Nervo schiacciato : sintomi, cause e cure

Ultimo aggiornamento 12 Novembre, 2018 at 08:18 pm

I nervi si estendono dal cervello al midollo spinale, e in tutto il corpo, con il compito di inviare  messaggi importanti in tutto l’organismo. Se si dispone di un nervo schiacciato (compressione del nervo) il corpo può inviare segnali di allarme, come il dolore . Non si devono ignorare mai questi segnali di avvertimento.

Link sponsorizzati

I danni da un nervo schiacciato possono essere lievi o gravi. Ciò potrebbe causare problemi temporanei o duraturi. Prima si ottiene una diagnosi e il trattamento per la compressione del nervo, più rapidamente il paziente troverà sollievo.

In alcuni casi, non è possibile invertire il danno sul nervo schiacciato. Ma il trattamento di solito allevia il dolore e altri sintomi.

Compressione di un nervo.jpg

Photocredit spinehealth.com

Sintomi

Con la compressione del nervo, a volte il dolore può essere l’unico sintomo. Oppure si possono avere altri sintomi senza dolore.

Questi sono alcuni dei sintomi più comuni derivati dalla compressione di un nervo:

  • Dolore nella zona di compressione, come il collo o lombare
  • Dolore che si irradia, come ad esempio sciatica o dolore radicolare
  • Intorpidimento o formicolio
  • “Formicolio” o una sensazione di bruciore
  • Debolezza, soprattutto con alcune attività

A volte i sintomi peggiorano quando si tenta  di compiere certi movimenti, come ad esempio girare la testa o sforzare il collo.

Cause

Un nervo schiacciato si verifica quando vi è una “compressione” (pressione) su un nervo.

La pressione può essere il risultato di movimenti ripetitivi. Oppure può accadere a causa di una postura errata per lunghi periodi, come ad esempio tenere i gomiti piegati durante il sonno.

I nervi sono più vulnerabili nelle zone di passaggio più strette, in quanto in quelle zone hanno poco tessuto che li protegge. La compressione di un nervo si verifica spesso quando si preme il nervo tra tessuti quali:

  • Legamenti
  • Tendini
  • Ossa

Ad esempio, l’infiammazione o la pressione su una radice nervosa in uscita dalla colonna vertebrale può causare dolore al collo o alla parte bassa della schiena . Esso può anche causare dolore che si  irradia dal collo alla spalla e al braccio (radicolopatia cervicale). O il dolore può irradiarsi nella gamba e nel piede (radicolopatia lombare o dolore del nervo sciatico).

Questi sintomi possono derivare da cambiamenti che si sviluppano in dischi e ossa della colonna vertebrale. Ad esempio, se un disco si indebolisce o si presenta una ernia del disco, questo può mettere pressione su un nervo spinale.

La compressione del nervo nel collo o del braccio può anche causare sintomi in zone tipo:

  • Gomito
  • Mano
  • Polso
  • Dita

Questo può portare a condizioni come:

  • Neuropatia periferica
  • Sindrome del tunnel carpale
  • Gomito del tennista

Se la compressione del nervo dura a lungo, la barriera protettiva intorno al nervo può rovinarsi. Questo può causare:

  • Gonfiore
  • Pressione Extra
  • Cicatrici

La cicatrizzazione può interferire con la funzione del nervo.

Diagnosi

Se il medico sospetta la compressione di un nervo, è possibile che richieda alcuni esami diagnostici. Questi possono includere:

  • Studio sulla conduzione nervosa. Questo esame misura gli impulsi nervosi elettrici nei muscoli e nervi. La misura degli impulsi elettrici nei segnali nervosi avviene quando una piccola corrente passa attraverso il nervo.
  • Elettromiografia. Durante un EMG, il medico inserisce un elettrodo ad ago attraverso la pelle nei muscoli. Il test valuta l’attività elettrica dei muscoli quando si contraggono e quando sono a riposo.
  • Risonanza magnetica (MRI). Questo esame serve a produrre immagini dettagliate del corpo a più piani.

Questo test può essere utilizzato se il medico sospetta la compressione di una radice nervosa.

Trattamenti e cure

Quanto tempo è necessario per eliminare i sintomi può variare da persona a persona. Il trattamento varia, a seconda della gravità e della causa della compressione del nervo.

Il paziente spesso scopre che trae grande beneficio dal semplice riposo della zona colpita evitando qualsiasi attività che tende a peggiorare i sintomi. In molti casi, questo è tutto quello che è necessario fare.

Se i sintomi persistono o il dolore è grave, è fondamentale una rivalutazione del il medico. Potrebbe essere necessario effettuare uno o più tipi di trattamento per ridurre il tessuto gonfio intorno al nervo.

Nei casi più gravi, può essere necessario rimuovere il materiale che sta premendo su un nervo, come ad esempio:

  • Il tessuto cicatriziale
  • Parte del disco erniato
  • Pezzi di osso

Il trattamento può includere:

  • FANS. farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS) come l’aspirina , ibuprofene , naprossene che possono ridurre il gonfiore.
  • Corticosteroidi per via orale . Questi sono utilizzati per ridurre il gonfiore e il dolore.
  • Narcotici. Questi sono usati per brevi periodi per ridurre il dolore grave.
  • Iniezioni di steroidi . Queste iniezioni possono ridurre il gonfiore e permettere ai nervi infiammati di recuperare.
  • Terapia fisica. Ciò contribuirà ad allungare e rinforzare i muscoli.
  • Splint . Un tutore permette ai muscoli di riposare per brevi periodi.
  • Chirurgia . La chirurgia può essere necessaria per problemi più gravi che non rispondono ad altri tipi di trattamento.

Referenze »

informazioni sui nervi. Istituto Nazionale di Malattie Neurologiche e Ictus. https://www.ninds.nih.gov/Disorders/All-Disorders/Pinched-Nerve-Information-Page  
Panoramica e valutazione dei disturbi della mano. Versione professionale manuale di Merck. https://www.merckmanuals.com/professional/musculoskeletal-and-connective-tissue-disorders/hand-disorders/overview-and-evaluation-of-hand-disorders?qt=&sc=&alt. Accesso 4 ottobre 2016.
Radicolopatia cervicale (nervo schiacciato). American Academy of Orthopaedic Surgeons. http://orthoinfo.aaos.org/topic.cfm?topic=a00332. Accesso 4 ottobre 2016.

Link sponsorizzati

Dr. Roberto Marino

Laureato in Medicina e Chirugia all'Università degli Studi di Milano, Spec. in Anatomia patologica - Patologie orali Si ricorda che le informazioni contenute in questo sito non devono mai sostituire il rapporto con il proprio medico, si raccomanda di chiedere sempre al medico o allo specialista, e di utilizzare quanto letto al solo ed unico scopo informativo!

4
Lascia un commento

avatar
1 Comment threads
3 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
2 Comment authors
Dr. Roberto MarinoRITA Recent comment authors
più nuovi più vecchi più votati
RITA
Ospite
RITA

Buongiorno, la mia storia dura da 5 anni: nel 2013 per una brusca torsione del busto e successivamente mi sono accovvacciata frettolosamente, è iniziato il mio calvario di dolore che ancora mi porto dietro. Nel 2014 mi sono operata di Meralgia P. ma non ho risoloto. Nelle R.M. non si vede dove è compresso il nervo. Ho fatto terapie del dolore, fisioterapia, osteopatia, e un intervento di radiofrequenza pulsata, Metto i cerotti Versatis da marzo 2018. Grazie.