Megalofobia : sintomi, cause e trattamenti

Il termine Megalofobia si riferisce alla paura morbosa e irrazionale di oggetti di grandi dimensioni. Ora, questa è una definizione piuttosto generale, quindi per fornire una spiegazione  più dettagliata, diremo che “cose grandi” potrebbe riferirsi a una varietà di oggetti, come ad esempio i mezzi di trasporto, animali, edifici, ecc Inoltre, l’idea di qualcosa che è “grande” potrebbe essere considerato un parere del tutto personale, per questo  motivo questa fobia è molto varia.

Link sponsorizzati

In generale, però, si è accettato come canone generale, che una persona affetta da Megalofobia, teme qualsiasi oggetto che è significativamente maggiore in termini di dimensioni rispetto a se stessa. Anche se questo è un parere del tutto soggettivo, gli oggetti sopra elencati ( gru, grattacieli etc)sono  trigger abbastanza comuni nelle persone affette da questa paura.

Sintomi

I sintomi di Megalofobia variano da persona a persona a seconda di una serie di fattori, ma soprattutto a seconda del loro livello di paura verso gli oggetti di grandi dimensioni. Sintomi generali, tuttavia, includono tipicamente:

  • Ansia
  • Attacchi di panico
  • Dolore toracico
  • Sensazione di disagio, soprattutto attorno a grandi oggetti o ambienti cittadini
  • Evitare le zone che hanno grandi oggetti e/ o costruzioni
  • Sudorazione
  • Fiato corto
  • Sensazione di perdita di controllo,
  • Deliri ( raro)
  • Allucinazioni ( raro)
  • Nausea
  • Tachicardia
  • Vertigini

Inoltre, se una persona affetta da Megalofobia è esposta a tutto ciò che è di grandi dimensioni l’attacco di panico diventa uno dei sintomi principali. Questi sono approssimativamente definiti come stati accresciuti di ansia o terrore che sono tipici delle sindromi ansiose. I sintomi di un attacco di panico posso spesso indurre il paziente a pensare di avere altre problematiche di tipo fisico e spesso cardiaco, aggravando quindi la sensazione di malessere.


Cause

La paura dei grandi oggetti può variare da persona a persona. Tuttavia, anche se appunto molto  differente  a seconda del caso, una teoria generalmente accettata, afferma che il trauma, il più delle volte si verifica durante l’infanzia, che di solito è la radice di ogni fobia. Forse la persona con Megalofobia si è persa in una grande città quando era bambina, o forse è stata attaccata da un animale di grandi dimensioni, o meglio quello che per il bambino può essere sembrato di grandi dimensioni.

Tuttavia, la Megalofobia potrebbe essere causata anche da altre fobie o problemi psicologici. Per esempio, una persona con la Claustrofobia può sentirsi molto ansiosa o timorosa vicino ad oggetti di grandi dimensioni, perché si sentirebbe confinati o ipoteticamente oppressa da questi. Una persona con un disturbo psicologico, che sperimenta già allucinazioni o deliri, è sicuramente più sensibile a questo genere di sintomi in relazione a costruzioni imponenti.

La Megalofobia, inoltre, può anche non  avere alcuna causa specifica. Alcune persone provano solo paura o disagio con cose che sono molto più grandi di loro. Ma questo non necessariamente sfocia in sintomi gravi.

Trattamenti e cure

I trattamenti per la Megalofobia, come i sintomi e le cause, non sono sempre gli stessi per tutti. Tuttavia, alcuni trattamenti  sono più comuni ,e di solito funzionano per la maggior parte delle persone. Per cominciare, la psicoterapia è un ottimo punto di partenza. Vari tipi di terapia funzionano, sia per trattare la fobia e sia capire la causa. Anche se, con la Megalofobia alcuni tipi di terapie sono più efficaci di altre. Per esempio, la terapia d’urto o da esposizione mette il paziente in un ambiente con oggetti di grandi dimensioni.

Questa esposizione ripetuta contribuisce a desensibilizzare la persona, che alla fine si libera della paura di grandi cose. Non provare a fare terapia di desensibilizzazione da soli, e senza la supervisione di un professionista. Il rischio di aggravare la situazione  è reale e concreto.

Farmaci

Il ruolo del farmaci gioca un compito chiave nei pazienti con forti stati  d’ansia quando sono a contatto con  oggetti di grandi dimensioni, soprattutto per coloro che non possono fare a meno di essere esposti a questi trigger. Farmaci ansiolitici e  anti-depressivi possono essere utili ed offrire sollievo al paziente. Inoltre, alcuni di questi farmaci possono essere molto utili quando si tratta di un attacco di panico o dei suoi sintomi. Per casi di estrema somatizzazione,  è disponibile anche  il trattamento di alcuni dei sintomi fisici, come ad esempio il dolore toracico. Infine, le tecniche di rilassamento se applicate correttamente posso portare giovamento.

Referenze »

Disturbo di panico http://www.webmd.com/anxiety-panic/guide/mental-health-panic-disorder#1 letto il 29 /5/2017
Sintomi generali delle fobie http://www.nhs.uk/Conditions/Phobias/Pages/symptoms.aspx letto il 2/6/2017
Fobia cosa è e che cosa comporta? http://www.patienteducationcenter.org/articles/phobia/

Link sponsorizzati

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*