Discogramma: rischi e risultati

Un discogramma, è un esame usato per valutare il mal di schiena. Un discogramma può aiutare il medico a determinare se è presente un disco anomalo nella colonna vertebrale che causa il mal di schiena.  I dischi vertebrali sono cuscinetti spugnosi tra le ossa (vertebre) della colonna vertebrale. Durante una discografia, del colorante viene iniettato nel centro di uno o più dischi. L’iniezione a volte riproduce l’effetto mal di schiena.

Link sponsorizzati

La tintura si sposta anche in eventuali crepe nell’esterno del disco, che possono poi essere viste su una scansione a raggi X o TAC. Tuttavia, i dischi che mostrano segni di usura non sempre causano sintomi, quindi l’utilità del discogramma è controversa.

Perché viene eseguito

Un discogramma è un test invasivo che generalmente non viene utilizzato per una valutazione iniziale del mal di schiena. Il medico potrebbe suggerire un discogramma se il mal di schiena persiste nonostante i trattamenti conservativi, come i farmaci e la terapia fisica.

Alcuni medici usano questo esame prima dell’intervento di fusione spinale per aiutare a identificare quali dischi devono essere rimossi. Tuttavia, i discogrammi non sono sempre precisi nel determinare quali dischi, stanno causando il mal di schiena. Molti medici si affidano invece ad altri test, come la risonanza magnetica e la tomografia computerizzata, per diagnosticare i problemi del e guidare il trattamento.

Rischi

Un discogramma è generalmente sicuro. Ma come con qualsiasi procedura medica, il discogramma comporta un rischio di complicazioni, tra cui:

  • Infezioni
  • Peggioramento del mal di schiena cronico
  • Mal di testa
  • Lesioni ai nervi o ai vasi sanguigni all’interno e attorno alla colonna vertebrale
  • Reazione allergica al colorante usato per il contrasto

Potrebbe essere necessario evitare di assumere farmaci per fluidificare il sangue per un certo tempo prima della procedura. Il medico  dirà quali medicine è possibile assumere. Il paziente dovrà evitare cibo o bevande la mattina prima dell’esame.

Cosa aspettarsi

Un discogramma viene eseguito in una clinica o in una stanza d’ospedale che dispone di apparecchiature per eseguire esami radiografici. Probabilmente il paziente rimane in ospedale per un massimo di tre ore, sebbene il test richieda da 30 a 60 minuti, a seconda del numero di dischi esaminati.

Il medico potrebbe somministrare un sedativo. Potrebbe anche essere dato un antibiotico per aiutare a prevenire infezioni.

Durante la procedura

Il medico utilizzerà una tecnica di imaging (fluoroscopia) per controllare che l’ago entri correttamente. La fluoroscopia consente un posizionamento più preciso e più sicuro dell’ago nel centro del disco da esaminare. Viene quindi iniettato un colorante a contrasto nel disco e viene eseguita una scansione a raggi X o TC per vedere se la tintura si diffonde.

Se il colorante rimane al centro del disco, il disco è normale. Se la tintura si diffonde al di fuori del centro del disco, il disco ha subito alcuni cambiamenti di usura e strappi. Questi cambiamenti potrebbero o non potrebbero essere la causa del dolore.

In genere, se un disco causa dolore alla schiena, si avverte dolore durante l’iniezione che è simile al mal di schiena che si sperimenta quotidianamente. Se un disco è normale, c’è poco dolore durante l’iniezione. Durante la discografia, verrà chiesto di valutare il grado del dolore percepito.

Dopo la procedura

Il paziente rimane nella sala dove si svolge la procedura per circa 30-60 minuti per l’osservazione.

È normale avere dolore nel sito di iniezione o nella parte bassa della schiena per diverse ore dopo la procedura. Potrebbe essere utile applicare una sacca di ghiaccio nell’area per 20 minuti alla volta. E’ importante tenere la schiena asciutta per 24 ore.

Se si sviluppa un mal di schiena grave o febbre una a due settimane dopo la procedura, contattare immediatamente il medico.

Risultati

Il medico esamina le immagini e le informazioni fornite sul dolore per individuare la fonte del mal di schiena. Il medico utilizzerà queste informazioni per guidare il trattamento o prepararsi per un intervento chirurgico.

I medici di solito non fanno affidamento solo sui risultati di un discogramma, perché un disco con alterazione potrebbe non causare dolore. Inoltre, le risposte al dolore durante un discogramma possono variare notevolmente.

Tipicamente, i risultati di un discogramma sono combinati con i risultati di altri test – come una risonanza magnetica o TC e l’esame fisico – quando si determina un piano di trattamento per il mal di schiena.

Referenze »

Hsu PS, et al. Radicolopatia lombosacrale acuta: fisiopatologia, caratteristiche cliniche e diagnosi. https://www.uptodate.com/contents/search. Consultato il 15 dicembre 2017.
Discografia (Discogram). Società radiologica del Nord America. https://www.radiologyinfo.org/en/info.cfm?pg=discography. Consultato il 15 dicembre 2017.
Foglio di dolore lombare. Istituto Nazionale di disturbi neurologici e ictus. https://www.ninds.nih.gov/Disorders/Patient-Caregiver-Education/Fact-Sheets/Low-Back-Pain-Fact-Sheet. Consultato il 15 dicembre 2017.
Levi D, et al. Una storia di grave lombalgia episodica è un indicatore dell’eziologia discogenica? Medicina del dolore. In stampa. Consultato il 15 dicembre 2017.

Link sponsorizzati

Dr. Roberto Marino

Il Dr. Roberto Marino laureato in Medicina e Chirugia, ha eseguito la revisione e gli aggiornamenti. di questo articolo. Si ricorda che le informazioni contenute in questo sito non devono mai sostituire il rapporto con il proprio medico, si raccomanda di chiedere sempre al medico o allo specialista, e di utilizzare quanto letto su questo sito al solo ed unico scopo informativo!

Lascia un commento

avatar