Angioma vertebrale: sintomi, esami e trattamenti

Gli angiomi vertebrali sono  neoplasie a carico delle vertebre di tipo benigno più o meno comuni. Di solito sono asintomatici e rilevati casualmente a causa delle loro caratteristiche visibili negli esami spesso effettuati per altri motivi e cause.

Link sponsorizzati

L’incidenza degli angiomi vertebrali è di circa il 10% durante le autopsie . La maggior parte degli angiomi è incidentalmente osservato su radiografie di routine della colonna vertebrale. Spesso, gli angiomi di piccole dimensioni non possono essere visualizzati sulle radiografie e vengono rilevati con esami più avanzati come la TAC, la risonanza magnetica.

La presenza di angiomi vertebrali è leggermente più visibile nelle donne per ragioni sconosciute e più sintomatica nella quarta decade di vita.

Presentazione clinica

La maggior parte degli angiomi è asintomatico. Il collasso del corpo vertebrale o l’intrusione nel canale neurale sono alcune delle cause classiche del dolore. Un aumento dell’attività può causare dolori all’angioma vertebrale, come nel caso  dell’esercizio fisico,  lavori domestici e altro. Questo è molto probabilmente dovuto al caricamento assiale attraverso il corpo della vertebra.

Valutazione Patologica

Gli angiomi sono composti da spazi vascolari che provocano uno spostamento dell’osso. In alcuni casi, in particolare nei tipi capillari, può verificarsi erosione litica nello spazio epidurale, per quanto raro. Sono comunque tumori benigni a crescita lenta e la maggior parte non sono sintomatici.

La maggior parte di tutti gli angiomi vertebrali si verificano nella parte toracica della colonna vertebrale, ma possono essere trovati in tutta la colonna.

Sintomi

La maggior parte degli angiomi sono asintomatici, ma quando presentano sintomi questi possono manifestarsi come:

  • Mal di schiena
  • Dolore che si diffonde a causa dell’infiammazione o irritazione del nervo spinale
  • Sintomi classici della compressione del midollo spinale

Angioma vertebrale aggressivo

A differenza degli angiomi vertebrali comuni, l’angioma aggressivo può espandersi all’interno del corpo vertebrale, penetrare nel tessuto molle paravertebrale e raggiungere il canale spinale, causando la compressione del midollo spinale o le fratture patologiche delle vertebre.

Il tumore della colonna vertebrale visto nella RM può assomigliare alle metastasi, ma la presenza di trabecole ispessite nei corpi vertebrali interessati consente di differenziare l’angioma aggressivo da altre neoplasie maligne.

La tomografia computerizzata della colonna vertebrale (TAC) è un metodo più sensibile rispetto alla risonanza magnetica per descrivere i tipici cambiamenti nelle ossa con angioma aggressivo.

Caratteristiche radiografiche

Gli angiomi presentano il classico aspetto “a panno di velluto a coste ” che è appunto fortemente associato agli angiomi vertebrali.

  • La TAC mostra un aspetto “a pois ” dovuto alle trabecole vertebrali ispessite.
  • La risonanza magnetica mostra meglio i componenti extraossei e rappresenta i componenti dell’angioma come grasso e acqua. Trabecole ispessite appaiono come aree a basso segnale.

Trattamenti e terapie

Il trattamento per la maggior parte degli angiomi non è necessario. Diventa necessario se è presente un deficit neurologico o un severo trattamento del dolore. Nelle lesioni sintomatiche, ci sono molte opzioni che devono essere pesate. Radioterapia, Cifoplastica con palloncino o embolizzazione transarteriosa con laminectomia associata, sono alcune delle  opzioni disponibili .

Il sanguinamento grave può essere una complicanza, quindi è necessario prestare attenzione quando il paziente è sottoposto a procedure di questo genere.

Nel caso di angioma sintomatico, è indicata la rimozione chirurgica ( resezione del tumore dalla vertebra interessata) e radioterapia per il trattamento del dolore grave.

E’ anche possibile agire direttamente dentro il tumore, utilizzando una iniezione di etanolo (che provoca necrosi del tessuto dell’angioma con conseguente cicatrizzazione), o con la chirurgia laminectomica (per la decompressione del canale spinale ).

Il trattamento dell’angioma dipende quindi dalla dimensione e dalla posizione del tumore. Con l’uso tempestivo della combinazione di procedure (blocco del flusso ematico (embolizzazione) dell’angioma, rimozione chirurgica e radioterapia), è possibile ottenere un miglioramento significativo nelle condizioni del paziente.

La radioterapia è efficace nel trattamento dei sintomi del dolore causati da angioma vertebrale. Nel trattamento de dolore è bene ricordare che anche l’iniezione di etanolo nel tumore è efficace (sotto guida fluoroscopica).

Un’altra opzione di trattamento è l’embolizzazione del tumore dal cemento osseo con la conseguente rimozione delle ossa degli archi vertebrali ( laminectomia ), o la completa rimozione di una vertebra ( vertebrectomia ) nel caso di angioma aggressivo.

Referenze »

Angiomi vertebrali: valutazione radiologica. Radiologia. 1986; 161 (1): 183-9. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/3763864
Angioma vertebrale lombare che causa frattura patologica, emorragia epidurale e compressione del midollo: un caso clinico e una revisione della letteratura. J Midollo spinale Med. 2011; 34 (3): 335-9 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3127359/
Laredo JD, Assouline E, Gelbert F et-al. angiomi vertebrali: contenuto di grasso come segno di aggressività. Radiologia. 1990; 177 (2): 467-72https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/2217787

Link sponsorizzati

Lascia un commento