Gestione della rabbia


La gestione della rabbia è un processo per imparare a riconoscere i segni della perdita del controllo sulle proprie azioni, e affrontare la situazione in modo positivo. La gestione della rabbia non serve a sopprimerla, ma ad usarla in cose costruittive

Link sponsorizzati

Si possono imparare le abilità di gestione della rabbia da soli, usando libri o altre risorse. Ma per molte persone, è indispensabile l’aiuto di uno psichiatra o psicologo.

La gestione della rabbia aiuta a riconoscere le frustrazioni e insegna a trovare una soluzione.

Alcuni segni che possono indicare l’esigenza di dover imparare queste tecniche includono:

  • Avere spesso la sensazione di doversi trattenere dal fare cose incontrollate
  • Frequenti liti con il partner, figli o colleghi di lavoro che possono sfociare in frustrazioni
  • Guai con la legge
  • Violenza fisica
  • Minacce di violenza contro altre persone
  • Comportamento fuori controllo, come ad esempio rompere le cose o guida pericolosa

 

Gestione della rabbia.jpeg

Come agire?

Un certo numero di libri e siti web offrono informazioni sui modi di gestire la rabbia. Ma, se le abilità l’autoapprendimento non basta, si può beneficiare di un professionista della salute mentale.

Trovare i giusti mezzi e le giuste fonti, può effettivamente essere un grande lavoro. Qui ci sono alcuni spunti per iniziare la tua ricerca:

  • Controllare la biblioteca locale per libri, video o altre risorse.
  • Ricercare on-line per le risorse, come ad esempio blog, gruppi di sostegno o libri.
  • Chiedere al vostro medico di assistenza primaria
  • Chiedere a qualcuno che ha completato un programma di gestione della rabbia o preso altre misure per gestire la rabbia.
  • Chiedere aiuto alle asl o ai servizi offerti dal SSN

Quando si inizia a lavorare sulla gestione della rabbia, è fondamentale identificare i particolari fattori scatenanti dei segni fisici ed emotivi che si verificano quando ci si inizia ad arrabbiare. Prestare attenzione a questi segni e se possibile annotarli:

  • Individuare eventuali fattori di stress che comunemente causano o peggiorano la rabbia.
  • Prestare attenzione ai segni fisici che i sentimenti di rabbia mostrano, ad esempio, stringere la mascella o guidare troppo veloce.
  • Prendete nota dei segni emotivi della rabbia in crescita, come ad esempioil voler urlare o inveire pesantemente contro qualcuno

Che cosa ci si può aspettare

L’impostazione, la lunghezza delle sessioni e il numero di sessioni necessarie per controllare la rabbia possono variare a seconda del programma o del terapeuta. In genere, i corsi di gestione della rabbia o di consulenza psicologica per la rabbia durano per un periodo di alcune settimane fino ad alcuni mesi.

In generale, la consulenza per la gestione della rabbia si concentra sulle capacità di apprendimento e sui modi per far fronte alla rabbia incontrollara. Se si dispone anche di altre condizioni di salute mentale, come la depressione o qualche dipendenza, potrebbe essere necessario lavorare su queste altre questioni prima di riuscire a gestire il problema.

L’obiettivo dei percorsi della gestione della rabbia è quello di insegnare a:

  • Identificare le situazioni che possono creare modi aggressivi e controllarli prima  che si verifichino
  • Avere competenze specifiche da utilizzare in situazioni che possono scatenare la rabbia
  • Riconoscere quando non si sta pensando logicamente su una determinatasituazione, e correggere il pensiero
  • Calmarsi quando si inizia a perdere il controllo
  • Esprimere i propri sentimenti in maniera normale in situazioni che provocano ira
  • Concentrarsi sulla soluzione dei problemi in situazioni frustranti invece di usare l’energia per essere arrabbiati
  • Comunicare in modo efficace per disinnescare la rabbia e risolvere i conflitti

Risultati

Migliorare la capacità di gestire la rabbia ha una serie di vantaggi. Consente di disporre un maggiore controllo quando le sfide della vita appaiono. Saper esprimere se stessi significa non sentirsi frustrati, questo  è un modello comportamentale vincente.

La gestione della rabbia può aiutare a:

  • Comunicare le proprie esigenze. Imparare a riconoscere e parlare piuttosto che farsi accecare dall’ira. Saper esprimere se stessi può aiutare a evitare parole o azioni impulsive e dolorose.
  • Mantenere una salute migliore. Lo stress causato da sentimenti di rabbia può aumentare il rischio di problemi di salute, tra cui mal di testa, disturbi del sonno, problemi digestivi, problemi cardiaci e pressione alta.
  • Prevenire i problemi psicologici legati alla rabbia, che possono includere la depressione, problemi di lavoro e relazioni difficili.
  • Usare la frustrazione per fare. La rabbia espressa impropriamente può rendere difficile pensare in modo chiaro, e può provocare scarsa capacità di giudizio. Imparare ad utilizzare sentimenti di frustrazione e di rabbia può essere molto utile per canalizzare l’energia su cose utili.
  • Contribuire ad evitare le dipendenze. E’ comune per le persone che si sentono cronicamente arrabbiate consumino alcolici, droghe, sigarette o cibo.

Referenze »

Barbara Woodward Lips Patient Education Center. Comprendere la rabbia. Rochester, Minnesota: Mayo Fondazione per l’Istruzione e la Ricerca Medica; 2004.
Controllare la rabbia – prima che lei controlli te. Psychological Association. http://www.apa.org/topics/anger/control.aspx. Consultato il 12 aprile 2011.
Scott CL, et al. Approcci psicoterapeutici per trattare l’aggressione cronica. In: Hales RE, et al. L’American Psychiatric Publishing Textbook of Psychiatry. 5th ed. Washington, DC: American Psychiatric Publishing, 2008. http://www.psychiatryonline.com/content.aspx?aID=319794&searchStr=aggressive+behavior. Consultato il 12 aprile 2011.
Reilly PM, et al. Gestione della rabbia per l’abuso di sostanze e nella salute mentale: Un manuale di terapia cognitivo-comportamentale. Dipartimento di Salute e Servizi Umani. http://store.samhsa.gov/product/SMA08-4213. Consultato il 12 aprile 2011.

Link sponsorizzati