Test della fibronectina fetale

La fibronectina fetale è una proteina che si ritiene possa aiutare a mantenere il sacco amniotico “incollato” al rivestimento dell’utero. Il sacco amniotico è la membrana piena di liquido che assorbe il bambino nell’utero.  La fibronectina fetale è spesso presente nelle secrezioni vaginali prima della ventiduesima settimana di gravidanza. Questa inizia anche a degradarsi e può essere rilevata nelle perdite vaginali verso la fine della gravidanza.

Link sponsorizzati

Se il  medico è preoccupato per il parto pretermine,  potrebbe effettuare un tampone di secrezioni vicino alla cervice per la presenza di fibronectina fetale tra la settimana 22 e la settimana 34 della gravidanza. Un test positivo alla fibronectina fetale è un indizio del fatto che la “colla” è stata disturbata e il rischio di parto pretermine è aumentato.

Perché viene fatto

Il test della fibronectina fetale viene utilizzato per escludere il parto pretermine. Generalmente non è utile per le donne a basso rischio di parto pretermine, ma può fornire informazioni preziose per le donne che presentano segni o sintomi di parto prematuro o che sono ad alto rischio di parto pretermine.

Se il test della fibronectina fetale è positivo, il medico prenderà provvedimenti per affrontare la nascita prematura,come somministrare farmaci per migliorare la maturità polmonare del bambino. Se il test  è negativo, si puo’ essere certi che è improbabile che il parto possa avvenire entro le prossime due settimane.

Rischi

Il test della fibronectina fetale è una procedura semplice. Tuttavia, i risultati falsi positivi sono comuni, il che potrebbe causare ansia o trattamenti non necessari.

Non è necessario fare nulla di speciale per preparare il test per la fibronectina fetale.

Per evitare un risultato falso positivo, il test verrà eseguito prima di qualsiasi esame pelvico o ecografia vaginale. Evitare di avere rapporti per 24 ore prima del test. Inoltre, evitare l’uso di  lozioni e saponi, che possono influire sui risultati del test, per almeno un giorno prima del test.

Anche il sanguinamento  può influenzare i risultati del test. Se si verifica sanguinamento vaginale, probabilmente il test non verrà eseguito.

Se il sacco amniotico si rompe il test non verrà eseguito. Il sacco amniotico è una membrana piena di liquido nell’utero.

Durante la procedura

Durante il test per la fibronectina fetale, la paziente è sdraiata sulla schiena su un tavolo degli esami. Il  medico usera’ uno speculum e una specie di cotton fioc per rimuovere delicatamente le secrezioni vicino alla cervice.

Dopo la procedura

Il campione verrà inviato a un laboratorio per l’analisi. I risultati sono in genere disponibili entro poche ore.

In alcuni casi, un’ecografia vaginale viene eseguita dopo che il campione è stato prelevato per misurare la lunghezza della cervice. Durante l’ecografia, la paziente è sdraiata sulla schiena e il  medico  posizionerà correttamente il dispositivo, che utilizza le onde sonore per creare immagini digitali su un monitor.

Risultati

I risultati del test della fibronectina fetale sono positivi o negativi:

  • Positivo. Un risultato positivo significa che la fibronectina fetale è presente nel tuo fluido cervicale. Se si ha un risultato positivo tra le settimane 22 e 34, si è maggiormente a rischio di parto pretermine.

Il medico potrebbe adottare misure per preparare a una nascita potenzialmente precoce, come somministrare steroidi per accelerare la maturità polmonare del bambino. Oppure,  ricevere dei farmaci per ridurre il rischio di complicanze neurologiche, come la paralisi cerebrale, nel  bambino. Se invece si hanno delle contrazioni, si potrebbero ricevere dei farmaci per ridurle.

  • Negativo. Un risultato negativo significa che la fibronectina fetale non è presente nel fluido cervicale. Ciò indica che non è probabile che avvenga il parto nelle prossime due settimane. In effetti, un risultato negativo potrebbe essere il più potente beneficio del test, consentendo  di rilassarsi con la consapevolezza che un parto prematuro non è imminente.
    Se i risultati del test sono positivi o negativi, è bene ricordare che un rapido riconoscimento del travaglio pretermine potrebbe dare al  medico una possibilità di ritardare il parto prematuro o migliorare comunque la situazione del bambino.

I segnali  del parto pretermine comprendono:

  • Contrazioni regolari o frequenti – una sensazione di tensione nell’addome
  • Mal di schiena costante, basso e opaco
  • Una sensazione di pressione addominale pelvica o inferiore
  • Lievi crampi addominali
  • Sanguinamento
  • Rottura delle acque
  • Un cambiamento nelle secrezioni

Referenze »

Lockwood CJ. Diagnosi del travaglio pretermine e panoramica del parto pretermine. http://www.uptodate.com/home. Accesso 21 febbraio 2016.
Fibronectina fetale. Test di laboratorio online. https://labtestsonline.org/understanding/analytes/ffn/tab/sample/. Accesso 20 febbraio 2016.
DeFranco EA, et al. Migliorare l’accuratezza dello screening per il travaglio pretermine: la combinazione di fibronectina fetale e lunghezza cervicale nei pazienti sintomatici è un utile predittore del parto prematuro? Una revisione sistematica. American Journal of Obstetetrics and Gynecology. 2013; 208: 233.
Van Baaren GJ, et al. Fattori di rischio per il parto pretermine: aggiungono al test fetale della fibronectina e alla misurazione della lunghezza del collo dell’utero nella previsione del parto prematuro nelle donne sintomatiche? European Journal of Obstetrics & Gynecology and Reproductive Biology. 2015; 192: 79.
McLaren JS, et al. Previsione della nascita pretermine spontanea utilizzando fibronectina fetale quantitativa dopo un recente rapporto sessuale. American Journal of Obstetetrics and Gynecology. 2015; 212: 89.
Utilizzo del test della fibronectina https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2582650/

Link sponsorizzati

Dr. Roberto Ferrari

Il Dr. Roberto Ferrari anestesista rianimatore, ha eseguito la revisione scientifica e l'aggiornamento di questo articolo. Si ricorda che le informazioni contenute in questo sito non devono in alcun modo sostituire il rapporto con il proprio medico, si raccomanda di chiedere sempre al proprio medico curante e di utilizzare quanto letto su questo sito a solo scopo informativo.

Lascia un commento

avatar