Malattia di Krabbe: sintomi, diagnosi e ricerca


La malattia di Krabbe è una malattia ereditaria, un disturbo spesso fatale che colpisce il sistema nervoso centrale. La malattia di Krabbe colpisce circa una persona ogni 100.000 solo negli Stati Uniti.

Link sponsorizzati

La malattia colpisce il tono muscolare e il movimento, e può causare la perdita della vista e dell’udito, tra gli altri effetti devastanti. Nella maggior parte dei casi, la malattia di Krabbe si sviluppa nei bambini prima dei 6 mesi di età, anche se può verificarsi nei bambini più grandi e negli adulti.

Non esiste cura per la malattia di Krabbe e il trattamento coinvolge principalmente approcci progettati per alleviare i sintomi. Tuttavia, i primi studi con trapianti di cellule staminali per il trattamento della malattia di Krabbe hanno avuto un certo successo.

Malattia di Krabbe in fase precoce

Nella forma più comune della malattia di Krabbe, che si sviluppa nei primi mesi di vita, segni e sintomi spesso includono:

  • Difficoltà di alimentazione
  • Pianto inspiegabile
  • Perdita di controllo del capo
  • Febbre
  • Vomito
  • Irritabilità estrema
  • Variazioni di tono muscolare ( rigidità muscolare, scarso coordinamento )
  • Convulsioni
  • Perdita progressiva dell’udito e della vista
  • Spasticità (presenza di spasmi o muscoli costantemente contratti)
  • Problemi dello sviluppo

 

malattia di Krabbe.jpg

Forma tardiva della malattia di Krabbe

Quando i bambini hanno la forma tardiva della malattia, che appunto si sviluppa più tardi nell’infanzia o nell’adolescenza, possono sperimentare segni ed i sintomi che possono includere:

  • Disabilità visiva procedendo fino alla cecità, che può essere il segno iniziale
  • Atassia o disturbi dell’andatura)
  • Perdita di destrezza manuale

Come regola generale, quanto più da giovani si verifica la malattia di Krabbe, tanto più velocemente  progredisce. Alcune persone diagnosticate durante l’adolescenza o l’età adulta possono avere sintomi meno gravi. E soprattutto possono non avere alcuna compromissione delle loro capacità cognitive.

Quando consultare il medico

Se si notano sintomi nel bambino che potrebbero indicare la presenza di malattia di Krabbe, come convulsioni o rigidità degli arti e bene richiedere una valutazione medica. Se il medico sospetta la malattia di Krabbe, farà riferimento ad uno specialista con esperienza nella diagnosi e nel trattamento di questo disturbo. Tale specialista può discutere le opzioni di trattamento disponibili con il genitore. Poiché questa condizione può progredire rapidamente, è importante consultare un medico immediatamente al primo sospetto.

Cause

La malattia di Krabbe  è causata da un difetto genetico che si traduce in un deficit di un enzima chiamato galattocerebrosidasi (GALC). Questo enzima è essenziale per il mantenimento della mielina,una sostanza grassa che riveste le fibre nervose.

I medici a volte si riferiscono alla malattia di Krabbe come leucodistrofia globoide. Le cellule globoidi memorizzano molecole chiamate galattolipidi. Senza GALC (vedi sopra), i galattolipidi si accumulano nel cervello. La psicosina è un tipo di galactolipide, ed è quello sospettato di causare i danni maggiori nella malattia di Krabbe. Il danno si verifica perché quando i livelli psicosina sono elevati, e le cellule che producono mielina cominciano ad autodistruggersi.

Un bambino ha bisogno di ereditare un gene anomalo da ciascun genitore per avere il disturbo. Questo modello di ereditarietà è chiamata autosomica recessiva. Il gene per la malattia di Krabbe è localizzato sul cromosoma 14.

Complicazioni

Un certo numero di complicanze come infezioni e difficoltà respiratorie possono svilupparsi nei bambini la cui malattia di Krabbe è progredita. Nelle fasi successive della malattia, i bambini diventano inabili, confinati a letto, e alla fine cadono in uno stato mentale vegetativo.

La maggior parte dei bambini che sviluppano la malattia di Krabbe nell’infanzia decedono prima dei 2 anni di età, il più delle volte per insufficienza respiratoria o complicanze date dall’immobilità e dalla marcata ipotonia muscolare. I bambini in cui la malattia si sviluppa più tardi  possono avere una speranza di vita un po ‘più lunga, di solito tra i due ed i sette anni dopo la diagnosi.

Diagnosi

Il pediatra effettua un esame fisico, valuta segni e sintomi che possono indicare la malattia di Krabbe, e richiede una serie di test diagnostici.

Il medico preleverà un campione di sangue e un campione di pelle (biopsia), da inviare al laboratorio per le analisi. Nel laboratorio un tecnico misurerà l’attività dell’enzima GALC. Se il livello di attività GALC è basso, il bambino potrebbe avere la malattia di Krabbe.

Sebbene i risultati di questi test possono aiutare il medico a diagnosticare, non forniscono evidenza di quanto velocemente la malattia può progredire. Per esempio, un GALC molto bassa attività constatazione non sempre significa che la condizione avanzerà rapidamente.

Per confermare la diagnosi, il pediatra consiglierà uno o più dei seguenti esami:

  • Scansioni del cervello e della testa. Ciò può comportare una risonanza magnetica (MRI) o la tomografia computerizzata (TC). La risonanza magnetica è il miglior test per rilevare eventuali anomalie nel cervello che potrebbero essere associate con la malattia di Krabbe. Tuttavia,nelle prime fasi della malattia, una risonanza magnetica può apparire normale.
  • Studi di conduzione nervosa. Questi esami misurano la velocità degli impulsi che vengono inviati attraverso il sistema nervoso. Questo test può comportare la stimolazione elettrica dei nervi, con misurazione del tempo con cui l’impulso elettrico riesce partire dal sito di stimolazione al dispositivo di registrazione. Quando la mielina è compromessa, la conduzione nervosa è più lenta.
  • Visita oculistica. Un medico specializzato nella cura degli occhi (oftalmologo) esamina la retina, alla ricerca di un deterioramento visivo.
  • Test genetici. Possono essere effettuati per rilevare la mutazione genetica associato con la malattia di Krabbe.

Prima della nascita, un feto può essere sottoposto a screening per la malattia di Krabbe. Per fare questo, il medico preleva del liquido amniotico che circonda il feto utilizzando un ago. Le cellule nel liquido amniotico vengono poi esaminate in laboratorio. Una diagnosi prenatale di malattia Krabbe può essere effettuata con valutazione dell’attività di GALC presente in queste cellule o mediante analisi della mutazione genetica.Questo tipo di test non è adatto a tutti.

Trattamenti e cure

Non esiste trattamento specifico per la malattia di Krabbe, né vi è una cura. Il trattamento della malattia di Krabbe è stato progettato principalmente per alleviare i sintomi e può includere:

  • Farmaci anticonvulsivanti per gestire le crisi
  • Farmaci per alleviare la spasticità muscolare, come le benzodiazepine
  • Farmaci che possono ridurre l’incidenza di reflusso

Trattare i sintomi in alcuni bambini più grandi con forme meno gravi della malattia può includere:

  • Fisioterapia per ridurre al minimo il deterioramento del tono muscolare.
  • La terapia occupazionale in modo che il bambino possa raggiungere l’indipendenza e l’autosufficienza
  • Alcune ricerche indicano possibili benefici associati con l’uso del trapianto di midollo osseo o trasfusioni di sangue come trattamenti per la malattia di Krabbe.

Trapianto del midollo osseo

Questa procedura di cellule staminali ematopoietiche, sembra fornire benefici soprattutto per i bambini più grandi che hanno forme meno gravi della malattia o neonati diagnosticati alla nascita.

Per gli altri bambini, in particolare quelli che hanno già sviluppato sintomi questo trattamento non ha successo. Non sembra  arrestare o rallentare la progressione della malattia, né è stato efficace nel trattamento di feti con diagnosi di malattia prima della nascita.

Trasfusioni

Una trasfusione di cellule staminali del sangue, ottenute dal cordone ombelicale di donatori non imparentati, ha ridotto i sintomi neurologici in alcuni bambini con malattia di Krabbe.

In piccoli studi, i medici hanno trasfuso cellule sane con normale attività dell’enzima (GALC) in bambini con malattia di Krabbe, che non hanno ancora sviluppato i sintomi. Questo trattamento ha stimolato lo sviluppo normale della mielina in questi bambini. I bambini trattati prima di manifestare sintomi hanno mantenuto udito  e vista normali.

In futuro, la terapia genica potrebbe svolgere un ruolo nel trattamento della malattia di Krabbe, fornendo un gene funzionale tramite un virus alle cellule o tessuti, che possa sostituire il gene anormale che è responsabile della malattia.

Avere un figlio con la malattia di Krabbe può essere una delle cose più difficili che un genitore possa affrontare.

Screening neonatale

Poiché i trapianti di cellule staminali possono ritardare l’insorgenza della malattia di Krabbe una diagnosi precoce è fondamentale. Anche quando il trapianto non è fattibile, una diagnosi precoce, può contribuire a migliorare la qualità di vita del bambino, intervenendo con terapia di supporto. Attualmente la ricerca sta lavorando per trovare una cura definitiva.

Referenze »

Malattia di Krabbe. Genetics Home Reference. http://ghr.nlm.nih.gov/condition/krabbe-disease. Letta 20 aprile 2011.
Krabbe pagina informativa malattia. Istituto nazionale dei disordini neurologici e colpo. http://www.ninds.nih.gov/disorders/krabbe/krabbe.htm. Letta 20 aprile 2011.
Duffner PK. I risultati a lungo termine di bambini presintomatico trapiantate per la malattia di Krabbe. Genetica in Medicina. 2009; 11:450.
Ropper AH, et al. Malattie metaboliche ereditarie del sistema nervoso. In: Ropper AH, et al. Adams e Victor Principi di Neurologia. 9 ° ed. New York, NY: The McGraw-Hill Companies, 2009. http://www.accessmedicine.com/resourceTOC.aspx?resourceID=54. Letta 3 marzo 2011.
Malattia di Krabbe. United Leucodistrofia Foundation. http://www.ulf.org/types/krabbe.html. Letta 20 aprile 2011.
Sakai N. Patogenesi della leucodistrofia per la malattia di Krabbe: meccanismi molecolari e trattamento clinico. Cervello & Sviluppo. 2009; 31:485.
Duffner PK, et al. Screening neonatale per la malattia di Krabbe: Il modello di Stato di New York. Neurologia Pediatrica. 2009; 40:245.
Kemper AR, et al. Valutare le prove per lo screening neonatale per la malattia precoce infantile Krabbe. Genetica in Medicina. 2010; 12:539.
Relazione nazionale dello stato screening neonatale. Nazionale Newborn Screening e Genetica Resource Center. http://genes-r-us.uthscsa.edu/nbsdisorders.pdf. Letta 20 aprile 2011.
Wenger DA. Malattia di Krabbe. In: Pagon RA, et al. GeneReviews. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK1238/. Letta 20 aprile 2011.

 

Link sponsorizzati