Pielografia endovenosa


Una pielogramma per via endovenosa, chiamata anche  urografia escretoria, è un esame a raggi X del tratto urinario. Un pielogramma per via endovenosa consente al medico di visualizzare i reni, la vescica ed i tubi che trasportano l’urina dai reni alla vescica (ureteri). Un pielogramma  può essere utilizzato per diagnosticare disturbi che colpiscono il tratto urinario, come calcoli renali, calcoli alla vescica, prostata allargata, cisti renali o tumori del tratto urinario.

Link sponsorizzati

Durante una pielogramma per via endovenosa, viene fatta una radiografia con colorante (soluzione di contrasto iodio) iniettato in una vena del braccio. Il colorante scorre nei reni, ureteri e vescica, delineando ciascuna di queste strutture.

Perché viene fatta?

Un pielogramma per via endovenosa è utilizzato per esaminare i reni, ureteri e vescica. Consente al medico di vedere la dimensione e la forma di queste strutture e determinare se stanno lavorando correttamente. Il medico può raccomandare questo esame, se si hanno segni e sintomi  come, dolore al fianco, alla schiena, o sangue nelle urine – che può essere correlato ad un disturbo del tratto urinario.

Un pielogramma endovenosa può essere utilizzata per diagnosticare le condizioni che colpiscono il tratto urinario, quali:

  • Calcoli renali
  • Calcoli vescicali
  • Ingrossamento della prostata
  • Cisti renali
  • Tumori del tratto urinario
  • Disturbi renali strutturali congeniti

 

Pielografia endovenosa.jpeg

In passato, il pielogramma per via endovenosa è stato il test di imaging più frequentemente usato per valutare eventuali disturbi del tratto urinario. Oggi con la Tac o RMI  è comunque meno usato. Tuttavia, il pielogramma  può essere uno strumento utile di diagnostica, in particolare per:

  • Identificare alcune anomalie strutturali del tratto urinario
  • Rilevare la presneza di calcoli
  • Fornire informazioni sulla ostruzione delle vie urinarie

Rischi

Un pielogramma per via endovenosa è generalmente sicuro, e le complicanze sono rare. Però, come con qualsiasi procedura medica, comporta un rischio di complicazioni, tra cui le reazioni allergiche.

In alcune persone, l’iniezione del colorante può causare effetti collaterali quali:

  • Una sensazione di calore o vampate di calore
  • Un sapore metallico in bocca
  • Sensazione di testa vuota
  • Nausea
  • Prurito
  • Orticaria

Raramente, reazioni gravi al colorante si verificano, tra cui:

  • Pressione sanguigna estremamente bassa
  • Shock anafilattico
  • Arresto cardiaco

Durante i raggi X, si viene esposti a bassi livelli di radiazioni. La quantità di radiazioni a cui si è esposti durante un pielogramma è piccola, quindi il rischio di danni alle cellule nel corpo è estremamente basso.

Tuttavia, in donne gravide, si potrebbe optare per altri tipi di esami.

Come ci si prepara

Prima di un pielogramma per via endovenosa, informare il medico se:

  • Si soffre di allergie, in particolare allo iodio o frutti di mare
  • Recentemente si è fatto un esame che includeva bario o raggi X con colorante
  • Si è in stato di gravidanza
  • Si ha avuto una precedente reazione grave ai mezzi di contrasto
  • Potrebbe essere necessario evitare di mangiare e bere per un certo periodo di tempo. Il medico può anche raccomandare di prendere un lassativo la sera prima dell’esame.

Che cosa ci si può aspettare

Prima della procedura, un membro del vostro team sanitario dovrà:

  • Formulare domande sulla storia clinica del paziente
  • Controllare la temperatura,la pressione arteriosa e il  polso
  • Chiedere di rimuovere gioielli, occhiali e oggetti di metallo, che possono oscurare le immagini a raggi X
  • Inserire un canula endovenosa nel braccio attraverso il quale il colorante viene iniettato
  • Chiedere di urinare per garantire che la vescica sia vuota per l’esame

Durante l’esame

La macchina a raggi X è solitamente collegata al tavolo dove il paziente si stende. Un intensificatore di immagine viene posizionato sull’ addome.

L’esame procede in questo modo:

  • I raggi X sono presi del tratto urinario prima che il colorante venga iniettato.
  • Il colorante viene poi iniettato attraverso la canula venosa.
  • Immagini a raggi X sono prese a intervalli di tempo
  • Verso la fine della prova, è possibile che venga chiesto di urinare di nuovo.
  • È quindi tornare al tavolo degli esami in modo che il team di assistenza sanitaria possa ottenere immagini a raggi X della vescica vuota.

Quando il pielogramma è completo, la canula viene rimossa e si può tornare alle normali attività.

Risultati

Un medico specializzato nella lettura di raggi X (radiologo) esaminerà e interpretare le immagini a raggi X. Gli esami poi verranno consegnati al paziente o mandati al medico curante.

Referenze Sources

Link sponsorizzati