fondamentale di questo esercizi degli uomini.

Link sponsorizzati

Purtroppo spesso si pensa che gli esercizi di Kegel siano solo per le donne, questo porta gli uomini a ignorarli o a non praticarli. Tuttavia sono fondamentali per l’uomo per molti motivi.

Gli esercizi di Kegel per gli uomini possono rafforzare i muscoli del pavimento pelvico, che supportano la vescica e l’intestino e influenzano la funzione sessuale. Con la pratica, gli esercizi di Kegel per gli uomini possono essere eseguiti praticamente in qualsiasi momento.

Rafforzare questi muscoli, può essere di grande aiuto agli uomini che hanno problemi di erezione, anche se è bene precisare, che spesso le cause possono essere non cosi’ facili da trattare.

Prima di iniziare a fare esercizi di Kegel, è pero’ importante capire come individuare i muscoli corretti e comprendere la tecnica corretta.

Molti fattori possono indebolire i muscoli del pavimento pelvico, inclusa la rimozione chirurgica della prostata (prostatectomia radicale) e condizioni come il diabete e una vescica iperattiva. Si è anche visto che chi solleva grossi carichi puo’ subire un indebolimento di questi muscoli.

Tutti possono trarre beneficio da questi esercizi, ma alcune categorie di piu’ ad esempio chi:

  • Ha incontinenza urinaria o fecale
  • Sgocciolamento dopo la minzione

Come iniziare

Capire quali sono i muscoli. Un buon metodo per “trovare” i muscoli del pavimento pelvico, è quello di interrompere la minzione a metà flusso o stringere i muscoli che impediscono il passaggio Queste manovre usano i muscoli del pavimento pelvico. Dopo aver identificato i muscoli del pavimento pelvico, si possono eseguire gli esercizi in qualsiasi posizione, anche se risulta piu’ facile  inizialmente dasdraiati.

Perfezionare la  tecnica. Stringere i muscoli del pavimento pelvico, mantenere la contrazione per tre secondi, quindi rilassarsi per tre secondi. Provare alcune volte di seguito. Quando i muscoli diventano più forti, provare a fare esercizi di Kegel mentre da seduti, in piedi o camminando.

Mantenere la concentrazione. Per i migliori risultati, concentrarsi sul rafforzamento solo dei muscoli del pavimento pelvico. Fare attenzione a non flettere i muscoli dell’addome, delle cosce o dei glutei. Evitare di trattenere il respiro, anzi respirare liberamente durante gli esercizi.

Agli inizi si consiglia di ripetere questi esercizi almeno tre volte al giorno. Tuttavia l’obiettivo è raggiungere  almeno tre/5 serie di 10 ripetizioni al giorno.

Uno stile di vita più che un esercizio

Rendere gli esercizi di Kegel parte della  routine quotidiana. Per esempio:

  • Inserire una serie di esercizi di Kegel ogni volta che esegui un’attività di routine, come lavarsi i denti.
  • Fare un altro set dopo aver urinato, per sbarazzarsi delle ultime gocce di urina.
  • Contrarre i muscoli del pavimento pelvico appena prima e durante qualsiasi attività che metta pressione sull’addome, come starnuti, tosse, risate o sollevamento di carichi pesanti.

Se si hanno problemi ad eseguire gli esercizi di Kegel, è meglio farsi aiutare dal medico o da un fisioterapista. Il medico o un altro operatore sanitario può fornire un feedback importante in modo da imparare a isolare e rafforzare i muscoli corretti.

In alcuni casi, l’allenamento con biofeedback potrebbe aiutare. In una sessione di biofeedback, il medico o un altro operatore sanitario inserisce una piccola sonda nel retto. Mentre ci si rilassa e si contraggono i muscoli del pavimento pelvico, un monitor misurerà e mostrerà l’attività del pavimento pelvico. La ricerca suggerisce che l’allenamento con biofeedback è più efficace nel trattamento dell’incontinenza fecale.

Eseguire gli esercizi di Kegel regolarmente, può dare veri e propri  risultati, come perdite di urina meno frequenti, entro poche settimane o qualche mese. Per benefici continui, però è importante eseguire gli esercizi di Kegel come parte permanente della routine quotidiana.

Refenze
Link sponsorizzati

Dr. Roberto Marino

Laureato in Medicina e Chirugia all'Università degli Studi di Milano, Spec. in Anatomia patologica - Patologie orali Si ricorda che le informazioni contenute in questo sito non devono mai sostituire il rapporto con il proprio medico, si raccomanda di chiedere sempre al medico o allo specialista, e di utilizzare quanto letto al solo ed unico scopo informativo!

Lascia un commento

avatar