Orchite: sintomi e terapie

L’orchite è un’infiammazione di uno o entrambi i testicoli, più comunemente associati con il virus che causa la parotite. Almeno un terzo dei maschi che hanno contratto la parotite dopo la pubertà sviluppano l’orchite.

Link sponsorizzati

Altre cause di orchite sono di solito batteriche, comprese le malattie sessualmente trasmissibili (MST), come la gonorrea o la clamidia. una orchite batterica è spesso il risultato di una epididimite, un’infiammazione del tubo a spirale (epididimo) nella parte posteriore del testicolo. In questo caso, si chiama epididimo-orchite.

Gonfiore e dolore sono i segni e sintomi più comuni di orchite.

Sintomi

  • Gonfiore testicolare su uno o entrambi i lati
  • Dolore che va da lieve a grave
  • Nausea
  • Febbre
  • Scarico dai genitali
  • Sangue nel liquido seminale
  • Il “dolore al testicolo” e il “dolore all’inguine” sono spesso comuni. Ma il dolore all’inguine si verifica nella piega di pelle tra la coscia e l’addome, non nel testicolo. Le cause di dolore inguinale sono diverse dalle cause del dolore testicolo.

In caso di dolore o gonfiore dello scroto, soprattutto se il dolore si accende improvvisamente, consultare immediatamente il medico.

Cause

L’orchite può essere virale o batterica.

Orchite batterica

La maggior parte dei casi di orchite batterica è il risultato di una epididimite, ovvero una infiammazione del tubo a spirale che collega il dotto deferente e il testicolo.

L’epididimite di solito è causata da una infezione dell’uretra o della vescica che si diffonde nell’epididimo. Spesso la causa dell’infezione è una malattia a trasmissione sessuale (STD), in particolare la gonorrea o la clamidia. Altre cause di infezione possono essere legate al fatto di essere nati con anomalie nel tratto urinario o di aver avuto un catetere.

Orchite virale

La maggior parte dei casi di orchite virale sono il risultato di parotite.

Fattori di rischio

Diversi fattori possono contribuire allo sviluppo dell’orchite . Questi includono:

  • Non essere vaccinati contro la parotite
  • Avere più di 45
  • Avere ricorrenti infezioni del tratto urinario
  • Interventi chirurgici che coinvolgono gli organi genitali o le vie urinarie
  • Essere nati con un’anomalia del tratto urinario (congenita)

Complicazioni

Le complicazioni di orchite possono includere:

  • Atrofia testicolare.
  • Ascesso scrotale. Il tessuto infetto si riempie di pus.
  • Ripetute epididimiti.
  • Infertilità. In un piccolo numero di casi, l’orchite può ridurre la fertilità.

Diagnosi

Il medico farà un esame fisico, che può rivelare linfonodi ingrossati nell’ inguine e un testicolo gonfio sul lato interessato; entrambi possono essere morbidi al tatto. Il medico può anche fare un esame rettale per verificare la presenza di allargamento della prostata.

Altri test includono:

  • Tampone uretrale. Il medico può inserire un tampone nella parte finale dell’uretra. Questo tampone esaminato al microscopio  per verificare la presenza di gonorrea o clamidia.
  • Analisi delle urine.
  • Ecografia.
  • Scansione nucleare dei testicoli. Utilizzato anche per escludere la torsione testicolare, questa prova consiste nell’iniettare piccole quantità di materiale radioattivo nel flusso sanguigno.

orchite.jpg

Trattamenti

Il trattamento dipende dalla causa di orchite.

Trattamento di orchite virale

Il trattamento per l’orchite virale, mira ad alleviare i sintomi. Il medico può prescrivere farmaci antidolorifici, farmaci anti-infiammatori non steroidei, come l’ibuprofene (Advil, Motrin, altri) e naproxene (Aleve, altri), e raccomandare riposo a letto, elevando lo scroto con l’applicazione di impacchi freddi.

Trattare l’orchite batterica

Oltre a provvedimenti per alleviare il disagio, l’orchite batterica e l’epididimo-orchite richiedono un trattamento antibiotico.

  • Farmaci antibiotici più comunemente usati per trattare orchite batterica comprendono ceftriaxone (Rocephin), ciprofloxacina (Cipro), doxiciclina (Vibramycin, Doryx), Azitromicina (Zithromax) e trimetoprim e sulfametossazolo combinato (Bactrim, Septra).

Essere sicuri di prendere l’intero ciclo di antibiotici come consigliato dal medico.

Referenze »

Orchite. I Manuali Merck: Il Manuale Merck per gli Operatori Sanitari. Consultato il 10 settembre 2011.
Trojian T. et al. Epididimite e orchite: una panoramica. Famiglia medico americano. 2009; 79:583. http://www.aafp.org/afp/20090401/583.html. Consultato il 10 settembre 2011.
Stewart A, et al. Epididymo-orchite. BMJ. 2011; 342:1.
Corrales Medina-VF, et al. Le infezioni virali e rickettsie. In: McPhee SJ, et al. Current Medical Diagnosis & Treatment 2011. New York, NY: The McGraw-Hill Companies, 2011. http://www.accessmedicine.com/content.aspx?aID=17051. 10 Settembre 2011.
Epididimite e orchite. American Urological Association. http://www.urologyhealth.org/urology/index.cfm?article=114. Consultato il 10 settembre 2011.
Nicks BA, et al. Maschio problemi genitali. In: Tintinalli JE, et al. Emergenza Tintinalli di Medicina: Una guida di studio completa. 7a ed. New York, NY: The McGraw-Hill Companies, 2011. http://www.accessmedicine.com/content.aspx?aID=6362635. 10 Settembre 2011.

Link sponsorizzati

Commenti

  1. GIORGIO BONALDI 19 giugno 2016

Lascia un commento