Dispositivi di assistenza ventricolare (VAD)


Un dispositivo di assistenza ventricolare (VAD) è una pompa impiantabile meccanica che aiuta il sangue ad andare dalle camere inferiori del cuore (ventricoli) al resto del corpo. I VAD sono utilizzati in persone che hanno l’insufficienza cardiaca o un cuore indebolito. Anche se il VAD può essere posizionato a sinistra, destra o entrambi i ventricoli del cuore, è più frequentemente utilizzato nel ventricolo sinistro. Quando posizionato nel ventricolo sinistro è chiamato dispositivo di assistenza ventricolare sinistra (LVADs).

Link sponsorizzati

Si può avere un VAD impiantato durante l’attesa di un trapianto di cuore o per aiutare il cuore a diventare abbastanza forte da pompare efficacemente il sangue. Il medico può anche raccomandare un VAD come trattamento a lungo termine, se si soffre di insufficienza cardiaca e non si è un buon candidato per il trapianto di cuore.

La procedura per impiantare un VAD richiede la chirurgia a cuore aperto e ha gravi rischi. Tuttavia, un VAD può salvare la vita se si dispone di grave insufficienza cardiaca.

Perché viene utlizzato?

I VAD sono dispositivi meccanici che supportano la camera inferiore del cuore sinistro (dispositivi di assistenza ventricolare sinistra, o LVADs), la camera bassa del cuore destro (ventricolo destro dispositivi di assistenza, o RVADs) o camere cardiache inferiori (biventricolare o BIVADs).

Il medico può raccomandare di avere un impianto se:

  • Sie è in attesa di un trapianto di cuore. Un VAD può mantenere un adeguato pompaggio nonostante il cuore sia malato, ovviamente sarà rimosso quando il nuovo cuore viene impiantato. Quando un VAD è impiantato in attesa di un trapianto di cuore, è indicato come  “ponte al trapianto”.
  • Funzione del cuore. Se l’insufficienza cardiaca è temporanea, il medico può raccomandare l’impianto di un VAD fino a quando il  cuore non riesce a pompare il sangue da solo.
  • Non si è buoni candidato per un trapianto di cuore. I VAD sono sempre più utilizzati come trattamento a lungo termine per le persone con insufficienza cardiaca, ma anche per coloro che non sono buoni candidati per un trapianto di cuore. Un VAD può migliorare la qualità della vita. Quando un VAD è impiantato come trattamento permanente per l’insufficienza cardiaca, è indicato come terapia di destinazione.

Se il VAD non riesce ad aiutare il cuore, un’altra opzione di trattamento può essere un cuore artificiale (TAH). Questo dispositivo sostituisce i due ventricoli del cuore. Poiché un cuore artificiale totale è difficile da impiantare e può causare gravi complicazioni, è usato solo in un piccolo numero di persone.

Dispositivi di assistenza ventricolare (VAD).png

Rischi

L’impianto e l’utilizzo di un VAD ha alcuni rischi rari ma gravi, tra cui:

  • Coaguli di sangue. Mentre il sangue si muove attraverso il VAD, possono formarsi dei coaguli di sangue. I coaguli di sangue possono rallentare o bloccare il normale flusso di sangue attraverso il cuore, e portare a ictus o attacco cardiaco. Non solo, un coagulo di sangue può anche far smettere al VAd di funzionare.

Il medico può prescrivere un farmaco per fluidificare il sangue come l’aspirina o warfarin (Coumadin, Jantoven) per aiutare a prevenire la formazione di coaguli di sangue dopo che il VAD viene impiantato.

  • Sanguinamento. L’impianto di un VAD richiede una chirurgia a cuore aperto. L’assunzione di farmaci che fluidificano il sangue per ridurre il rischio di coagulazione aumenta anche il rischio di emorragia.
  • Infezioni. Poiché la fonte di alimentazione e controllo del VAD è al di fuori del corpo e collegato attraverso la pelle, e c’è un aumentato rischio di germi che possono portare ad una grave infezione.
  • Malfunzionamenti del dispositivo. E’ possibile che il VAD smetta di funzionare correttamente dopo che è impiantato. Questo tipo di problemi richiede cure mediche immediate.
  • Scompenso cardiaco destro. Se si dispone di un LVAD impiantato, Il cuore pomperà più sangue dal ventricolo sinistro. Il ventricolo destro potrebbe quindi essere troppo debole per pompare la maggiore quantità di sangue.

Se si sviluppa insufficienza cardiaca destra, i farmaci possono contribuire a migliorare la capacità di pompaggio del ventricolo destro. Un RVAD potrebbe anche essere impiantato per sostenere il ventricolo destro.

Come ci si prepara

Prima che il VAD venga impiantato, si verrà ricoverati. Mentre si è in ospedale, si possono ricevere altri trattamenti per l’insufficienza cardiaca. Potrebbe essere necessario sottoportsi ad ulteriori esami prima della chirurgia, tra cui:

  • Ecocardiogramma. Un ecocardiogramma, aiuta il medico a determinare la funzione di pompaggio del cuore, controllando le valvole cardiache e aiutando a determinare la causa della insufficienza cardiaca.
  • La radiografia del torace. Il medico utilizza una radiografia del torace per vedere le dimensioni e la forma del cuore e polmoni.
  • Gli esami del sangue. Il medico prescriverà esami del sangue per vedere se il fegato ed i reni funzionano correttamente prima della chirurgia. Il medico potrebbe anche verificare la presenza di altre sostanze chimiche nel sangue che mostrano come il cuore è in funzione. Gli esami del sangue sono comunemente utilizzati per controllare il diabete, problemi di tiroide o sintomi di infezione, che dovranno essere trattati prima di poter avere un intervento chirurgico.
  • Elettrocardiogramma (ECG). Un elettrocardiogramma può aiutare il medico a controllare il ritmo cardiaco prima dell’intervento chirurgico.
  • Cateterismo cardiaco. Questo esame controlla la pressione nel cuore e può essere usato per determinare se il paziente è adatto all’impianto di un VAD o di altri dispositivi.

Mentre si è in ospedale, verranno date istruzioni speciali per comprendere a fondo come controllare che l’apparecchio funzioni.

La procedura per impiantare un VAD è un intervento a cuore aperto, che di solito prende da quattro a sei ore. Ovviamente l’operazione è eseguita in anestesia generale

Un taglio sarà effettuato lungo il centro del petto. Lo sterno poi verrà  separato per aprire la gabbia toracica in modo che i medici possano operare sul cuore. Il cuore si ferma durante l’intervento chirurgico. La circolazione e la respirazione verranno affidate ad una macchina.

Una volta che il VAD viene impiantato e funziona correttamente, la circolazione verrà ripristinata.

Dopo la procedura

Dopo alcuni giorni in terapia intensiva, è probabile che il paziente venga spostato nel reparto di degenza. Come si recupera, gli infermieri aiuteranno a diventare sempre più attivi. Si può anche beneficiare di un fisioterapista. La quantità di tempo si passa in terapia intensiva e in ospedale può variare, a seconda della condizione.

È probabile che vengano prescritti antibiotici e farmaci che fluidificano il sangue per prevenire le infezioni e altre complicazioni mentre si è in ospedale. Il medico prescriverà esami del sangue periodicamente per controllare la funzionalità renale e per assicurarsi che i farmaci siano efficaci.

Risultati

Dopo che si viene dimessi dall’ospedale, si può essere in grado di tornare alla maggior parte delle attività quotidiane. A seconda della condizione, si può essere in grado di tornare al lavoro o guidare. Il medico dovrebbe dire quali attività sono appropriati a seconda dei casi.

Si dovrà probabilmente prenotare appuntamenti settimanali presso una clinica specializzata o in ospedale per controllare il funzionamento del VAD. Il medico può anche raccomandare un programma di riabilitazione cardiaca. La riabilitazione cardiaca è un programma personalizzato di esercizio fisico, progettato per aiutare a recuperare dopo un attacco di cuore, da altre forme di malattie cardiache o dopo un intervento chirurgico per il trattamento di malattie cardiache.

Vivere con un VAD può sembrare stressante. Si può temere che il VAD smetta di funzionare o che arrivi una infezione. Parlare con il medico descrivendo i propri dubbi è parte di una buona guarigione.

VAD e trapianti di cuore

Se si dispone di un VAD impiantato per aiutare il cuore durante l’attesa di un trapianto di cuore, si rimane in stretto contatto con il medico e con il centro trapianti. E’ probabile che non sarà permesso di viaggiare in mete che richiedano più di due ore di viaggio, per essere subito disponibili in caso di donatore.

Referenze »

Insufficienza cardiaca. National Heart, Lung, and Istituto di Sangue. http://www.nhlbi.nih.gov/health/health-topics/topics/hf/. Consultato il 2 feb 2012.
Jessup M, et al. 2009 si è focalizzata aggiornamento: ACCF / AHA linee guida per la diagnosi e la gestione dello scompenso cardiaco negli adulti. Circolazione. 2009; 119:1977.
Dispositivo di assistenza ventricolare. National Heart, Lung, and Istituto di Sangue. http://www.nhlbi.nih.gov/health/dci/Diseases/vad/vad_all.html. Consultato il 2 feb 2012.
Slaughter MS, et al. Insufficienza cardiaca avanzata trattati con flusso continuo del dispositivo di assistenza ventricolare sinistra. New England Journal of Medicine. 2009; 361:1.
Mancini D, et al. Meccanico a base di metodi di gestione e trattamento degli scompensi cardiaci. Circolazione. 2005; 112:438.
Anscheim DD, et al. Innovazione con esperienza nell’uso impiantabile dispositivi di assistenza ventricolare sinistra. Circulation: Heart Failure. 2009; 2:1.
Trapianto di cuore. National Heart, Lung, and Istituto di Sangue. http://www.nhlbi.nih.gov/health/health-topics/topics/ht/ consultato il 2 febbraio 2012.
Totale cuore artificiale. National Heart, Lung, and Istituto di Sangue. http://www.nhlbi.nih.gov/health/health-topics/topics/tah/. Consultato il 2 feb 2012.
Mitter N, et al. Aggiornamento sui dispositivi di assistenza ventricolare. Current Opinion in Anestesiologia. 2010; 23:57.

 

Link sponsorizzati