Salmonella : cure, cause e sintomi


L’infezione da Salmonella è una comune malattia batterica che colpisce il tratto intestinale. I batteri della salmonella di solito vivono in animali e intestini umani e cadono attraverso le feci. Gli esseri umani si infettano più frequentemente attraverso l’acqua contaminata o fonti di cibo contaminato.

Link sponsorizzati

In genere, le persone con infezione da salmonella presentano diarrea, febbre e crampi addominali entro otto o 72 ore. La maggior parte delle persone sane recupera nel giro di pochi giorni senza alcuna terapia specifica.

In alcuni casi, la diarrea associatia con l’infezione da salmonella può essere così disidratante da richiedere un intervento immediato. Complicanze potenzialmente letali possono svilupparsi se l’infezione si diffonde al di là l’intestino. Il rischio di infezione da salmonella è maggiore se si viaggia in paesi con scarsa igiene.

Sintomi

Il periodo di incubazione varia da parecchie ore a due giorni. La maggior parte delle infezioni da salmonella può essere classificato come gastroenterite. Possibili segni e sintomi includono:

  • Nausea
  • Vomito
  • Dolore addominale
  • Diarrea
  • Febbre
  • Brividi
  • Mal di testa
  • Dolori muscolari
  • Sangue nelle feci

Segni e sintomi di infezione da salmonella in genere durano da quattro a sette giorni, anche se possono essere necessari diversi mesi per far tornare l’intestino alla normalità

Alcune varietà di batteri della salmonella provocano la febbre tifoide, una malattia a volte letale che è più comune nei paesi in via di sviluppo.

Salmonella

Cause

I batteri della salmonella vivono nell’intestino di persone, animali e uccelli. La maggior parte delle persone sono infette da salmonella mangiando gli alimenti che sono stati contaminati dalle feci. Alimenti comunemente infettati sono:

  • Carne cruda, pollame e frutti di mare. Le feci possono miscelarsi alla carne cruda e pollame durante il processo di macellazione. Frutti di mare possono essere contaminati se raccolti in acqua contaminata.
  • Uova crude. Anche se il guscio di un uovo può sembrare una perfetta barriera, alcuni polli infetti producono uova che contengono la salmonella. Le uova crude sono utilizzate ad esempio nella maionese
  • Frutta e verdura. Alcuni prodotti freschi, in particolare le varietà importate, possono essere innaffiati con acqua contaminata da salmonella. La contaminazione può verificarsi anche in cucina, quando i residui della carne cruda e pollame vengono a contatto con gli alimenti crudi ( insalate etc).
  • Molti alimenti vengono contaminati se preparati da persone che non si lavano le mani dopo aver usato il bagno. L’infezione può anche verificarsi se si tocca qualcosa di contaminato, e poi ci si mette le dita in bocca.

Alcuni soggetti che ricevono l’infezione da salmonella diventano portatori cronici, nel senso che continuano a espellere i batteri nelle loro feci o raramente dall’urina per un anno o più dopo la scomparsa dei sintomi. Alcuni vettori possono passare l’infezione da Salmonella senza segni o sintomi della malattia.

Fattori di rischio

I fattori che possono aumentare il rischio di infezione da salmonella includono le attività che potrebbero portare a più stretto contatto con i batteri della salmonella, o problemi di salute che possono indebolire la resistenza alle infezioni in generale.

Maggiore esposizione

  • Viaggi internazionali. L’infezione da Salmonella, è più comune nei paesi in via di sviluppo con scarse condizioni igieniche.
  • Possedere un uccello domestico o rettile. Alcuni animali, in particolare uccelli e rettili, possono essere infettati con i batteri della salmonella.
  • Vivere in coabitazione. Le persone che vivono in dormitori universitari o case di cura possono essere a più alto rischio di infezione semplicemente perché sono esposti a più persone. Inoltre, cibi preparati presso le istituzioni spesso usano grandi quantità di carne macinata e uova sgusciate che sono state acquistate da molte fonti diverse. Questo è ovviamente un aumento del rischio di contagio.

Disturbi dello stomaco o dell’intestino

Il corpo ha molte difese naturali contro le infezioni da salmonella. Per esempio, l’acido dello stomaco può eliminare molti tipi di batteri della salmonella. Ma alcuni problemi di salute o farmaci sono in grado di cortocircuire queste difese naturali. Gli esempi includono:

  • Antiacidi. L’abbassamento dell’acidità dello stomaco consente ai batteri della salmonella di sopravvivere.
  • Malattie infiammatorie intestinali. Queste malattie danneggiano il rivestimento dell’intestino, permettendo ai batteri della salmonella di colonizzare l’organismo senza troppe difficoltà
  • Consumo recente di antibiotici. Ciò può ridurre il numero dei batteri “buoni” nell’intestino, e compromettere la capacità di combattere una infezione da salmonella. Ecco perchè gli antibiotici vanno utilizzati solo su prescrizione del medico e mai come autocura.

Problemi del sistema immunitario

I seguenti problemi medici o farmaci sembrano aumentare il rischio di contrarre la salmonella alterando il sistema immunitario.

  • Anemia falciforme
  • Farmaci anti-rigetto
  • Corticosteroidi

Complicazioni

L’infezione da Salmonella in sé di solito non è pericolosa per la vita. Tuttavia, in alcune persone, e in particolare neonati, bambini piccoli, anziani, persone che hanno subito un trapianto, donne incinte e le persone con sistema immunitario indebolito, lo sviluppo di complicanze può essere pericoloso.

La disidratazione

Se non si possono bere liquidi per sostituire i fluidi persi con la diarrea persistente, si può diventare disidratati. I segnali di pericolo sono:

  • Diminuzione della produzione di urina
  • Secchezza della bocca e della lingua
  • Occhi infossati
  • Ridotta produzione di lacrime ( importante particolare da notare nei neonati )

Batteriemia

Se l’infezione da salmonella passa nel sangue (batteriemia), può infettare i tessuti di tutto il corpo, tra cui:

  • I tessuti che circondano il cervello e il midollo spinale, portando quindi a quella condizione chiamata meningite
  • Il rivestimento del  cuore o le sue valvole (endocardite)

Artrite reattiva

Le persone che hanno avuto la salmonella sono a più alto rischio di sviluppare artrite reattiva. Conosciuta anche come sindrome di Reiter, l’artrite reattiva provoca in genere:

  • Irritazione degli occhi
  • Minzione dolorosa
  • Articolazioni dolorose

Diagnosi

L’infezione da Salmonella può essere rilevata da una analisi di un campione di feci. Tuttavia questo test non è molto utile, perché la maggior parte delle persone sono praticamente guarite nel tempo che aspettano i risultati dell’esame.

Se il medico sospetta una infezione da salmonella nel flusso sanguigno,può prescrivere un’analisi del sangue.

Trattamenti e cure

Poiché l’infezione da salmonella può portare disidratazione, la sostituzione di liquidi ed elettroliti è il trattamento primario. I casi gravi possono richiedere l’ospedalizzazione e l’immissione di fluidi per via endovenosa. Inoltre, il medico può raccomandare:

  • Anti-diarroici. Farmaci come il loperamide (Imodium) possono contribuire ad alleviare i crampi, ma possono anche prolungare la diarrea associata con l’infezione da salmonella.
  • Gli antibiotici. Se il medico sospetta che i batteri della salmonella siano entrati nella circolazione sanguigna, o se si dispone di un caso grave, può prescrivere antibiotici per eliminare i batteri. Gli antibiotici non sono utili nei casi semplici. In realtà, gli antibiotici possono prolungare il periodo in cui è possibile contagiare gli altri, e aumentare il rischio di recidiva.

Anche se spesso non si ha bisogno di cure mediche per l’infezione da salmonella, è necessario fare attenzione a non disidratarsi. Gli adulti dovrebbero bere acqua o succhiare cubetti di ghiaccio. Per i bambini, è possibile utilizzare una soluzione di reidratazione orale.

Prevenzione

La salmonellosi è molto contagiosa, è bene quindi prendere le precauzioni necessarie per evitare la diffusione dei batteri ad altri. Metodi di prevenzione sono particolarmente importanti quando la preparazione degli alimenti prevede, assistenza a bambini, anziani e persone con sistema immunitario compromesso. Assicurasi di cuocere il cibo a fondo e mettere in frigo o congelare  prontamente.

Lavarsi le mani con cura può aiutare a prevenire il trasferimento di batteri della salmonella alla bocca o al cibo che si sta preparando. Lavarsi sempre le mani dopo aver:

  • Usato la toilette
  • Cambiato un pannolino
  • Maneggiato carne cruda o pollame
  • Pulito feci di animali domestici
  • Toccato rettili o uccelli

Per evitare la contaminazione incrociata:

  • Conservare carne cruda, pollame e frutti di mare lontano da altri alimenti nel frigorifero
  • Se possibile, hanno usare taglieri in cucina, uno per la carne cruda e l’altro per frutta e verdura
  • Non mettere mai il cibo cotto su un piatto sporco che ha precedentemente ospitato della carne cruda
  • Evitare di mangiare  uova crude

Se si devono consumare uova crude o alimenti fatti con uova crude ( zabaione, maionese etc), assicurarsi che siano pastorizzate.

Referenze »

Hohmann EL. Approccio al paziente con Salmonella. http://www.uptodate.com/home/index.html. Consultato il 25 Gennaio 2011.
Schede: domande e risposte Salmonella. Sicurezza alimentare e Inspection Service, US Department of Agriculture. http://www.fsis.usda.gov/factsheets/salmonella_questions_&_answers/index.asp. Consultato il 2 febbraio 2011.
Salmonellosi. Centri per il Controllo e la Prevenzione. http://www.cdc.gov/nczved/divisions/dfbmd/diseases/salmonellosis/. Consultato il 2 febbraio 2011.
Pegues DA, et al. Salmonellosi. In: Fauci AS, et al. In linea di Harrison. 17a ed. New York, NY: The McGraw-Hill Companies, 2008. http://www.accessmedicine.com/content.aspx?aID=2894780. Consultato il 3 Feb 2011.
Meltzer E, et al. Enterica febbre: Una vista medicina di viaggio orientata. Current Opinion in Malattie Infettive. 2010; 23:432.
Diarrea e vomito indotti da gastroenterite: diagnosi, valutazione e gestione nei bambini di età inferiore ai 5 anni. Istituto Nazionale per la Salute e l’Eccellenza Clinica. http://www.guideline.gov/content.aspx?id=14445&search=dehydration. Consultato il 2 febbraio 2011.
Salmonella infezioni. I Manuali Merck: Manuale Merck per gli Operatori Sanitari. http://www.merckmanuals.com/professional/print/sec14/ch173/ch173p.html. Consultato 8 febbraio 2011.

 

Link sponsorizzati