Estrazione dei denti del giudizio : denti impattati, infezioni e chirurgia


Una estrazione dei denti del giudizio è una procedura chirurgica per rimuovere uno o più denti adulti permanenti posti agli angoli posteriori della bocca in alto e in basso.

Link sponsorizzati

Se un dente del giudizio non ha spazio per crescere, crea dolore, infezioni o altri problemi dentali, ed è probabile che sia necessario estrarlo. L’estrazione dei denti del giudizio può essere fatta da un dentista o da un chirurgo orale. Alcuni dentisti e chirurghi orali consigliano l’estrazione dei denti giudizio anche se non causano problemi, come misura preventiva contro possibili problemi futuri.

Perché vengono estratti?

Problemi con i denti del giudizio impattati

I denti del giudizio o terzi molari, sono gli ultimi denti permanenti a comparire in bocca. Questi denti di solito compaiono tra i 17 ei 25 anni. Alcune persone non sviluppano mai i denti del giudizio. Per altri, i denti del giudizio erompono normalmente proprio come i molari e non causano problemi.

Molte persone, tuttavia, non hanno abbastanza spazio per far spuntare i denti del giudizio crescere normalmente. Quindi, possono uscire solo in parte o per niente.

Un dente del giudizio può:

  • Crescere ad angolo verso il dente successivo (secondo molare)
  • Crescere ad angolo verso la parte posteriore della bocca
  • Crescere ad angolo retto rispetto gli altri denti, come se il dente del giudizio fosse sdraiato all’interno della mandibola
  • Crescere verso l’alto o verso il basso, come gli altri denti, ma rimanere intrappolato all’interno della mandibola

Probabilmente si dovrà estrarre il dente del giudizio estratto se crea problemi quali:

  • Dolore
  • Infezione
  • Danneggiamento di un dente adiacente
  • Sviluppo di un sacco pieno di liquido (cisti) attorno al dente del giudizio
  • Danni all’osso circostante
  • Complicazioni con trattamenti ortodontici per raddrizzare i denti

Prevenzione di futuri problemi dentali

Gli specialisti odontoiatri non sono d’accordo circa  l’estrazione di denti del giudizio che non causano problemi (asintomatica).

Estrazione dei denti del giudizio.jpg

Ecco le considerazioni razionali per l’estrazione preventiva dei denti del giudizio:

  • E’ difficile prevedere futuri problemi con i denti del giudizio.
  • Denti del giudizio asintomatici potrebbero comunque essere infetti.
  • Avere i denti del giudizio rende vulnerabili alle malattie gengivali e carie dei denti.
  • Rimozione di denti inclusi riduce il rischio di potenziali problemi.
  • Complicanze gravi accadono raramente nei giovani adulti.
  • Gli anziani possono avere difficoltà con un intervento chirurgico e le complicanze dopo l’intervento chirurgico.

Altri specialisti sostengono che non ci sono prove sufficienti per suggerire che i denti del giudizio che non causano problemi nei giovani adulti non possano causarne in seguito. Pertanto, essi suggeriscono che le spese ed i rischi della procedura non giustificano il beneficio atteso.

Rischi

La maggior parte delle estrazioni dei denti del giudizio non comportano complicanze a lungo termine. Tuttavia, i problemi che si possono verificare sono:

  • Alveolo secco, o esposizione di osso  post-chirurgico coagulo, una complicazione che ritarda la guarigione e provoca dolore
  • Infezione da batteri o particelle di cibo intrappolate
  • Danni a denti vicini
  • Indebolimento dell’osso mascellare inferiore (mandibola)
  • Danni ai nervi, che si traduce in sensazione alterata nel labbro inferiore, della lingua o del mento

Come ci si prepara

Il  dentista può eseguire la procedura nel suo studio. Tuttavia, se il dente è profondamente infetto o se l’estrazione è difficile, il dentista può suggerire di vedere un chirurgo orale ( molti dentisti sono chirurghi orali). Si consiglia di chiedere al dentista le seguenti cose:

  • Quanti denti del giudizio devono essere rimossi?
  • Avrò bisogno di anestesia locale (che intorpidisce la bocca e la mascella) o sedazione ?
  • Quanto è complicata la procedura da seguire?
  • Quanto dura la procedura ?
  • C’è il rischio che io possa avere danni al sistema nervoso?
  • Di quali altri trattamenti dentali potrei avere bisogno in un secondo momento?
  • Quanto tempo ci vuole per guarire completamente?

Preparazione per la chirurgia

L’estrazione del dente del giudizio è quasi sempre eseguita in regime ambulatoriale. Ciò significa che si va a casa il giorno stesso.

il tuo medico o il chirurgo orale può utilizzare uno dei tre tipi di anestesia. L’anestesia appropriata dipende dalla complessità dell’estrazione e dal tipo di paziente. Le opzioni includono:

  • Anestesia locale. Il dentista somministra l’anestesia locale, con una o più iniezioni nei pressi del sito di ogni estrazione. Prima di ricevere l’iniezione, il dentista spesso applica una sostanza per intorpidisce la gengiva. Anche se si sente un po’ di pressione e movimento, non si dovrebbe avvertire alcun dolore.
  • Sedazione. La sedazione avviene  attraverso una linea endovenosa nel braccio. Questa procedura sopprime la coscienza durante la procedura e non si sente ovviamente alcun dolore. Questa pratica richiede un anestesista.
  • Anestesia generale. In situazioni particolari, l’anestesia generale tramite inalazione può essere utilizzata per eseguire questa procedura. Questo tipo di anestesia, fa perdere i sensi, e non si sente alcun dolore. Il team chirurgico segue da vicino il farmaco, la respirazione, la temperatura, fluidi e la pressione arteriosa durante l’anestesia generale.

Durante l’estrazione dei denti del giudizio, il dentista :

  • Fa un’incisione nella gengiva, creando lembi per esporre il dente e l’osso
  • Rimuove qualsiasi osso che blocca l’accesso al dente
  • Divide il dente in sezioni rendendolo più facile da rimuovere
  • Rimuove il dente
  • Pulisce il sito del dente da eventuali detriti rimossi dal dente o dall’osso
  • Chiudei la ferita con i punti per promuovere la guarigione, anche se questo non è sempre necessario
  • Applica una garza sul sito dell’ estrazione per controllare il sanguinamento e per contribuire a una formazione di un coagulo di sangue

Dopo la procedura

Se si riceve l’anestesia generale o sedazione profonda, si dovrà soggiornare in sala risveglio dopo la procedura. Se si dispone di anestesia locale, il tempo di recupero breve.

Per guarire al meglio dall’intervento, seguire le istruzioni del medico su:

  • Attività. Dopo l’intervento, è meglio riposare per il resto della giornata. Riprendere le normali attività il giorno successivo, ma per almeno una settimana, evitare attività fisiche pesanti che potrebbero provocare la riapertura della ferita.
  • Bevande. Bere molta acqua dopo l’intervento chirurgico. Non bere alcolici, caffeina, bevande gassate o calde nelle prime 24 ore. Non bere con una cannuccia per almeno una settimana perché l’azione di suzione può rimuovere il coagulo di sangue dalla ferita.
  • Alimenti. Mangiare solo cibi morbidi, come yogurt o succo di mela, per le prime 24 ore. Iniziare a mangiare cibi semisolidi quando si possono tollerare. Evitare cose dure, gommose, cibi caldi o piccanti che potrebbero rimanere bloccati nel foto o irritare la ferita.
  • Gestione del dolore. Si può essere in grado di gestire il dolore con farmaci antidolorifici dati dal medico o dal dentista, come il paracetamolo (Tylenol, altri). Anche un impacco freddo sulla mascella può  alleviare il dolore.
  • Sanguinamento. Alcune perdite di sangue possono verificarsi il primo giorno dopo la rimozione dei denti del giudizio. Cercare di evitare di sputare eccessivamente in modo da non rimuovere il coagulo di sangue sulla ferita. Sostituire la garza sul sito di estrazione come indicato dal  dentista.
  • Gonfiore e lividi. Gonfiore e lividi delle tue guance di solito migliorano in due o tre giorni. Utilizzare un impacco di ghiaccio come indicato dal dentista.
  • Pulizia della bocca. Non lavarsi i denti, sciacquare la bocca, sputare o utilizzare un collutorio durante le prime 24 ore dopo l’intervento. Dopo questo tempo, delicatamente sciacquare la bocca con acqua salata calda ogni due ore e dopo i pasti per una settimana. Mescolare 1/2 cucchiaino (2,5 ml) di sale in 237 ml di acqua. Dopo le prime 24 ore, riprendere a lavarsi i denti, facendo molta attenzione nei pressi della ferita chirurgica per evitare di rompere eventuali punti di sutura.
  • Tabacco. Se si fuma, non farlo per almeno 24 ore dopo l’intervento e attendere più a lungo che, se possibile. L’utilizzo di prodotti del tabacco dopo l’intervento chirurgico per via orale può ritardare la guarigione e aumentare il rischio di complicanze.
  • Punti di sutura. Potrebbe essere che i punti che si dissolvono nel giro di poche settimane. Se i punti devono essere rimossi, fissare un appuntamento con il dentista.

Quando chiamare il dentista

Chiamate il dentista, se si verificano i seguenti sintomi,che potrebbero indicare un danno ai nervi, infezioni o altre gravi complicanze:

  • Gonfiore che peggiora dopo due o tre giorni
  • Febbre
  • Forte dolore non calmato da farmaci antidolorifici
  • Un cattivo sapore in bocca che persiste
  • Pus dalla ferita
  • Sangue dalla secrezione nasale
  • Intorpidimento e persistente perdita di sensibilità

Risultati

Probabilmente non si avrà bisogno di rivedere il dentista dopo l’estrazione di un dente del giudizio se:

  • Non si devono rimuovere i punti di sutura
  • Non ci sono state complicazioni durante la procedura
  • Non si verificano problemi persistenti, come il dolore, gonfiore, intorpidimento, sanguinamento o complicanze che possono indicare infezioni, danni ai nervi o altri problemi

In caso di insorgenza di complicanze, il dentista può discutere le opzioni di trattamento appropriate a seconda del caso.

Referenze »

Denti del giudizio. Associazione americana di Chirurgia orale e maxillofacciale. http://www.aaoms.org/wisdom_teeth.php. Consultato il 29 FEBBRAIO 2012.
Marciani RD. Terzo molare rimozione: Una panoramica delle indicazioni, l’imaging, la valutazione, e la valutazione del rischio. Orale e Cliniche Chirurgia Maxillo-Facciale del Nord America. 2007; 19:01.
Bagheri SC, et al. Estrazione rispetto alla gestione non estrattiva dei terzi molari. Orale e Cliniche Chirurgia Maxillo-Facciale del Nord America. 2007; 19:15.
Haug RH, et al. Evidenziato processo decisionale basato: Il terzo molare. Cliniche dentali del Nord America. 2009; 53:77.
Tintinalli JE, et al. Emergenza Tintinalli di Medicina: Una guida di studio completa. 7a ed. New York, NY: The McGraw-Hill Companies, Inc., 2011. http://www.accessmedicine.com/content.aspx?aID=6388295. Consultato il 29 FEBBRAIO 2012.
Kandasamy S, et al. La saggezza dietro estrazioni terzo molare. Australiana Dental Journal. 2009; 54:284.
Postestrattivi problemi. I Manuali Merck: Il Manuale Merck per gli Operatori Sanitari. Consultato il 29 FEBBRAIO 2012.
Farish SE, et al. Tecnica generale del terzo molare rimozione. Orale e Cliniche Chirurgia Maxillo-Facciale del Nord America. 2007; 19:23.
Mettes DTG, et al. Interventi per il trattamento di denti del giudizio asintomatici negli adolescenti e negli adulti. Cochrane Database of Systematic Reviews. http://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1002/14651858.CD003879.pub2/abstract. Accesso del 22 Marzo 2012.

 

Link sponsorizzati