Meralgia parestesica: sintomi, segni, cause, diagnosi e trattamenti

Ultimo aggiornamento 15 gennaio, 2018 at 10:06 pm

La meralgia parestesica è una condizione caratterizzata da formicolio, intorpidimento e dolore bruciante nella parte esterna della coscia. La causa di meralgia parestesica è la compressione del nervo che fornisce la sensibilità alla superficie cutanea della coscia. Spesso, l’obesità,il peso, e la gravidanza sono cause comuni di meralgia parestesica. Tuttavia, la meralgia parestesica può anche essere dovuta a un trauma locale o ad una malattia, come il diabete.

Link sponsorizzati

Nella maggior parte dei casi, la meralgia parestesica può essere alleviata con misure conservative, come ad esempio indossare abiti meno costrittivi. Nei casi più gravi, il trattamento può includere farmaci per alleviare il disagio o, raramente, la chirurgia.

Sintomi

La pressione sul nervo cutaneo laterale del femore, può causare questi sintomi:

  • Intorpidimento e formicolio nelle esterno (laterale), della coscia
  • Bruciore  sulla superficie della parte esterna della coscia
  • Meno frequentemente, dolore sordo nella zona dell’inguine o nei glutei
  • Questi sintomi comunemente si verificano solo su un lato del corpo e possono intensificarsi.

Consultare il medico se si verificano uno dei sintomi di meralgia parestesica sopra elencati, tra cui formicolio, intorpidimento o dolore bruciante nella parte esterna della coscia.

Cause

La meralgia parestesica si verifica quando il nervo cutaneo laterale del femore è compresso, o “pizzicato”. Il nervo cutaneo laterale del femore è puramente un nervo sensitivo e non influisce sulla possibilità di utilizzare i muscoli delle gambe.

Nella maggior parte delle persone, questo nervo passa attraverso l’inguine alla parte superiore della coscia, senza problemi. Ma nella meralgia parestesica, il nervo cutaneo laterale del femore è intrappolato, spesso sotto il legamento inguinale, che corre lungo l’inguine dall’addome alla coscia.

meralgia.jpg

Le cause più comuni di questa compressione includono qualsiasi condizione che aumenta la pressione sull’inguine, tra cui:

  • Indumenti stretti
  • indossare cinture strette
  • Obesità
  • Gravidanza
  • Tessuto cicatriziale vicino al legamento inguinale, a causa di lesioni o interventi chirurgici passati
  • Stare in piedi o andare in bicicletta per lunghi periodi di tempo
  • Lesione del nervo, che può essere causata da diabete o dopo un incidente automobilistico.

Fattori di rischio

Le seguenti condizioni possono aumentare il rischio di meralgia parestesica:

  • Il peso in eccesso. Essere in sovrappeso o obesi potrebbe aumentare la pressione sul nervo cutaneo femorale laterale.
  • Gravidanza. La pancia in crescita comporta una maggiore pressione sull’inguine, attraverso il quale il nervo cutaneo femorale laterale passa.
  • Diabete. Il diabete spesso provoca lesioni nervose che possono portare a meralgia parestesica.
  • Età. persone di età compresa tra 40 e 60 anni sono a più alto rischio.

Diagnosi

Nella maggior parte dei casi, il medico può fare una diagnosi di meralgia parestesica in base alla storia clinica e ad un esame fisico. Può toccare la gamba colpita, chiedendo di descrivere il dolore, e di tracciare la posizione specifica della zona insensibile o dolorosa sulla gamba.

Per escludere altre condizioni, il medico può raccomandare:

  • Raggi-x.
  • Elettromiografia (EMG).
  • Studio della conduzione nervosa. In questo test,  elettrodi sono posti sulla pelle per stimolare il nervo con un lieve impulso elettrico. L’impulso elettrico aiuta a diagnosticare i nervi danneggiati.

Meralgia-informazioni.jpgTrattamenti

Il trattamento per la meralgia parestesica si concentra sull’alleviare la compressione del nervo.

Misure conservative

Misure conservative sono efficaci per la maggior parte delle persone, e il dolore di solito va via in pochi mesi. Esse includono:

  • Indossare indumenti larghi
  • Perdere peso
  • Prendere antidolorifici OTC come acetaminophen (Tylenol, altri) ibuprofene (Advil, Motrin, altri), o aspirina.

Farmaci

Se i sintomi persistono per più di due mesi, o il  dolore è grave, il trattamento può includere:

  • Iniezioni di corticosteroidi. Le iniezioni possono ridurre l’infiammazione e alleviare temporaneamente il dolore. Possibili effetti collaterali includono infezioni comuni, danni ai nervi, dolore intorno al sito di iniezione.
  • Gli antidepressivi triciclici. Questi farmaci possono alleviare il dolore. Gli effetti collaterali includono sonnolenza, secchezza delle fauci, costipazione e compromissione della funzione sessuale.
  • Gabapentin (Neurontin) e pregabalin (Lyrica). Questi anti-epilettici possono contribuire a ridurre i sintomi dolorosi. Gli effetti collaterali includono costipazione, nausea, vertigini, sonnolenza e stordimento.

Chirurgia

  • Raramente, la chirurgia è considerata per decomprimere il nervo. Questa opzione è solo per le persone con sintomi gravi e di lunga durata.

Referenze »

Anderson BC. Meralgia parestesica (intrappolamento del nervo femorale laterale cutaneo). http://www.uptodate.com/jhome/index.html. Consultato il 22 Novembre 2010.
Coscia bruciore (meralgia parestesica). American Academy of Orthopaedic Surgeons. http://orthoinfo.aaos.org/topic.cfm?topic=a00340. Consultato il 30 novembre, 2010.
NINDS meralgia parestesica informazioni della pagina. Istituto nazionale dei disordini neurologici e colpo. www.ninds.nih.gov / disturbi / meralgia_paresthetica / meralgia_paresthetica.htm. Consultato il 30 novembre, 2010.
Harney D, et al. Meralgia parestesica: Diagnosi e strategie di gestione. Pain Medicine. 2007; 8:669.

Link sponsorizzati

Dr. Roberto Marino

Il Dr. Roberto Marino laureato in Medicina e Chirugia, ha eseguito la revisione e gli aggiornamenti. di questo articolo. Si ricorda che le informazioni contenute in questo sito non devono mai sostituire il rapporto con il proprio medico, si raccomanda di chiedere sempre al medico o allo specialista, e di utilizzare quanto letto su questo sito al solo ed unico scopo informativo!

6
Lascia un commento

avatar
5 Comment threads
1 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
6 Comment authors
Raffaella di BiaseSimonaDr. Roberto MarinoMaria piaMario Mazzone Recent comment authors
più nuovi più vecchi più votati
lorena
Ospite
lorena

Grazie infinite. Spiegazione chiara ed esaustiva. mi ha aiutato tantissimo. ora so cosa devo fare per risolvere il problema…DIMAGRIREEEEEEEEEEE. E non è certo solo un modo di dire. Quando conosci il problema allora puoi iniziare a risolverlo con le cose che hai trascurato fino ad ora e se non funziona, fai accertamenti più acurati. Ma so che funzionerà. Grazie di nuovo. Lorena

Simona
Ospite
Simona

Finalmente ho trovato chi spiega bene, salvo questa pagina e la stampo.

Grazie tantissimo

Raffaella di Biase
Ospite
Raffaella di Biase

Grazie per la esaustiva spiegazione. Io penso di avere questa sensibilità perché 10 anni fa ho avuto un intervento di rimozione di utero e ovaie e da quel momento non ho più avuto la totale sensibilità della coscia destra.

Mario Mazzone
Ospite
Mario Mazzone

Salve x puro caso vengo a sapere di questa malattia.
Io ho tutti i sintomi, bruciore, formicolio, intorpimento del ‘lato.
Sono sovrappeso, e faccio tanto ciclismo.
Penso che andrò subito dal medico.
Premessa a aprile 2017 ho subito un intervento l4 l5 con un distanziatore.
Non vorrei sia causato da questo?. Vedremo che dice il medico

Maria pia
Ospite
Maria pia

Buongiorno sono circa tre quattro mesi che soffro di questo problema , io per non sono in sovrappeso , non ho diabete , non sono in attesa di un bimbo … quale può essere la causa ? Ho 56 anni .