Esame delle urine : risultati e indicazioni


L’esame delle urine è un test che valuta un campione di urine. L’esame delle urine è utilizzato per rilevare e valutare una vasta gamma di disturbi, tra cui infezioni delle vie urinarie, malattie renali e diabete.

Link sponsorizzati

L’analisi delle urine comporta l’esame della concentrazione aspetto e contenuto dell’urina. I risultati delle analisi delle urine anormali potrebbero far sospettare una malattia. Ad esempio, una infezione del tratto urinario può far sembrare le urine torbide invece che chiare. Un aumento dei livelli di proteine ​​nelle urine può essere un segno di malattia renale.

Risultati anomali delle analisi delle urine spesso richiedono ulteriori test e valutazioni per scoprire la fonte del problema.

Perché viene fatto?

L’analisi delle urine è un test comune che viene fatto per diversi motivi:

  • Per valutare la salute generale. Il medico può raccomandare l’analisi delle urine come parte di una visita medica di routine, controllo gravidanza, pre-intervento di preparazione, o al momento del ricovero ospedaliero per cercare disturbi, come il diabete, malattie renali e malattie del fegato.
  • Per diagnosticare una condizione medica. Il medico può suggerire un esame delle urine se si ha dolore addominale, mal di schiena, minzione frequente, dolore, sangue nelle urine o altri problemi urinari. L’analisi delle urine può aiutare a diagnosticare la causa di questi sintomi.
  • Per monitorare una condizione medica. Se si viene diagnosticati con una condizione medica, come la malattia renale o un’altra malattia del tratto urinario, il medico può raccomandare l’analisi delle urine su base regolare per monitorare la condizione e il trattamento.
  • I test di gravidanza e gli screening per i farmaci, possono richiedere un campione di urina. Questi test sono separati dalle normali analisi delle urine. Ad esempio, un test di gravidanza misura l’ormone gonadotropina corionica (HCG). Test di screening per i farmaci servono a rilevare farmaci specifici o loro prodotti metabolici, a seconda dello scopo del test.

Come ci si prepara

Se si deve esere una analisi delle urine di routine, si può mangiare e bere normalmente prima della prova. Se si devono eseguire altri tipi di analisi, potrebbe essere necessario digiunare per un certo periodo di tempo. Il vostro medico a seconda dei casi, fornirà istruzioni specifiche.

Molti farmaci, compresi i farmaci senza ricetta medica e le vitamine, possono influenzare i risultati di un esame delle urine. Prima di un esame delle urine, informare il medico su eventuali farmaci o vitamine che si stanno assumendo.

esami delle urine.jpg

Che cosa ci si può aspettare

A seconda della situazione, è possibile raccogliere il campione di urina a casa o in ospedale. È possibile che venga chiesto di raccogliere la prima urina del mattino, perché in quel momento è più concentrata, ed eventuali risultati anomali possono essere più evidenti.

Per ottenere risultati più accurati, il campione può essere racconto a fasi. Questo metodo prevede le seguenti fasi:

  • Pulire le vie urinarie.
  • Inizia a urinare nel water.
  • Interrompere brevemente la minzione.
  • Urinare almeno 59 ml nel recipiente di raccolta.
  • Finere di urinare nel water.
  • Consegnare il campione come indicato dal medico.

In alcuni casi, il medico può inserire un tubo sottile e flessibile (catetere) attraverso l’apertura delle vie urinarie e nella vescica per raccogliere il campione di urina.

Il campione di urina viene inviato ad un laboratorio per l’analisi. È possibile tornare alle normali attività immediatamente.

Risultati

Per l’analisi delle urine, il campione di urina sarà valutata in tre modi.

Esame visivo

Un tecnico di laboratorio esaminerà l’aspetto dell’urina. L’urina è in genere chiara. La torbidità o un odore inusuale può indicare un problema. Il sangue nelle urine può farle sembrare rosse o marroni. Un aspetto torbido può indicare un’infezione.

Test Dipstick

Un dipstick è un sottile bastone di plastica con strisce di sostanze chimiche su di esso. Le strisce chimiche cambiano colore se alcune sostanze sono presenti o se i loro livelli sono sopra il normale. Un test dipstick verifica:

  • Acidità (pH). Il pH indica la quantità di acido nel urine. Anormali livelli di pH possono indicare un problema al rene o malattia del tratto urinario.
  • Concentrazione. Una misura di concentrazione, o densità relativa, mostra come le particelle sono concentrate nelle urine. Una concentrazione superiore al normale è spesso il risultato di disidratazione, piuttosto che di un’altra condizione medica di base. Ma, può anche indicare una malattia renale.
  • Proteine. Livelli di proteine ​​nelle urine sono normalmente bassi e non rilevati da un test classico. Piccoli aumenti di proteine ​​di solito non sono un motivo di preoccupazione. Grandi quantità di proteine ​​nelle urine possono indicare un problema ai reni.
  • Zucchero. Normalmente la quantità di zucchero (glucosio) nelle urine è troppo bassa per essere rilevata. Ogni rilevamento di zucchero su questa prova richiede in genere per il follow-up di test per il diabete.
  • Chetoni. Come con lo zucchero, qualsiasi quantità di chetoni rilevati nelle urine potrebbero essere un segno di diabete e richiedere ulteriori test.
  • Bilirubina. La bilirubina è un prodotto di scomposizione dei globuli rossi del sangue. Di norma, la bilirubina viene trasportata nel sangue e passa nel fegato, dove viene rimossa e diventa parte della bile. Bilirubina nelle urine può indicare danni al fegato o malattia.
  • Evidenza di infezione. Nitriti e esterasi leucocitaria sono prodotti come risultato di un’infezione. Se uno nitriti o esterasi leucocitaria vengono rilevati nelle urine, può essere un segno di una infezione delle vie urinarie.
  • Sangue. Il sangue nelle urine richiede ulteriori test, in quanto può essere un segno di danno renale, infezioni, renali, calcoli vescicali, renali, disturbi della vescica, cancro.

Esame microscopico

Numerose gocce di urina vengono esaminate con un microscopio. Se uno dei seguenti livelli sono alterati, protrebbero essere necessari ulteriori test :

  • I globuli bianchi (leucociti) possono essere un segno di infezione.
  • I globuli rossi (eritrociti) possono essere un segno di malattie renali, malattie del sangue o di un’altra condizione medica di base, come il cancro della vescica.
  • Le cellule epiteliali nelle urine possono essere un segno di un tumore. Ma più spesso, indicano che il campione di urina è stato contaminato durante il test.
  • Batteri o lieviti possono indicare un’infezione.
  • Proteine ​,possono indicare disturbi renali.
  • I cristalli che si formano a partire da sostanze chimiche nelle urine possono essere un segno di calcoli renali.

L’analisi delle urine non è un test che fornisce una diagnosi definitiva. Il medico può avere bisogno di valutare i risultati insieme a quelli di altri test, per decidere poi come muoversi.

Ad esempio, se si è in buona salute e non si hanno segni o sintomi di malattia, risultati leggermente superiori alla norma in un esame delle urine non può essere un motivo di preoccupazione. Tuttavia, se sono state diagnosticate malattie renali o delle vie urinarie, livelli elevati possono indicare la necessità di modificare il piano di trattamento.

Referenze

Quello che dovete sapere su analisi delle urine. National Kidney Foundation. www.kidney.org. Consultato il 5 dicembre 2010.
Wu X. Analisi delle urine: Una rassegna di metodi e procedure. Critical Infermieri Care Clinics of North America. 2010, 22 (1): 121.
Echeverry G, et al. Introduzione alla analisi delle urine: Prospettive storiche e applicazione clinica. Methods in Molecular Biology. 2010; 641:1.
Ferri FF. Test di laboratorio e interpretazione dei risultati. In: Ferri FF. Consulente clinico Ferri 2011: Diagnosi e trattamento immediato. Philadelphia, Pa.: Mosby Elsevier, 2011. Consultato il 10 Dicembre 2010.
Meng MV, et al. Disturbi urologiche. In: McPhee SJ, et al. Current Medical Diagnosis & Treatment 2011. 50 ed. New York, NY: The McGraw-Hill Companies, 2011. http://www.accessmedicine.com/resourceTOC.aspx?resourceID=1. Consultato il 10 Dicembre 2010.

Link sponsorizzati