Brucellosi : sintomi, cause, diagnosi, cure e prevenzione

Ultimo aggiornamento 9 febbraio, 2016 at 04:49 pm

La brucellosi è una malattia infettiva che si diffonde dagli animali alle persone più spesso attraverso il latte non pastorizzato, formaggi e altri prodotti caseari. Più raramente, i batteri che causano la brucellosi possono diffondersi attraverso l’aria o attraverso il contatto diretto con animali infetti.

Link sponsorizzati

I sintomi includono febbre, dolori articolari e stanchezza. L’infezione di solito è trattata con successo somministrando antibiotici. Il trattamento dura diverse settimane, tuttavia, le recidive sono frequenti.

La malattia colpisce centinaia di migliaia di persone e animali in tutto il mondo. Evitare i latticini non pastorizzati e prendere precauzioni quando si lavora con gli animali o in laboratorio può aiutare a prevenire la brucellosi.

Sintomi

I sintomi della brucellosi possono presentarsi in qualsiasi momento da pochi giorni ad alcuni mesi dopo l’infezione. I segni e i sintomi sono simili a quelli dell’influenza e comprendono:

  • Febbre
  • Brividi
  • Debolezza
  • Fatica
  • Dolore articolari, muscolari e mal di schiena
  • Mal di testa

I sintomi della brucellosi possono scomparire per settimane o mesi e poi tornare. In alcune persone, la brucellosi diventa cronica, con sintomi persistenti per anni, anche dopo il trattamento. A lungo termine segni e sintomi comprendono affaticamento, febbre, artrite e spondilite.

La brucellosi può essere difficile da identificare, soprattutto nelle fasi iniziali, in quanto è simile all’influenza.

brucellosi1.jpg

Cause

La brucellosi colpisce molti animali selvatici e domestici. Bovini, capre, pecore, maiali, cani, cammelli, cinghiali e renne sono particolarmente inclini alla malattia. Una forma di brucellosi colpisce anche foche, e balene. I batteri si diffondono dagli animali alle persone in tre modi principali:

  • Latticini crudi. Il batterio Brucella nel latte degli animali infetti può diffondersi agli esseri umani nel latte non pastorizzato, gelato, burro e formaggi. I batteri possono essere trasmessi anche nella carne cruda o poco cotta di animali infetti.
  • Inalazione. Il batterio Brucella può diffondersi facilmente nell’aria. Gli agricoltori, tecnici di laboratorio e lavoratori dei macelli possono inalare i batteri.
  • Contatto diretto. I batteri di un animale infetto possono trasmettersi attraverso un taglio o una ferita.

la brucellosi normalmente non si diffonde da persona a persona, ma in alcuni casi, le donne hanno trasmesso la malattia ai propri figli durante il parto o attraverso il loro latte materno.

Fattori di rischio

Alcune parti del mondo hanno tassi molto più alti di infezione da brucellosi, in particolare:

  • Attorno al Mar Mediterraneo
  • In America Latina
  • Vicino al Golfo Persico
  • Nel subcontinente indiano

Le persone che vivono o viaggiano in queste aree sono più propensi a consumare formaggio di capra non pastorizzato. Formaggio di capra non pastorizzato importato dal Messico è stato collegato a molti casi di brucellosi negli Stati Uniti.

Occupazioni a più alto rischio

Persone che lavorano con gli animali o entrano in contatto con sangue infetto sono a più alto rischio di brucellosi. Gli esempi includono:

  • I veterinari
  • Caseari
  • Allevatori
  • Macellai
  • Cacciatori
  • Microbiologi

Complicazioni

La brucellosi può colpire quasi ogni parte del corpo, compreso il sistema riproduttivo, fegato, cuore e sistema nervoso centrale. La brucellosi cronica può causare complicazioni in un solo organo o in tutto il corpo.

Possibili complicazioni sono:

  • L’infezione del rivestimento interno del cuore (endocardite). Questa è una delle complicanze più gravi della brucellosi. L’endocardite non curata può danneggiare o distruggere le valvole cardiache ed è la principale causa di decessi per brucellosi.
  • Artrite.
  • Infiammazione e infezione dei testicoli (orchite ). I batteri che causano la brucellosi possono infettare l’epididimo.
  • Infezioni del sistema nervoso centrale. Questi includono la meningite, un’infiammazione delle membrane che circondano il cervello e il midollo spinale, e l’encefalite, un’infiammazione del cervello stesso.

Diagnosi

I medici di solito confermano la diagnosi di brucellosi da un campione di sangue o di midollo osseo per il batterio Brucella o da test del sangue per gli anticorpi contro i batteri. Per rilevare le complicazioni della brucellosi, è possibile eseguire ulteriori test, tra cui:

  • Raggi-X. I raggi X possono rivelare cambiamenti nelle ossa e articolazioni.
  • Tomografia computerizzata (TAC) o risonanza magnetica (MRI).
  • Cultura liquido cerebrospinale. Questo controlla le infezioni come la meningite e l’encefalite.
  • L’ecocardiografia. Questo test utilizza le onde sonore per creare immagini del cuore e verificare eventuali segni di infezione o danni al cuore.

brucellosi21.jpgTrattamenti e cure

Il trattamento per la brucellosi si propone di alleviare i sintomi, prevenire le ricadute della malattia ed evitare complicazioni. E’ necessario prendere antibiotici per almeno sei settimane, e i sintomi non possono andare via completamente per diversi mesi. La malattia può anche diventare cronica.

Prevenzione

Per ridurre il rischio di brucellosi, adottare le seguenti precauzioni:

  • Evitare i latticini non pastorizzati.
  • Cucinare la carne accuratamente. Tutte le carni devono essere cotte fino a raggiungere una temperatura interna di 63 – 74 C.
  • Indossare i guanti. veterinari, allevatori, cacciatori e lavoratori dei macelli devono indossare guanti di gomma quando maneggiano gli animali.
  • Prendere le precauzioni di sicurezza nei luoghi di lavoro. I lavoratori che sono stati esposti devono essere trattati tempestivamente. I macelli devono anche seguire misure di protezione.
  • Vaccinare gli animali domestici .

Referenze »

Brucellosi. Centers for Disease Control and Prevention. http://www.cdc.gov/ncidod/dbmd/diseaseinfo/brucellosis_g.htm. Letta 20 settembre 2010.
Salata RA. Brucellosi. In: Goldman L, et al. Cecil Medicine. 23 ed. Philadelphia, Pa.: Saunders Elsevier, 2007. Letta 20 settembre 2010.
Everett ED. Le manifestazioni cliniche, diagnosi e trattamento della brucellosi. http://uptodate.com/home/index.html. Letta 20 settembre 2010.
Cristofaro P, et al. Brucellosi. In: Ferri FF. Advisor Clinica Ferri 2011: Diagnosi e Trattamento istantaneo. Philadelphia, Pa.: Mosby Elsevier, 2010. Letta 20 settembre 2010.
Dokuzoguz B, et al. Brucellosi. In: Bope ET, et al. La terapia corrente di Conn 2010. Philadelphia, Pa.: Saunders Elsevier, 2009. Letta 20 settembre 2010.

Link sponsorizzati

Dr. Roberto Marino

Il Dr. Roberto Marino laureato in Medicina e Chirugia, ha eseguito la revisione e gli aggiornamenti. di questo articolo. Si ricorda che le informazioni contenute in questo sito non devono mai sostituire il rapporto con il proprio medico, si raccomanda di chiedere sempre al medico o allo specialista, e di utilizzare quanto letto su questo sito al solo ed unico scopo informativo!

Lascia un commento

avatar