Allergia ai latticini: segni, sintomi, cause e cure

Ultimo aggiornamento 15 gennaio, 2018 at 10:52 pm

L’allergia ai latticini è una risposta anomala del sistema immunitario  ai prodotti contenenti latte. Il latte vaccino è la causa solita dell’allergia al latte, ma anche il latte di pecora, capra e bufala possono causare una reazione. Alcuni bambini che sono allergici al latte di mucca sono allergici anche al latte di soia. L’allergia al latte è una delle più comuni allergie alimentari nei bambini.

Link sponsorizzati

Un allergia al latte di solito si verifica minuti o ore dopo il consumo di latte. Segni e sintomi di allergia al latte variano da lievi a gravi e possono includere difficoltà respiratorie, vomito, orticaria e problemi digestivi. Raramente, l’allergia al latte può causare anafilassi.

Evitare il consumo di latte e latticini è il trattamento primario per allergia al latte.

Sintomi

I sintomi di allergia al latte, differiscono da persona a persona, e si verificano dopo aver bevuto  latte o mangiato latticini.

I sintomi sono:

  • Orticaria
  • Respiro sibilante
  • Vomito

Segni e sintomi che possono richiedere più tempo per svilupparsi sono:

  • Feci che possono contenere sangue
  • Diarrea
  • Crampi addominali
  • Tosse o affanno
  • Naso che cola
  • Lacrimazione degli occhi
  • Eruzioni cutanee pruriginose, spesso intorno alla bocca
  • Coliche, (nei bambini)

 

allergia latticini_01.jpg

Allergia al latte o intolleranza al latte?

E’importante differenziare una vera allergia al latte, da una  intolleranza  al lattosio. A differenza di una allergia al latte, l’intolleranza non coinvolge il sistema immunitario. L’intolleranza al latte provoca sintomi diversi e richiede un trattamento diverso da una allergia al latte. Segni e sintomi di una intolleranza al lattosio sono dati da problemi digestivi, come gonfiore, gas o diarrea, dopo il consumo di latte o di prodotti contenenti latte.

Anafilassi

Raramente, l’allergia al latte può causare anafilassi, una grave reazione che mette in pericolo di vita. I test possono aiutare a confermare una allergia al latte, in modo da poter prendere misure per evitare reazioni future e potenzialmente gravi. L’anafilassi è un’emergenza medica che richiede un trattamento con epinefrina (adrenalina) e un viaggio al pronto soccorso. Segni e sintomi cominciano poco dopo consumo di latte e possono includere:

  • Costrizione delle vie aeree, tra cui una gola gonfia che rende difficile respirare
  • Rossore al viso
  • Prurito
  • Shock, con un netto calo della pressione sanguigna

8703.jpgCause

Tutte le vere allergie alimentari sono causate da un malfunzionamento del sistema immunitario. Il sistema immunitario identifica alcune proteine ​​del latte come nocive, innescando la produzione di immunoglobuline E (IgE), anticorpi per neutralizzare la proteina (allergene). La prossima volta che entrano in contatto con queste proteine, questi anticorpi IgE li riconoscono e segnalano al sistema immunitario il rilascio di istamina e di altri prodotti chimici. L’istamina è in parte responsabile delle risposte allergiche, tra cui naso gocciolante, prurito agli occhi, gola secca, eruzioni cutanee, orticaria, nausea, diarrea, difficoltà respiratorie e shock anafilattico.

Ci sono due principali proteine ​​del latte vaccino che possono causare una reazione allergica:

  • Caseina, che si trova nella parte solida (cagliata)
  • Siero del latte, che si trova nella parte liquida del latte

Si può può essere allergici ad una sola proteina del latte o ad entrambi, ovvero caseina e siero. Queste proteine ​​sono presenti non solo nel latte, ma sono anche in alimenti caseari.

Fattori di rischio

Alcuni fattori possono aumentare il rischio di sviluppare una allergia al latte:

  • Altre allergie. Molti bambini allergici al latte hanno anche altre allergie. Spesso, tuttavia, l’allergia al latte è l’unica a svilupparsi.
  • Dermatite atopica. I bambini che hanno la dermatite atopica hanno più probabilità di sviluppare un’allergia alimentare.
  • Storia familiare. Se uno o entrambi i genitori hanno una allergia alimentare o un altro tipo di allergia il rischio che il bambino sia allergico è maggiore.
  • Età. L’allergia al latte è più comune nei bambini. Come si invecchia, matura il sistema digestivo, e il corpo ha meno probabilità di reagire al latte.

Complicazioni

I bambini che sono allergici al latte hanno molte più probabilità di sviluppare altri problemi di salute, tra cui:

  • Allergie ad altri cibi – come uova, soia, arachidi o anche manzo
  • Febbre da fieno – una reazione al peli di animali domestici, acari della polvere, pollini di graminacee e altre sostanze

Diagnosi

Quando il cibo è la causa di una reazione allergica, non è sempre facile formulare una diagnosi. Per valutare se è presente una allergia al latte, il medico può:

  • Fare domande dettagliate su segni e sintomi
  • Effettuare un esame fisico
  • Chiedere un report dettagliato dei cibi consumati
  • Chiedere di  eliminare il latte dalla dieta per un breve periodo, per poi riaggiungerlo e verificare se ci sono reazioni.

Il medico può anche raccomandare una o entrambe le seguenti prove:

  • Test cutaneo. In questo test, la pelle è esposta a piccole quantità di proteine ​​che si trovano nel latte.
  • Esame del sangue. Un esame del sangue può misurare la reazione del sistema immunitario misurando la quantità di anticorpi specifici nel sangue, noti come immunoglobuline E (IgE).

Se il medico sospetta che i sintomi siano causati da qualcosa di diverso da una allergia alimentare, può essere necessario eseguire altri esami.

Trattamenti

L’unico modo per prevenire una reazione allergica è  evitare il latte e le proteine ​​del latte. Questo può essere difficile perché il latte è un ingrediente comune in molti alimenti.

Gli antistaminici, possono ridurre i segni ed i sintomi di una reazione allergica . Questi farmaci possono essere presi dopo l’esposizione al latte per controllare una reazione allergica e  contribuire ad alleviare il disagio.

Se si ha una reazione allergica grave (anafilassi), potrebbe essere necessaria una iniezione di epinefrina (adrenalina).

Referenze »

Malattie atopiche e allergiche. I Manuali Merck: Il Manuale Merck per gli Operatori Sanitari. http://www.merck.com/mmpe/sec13/ch165/ch165c.html?qt=milk allergia & alt = sh. Visitato il 5 Giugno 2011.
Allergie alimentari: una panoramica. L’Istituto Nazionale di allergie e malattie infettive. http://www.niaid.nih.gov/topics/foodallergy/documents/foodallergy.pdf. Visitato il 5 Giugno 2011.
Sicherer SH. Allergeni alimentari: Panoramica delle caratteristiche cliniche e di reattività crociata. http://www.uptodate.com/home/index.html. Consultato il 2 Giugno, 2011.
Suggerimenti da ricordare: allergia alimentare. American Academy of Allergy, Asthma & Immunology. http://www.aaaai.org/patients/publicedmat/tips/foodallergy.stm. Visitato il 5 Giugno 2011.
Schneider Chafen JJ, et al. Diagnosi e gestione delle allergie alimentari più comuni: una revisione sistematica. Journal of the American Medical Association. 2010; 303:1848.
Du Toit G, et al. Identificare e gestire l’allergia alle proteine ​​del latte. Archives of Disease in Childhood: educazione e pratica Edition. 2010:95:134.

Link sponsorizzati

Dr. Roberto Marino

Il Dr. Roberto Marino laureato in Medicina e Chirugia, ha eseguito la revisione e gli aggiornamenti. di questo articolo. Si ricorda che le informazioni contenute in questo sito non devono mai sostituire il rapporto con il proprio medico, si raccomanda di chiedere sempre al medico o allo specialista, e di utilizzare quanto letto su questo sito al solo ed unico scopo informativo!

Lascia un commento

avatar