Paralisi delle corde vocali


La paralisi delle corde vocali si verifica quando gli impulsi nervosi alla laringe sono interrotti. Ciò si traduce in paralisi del muscolo delle corde vocali. Una paralisi delle corde vocali può condizionare la possibilità di parlare e perfino di respirare. Questo perché le corde vocali, non si limitano a produrre il suono. Esse proteggono anche le vie respiratorie impedendo al cibo, bevande e persino alla saliva di entrare nella trachea e causare il soffocamento.

Link sponsorizzati

Esistono un certo numero di cause che possono provocare la paralisi delle corde vocali, compresi i danni ai nervi derivanti da un intervento chirurgico e alcuni tumori. La paralisi delle corde vocali può anche essere causata da una infezione virale o da un disturbo neurologico.

Il trattamento per paralisi delle corde vocali di solito comprende la terapia logopedica, tuttavia, la chirurgia è a volte necessaria.

Le corde vocali sono due fasce flessibili di tessuto muscolare che si trovano all’ingresso della trachea. Quando si parla, le bande di tessuto si incontrano e vibrano per creare il suono. Il resto del tempo, le corde vocali sono rilassate in una posizione aperta, in modo da permettere di respirare.

Nella maggior parte dei casi di paralisi delle corde vocali, una sola corda vocale è paralizzata. Se entrambe le corde vocali sono bloccate, si possono avere delle difficoltà vocali, così come  problemi significativi con la respirazione e la deglutizione.

Sintomi

Segni e sintomi di paralisi delle corde vocali possono includere:

  • Disfonia
  • Raucedine
  • Respirazione rumorosa
  • Perdita di intonazione della voce
  • Soffocamento o tosse durante la deglutizione cibo, bevande o saliva
  • La necessità di fare respiri frequenti mentre si parla
  • Incapacità di parlare ad alta voce
  • Perdita del riflesso faringeo
  • Tosse inefficace
  • Frequente necessità di schiarirsi la gola

 

Paralisi delle corde vocali.jpg

Se si dispone di inspiegabile raucedine persistente, per più di tre o quattro settimane, o se si notano variazioni vocali inspiegabili o disagio, contattare il medico.

Cause

Nella paralisi delle corde vocali, gli impulsi nervosi ala laringe sono interrotti, con conseguente paralisi del muscolo. I medici spesso non sanno la causa della paralisi delle corde vocali. Tuttavia, cause note possono includere:

  • Lesioni alle corde vocale durante la chirurgia. La chirurgia sopra o vicino al collo può causare danni ai nervi della laringe. Interventi chirurgici che comportano un rischio di danni includono interventi chirurgici alla tiroide o alle ghiandole paratiroidi, esofago, collo e torace.
  • Lesioni del collo o del torace. Un trauma al collo o al petto può danneggiare i nervi che innervano le corde vocali o la laringe stessa.
  • Ictus. Un ictus interrompe il flusso di sangue nel cervello e può danneggiare la parte del cervello che invia messaggi alla laringe.
  • Tumori. I tumori possono crescere dentro o intorno ai muscoli, cartilagini o nervi della laringe e causare la paralisi delle corde vocali.
  • Infiammazione. L’artrite può causare infiammazione e cicatrizzazione delle articolazioni delle corde vocali o dello spazio tra le due cartilagini,  questa infiammazione può impedire ale corde vocali l’apertura e la chiusura. I sintomi ed i segni di questa malattia imitano la paralisi delle corde vocali, anche se i nervi delle corde vocali in realtà rimangono normali. Inoltre, alcune infezioni virali possono causare infiammazione e danni direttamente ai nervi della laringe.
  • Condizioni neurologiche. Se si dispone di alcune condizioni neurologiche, come la sclerosi multipla o il morbo di Parkinson, si può verificare paralisi delle corde vocali.

Fattori di rischio

I fattori che possono aumentare il rischio di sviluppare paralisi delle corde vocali includono:

  • Essere di sesso femminile. Le donne sono leggermente più predisposte a sviluppare la paralisi delle corde vocali.
  • Chirurgia. Le persone che hanno bisogno di un intervento chirurgico allatiroide, gola o torace superiore hanno un aumentato rischio di danni ai nervi della laringe. A volte i tubi( intubazione) di respirazione utilizzati nella chirurgia possono danneggiare i nervi delle corde vocali.
  • Avere una condizione neurologica. Le persone con determinate condizioni neurologiche, come il morbo di Parkinson, sclerosi multipla o miastenia gravis hanno maggiori probabilità di sviluppare debolezza delle corde vocali o paralisi.

Problemi respiratori associati con paralisi delle corde vocali possono essere lievi, oppure possono essere così gravi da rappresentare un pericolo per la vita. Poiché la paralisi delle corde vocali mantiene l’apertura delle vie aeree altre complicanze possono includere soffocamento o inalazione (aspirazione) di cibo o liquidi. L’aspirazione di fluidi o cibo, conduce a una grave polmonite che richiede cure mediche immediate.

Dopo la valutazione iniziale, è probabile che il medico di base crei una impegnativa per l’otorino. Si può fare riferimento anche a un medico che tratta i disordini dei nervi (neurologo) e ad un logopedista per la valutazione della voce.

Diagnosi

Il medico indagherà sui sintomi e sullo stile di vita. Per valutare ulteriormente i problemi della voce, i seguenti test possono essere effettuati:

  • Endoscopia. Il medico esaminerà le corde vocali utilizzando uno specchio o un sottile tubo flessibile (endoscopio) o entrambi. Si può anche essere sottoposti ad un test chiamato videostrobolaringoscopia. Questi endoscopi speciali consentono al medico di visualizzare le corde vocali direttamente o su un monitor per determinare il movimento e la posizione delle corde vocali e se una o entrambe le corde vocali sono interessate dal problema.
  • Elettromiografia laringea. Questo test misura le correnti elettriche nei muscoli attorno alla laringe. Per ottenere queste misurazioni, il medico inserisce in genere piccoli aghi nei muscoli delle corde vocali attraverso la pelle del collo. Questa prova viene eseguita soltanto raramente perché di solito non può fornire informazioni che potrebbero cambiare il corso del trattamento.
  • Esami del sangue e scansioni. Poiché un certo numero di malattie possono provocare problemi con i nervi, potrebbero essere necessari ulteriori test per identificare la causa della paralisi. I test possono includere esami del sangue, test di funzionalità polmonare, raggi X, risonanza magnetica o TAC.

Trattamenti e cure

Il trattamento della paralisi delle corde vocali dipende dalla causa, la gravità dei sintomi e il tempo dalla comparsa dei sintomi. Il trattamento può includere la terapia vocale, iniezioni, chirurgia o una combinazione di trattamenti. In alcuni casi, si può evitare il trattamento chirurgico. Per questo motivo, il medico può decidere di ritardare l’intervento chirurgico per sei mesi o un anno.

Sedute di terapia logopedica coinvolgono esercizi o altre attività per rafforzare le corde vocali, migliorare il controllo del respiro durante il discorso, evitare tensioni anomale in altri muscoli intorno alle corda vocali paralizzate e proteggere le vie respiratorie durante la deglutizione. Di tanto in tanto, la terapia logopedica può essere l’unico trattamento necessario se le corde vocali sono paralizzate ma senza necessità di riposizionamento.

Chirurgia

Se i sintomi non migliorano, trattamenti chirurgici possono essere offerti per migliorare la capacità di parlare e deglutire. Le opzioni chirurgiche comprendono:

  • Iniezione. La paralisi delle corde vocali lascerà probabilmente i muscoli indeboliti. Per questo, un medico specializzato in disturbi della laringe (otorinolaringoiatra) può iniettare una sostanza simile al grasso corporeo (collagene o simili). Questa sostanza porta trofismo alla corda vocale interessata in modo che possa riposizionarsi correttamente per rendere più stretto il contatto quando si parla, o si deglutisce.
  • Impianti strutturali. Questa procedura denominata medializzazione laringoplastica o chirurgia della struttura laringea, si basa sull’utilizzo di un impianto nella laringe per riposizionare le corde vocali. Raramente le persone che si sottopongono a questa chirurgia necessitano di un secondo intervento chirurgico per riposizionare l’impianto.
  • Riposizionamento delle corde vocali. In questa procedura, un chirurgo spinge la corda vocale paralizzata verso la metà della laringe. Questo permette alle corde vocali di vibrare correttamente.
  • Sostituzione del nervo danneggiato (reinnervazione). In questo intervento, un nervo sano viene spostato da una zona diversa del collo per sostituire quello nelle corde vocali danneggiato. Può richiedere fino a sei mesi prima che i nuovi nervi inizino a “funzionare”. Alcuni medici combinano questo intervento con le iniezioni.
  • Tracheotomia. Se entrambe le corde vocali sono paralizzate e posizionate a stretto contatto, il flusso d’aria sarà diminuito. In questa situazione, ci possono essere un sacco di problemi di respirazione che richiedono una procedura chirurgica chiamata una tracheotomia. In una tracheotomia, un’incisione è fatta nella parte anteriore del collo e un’apertura viene creata direttamente nella trachea. Un tubo viene inserito, permettendo all’aria di bypassare le corde vocali paralizzate.

Nuovi trattamenti

Collegando le corde vocali a una fonte alternativa di stimolazione elettrica che sia,un nervo da un’altra parte del corpo o un dispositivo simile a un pacemaker cardiaco,si può ripristinare l’apertura e chiusura delle corde vocali. I ricercatori continuano a studiare questa e altre opzioni di trattamento sperando  di aiutare il più possibile i malati.

Referenze »

Doherty GM, ed. Current Diagnosi e Trattamento: Surgery. 13 ° ed. New York, NY: The McGraw-Hill Companies, 2010. http://www.accessmedicine.com/resourceTOC.aspx?resourceID=23. Letta 17 aprile 2012.
Paralisi delle corde vocali. National Institute on Deafness e altri disturbi della comunicazione. http://www.nidcd.nih.gov/health/voice/pages/vocalparal.aspx. Letta 17 aprile 2012.
Deckert J, et al. Disfunzione delle corde vocali. Medico di famiglia americano. 2010; 81:156.
Fact sheet: paralisi delle corde vocali. American Academy of Otolaryngology – Head and Neck Surgery. http://www.entnet.org/HealthInformation/vocalChordParalysis.cfm. Letta 17 aprile 2012.
Rubin RT, et al. Vocal piega paresi e paralisi. Otorinolaringoiatriche Clinics of North America. 2007; 40:1109.
Paralisi delle corde vocali. Speech-Language-Hearing Association Americana. http://www.asha.org/public/speech/disorders/vfparalysis.htm. Letta 17 aprile 2012.
Hicks M, et al. Cavo di disfunzione vocale / paradossale movimento delle corde vocali. Primary Care Clinics in Office Practice. 2008; 35:81.

 

Link sponsorizzati