Acatisia: cause e trattamenti

Ultimo aggiornamento Settembre 17th, 2019 at 02:50 pm

L’acatisia, è unaa condizione che rende difficile rimanere fermi. Provoca un impulso a muoversi che non si può controllare. Potrebbe essere necessario agitarsi tutto il tempo, camminare sul posto, o incrociare e disincrociare le gambe. È un tipico disturbo del movimento, e per il paziente spesso difficile  da descrivere e può prendere il sopravvento sulla qualità della vita.

Link sponsorizzati

Solitamente, l’acatisia è un effetto collaterale dei farmaci antipsicotici, che sono usati  per trattare la schizofrenia , il disturbo bipolare e altre condizioni del cervello . Ciò significa che il medico può cambiare la medicina o la dose per alleviare i sintomi della acatisia.

Cause

Non tutti quelli che assumono un farmaco antipsicotico ottengono e manifestano il disturbo. I sintomi di solito compaiono entro pochi giorni. Le versioni più datate di questi farmaci hanno maggiori probabilità di causare acatisia rispetto a quelli più recenti. È anche più probabile che il problema si manifesti, se il paziente inizia con una dose elevata, o aumenta improvvisamente la dose, e/ o interrompe improvvisamente il farmaco.

I farmaci antipsicotici più vecchi che possono causare l’acatisia includono:

  • Chlorpromazine
  • Droperidol
  • Fluphenazine
  • Aloperidolo
  • Loxapine
  • Perphenazine
  • Pimozide
  • Proclorperazina
  • Thiothixene
  • Tioridazina
  • Trifluoperazina

I medici non sono sicuri del perché questi farmaci abbiano questo effetto collaterale. Tuttavia, sappiamo che questi farmaci possono bloccare sostanze chimiche come la dopamina che aiutano le cellule cerebrali a “comunicare” tra loro. In alcune parti del cervello che controllano il movimento, la dopamina svolge un ruolo importante nel controllo muscolare.

Altri farmaci possono causare acatisia includono:

  • Farmaci usati per prevenire il vomito e la nausea
  • Antidepressivi come triciclici e inibitori selettivi del reuptake della serotonina (SSRI)
  • Calcio- bloccanti

Le condizioni di salute possono essere causa del disturbo invece sono:

  • Morbo di Parkinson
  • Trauma al cervello
  • Encefalite , un tipo di infiammazione del cervello

Sintomi

Il principale segno di acatisia è un senso di irrequietezza e intensa necessità di muoversi. Per alleviare questa sensazione, il paziente deve rimanere in movimento. Di solito colpisce le gambe,   mentre si è seduti. Le persone con acatisia mostrano questi tipici atteggiamenti:

  • Oscillano avanti e indietro
  • Camminano avanti e indietro o sul posto
  • Spostano il peso da un piede all’altro
  • Incrociano e disincrociano le gambe
  • Si agitano
  • Emettono grugniti o gemiti
  • Altri sintomi includono irritabilità, stress, impazienza o panico.  Molti pazienti affermano di percepire come il desiderio di “saltare fuori dalla propria pelle “.

Tipi di Acatisia

Il tipo dipende dal motivo per cui si ottiene il disturbo. L’acatisia acuta compare poco dopo l’inizio del trattamento farmacologico. Dura per meno di 6 mesi.  L’acatisia cronica dura per 6 mesi o più. L’acatisia tardiva può non manifestarsi fino a mesi o anni dopo l’assunzione di un medicinale.

L’acatisia da astinenza  di solito si manifesta entro 6 settimane dopo il passaggio o l’interruzione di un farmaco antipsicotico.

Diagnosi

È importante consultare il medico se si hanno sintomi di acatisia. Se non  trattata, può portare a situazioni di angoscia, comportamenti distruttivi o psicosi aggravate . Non interrompere mai l’assunzione di farmaci a meno che il medico non dica che è possibile farlo

Per diagnosticare l’acatisia, il medico eseguirà un esame fisico . Chiederà la  storia medica del paziente e quali farmaci sta assumendo. oltre ad una attenta osservazione dei sintomi. Potrebbe compilare una scala di valutazione come la Scala di valutazione di Barnes ( BAS), per giudicare quanto siano gravi i sintomi e tenere traccia dei progressi man mano che vengono trattati.

Il medico escluderà altre condizioni che possono causare sintomi simili:

La sindrome delle gambe senza riposo causa anche un desiderio irrefrenabile di muovere le gambe, ma soprattutto di notte., con dolore alle gambe.

La discinesia tardiva è un effetto collaterale dei farmaci antipsicotici. Provoca movimenti ripetitivi come battito di palpebre e smorfie. Ma il paziente non ha il controllo su  questi movimenti. Con l’acatisia invece, la persona sceglie di muoversi per alleviare un impulso.

L’ansia o l’insonnia . Poiché l’acatisia fa sentire irrequieti e a disagio, è facile scambiarla per queste condizioni.

ADHD , depressione agitata , mania o psicosi , sono condizioni che hanno  sintomi simili.

Trattamenti

Nella maggior parte dei casi, il medico cambierà il farmaco. E’ possibile abbassare la dose o passare a un altro farmaco che ha meno probabilità di causare l’acatisia.

Tuttavia, è anche possibile prescrivere un medicinale per trattare i sintomi. Questi includono:

  • Beta-bloccanti come il propranololo : questi farmaci per la pressione sanguigna sono di solito il primo trattamento che i medici prescrivono per l’acatisia.
  • Benzodiazepine : questi farmaci  sono raccomandati solo per l’uso a breve termine.
  • Anticolinergici: i medici usano questi farmaci meno per l’acatisia e più per i sintomi del movimento causati da farmaci antipsicotici, come rigidità muscolare o alcuni tipi di tremore.
  • Alcuni antidepressivi , come la mirtazapina o il trazodone : a basse dosi, alleviano i sintomi dell’acatisia.

Farmaci per il morbo di Parkinson, come l’amantadina, possono aumentare i livelli di dopamina in alcune parti del cervello che controllano il movimento. Questo può alleviare l’acatisia e altri sintomi muscolari dati dai farmaci antipsicotici.

Vitamina B6 : alte dosi “potrebbero” alleviare i sintomi di acatisia.

Per prevenire l’acatisia, il medico dovrebbe iniziare con una bassa dose di farmaci antipsicotici e aumentare gradualmente la quantità nel tempo.

Referenze

Link sponsorizzati

Dr. Roberto Marino

Laureato in Medicina e Chirugia all'Università degli Studi di Milano, Spec. in Anatomia patologica - Patologie orali Si ricorda che le informazioni contenute in questo sito non devono mai sostituire il rapporto con il proprio medico, si raccomanda di chiedere sempre al medico o allo specialista, e di utilizzare quanto letto al solo ed unico scopo informativo!

Lascia un commento

avatar