Azoto ureico nel sangue


Un esame per calcolare l’Azoto ureico nel sangue (BUN test in inglese), rivela importanti informazioni sui reni e fegato e permette di capire se stanno lavorando bene.

Link sponsorizzati

Un esame del sangue per l’azoto ureico misura la quantità di azoto presente nel sangue. Il fegato produce ammoniaca, che contiene azoto dopo che rompe le proteine ​​usate dalle cellule del corpo. L’azoto, poi si combina con altri elementi, come carbonio, idrogeno e ossigeno, per formare l’urea, che è un prodotto di rifiuti chimici. L’urea viaggia dal fegato ai reni attraverso il flusso sanguigno. I reni sani filtrano urea e altri prodotti di scarto dal sangue. I prodotti di scarto filtrati lasciare il vostro corpo nelle urine.

Se un esame del sangue di azoto ureico rivela che i livelli di azoto dell’urea sono più alti rispetto al normale, probabilmente indica che i suoi reni non funzionano correttamente. Oppure potrebbe puntare a elevato consumo di proteine, l’apporto di liquidi insufficiente o cattiva circolazione.

Se un esame del sangue per l’azoto ureico mostra valori inferiori al normale, potrebbe indicare una malattia del fegato o malnutrizione. Ma un livello basso di questo valore, non può essere considerato come la prima indicazione di una possibile malattia epatica, perché questo esame, non viene utilizzato come test di screening per queste malattie.

Perché viene fatto?

Si può richiedere un esame del sangue per l’azoto ureico se il medico sospetta che dei danni renali, o se la funzionalità renale deve valutata o riconsiderata. Nei pazienti sottoposti ad emodialisi è un buon metodo per valutare se la procedura sta dando dei risultati.

Se i problemi renali sono la preoccupazione principale, insieme all’azoto ureico, si possono esaminare i livelli di creatinina. La creatinina è un prodotto di scarto che i reni sani filtrano dal  corpo nelle urine. Alti livelli di creatinina possono essere un segno di danno renale.

Il medico può anche ordinare questo esame, per diagnosticare una serie di altre condizioni, come l’insufficienza epatica, ostruzione delle vie urinarie, insufficienza cardiaca congestizia o sanguinamento gastrointestinale. Ma un risultato anomalo dell’azoto ureico nel sangue da solo non serve a diagnosticare una di queste condizioni.

Azoto ureico nel sangue.jpg

Come ci si prepara

L’azoto ureico nel sangue si misura tramite un comunissimo esame del sangue. Se il campione di sangue è stato testato solo per l’azoto ureico, si può mangiare e bere normalmente prima di farlo. Se il campione di sangue sarà utilizzato per ulteriori test, potrebbe essere necessario digiunare per un certo periodo di tempo prima dell’esame. Il medico fornirà istruzioni specifiche.

Risultati

I risultati degli esami dell’azoto ureico nel sangue sono misurati in milligrammi per decilitro (mg / dL), negli Stati Uniti e in millimoli per litro (mmol / L) a livello internazionale. Un range di normalità per l’azoto ureico nel sangue è generalmente 8-24 mg / dL per gli uomini adulti (2,86 a 8,57 mmol / L) e da 6 a 21 mg / dL (2,14-7,50 mmol / L) per le donne adulte. Tuttavia, i livelli di azoto dell’urea variano a seconda dell’età. I neonati hanno livelli più bassi rispetto alle altre persone.

In generale, un alto livello di azoto ureico nel sangue significa che i reni non funzionano bene, soprattutto se il risultato è superiore a 50 mg / dl (17,85 mmol / L). Ma, l’azoto ureico elevato può anche essere causa di ostruzione delle vie urinarie, insufficienza cardiaca congestizia o sanguinamento gastrointestinale. Il livello di azoto ureico può anche aumentare a causa della disidratazione, shock, ustioni o febbre. Alcuni farmaci, come i corticosteroidi, possono aumentarne i livelli. Inoltre, anche una dieta ricca di proteine ​​può causare un aumento di questo valore.

Livelli inferiori ai normali range, possono essere un segno di danno epatico. Ma possono anche essere causati da malnutrizione, un basso contenuto di proteine ​​nella dieta o alto consumo di carboidrati.

Se i risultati presentano delle anomalie, il medico può decidere di indagare con altri test.

Se il danno renale è un problema, è importante controllare tutte le condizioni che possono contribuire al danno. E’ particolarmente importante gestire la pressione del sangue, che spesso richiede farmaci. Non è possibile annullare i danni permanenti ai reni, ma con un trattamento adeguato si può essere in grado di prevenire ulteriori danni.

Referenze »

Sangue e azoto ureico. In: Nicoll D, et al. Pocket Guide per le prove diagnostiche. 5th ed. New York, NY: McGraw-Hill Companies, 2008. http://www.accessmedicine.com/popup.aspx?aID=3135548. Consultato il 24 NOVEMBRE 2010.
I reni e il loro funzionamento. National Kidney e urologica Diseases Information Clearinghouse. http://kidney.niddk.nih.gov/kudiseases/pubs/yourkidneys/index.htm # tasso. Consultato il 24 NOVEMBRE 2010.
BUN. Lab Tests Online. http://labtestsonline.org/understanding/analytes/bun/test.html. Consultato il 24 NOVEMBRE 2010.
Stevens L, et al. Valutazione della funzionalità renale: creatinina sierica, azotemia e GFR. http://www.uptodate.com/home/index.html. Consultato il 24 NOVEMBRE 2010.
Palevsky PM. Dialisi modalità e strategia di dosaggio in insufficienza renale acuta. Seminari in dialisi. 2006; 19:165.
Messaggio TW, et al. Approccio diagnostico al paziente con malattia renale acuta o cronica. http://www.uptodate.com/home/index.html. Consultato il 24 NOVEMBRE 2010.

Link sponsorizzati