Sindrome di Wolff-Parkinson-White : sintomi, cause e cure


La sindrome di Wolff-Parkinson-White, o sindrome di WPW, è la presenza di un percorso elettrico anomalo nel cuore che porta a periodi di battito cardiaco accelerato (tachicardia).

Link sponsorizzati

Il percorso elettrico supplementare presente nella sindrome di Wolff-Parkinson-White è presente alla nascita. Persone di tutte le età, compresi i neonati, possono sperimentare i sintomi relativi alla sindrome di Wolff-Parkinson-White.

Nella maggior parte dei casi, gli episodi di tachicardia non sono pericolosi per la vita, ma a volte possono verificarsi seri problemi di cuore. I trattamenti per la sindrome di Wolff-Parkinson-White possono fermare o prevenire episodi di tachicardia. Una procedura eseguita con catetere, nota come ablazione, è in grado di correggere in modo permanente i problemi del ritmo cardiaco.

Sintomi

I sintomi della sindrome di Wolff-Parkinson-White sono il risultato di una frequenza cardiaca veloce. Segni e sintomi includono:

  • Sensazione di rapido battito cardiaco (palpitazioni)
  • Vertigini
  • Vertigini
  • Svenimento
  • Facile affaticamento durante l’esercizio fisico
  • Ansia

I sintomi più spesso compaiono per la prima volta intorno ai 20 anni. Un episodio di tachicardia può iniziare improvvisamente e durare pochi secondi o diverse ore. Episodi di questo tipo spesso accadono durante l’esercizio fisico.

Sintomi nei casi più gravi

Se una persona con sindrome di Wolff-Parkinson-White ha una frequenza cardiaca molto rapida, i sintomi più gravi, che si possono sviluppare sono:

  • Dolore toracico
  • Oppressione toracica
  • Difficoltà di respirazione
  • Decesso improvviso

 

Sindrome di Wolff-Parkinson-White.jpeg

Sintomi nei bambini

I sintomi nei bambini con sindrome di Wolff-Parkinson-White possono includere:

  • Mancanza di respiro
  • Iporeattività
  • Mangiare povero
  • Battito cardiaco veloce visibili sul petto

Nessun sintomo

Una persona può avere la sindrome ma essere totalmente senza sintomi. Questa condizione, chiamata Sindrome Modello di Wolff-Parkinson-White, viene scoperta solo per caso quando una persona sta subendo un esame cardiaco per altri motivi. Questa sindrome è innocua in molte persone.

Un certo numero di condizioni può causare battito cardiaco irregolare (aritmia). E’ importante ottenere una diagnosi accurata e la cura appropriata.

Cause

Il percorso elettrico supplementare presente nella sindrome di Wolff-Parkinson-White è presente alla nascita. Un gene anormale (mutazione genica) è la causa di una piccola percentuale di casi del disturbo. La sindrome di Wolf-Parkinson-White è associata con alcune forme di cardiopatia congenita, come anomalia di Ebstein.

Normale sistema elettrico del cuore

Il cuore è composto da quattro camere – due camere superiori (atri) e due camere inferiori (ventricoli). Il ritmo del cuore è normalmente controllato da un pacemaker naturale – il nodo del seno – situato nell’atrio destro. Il nodo del seno produce impulsi elettrici che attivano ogni battito cardiaco.

Dal nodo del seno, gli impulsi elettrici viaggiano attraverso gli atri, provocando una contrazione dei muscoli degli atri per pompare il sangue nei ventricoli. Gli impulsi elettrici arrivano quindi ad un gruppo di cellule chiamato nodo atrioventricolare (nodo AV) – di solito l’unico percorso per i segnali di viaggiare dagli atri ai ventricoli.

Il nodo AV rallenta il segnale elettrico prima di inviarlo ai ventricoli. Questo leggero ritardo permette ai ventricoli di riempirsi di sangue. Quando gli impulsi elettrici raggiungono i muscoli dei ventricoli, si contraggono, inducendoli a pompare sangue sia ai polmoni che al resto del corpo.

Impianto elettrico anomalo relativo alla sindrome di Wolff-Parkinson-White

Nella sindrome di Wolff-Parkinson-White, un percorso elettrico supplementare collega atri e ventricoli. Ciò significa che un segnale elettrico può ignorare il nodo AV. Quando gli impulsi elettrici utilizzano questa deviazione attraverso il cuore, i ventricoli sono attivati ​​troppo presto in una condizione nota come pre-eccitazione.

Ritmo anormale o veloce battito cardiaco in pazienti con WPW:

Due principali tipi di disturbi del ritmo possono essere correlati alla presenza della via elettrica in più:

  • Impulsi elettrici in loop. Il problema con un battito cardiaco accelerato di solito si verifica nella sindrome di Wolff-Parkinson-White, perché gli impulsi elettrici viaggiano creando un ciclo elettrico completo di segnali. Questa condizione, chiamata tachicardia da rientro, invia impulsi ai ventricoli ad un ritmo molto rapido. I ventricoli, come risultato, pompano molto rapidamente, causando i sintomi.
  • Impulsi elettrici disorganizzati. Se gli impulsi elettrici non iniziano correttamente nell’atrio destro, possono viaggiare attraverso gli atri in modo disorganizzato, causando un battito molto veloce da un punto all’altro. Questa condizione è chiamata fibrillazione atriale. Questi segnali disorganizzati aumentano anche la velocità di pompaggio dei ventricoli in una certa misura. Se c’è un percorso elettrico in più, come con la sindrome di Wolff-Parkinson-White, i ventricoli possono battere ancora più velocemente. I ventricoli non hanno tempo di riempirsi di sangue e non pompano abbastanza sangue al corpo. Questa condizione meno comune può essere pericolosa per la vita.

Complicazioni

La sindrome di Wolff-Parkinson-White non causa problemi significativi per molte persone, ma le complicazioni possono accadere, e non è sempre possibile conoscere il rischio di eventi cardiaci gravi. Se la malattia non viene curata, e in particolare se si soffre di altre malattie cardiache, potrebbero avvenir ele seguenti complicazioni:

  • Decesso improvviso
  • Segnali elettrici caotici attraverso i ventricoli  (fibrillazione ventricolare)
  • Bassa pressione del sangue (ipotensione)
  • Incapacità del cuore di pompare sufficiente sangue (insufficienza cardiaca)
  • Svenimenti frequenti

Diagnosi

Il medico può formulare una diagnosi di sindrome di Wolff-Parkinson-White in base ai sintomi, e ad un esame fisico ed esami.

Elettrocardiogramma (ECG)

Un elettrocardiogramma – chiamato un ECG o EKG, usa piccoli sensori (elettrodi) collegati al petto e ale braccia per registrare i segnali elettrici mentre viaggiano attraverso il cuore. Il medico può anche chiedere di utilizzare dispositivi ECG portatili a casa di fornire maggiori informazioni sulla frequenza cardiaca.

Questi dispositivi comprendono:

  • Holter. Tale dispositivo ECG portatile viene portato in tasca o indossato su una cintura. Si registra l’attività del cuore per un intero periodo di 24 ore, questo fornisce al medico uno sguardo prolungato sul ritmo cardiaco. Il medico probabilmente chiederà di tenere un diario durante le stesse 24 ore.
  • Registratore di eventi. Questo dispositivo ECG portatile ha lo scopo di monitorare l’attività cardiaca nell’arco di poche settimane o alcuni mesi. Si attiva solo quando si verificano sintomi di una frequenza anomala. Quando si avvertono i sintomi, si preme un pulsante, e un tracciato ECG in pochi minuti viene registrato. Questo permette al medico di stabilire il ritmo cardiaco al momento dei sintomi.

Test elettrofisiologici

Il medico può raccomandare un test elettrofisiologico per confermare la diagnosi. Durante questo esame, sottili, tubi flessibili (cateteri) con elettrodi, vengono infilati attraverso i vasi sanguigni per vari punti nel cuore. Una volta in posizione, gli elettrodi possono mappare con precisione la diffusione di impulsi elettrici durante ogni battito e identificare un percorso elettrico supplementare.

Trattamenti e farmaci

Gli obiettivi del trattamento per la sindrome di Wolff-Parkinson-White sono rallentare la frequenza cardiaca  quando si verifica il problema e prevenire che il problema si ripresenti

Un battito cardiaco accelerato può correggersi, e si può essere in grado di rallentare la frequenza cardiaca utilizzando semplici movimenti fisici. Tuttavia, potrebbe essere necessario assumere farmaci o altri trattamenti medici per rallentare il battito cardiaco. Modi per rallentare il battito cardiaco sono:

  • Manovre vagali. Le manovre vagali influiscono sul nervo vago, aiutando a regolare il battito cardiaco. Le manovre comprendono, massaggiare una carotide, esercitare una pressione sugli occhi chiusi, aumentare la pressione addominale (manovra del Valsalva) o bere qualche bella sorsata d’acqua fredda ( farsele spiegare dal medico!!!)
  • Farmaci. Se le manovre vagali non fermano il battito cardiaco accelerato, si puà avere bisogno di una iniezione di un farmaco antiaritmico, come l’adenosina, per ripristinare un ritmo cardiaco normale. Questo farmaco è somministrato in ospedale. Il medico può anche prescrivere un farmaco antiaritmico, così come flecainide (Tambocor) o Propafenone (Rythmol Rythmol SR), da assumere quando necessario.
  • Cardioversione. In questa procedura, viene erogata una scarica al cuore mediante piastre sul petto. Gli impulsi elettrici nel cuore ripristinano un ritmo normale. È in genere utilizzato quando le altre procedure non sono efficaci.

Prevenire gli episodi di tachicardia

Con i seguenti trattamenti, è possibile correggere o gestire i problemi legati alla sindrome di Wolff-Parkinson-White nella maggior parte dei casi.

  • Radiofrequenza con ablazione. Questa procedura è il trattamento più comune per la sindrome di Wolff-Parkinson-White. In questa procedura, i cateteri sono inseriti attraverso i vasi sanguigni fino cuore. Gli elettrodi alle estremità del catetere sono riscaldati provocando dei danni (ablazione) nel percorso elettrico supplementare per impedirgli di inviare segnali elettrici. Questa procedura è molto efficace, e le complicanze sono infrequenti.
  • Farmaci. I farmaci antiaritmici quali Flecainide o Propafenone possono impedire una frequenza cardiaca anomala se assunti regolarmente. I farmaci sono di solito dati a persone che non possono subire l’ablazione transcatetere con radiofrequenza per qualche motivo o non vogliono fare la procedura.
  • Chirurgia. La percentuale di successo per la distruzione chirurgica (ablazione) del percorso elettrico usando un intervento chirurgico a cuore aperto è quasi del 100 per cento. Tuttavia, poiché la radiofrequenza con catetere è quasi altrettanto efficace e meno invasiva, la chirurgia per la sindrome di Wolff-Parkinson-White è ora usata raramente. È in genere riservato per le persone che si sottopongono a chirurgia per altri motivi.

Se non si hanno sintomi

Se si ha la sindrome Wolff-Parkinson-White, ma non si ha alcun sintomo, spesso non si necessita di alcun un trattamento. In alcune persone senza sintomi, il percorso aggiuntivo di conduzione cardiaca può scomparire spontaneamente nel corso del tempo.

Consigli

Se si dispone di un piano in atto per far fronte a un eventuale episodio di tachicardia, ci si può sentire calmi e in controllo quando si verifica. Parlate chiede quindi al medico tutto quello che serve per sapere:

  • Quando e come utilizzare le manovre vagali
  • Quando chiamare il medico
  • Quando cercare cure d’emergenza

È anche possibile evitare sostanze che possono contribuire ad un battito cardiaco più veloce, tra cui:

  • Caffeina
  • Tabacco
  • Alcol
  • Pseudoefedrina, un decongestionante nasale

Referenze »

All’inizio TJ, et al. Wolff-Parkinson-White Sindrome. In: Ferri FF. Clinical Advisor di Ferri 2011: Diagnosi e trattamento immediato. Philadelphia, Pa.: Mosby Elsevier; 2011. Consultato il 24 Novembre 2010.
Wolff-Parkinson-White Sindrome. American Heart Association. http://www.americanheart.org/presenter.jhtml?identifier=4785. Consultato il 24 Novembre 2010.
Arnsdorf MF, et al. Epidemiologia della sindrome di Wolff-Parkinson-White. http://www.uptodate.com/home/index.html. Consultato il 24 Novembre 2010.
Wolff-Parkinson-White (WPW). I Manuali Merck: Home Edition per pazienti e operatori sanitari. http://www.merckmanuals.com/home/sec03/ch027/ch027e.html. Consultato il 24 Novembre 2010.
Wolff-Parkinson-White Sindrome. Genetics Home Reference. http://ghr.nlm.nih.gov/condition/wolff-parkinson-white-syndrome. Consultato il 24 Novembre 2010.
Podrid PJ. La terapia farmacologica delle aritmie associate alla sindrome di Wolff-Parkinson-White. http://www.uptodate.com/home/index.html. Consultato il 24 Novembre 2010.
Cavaliere BP. La terapia non farmacologica delle aritmie associate alla sindrome di Wolff-Parkinson-White. http://www.uptodate.com/home/index.html. Consultato il 24 Novembre 2010.
Prevenzione e trattamento delle aritmie. American Heart Association. Consultato il 24 Novembre 2010.
I sintomi, la diagnosi e il monitoraggio di aritmia. American Heart Association. Consultato il 24 Novembre 2010.

 

Link sponsorizzati