Distacco del vitreo: cause e terapia

Il distacco del vitreo è un problema abbastanza comune, che avviene spesso in maniera naturale, e che si verifica durante l’età adulta, quando il gel vitreo che riempie l’occhio si separa dalla retina, ovvero lo strato nervoso sensibile alla luce nella parte posteriore dell’occhio. Un sintomo di un distacco vitreo è un piccolo ma improvviso aumento del numero di particelle volanti nel campo visivo, detto spesse mosche volanti.

Link sponsorizzati

Questo aumento delle famose mosche nel campo visivo, può essere accompagnato da lampi di luce nella visione periferica o laterale. Nella maggior parte dei casi, il paziente non si accorge di avere il distacco vitreo, o nota semplicemente un fastidioso aumento di miodesopsie

Sintomi

  • Miodesopsie (corpi mobili sfocati che oscurano la chiarezza del campo visivo)
  • Lampi nel campo visivo (strisce di luce, di solito sul lato del campo visivo)
  • Questi sintomi di solito diventano meno intensi nel corso del tempo.

La maggior parte dei pazienti ha il distacco del vitreo dopo i 60 anni, una volta per ciascun occhio, e la condizione è generalmente solo occasionalmente influisce in modo permanente sulla visione, e solo in caso di complicanze, come il distacco della retina o la membrana epiretinica .

Durante il distacco posteriore del vitreo, le miodesopsie sono spesso accompagnate da lampi, che sono più evidenti in ambienti bui.

La maggior parte dei pazienti sperimenta questi sintomi durante le prime settimane, ma in alcuni casi i sintomi sono appena evidenti. Se il distacco posteriore del vitreo è complicato da emorragia del corpo vitreo, distacco della retina, membrana epiretinica o foro maculare, i flash e i floater possono essere accompagnati da una visione ridotta o distorta.

Questo fenomeno del campo visivo, può essere molto fastidioso quando vicino al centro del campo visivo e meno fastidioso quando si verifica ai lati. Spesso possono apparire come ragnatele, polvere o uno sciame di insetti, o nella forma di un cerchio o di un ovale, chiamato anello di Weiss.

Cause

Nel corso del tempo, il gel vitreo che riempie l’occhio si condensa (si restringe) a causa dell’età e della normale usura. Alla fine non può riempire tutto il volume della cavità vitrea dell’occhio (che rimane della stessa taglia durante l’età adulta) e così il gel si separa dalla retina, situata nella parte posteriore della cavità oculare.

Successivamente il gel vitreo si condensa ulteriormente e anche i lati del gel si separano dalla retina fino a quando il distacco posteriore del vitreo non è completo e il gel vitreo è attaccato alla retina solo dalla base del vitreo. Il fluido vetroso trasparente riempie lo spazio tra il gel vitreo condensato e la retina.

Se un distacco del vitreo  progredisce delicatamente, gradualmente e in modo uniforme, i sintomi sono generalmente lievi. Tuttavia, se le forze di separazione sono forti o concentrate in una particolare parte della retina, o se c’è un’adesione anomala tra il gel vitreo e la retina, il distacco posteriore del vitreo può lacerare la retina o un vaso sanguigno retinico.

Lampi e miodesopsie sono in genere più evidenti quando c’e’ una complicazione. Queste condizioni possono portare a ulteriori complicazioni, come il distacco della retina o la membrana epiretinica, che possono provocare una perdita permanente della vista. Tuttavia, circa l’85% dei pazienti non sviluppano complicazioni e nella maggior parte dei casi, i sintomi diminuiscono entro 3 mesi.

Fattori di rischio

Il distacco vitreo posteriore è raro nelle persone di età inferiore ai 40 anni e sempre più frequente in età avanzata.

Ulteriori fattori di rischio comprendono miopia, traumi e recente chirurgia oculare come un’operazione di cataratta . I pazienti che manifestano il problema in un occhio sperimentano spesso lo stesso identico problema nell’altro occhio entro un anno.

Diagnosi

Il distacco vitreo posteriore viene di solito diagnosticato con una visita oculare. Tuttavia, se il gel vitreale è molto chiaro, potrebbe essere difficile vedere il distacco senza ulteriori test, come la tomografia a coerenza ottica (OCT) o l’ecografia oculare.

Terapia e prognosi

Il distacco posteriore del vitreo spesso non necessita di alcun trattamento, e i sintomi si placano nella stragrande maggioranza dei pazienti. La maggior parte dei pazienti non nota più i flash dopo 3 mesi e i floater tendono a migliorare. Non è necessario alcun trattamento specifico. Detto questo, le complicanze sono rare ma possono essere gravi e richiedono un trattamento urgente, come il laser per una lesione retinica o un intervento chirurgico per un distacco di retina.

Per questo motivo, uno o più controlli sono raccomandati entro 3 mesi dopo l’inizio del distacco. In rari casi, le mosche volanti persistono e la chirurgia detta vitrectomia per rimuovere i floater è una soluzione efficace. Tuttavia, questo tipo di chirurgia ha dei rischi, quindi è importante discuterec on il proprio oculista i rischi e i benefici della chirurgia.

Referenze »

Link sponsorizzati

Dr. Roberto Marino

Laureato in Medicina e Chirugia all'Università degli Studi di Milano, Spec. in Anatomia patologica - Patologie orali Si ricorda che le informazioni contenute in questo sito non devono mai sostituire il rapporto con il proprio medico, si raccomanda di chiedere sempre al medico o allo specialista, e di utilizzare quanto letto al solo ed unico scopo informativo!

Lascia un commento

avatar