Artrite idiopatica giovanile

L’artrite idiopatica giovanile,  è il tipo più comune di artrite nei bambini di età inferiore ai 16 anni. L’artrite idiopatica giovanile può causare dolori articolari persistenti, gonfiore e rigidità. Alcuni pazienti manifestano i  sintomi solo per pochi mesi, altri invece per sempre.

Link sponsorizzati

Alcuni tipi di artrite idiopatica giovanile possono causare gravi complicazioni, come problemi di crescita, danni articolari e infiammazione agli occhi. Il trattamento è principalmente sintomatico, e mira al miglioramento della funzione e del danno articolare.

Sintomi

I  sintomi più comuni  sono:

  • Dolore. Anche se il bambino potrebbe non lamentarsi del dolore alle articolazioni, si potrebbe notare che zoppica, specialmente al mattino o dopo un pisolino.
  • Gonfiore. Il gonfiore articolare è molto comune
  • Rigidità. Il bambino appare più maldestro del solito, in particolare al mattino o dopo i sonnellini.
  • Febbre, linfonodi ingrossati ed eruzioni cutanee. In alcuni casi, possono verificarsi febbre alta, linfonodi ingrossati o eruzioni cutanee sul tronco, che di solito peggiorano la sera.
  • L’artrite idiopatica giovanile può interessare una o più articolazioni. Esistono diversi sottotipi di artrite idiopatica giovanile, ma i principali sono sistemici, oligoarticolari e poliarticolari.

Come altre forme di artrite, quella idiopatica giovanile è caratterizzata da momenti in cui i sintomi si presentano e  volte in cui i sintomi scompaiono.

Cause

L’artrite idiopatica giovanile si verifica quando il sistema immunitario attacca le proprie cellule e tessuti. Non si sa perché questo accada, ma sia l’ereditarietà che l’ambiente sembrano avere un ruolo. Alcune mutazioni genetiche possono rendere una persona più suscettibile a fattori ambientali – come i virus – che possono scatenare la malattia.

Fattori di rischio

Alcune forme di artrite idiopatica giovanile sono più comuni nelle ragazze.

Complicazioni

Diverse gravi complicazioni possono derivare dall’artrite idiopatica giovanile. Ma controllare attentamente le condizioni del bambino e cercare un’adeguata assistenza medica può ridurre notevolmente il rischio di queste complicazioni.

Le complicazioni piu’ comuni sono:

  • Problemi agli occhi. Alcune forme possono causare infiammazione agli occhi (uveite). Se questa condizione non viene trattata, può causare cataratta, glaucoma e persino cecità. L’infiammazione degli occhi si verifica frequentemente senza sintomi, quindi è importante che i bambini con questa condizione siano esaminati regolarmente da un oculista.
  • Problemi di crescita.  L’artrite idiopatica giovanile può interferire con la crescita e lo sviluppo osseo del bambino.

Diagnosi

La diagnosi di artrite idiopatica giovanile può essere difficile perché il dolore articolare può essere causato da molti diversi tipi di problemi. Non esistono esami specifici che possano confermare una diagnosi, ma i test possono aiutare a escludere alcune altre condizioni che producono segni e sintomi simili.

Alcuni degli esami del sangue più comuni per casi sospetti includono:

  • Tasso di sedimentazione eritrocitaria (ESR). La velocità di sedimentazione è la velocità con cui i globuli rossi si depositano sul fondo di una provetta di sangue. Una velocità elevata può
  • indicare l’infiammazione. Misurare la VES viene principalmente utilizzato per determinare il grado di infiammazione.
  • Proteina C-reattiva. Questo esame del sangue misura anche i livelli di infiammazione generale nel corpo, ma su una scala diversa rispetto alla VES.
  • Anticorpo anti-nucleare. Gli anticorpi anti-nucleari sono proteine ​​comunemente prodotte dal sistema immunitario di persone con alcune malattie autoimmuni, tra cui l’artrite. Sono un marker per una maggiore possibilità di infiammazione degli occhi.
  • Fattore reumatoide. Questo anticorpo si trova occasionalmente nel sangue di bambini con artrite idiopatica giovanile.
  • Peptide citrullinato ciclico (CCP). Come il fattore reumatoide, il PCC è un altro anticorpo che può essere trovato nel sangue di bambini con artrite idiopatica giovanile.

In molti bambini con artrite idiopatica giovanile, non si riscontrano anomalie significative in questi esami del sangue.

Scansioni 

I raggi X o la risonanza magnetica (MRI) possono essere utilizzati per escludere altre condizioni, come fratture, tumori, infezioni o difetti congeniti. Questi esami possono anche essere utilizzati per monitorare come procedono le terapie.

Trattamenti e cure

Il trattamento per l’artrite idiopatica giovanile si concentra sull’aiutare il bambino a mantenere un normale livello di attività fisica e sociale. Per ottenere ciò, i medici possono utilizzare una combinazione di strategie per alleviare il dolore e il gonfiore, mantenere la piena mobilità e forza e prevenire le complicanze.

I farmaci usati per aiutare i bambini sono scelti per diminuire il dolore, migliorare la funzione e minimizzare il potenziale danno articolare.

I farmaci tipici includono:

  • Farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS). Questi farmaci, come ibuprofene (Advil, Motrin IB, altri) e naproxen sodico (Aleve), riducono il dolore e il gonfiore. Gli effetti collaterali includono disturbi gastrici e problemi al fegato.
  • Farmaci antireumatici modificanti la malattia (DMARD). I medici usano questi farmaci quando i FANS da soli non riescono ad alleviare i sintomi di dolori articolari e gonfiore o se c’è un alto rischio di danni in futuro.

I DMARD possono essere assunti in combinazione con i FANS e sono usati per rallentare il progresso della malattia. Il DMARD più comunemente usato per i bambini è il metotrexato (Trexall). Gli effetti collaterali del metotrexato possono includere nausea e problemi al fegato.

  • Agenti biologici. Conosciuti anche come modificatori della risposta biologica, questa nuova classe di farmaci comprende bloccanti del fattore di necrosi tumorale (TNF), come etanercept (Enbrel) e adalimumab (Humira). Questi farmaci possono aiutare a ridurre l’infiammazione sistemica e prevenire il danno articolare.

Altri agenti biologici lavorano per sopprimere il sistema immunitario, inclusi abatacept (Orencia), rituximab (Rituxan), anakinra (Kineret) e tocilizumab (Actemra).

  • Corticosteroidi. Farmaci come il prednisone possono essere usati per controllare i sintomi fino a quando un altro farmaco ha effetto. Sono anche usati per trattare l’infiammazione quando non è nelle articolazioni, come la pericardite

Questi farmaci possono interferire con la normale crescita e aumentare la suscettibilità alle infezioni, quindi in genere dovrebbero essere utilizzati per la durata più breve possibile.

Altri trattamenti

Il medico può consigliare al bambino di lavorare con un fisioterapista per mantenere flessibili le articolazioni e mantenere la gamma di movimento e tono muscolare.

Il fisioterapista o un terapista occupazionale possono formulare raccomandazioni aggiuntive sul miglior esercizio e sull’attrezzatura protettiva per il bambino.

Il fisioterapista è un professionista che in casi come questi svolge un ruolo importantissimo.

In casi molto gravi, può essere necessario un intervento chirurgico per migliorare la posizione di un’articolazione.

[spoiler show=”Referenze”]Domande e risposte sull’artrite giovanile. Istituto Nazionale di artrite e malattie muscoloscheletriche e della pelle. https://www.niams.nih.gov/health_info/juv_arthritis/.
Artrite giovanile American College of Rheumatology. https://www.rheumatology.org/I-Am-A/Patient-Caregiver/Diseases-Conditions/Juvenile-Arthritis.
Artrite giovanile American Academy of Orthopaedic Surgeons. http://orthoinfo.aaos.org/topic.cfm?topic=a00075.
6 modi in cui l’artrite può colpire gli occhi. Fondazione per l’artrite. http://www.arthritis.org/living-with-arthritis/comorbidities/eye-conditions/eye-arthritis.php.
Artrite, giovanile reumatoide. Organizzazione nazionale per i disturbi rari. https://rarediseases.org/rare-diseases/arthritis-juvenile-rheumatoid/[/spoiler]
Link sponsorizzati

Dr. Roberto Marino

Laureato in Medicina e Chirugia all'Università degli Studi di Milano, Spec. in Anatomia patologica - Patologie orali Si ricorda che le informazioni contenute in questo sito non devono mai sostituire il rapporto con il proprio medico, si raccomanda di chiedere sempre al medico o allo specialista, e di utilizzare quanto letto al solo ed unico scopo informativo!

Lascia un commento

avatar