Tumore spinale : sintomi, metastasi e trattamenti

Ultimo aggiornamento 17 gennaio, 2018 at 12:37 am

Un tumore spinale è una massa tumorale (maligna) o non (benigna) che si sviluppa all’interno o in prossimità del midollo spinale o all’interno della colonna vertebrale. Anche se il mal di schiena è il sintomo più comune di un tumore spinale, spesso questo dolore è un problema molto comune nelle persone che non hanno tumori spinali.

Link sponsorizzati

Un tumore spinale può danneggiare i nervi nella zona del tumore, causando dolore, disturbi neurologici e talvolta paralisi. Un tumore spinale può essere una minaccia la vita e causare invalidità permanente.

Il trattamento per un tumore spinale può includere la chirurgia, la radioterapia, la chemioterapia o altri farmaci.

Segni e sintomi

A seconda della posizione e del tipo di tumore spinale, vari segni e sintomi possono svilupparsi, in particolare quando un tumore cresce e colpisce il midollo spinale o le radici nervose, vasi sanguigni o ossa della colonna vertebrale. I sintomi tumore spinale possono includere:

  • Il mal di schiena, spesso irradiato in altre parti del corpo
  • La perdita di sensibilità o debolezza muscolare, in particolare tra le braccia o gambe
  • Difficoltà a camminare, portando talvolta a cadute
  • Diminuzione della sensibilità al dolore, calore e freddo
  • La perdita della funzione intestinale o della vescica
  • Paralisi che può manifestarsi in vari gradi e in diverse parti del corpo, a seconda di quale nervi vengono compressi
  • Il mal di schiena è un sintomo comune di tumori spinali. Il dolore può diffondersi anche oltre le spalle ai fianchi, gambe, piedi o braccia e può diventare più grave nel tempo, nonostante il trattamento.

I tumori spinali progrediscono a velocità diverse. In generale, quelli cancerosi crescono più rapidamente, mentre quelli non cancerosi tendono a svilupparsi molto lentamente.

Esistono molte cause per il mal di schiena, e la maggior parte delle volte non è il tumore spinale. Ma poiché la diagnosi precoce e il trattamento sono importanti per i tumori spinali, consultare il medico se il mal di schiena è:

  • Persistente e progressivo
  • Non è connesso ad attività fisica
  • Peggiora di notte
  • Si ha una storia di cancro

Consultare immediatamente un medico se si verificano:

  • Debolezza muscolare progressiva o intorpidimento alle gambe
  • I cambiamenti nella funzione intestinale o della vescica

tumore spinale.jpg

Cause

Non è chiaro perché la maggior parte dei tumori spinali si sviluppino. Gli esperti sospettano che difetti nel codice genetico giochino un ruolo chiave nella malattia, anche se di solito non è noto se tali difetti genetici siano ereditato, o si verifichino spontaneamente causati da qualcosa, come l’esposizione a determinate sostanze chimiche. In alcuni casi, tuttavia, i tumori spinali sono collegati a note sindromi ereditarie, come la neurofibromatosi 2 e la malattia di von Hippel-Lindau.

Le parti della colonna vertebrale che possono essere colpite da un tumore spinale includono:

Vertebre. La colonna vertebrale è costituita da piccole ossa (vertebre) impilate una sopra l’altra per racchiudere e proteggere il midollo spinale e le radici nervose.
Midollo spinale. Il midollo spinale è lungo fascio difibre nervose che trasporta i messaggi da e verso il cervello. Avvolto intorno al midollo spinale ci sono tre membrane protettive (meningi).

Tipi di tumori spinali

I tumori spinali sono classificati in base alla loro posizione nella spina dorsale.

  • Extradurale (vertebrale). La maggior parte dei tumori che colpiscono le vertebre sono sono diffusi (metastasi) per la colonna vertebrale da un altro sito nel corpo spesso la prostata,  mammella, polmone o rene. Sebbene il cancro è di solito diagnosticata prima di sviluppare problemi alla schiena, il mal di schiena può essere il primo sintomo della malattia in persone con tumori spinali da metastasi.
  • I tumori che iniziano nelle ossa della colonna vertebrale sono molto meno comuni. Tra questi sono l’osteosarcoma (sarcoma osteogenico) e il sarcoma di Ewing, un tumore particolarmente aggressivo che colpisce i giovani adulti. Il mieloma multiplo è una malattia tumorale del midollo osseo, la parte spugnosa interna del tessuto osseo che produce le cellule del sangue. Tumori non tumorali, come ad esempio osteomi osteoidi, osteoblastoma e emangiomi, sono anche in grado di svilupparsi nella colonna vertebrale.
  • Intradurali-extramidollari. Questi tumori si sviluppano nella membrana aracnoide del midollo spinale (meningiomi) e nelle radici nervose che si estendono dal midollo spinale (schwannomi e neurofibromi). Questi tumori possono essere cancerogeni o non cancerogeni.
  • Tumori intramidollari. Questi tumori iniziano nelle cellule di supporto nel midollo spinale. La maggior parte sono o astrocitomi o ependimomi. I tumori intramidollari possono essere non cancerosi o cancerosi. In casi rari, tumori da altre parti del corpo possono metastasizzare al midollo spinale stesso.

Fattori di rischio

Tumori del midollo spinale sono più comuni nelle persone che hanno:

  • Neurofibromatosi 2. In questa patologia ereditaria, i tumori possono svilupparsi in prossimità dei nervi relativi all’udito, questo può portare a perdita progressiva dell’udito in una o entrambe le orecchie. Alcune persone con neurofibromatosi 2 possono anche sviluppare tumori nel midollo spinale.
  • Von Hippel-Lindau. Questa rara malattia multisistemica è associata a tumori non cancerosi dei vasi sanguigni (emangioblastomi) del midollo, retina e spina dorsale, e con altri tipi di tumori nei reni o ghiandole surrenali.
  • Un sistema immunitario compromesso. I linfomi del midollo spinale che colpiscono i linfociti, un tipo di cellule immunitarie sono più comuni nelle persone il cui sistema immunitario è compromesso da farmaci o malattie.
  • Una precedente storia di cancro. Qualsiasi tipo di cancro può viaggiare alla colonna vertebrale, ma i tumori che hanno più probabilità di incidere sulla colonna vertebrale comprendono quello della mammella, del polmone, della prostata e il mieloma multiplo.

Complicazioni

Entrambi i tumori spinali (cancerosi e non) possono comprimere i nervi spinali, portando ad una perdita di movimento o sensazione di sotto del livello del tumore e talvolta a cambiamenti intestinali e della funzione della vescica. Il danno ai nervi può essere permanente. Tuttavia, se preso in tempo e trattato in modo aggressivo, può essere possibile recuperare la funzione del nervo. A seconda della sua posizione, un tumore che incide sul midollo spinale stesso può essere pericoloso per la vita.

Diagnosi

I tumori spinali a volte possono essere trascurati perché non sono comuni e perché i loro sintomi sono simili a quelli di condizioni più comuni. Per questo motivo, è particolarmente importante che il medico valuti la storia medica completa ed esegua esami generali fisici e neurologici. Se il medico sospetta un tumore spinale, uno o più dei seguenti test possono aiutare a confermare la diagnosi e individuare la posizione del tumore:

Risonanza magnetica (MRI). La risonanza magnetica mostra con precisione il midollo spinale ed i nervi rispetto alla tomografia computerizzata (TC). Un mezzo di contrasto che aiuta a evidenziare certi tessuti e strutture può essere iniettato in vena durante la prova.

  • Tomografia computerizzata (CT). Questo test utilizza un fascio di radiazioni per produrre immagini dettagliate della colonna vertebrale. A volte può essere combinato con un colorante di contrasto.
  • Mielografia. In questo test, un colorante di contrasto viene iniettato nella colonna vertebrale. Il colorante circola e circonda il midollo spinale ed i nervi spinali, rendendoli più facili da vedere su una radiografia o TAC. Poiché la prova presenta più rischi di quanto non faccia una risonanza magnetica o una TAC convenzionale, una mielografia di solito non è la prima scelta per la diagnosi.
  • Biopsia. L’unico modo per determinare se un tumore è canceroso è esaminare un piccolo campione di tessuto (biopsia) al microscopio. Se il tumore è cancerogeno, la biopsia aiuta anche a determinare lo stadio del cancro, le informazioni consentono di determinare le opzioni di trattamento. I tumori di tipo 1 sono generalmente i meno aggressivi, e quelli di grado 4 i più aggressivo. La procedura per effettuare la biospia variano a seconda della posizione del tumore.

Trattamenti e cure

Idealmente, l’obiettivo del trattamento del tumore spinale è quello di eliminare completamente il tumore, ma questo obiettivo può essere complicato dal rischio di danni permanenti ai nervi circostanti. I medici devono anche prendere in considerazione l’età, la salute generale, il tipo di tumore, e se si è diffuso alla colonna vertebrale da altre parti del corpo.

Le opzioni di trattamento per la maggior parte dei tumori spinali sono:

  • Monitoraggio. Alcuni tumori spinali possono essere scoperti prima che causino sintomi. Se i tumori di piccole dimensioni sono non cancerosi e non sono in crescita si può decidere di monitorare con attenzione. Ciò è particolarmente vero in adulti più anziani, per i quali la chirurgia o la radioterapia possono comportare rischi particolari. Se si decide di non ricevere il trattamento per un tumore spinale, il medico probabilmente consiglierà scansioni periodiche per monitorare il tumore.
  • Chirurgia. Questo è spesso il trattamento di scelta per i tumori che possono essere rimossi con un rischio accettabile di danni ai nervi. Più recenti tecniche e strumenti consentono ai neurochirurghi di raggiungere tumori che una volta erano considerati inaccessibili.
  • Quando il tumore non può essere rimosso completamente, la chirurgia può essere combinata con la chemioterapia o la radioterapia.

Il recupero da un intervento chirurgico spinale può richiedere settimane o più, a seconda della procedura, e si può verificare una perdita temporanea della sensibilità o altre complicazioni, tra cui emorragie e danni al tessuto nervoso.

  • Radioterapia standard. Questa può essere usata dopo un’operazione per eliminare i residui di tumori che non possono essere rimosse completamente o per il trattamento di tumori inoperabili. Potrebbe anche essere la terapia di prima linea per i tumori metastatici. Può anche essere usata per alleviare il dolore o quando la chirurgia pone un rischio troppo grande.
  • I farmaci possono aiutare alcuni degli effetti collaterali delle radiazioni, come nausea e vomito. E a seconda del tipo di tumore, il medico può essere in grado di modificare la terapia per aiutare a prevenire danni al tessuto circostante e migliorare l’efficacia del trattamento.
  • La radiochirurgia stereotassica (SRS). Questo nuovo metodo di radiazione è in grado di erogare una dose elevata di radiazioni mirata. Nella SRS, i medici usano il computer per mettere a fuoco fasci di radiazione sui tumori con estrema precisione e da più angolazioni. Questo approccio si è dimostrato efficace nel trattamento di tumori cerebrali, e la ricerca è in corso per determinare la migliore tecnica.
  • Chemioterapia. Un trattamento standard per molti tipi di cancro, utilizza farmaci per distruggere le cellule tumorali o impedire loro di crescere. Il medico può determinare se la chemioterapia potrebbe essere di beneficio da sola o in combinazione con la radioterapia. Gli effetti collaterali possono includere affaticamento, nausea, vomito, aumento del rischio di infezione e perdita di capelli.
  • Altri farmaci. Poiché i tumori chirurgia e la radioterapia possono causare infiammazione all’interno del midollo spinale, i medici a volte prescrivono corticosteroidi per ridurre il gonfiore, sia dopo l’intervento chirurgico che nel corso di trattamenti radioterapici. Sebbene i corticosteroidi riducano l’infiammazione, vengono utilizzati solo per brevi periodi al fine di evitare tali effetti collaterali gravi come l’osteoporosi, l’ipertensione, il diabete e una maggiore suscettibilità alle infezioni.

Medicina alternativa

Anche se non ci sono medicine alternative che si sono dimostrate utili per curare il cancro, alcuni trattamenti alternativi o complementari possono aiutare ad alleviare alcuni dei  sintomi.

Un trattamento è l’agopuntura. Durante il trattamento di agopuntura. La ricerca dimostra che l’agopuntura può essere utile per alleviare nausea e vomito. L’agopuntura può anche contribuire ad alleviare alcuni tipi di dolore nelle persone con il cancro.

Assicurarsi sempre di discutere i rischi e benefici del trattamento complementare o alternativo che si sta pensando di provare con il medico.

Referenze »

Donthineni R. Diagnosi e stadiazione dei tumori della colonna vertebrale. Clinica ortopedica del Nord America. 2009; 40:1.
Cervello e tumori spinali: Speranza attraverso la ricerca. Istituto nazionale dei disordini neurologici e colpo. http://www.ninds.nih.gov/disorders/brainandspinaltumors/detail_brainandspinaltumors.htm # 43233060. Consultato il 28 AGOSTO 2011.
DeAngelis LM. Tumori del sistema nervoso centrale e ipertensione endocranica e ipotensione. In: Goldman L, et al, eds.. Cecil Medicina. 24a ed. Philadelphia, Pa.: Saunders Elsevier, 2011. http://www.mdconsult.com/das/book/body/191371208-2/0/1492/0.html #. Consultato il 2 Settembre 2011
Tumori del midollo spinale. I Manuali Merck: Il Manuale Merck per gli Operatori Sanitari. http://www.merckmanuals.com/professional/print/sec17/ch236/ch236g.html. Consultato il 31 Agosto 2011.
Smith ML, et al. Neurochirurgia. In: Brunicardi FC, et al, eds.. Schwartz Principi di Chirurgia. 9a ed. New York, NY: The McGraw-Hill Companies, 2010. http://www.accessmedicine.com/content.aspx?aID=5020575. Consultato il 1 settembre 2011.
Gurd DP. Il mal di schiena nel giovane atleta. Medicina dello Sport Artroscopia recensione. 2011; 19:07
Guida dettagliata: Cervello e tumori del midollo spinale negli adulti. Cancer Society. http://www.cancer.org/acs/groups/cid/documents/webcontent/003088-pdf.pdf. Consultato il 28 AGOSTO 2011.
Sundaresen N. I tumori primari maligni della colonna vertebrale. Clinica ortopedica del Nord America. 2009; 40:21.
Chamberlain MC, et al. Adulti tumori primitivi del midollo spinale intradurali: Una rassegna. Neurologia attuale e relazione Neuroscienze. 2011; 11:320.
Sachdev S, et al. Radiochirurgia stereotassica dà controllo a lungo termine per la benigna intradurale, extramidollari tumori spinali. Neurochirurgia. 2011; 69:533.
Sagar SM. L’agopuntura come evidence-based opzione per il controllo dei sintomi nei pazienti con tumore. Opzioni di trattamento attualmente in Oncologia. 2008; 9:117.

Link sponsorizzati

Dr. Roberto Marino

Il Dr. Roberto Marino laureato in Medicina e Chirugia, ha eseguito la revisione e gli aggiornamenti. di questo articolo. Si ricorda che le informazioni contenute in questo sito non devono mai sostituire il rapporto con il proprio medico, si raccomanda di chiedere sempre al medico o allo specialista, e di utilizzare quanto letto su questo sito al solo ed unico scopo informativo!

3
Lascia un commento

avatar
1 Comment threads
2 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
3 Comment authors
marioDavideGaia Recent comment authors
più nuovi più vecchi più votati
Gaia
Ospite
Gaia

Articolo scritto molto bene…..rispecchia perfettamente la mia situazione….ieri mi è stata data la notizia….si è focalizzato nel midollo osseo….

Davide
Ospite
Davide

Gaia, che terapia hanno utilizzato su di lei e con quali risultati? Mio papà si trova ora in questa situazione…

mario
Ospite
mario

Purtroppo anche io sono stato nei migliori centri di neurochirurgia a Milano ma tutti non hanno consigliato l’ intervento chirurgico perchè ritenuto troppo pericoloso per il midollo spinale e quindi non rimane che fare il follow-up