Fascite plantare: sintomi, cause e cure

La fascite plantare è una comune causa di dolore al tallone. Questa condizione implica l’infiammazione di una porzione di tessuto che attraversa la parte inferiore del piede e collega l’osso del tallone alle dita dei piedi.  La fascite plantare provoca comunemente dolore lancinante che di solito si verifica con i primi passi al mattino.

Link sponsorizzati

La fascite plantare si verifica maggiormente nelle persone che praticano jogging, ma è molto comune anche tra le persone in sovrappeso o quelle che indossano calzature non idonee.

Sintomi

La fascite plantare è caratterizzata da dolore molto forte vicino al tallone. Il dolore è solitamente fortissimo con i primi passi dopo il risveglio, sebbene possa anche essere innescato da lunghi periodi in piedi. I pazienti spesso lamentano un dolore peggiore dopo l’esercizio fisico, ma non durante.

Cause

In stato di normalità, la fascia plantare agisce come una corda che assorbe gli urti, supportando l’arco del piede. Se la tensione e lo stress su quella fascia diventano troppo importanti, possono verificarsi delle piccole lacerazioni. Sollecitazioni ripetute possono causare irritazione o infiammazione e portare allo sviluppo del problema.

Fattori di rischio

La fascite plantare spesso insorge senza una vera causa, tuttavia, esistono delle situazioni che possono aumentare il rischio, e queste sono:

  • Esercizio fisico. Le attività che mettono un sacco di stress sul tallone come la corsa a lunga distanza, il balletto e la danza aerobica, possono contribuire a un inizio più precoce di fascite plantare.
  • Deambulazione. Un modello anormale di deambulazione può influire sul modo in cui il peso viene distribuito, questo alla lunga mette a rischio di svilupare questa condizione.
  • Obesità. Il peso in eccesso mette ulteriore stress sulla fascia plantare.
  • Lavoro. I lavoratori delle fabbriche, gli insegnanti e altri che trascorrono la maggior parte del loro tempo di lavoro a camminare o in piedi su superfici dure possono danneggiare la fascia plantare.
  • Età. La fascite plantare è piu’ comune negli adulti e negli anziani

Complicazioni

La fascite plantare puo’ cronicizzare, e causare dolore che ostacola le attività della vita di tutti i giorni. Cambiare il modo in cui cammini per minimizzare il dolore alla fascite plantare potrebbe portare a problemi di piede, ginocchio, anca o schiena.

Diagnosi

La diagnosi viene fatta sulla base della storia medica e dell’esame obiettivo. Durante l’esame, il medico controllerà le zone di tenerezza del piede. Dove si trova il tuo dolore può aiutare a determinare la sua causa.

Di solito non sono necessari test particolari. Il medico potrebbe suggerire una radiografia o risonanza magnetica (MRI) per assicurarsi che il dolore non sia causato da un altro problema, come una frattura da stress o un nervo schiacciato.

A volte una radiografia mostra uno sperone osseo che si proietta in avanti dall’osso del tallone. In passato, questi speroni ossei venivano spesso  rimossi chirurgicamente. Ma molte persone che hanno speroni ossei  non hanno dolore al tallone.

Trattamento

La maggior parte delle persone con fascite plantare si riprende con trattamenti conservativi, tra cui il riposo, l’applicazione di ghiaccio nell’area dolorosa e lo stretching.

Gli antidolorifici come l’ibuprofene (Advil, Motrin IB, altri) e il naprossene sodico (Aleve) possono alleviare il dolore e l’infiammazione associati alla fascite plantare.

Esercizi di stretching e potenziamento possono fornire sollievo dai sintomi.

Questi includono includono:

  • Fisioterapia. Un fisioterapista può insegnare tutta una serie di esercizi per allungare la fascia plantare e stabilizzare la caviglia e il tallone.
  • Stecche notturne. Il medico potrebbe raccomandare di indossare una stecca che stiri il polpaccio e l’arco del piede mentre si dorme. Questo tiene la fascia plantare e il tendine di Achille in una posizione allungata durante la notte e facilita lo stretching.
  • Plantari. Il medico potrebbe prescrivere supporti per arco standard o personalizzati per aiutare a distribuire la pressione ai piedi in modo più uniforme.

Chirurgia e altre procedure

Quando misure più conservative non funzionano dopo diversi mesi, il medico potrebbe raccomandare:

  • Iniezioni. L’iniezione di un farmaco steroideo può fornire sollievo temporaneo dal dolore. Iniezioni multiple di questi farmaci possono indebolire la fascia plantare e causarne la rottura. Le Le infiltrazioni di PRP, ovvero Platelet-rich Plasma, hanno dato risultati promettenti
  • Terapia con onde d’urto. Questa procedura, di solito è usata per la fascite plantare cronica che non ha risposto a trattamenti più conservativi.
  • Procedura TENEX. La procedura essendo minimamente invasiva, viene eseguita senza problemi, e rimuove il tessuto cicatriziale della fascite plantare senza intervento chirurgico.
  • Chirurgia. È generalmente l’ultima opzione solo quando il dolore è grave e tutto il resto fallisce. Gli effetti collaterali includono un indebolimento dell’arco nel piede.

Suggerimenti

Per ridurre il dolore della fascite plantare, alcuni piccoli consigli possono aiutare, ovvero:

  • Mantenere un peso sano. Perdere peso se si è in sovrappeso o obesi per ridurre lo stress sulla fascia plantare.
  • Sceglire scarpe adeguate. Evitare tacchi alti. Acquistare scarpe con tacco basso o moderato, con un buon supporto per l’arco e assorbimento degli urti. Non andare a piedi nudi, specialmente su superfici dure.
  • Non indossare scarpe da ginnastica rotte. Sostituire le  vecchie scarpe da ginnastica appena si logorano, questo è fondamentale per chi fa jogging.
  • Cambiare sport. Prova uno sport a basso impatto, come il nuoto o il ciclismo, anche se è forse la cosa piu’ difficile da accettare per un paziente.
  • Applicare il ghiaccio. Tenere un impacco di ghiaccio coperto di tessuto sull’area del dolore per 15 o 20 minuti tre o quattro volte al giorno o dopo l’attività fisica.
[spoiler show=”Referenze”]Fascite plantare di Buchbinder R. https://www.uptodate.com/contents/plantar-fasciitis
Fascite plantare American Orthopaedic Foot & Ankle Society. http://legacy.aofas.org/footcaremd/conditions/ailments-of-the-heel/Pages/Plantar-Fasciitis.aspx
Fascite plantare e speroni ossei. American Academy of Orthopaedic Surgeons. https://orthoinfo.aaos.org/en/diseases–conditions/plantar-fasciitis-and-bone-spurs[/spoiler]
Link sponsorizzati

Dr. Roberto Marino

Laureato in Medicina e Chirugia all'Università degli Studi di Milano, Spec. in Anatomia patologica - Patologie orali Si ricorda che le informazioni contenute in questo sito non devono mai sostituire il rapporto con il proprio medico, si raccomanda di chiedere sempre al medico o allo specialista, e di utilizzare quanto letto al solo ed unico scopo informativo!

Lascia un commento

avatar