Dermatite atopica (eczema) : cure, cause e sintomi


La dermatite atopica (eczema) è una infiammazione che causa prurito della pelle. E’ una condizione di lunga durata (cronica), che può essere accompagnata da asma o febbre da fieno. L’eczema può colpire qualsiasi area della  pelle, ma sembra che di solito avvenga più spesso sulle braccia e dietro le ginocchia.

Link sponsorizzati

Esso tende ad avere episodi acuti per poi placarsi. La causa della dermatite atopica è sconosciuta, ma può derivare da una combinazione di tendenze ereditate per pelli sensibili e malfunzionamenti nel sistema immunitario.

Misure di automedicazione, come ad esempio evitare saponi o altre sostanze irritanti e l’applicazione di creme o unguenti, può contribuire ad alleviare il prurito. Consultare il medico se i sintomi distraggono dalla routine quotidiana o impediscono di dormire.

Sintomi

Segni e sintomi di dermatite atopica (eczema) includono:

  • Macchie di colore marrone-grigio o rosse
  • Prurito, che può essere grave, soprattutto di notte
  • Piccole protuberanze in rilievo, da cui possono fuoriuscire fluidi  quando ci si gratta
  • Pelle ispessita, screpolata o squamosa
  • Pelle ipersensibile dal continuo grattarsi
  • Anche se le zone colpite possono verificarsi ovunque, il più delle volte compaiono sulle mani e sui piedi, nella parte anteriore della piega del gomito, dietro le ginocchia e alle caviglie, polsi, viso, collo e la parte superiore del torace.

La dermatite atopica può colpire anche la pelle intorno agli occhi. Grattarsi può provocare arrossamento e gonfiore intorno agli occhi.

 

Dermatite atopica.jpg

La dermatite atopica più spesso inizia nell’infanzia prima dei 5 anni e può persistere in età adulta. Il prurito può essere grave, e grattare l’eruzione può creare ancora più prurito, entrando quindi in un ciclo continuo dove ci si gratta sempre di più creando infiammazione. Una volta che la barriera della pelle è rotta, la pelle può essere infettata da batteri, in particolare Staphylococcus aureus, che comunemente vive sulla pelle.

I fattori che peggiorano la dermatite atopica

La maggior parte delle persone con dermatite atopica hanno lo Staphylococcus aureus sulla pelle. I batteri dello stafilococco si moltiplicano rapidamente quando la barriera cutanea è rotta, questo a sua volta può peggiorare i sintomi, soprattutto nei bambini piccoli.
Altri fattori che possono peggiorare i segni e sintomi di dermatite atopica sono:

  • La pelle secca
  • Lunghe, bagni caldi o docce
  • Stress
  • Sudorazione
  • I rapidi cambiamenti di temperatura
  • Bassa umidità
  • Solventi, detergenti, saponi o detergenti
  • Tessuti di lana
  • Polvere o sabbia
  • Fumo di sigaretta
  • Vivere in città in cui l’inquinamento è alto
  • Alcuni alimenti, come le uova, latte, pesce, soia o grano

Eczema infantile

Quando si verifica la dermatite atopica nei neonati, si chiama eczema infantile. Questa condizione può continuare nell’infanzia e adolescenza.

L’eczema infantile comporta spesso pelle oleosa con croste ed eruzione cutanea, soprattutto sulla pelle del viso e del cuoio capelluto, ma può verificarsi ovunque. Dopo l’infanzia, l’eruzione diventa asciutta e tende ad essere rossa o tendente al marrone-grigio. Nell’adolescenza, la pelle può essere squamosa e ispessita e facilmente irritabile. Il prurito intenso può continuare.

Consultare il medico se:

  • Il disagio impedisce di dormire o svolgere le normali attività quotidiane
  • La  pelle è dolorosa
  • Si sospetta che la pelle sia infetta
  • I rimedi casalinghi non hanno avuto successo

Se si sospetta che il bambino abbia la dermatite atopica consultare il pediatra.

Un precoce trattamento aiuta a mantenere il controllo sulla dermatite atopica

Cause

La causa esatta della dermatite atopica  è sconosciuta, ma è probabilmente dovuta ad una combinazione di pelle secca e irritabile con malfunzionamento nel sistema immunitario. Lo stress e altri disturbi emotivi possono peggiorare la dermatite atopica, ma non ne sono la causa.

La maggior parte degli esperti ritengono che la dermatite atopica abbia una base genetica. Si è pensato che fosse collegata ad asma e febbre da fieno, ma questa teoria è stata messa in discussione. Non tutte le persone con dermatite atopica hanno asma o febbre da fieno, e non tutte le persone con asma o febbre da fieno sviluppano la dermatite atopica, ma queste malattie sembrano essere presenti nelle famiglie delle persone colpite da dermatite atopica.

Complicazioni

Le complicanze della dermatite atopica (eczema) includono:

  • Neurodermite. Grattarsi, può aumentare l’intensità del prurito, che può portare a neurodermite (lichen simplex chronicus). La neurodermite è una condizione in cui una zona di pelle che è spesso grattata diventa spessa e coriacea.
  • Infezioni della pelle. A volte, il continuo grattare può rompere la pelle e causare ferite aperte che possono essere infettate, in un processo chiamato impetiginazione. Una forma più lieve di infezione è l’impetigine, che di solito avviene a causa di una infezione da stafilococco. Avere la dermatite atopica  predispone a questa infezione.
  • Complicanze oculari. Una grave dermatite atopica può anche causare complicanze oculari, che può portare a danni permanenti agli occhi. Segni e sintomi di complicanze oculari includono infiammazione delle palpebre (blefarite) e congiuntivite. Se si sospettano complicazioni con gli occhi, consultare il medico immediatamente.

Diagnosi

Non esiste un test specifico per diagnosticare definitivamente la dermatite atopica, è di solito diagnosticata sulla base di un esame della pelle e una revisione della storia clinica.

Trattamenti e cure

I trattamenti per la dermatite atopica (eczema), mirano a ridurre l’infiammazione, alleviare il prurito e prevenire futuri attacchi acuti. Farmaci anti-prurito, creme e altre misure di automedicazione possono aiutare a controllare la dermatite atopica lieve.

Anche se la dermatite atopica è legata alle allergie, eliminando gli allergeni raramente si ottiene una remissione della condizione. Di tanto in tanto però, la polvere può peggiorare la condizione.

Farmaci

  • Creme o pomate di corticosteroidi. Il medico può raccomandare la prescrizione di corticosteroidi creme o pomate per alleviare il prurito. Alcune creme di corticosteroidi sono disponibili senza prescrizione medica, ma si dovrebbe sempre parlare con il medico prima di utilizzare qualsiasi corticosteroide topico. Gli effetti collaterali di un uso a lungo termine possono includere irritazione della pelle o decolorazione, assottigliamento della pelle, infezioni, e smagliature sulla pelle.
  • Antibiotici. Potrebbe essere necessario assumere antibiotici se si dispone di una infezione batterica della pelle o una ferita aperta causata dal continuo grattare. Il medico può raccomandare l’assunzione di antibiotici per un breve periodo di tempo per il trattamento di una infezione o per periodi più lunghi di tempo per ridurre i batteri sulla pelle e per prevenire le infezioni ricorrenti.
  • Antistaminici orali. Se il prurito è grave, gli antistaminici per via orale possono aiutare.
  • Corticosteroidi per via orale o per iniezione. Per i casi più gravi, il medico può prescrivere corticosteroidi per via orale, come il prednisone, o una iniezione intramuscolare di corticosteroidi per ridurre l’infiammazione e per controllare i sintomi. Questi farmaci sono efficaci, ma non possono essere usati a lungo termine a causa di potenziali effetti collaterali gravi.
  • Immunomodulatori. Una classe di farmaci chiamati immunomodulatori, come il tacrolimus (Protopic) e pimecrolimus (Elidel), agiscono sul sistema immunitario e possono aiutare a mantenere la normale struttura della pelle e ridurre le riacutizzazioni della dermatite atopica. A causa di possibili preoccupazioni circa l’effetto di questi farmaci sul sistema immunitario se usati per periodi prolungati, si utilizzano solo quando altri trattamenti hanno fallito o se qualcuno non può tollerare altri trattamenti.

Terapia della luce (fototerapia)

Come suggerisce il nome, questo trattamento utilizza la luce naturale o artificiale. La forma più semplice e più facile di fototerapia consiste nell’esporre la pelle a quantità controllate di luce naturale del sole. Altre forme di terapia della luce comprendono l’uso di raggi ultravioletti artificiali A (UVA) o ultravioletti B (UVB).

Anche se efficace, a lungo termine la terapia della luce ha molti effetti nocivi, compreso l’invecchiamento precoce della pelle e un aumento del rischio di cancro della pelle.

Eczema infantile

Il trattamento per l’eczema infantile comprende l’evitare le irritazioni della pelle, evitando temperature estreme, e lubrificando la pelle del bambino con oli da bagno, lozioni, creme o unguenti.

Tuttavia, il bambino potrebbe aver bisogno di una prescrizione di farmaci per controllare i sintomi o per trattare l’infezione. Il medico può raccomandare un antistaminico orale per contribuire a diminuire il prurito e causare sonnolenza, che può essere utile per il prurito notturno.

Consigli

Per aiutare a ridurre il prurito e lenire la pelle infiammata, qusti brevi consigli possono aiutare:

  • Cercate di identificare ed evitare i fattori scatenanti che peggiorano l’infiammazione. Rapidi cambiamenti di temperatura, sudorazione e  stress possono peggiorare la condizione. Evitare il contatto diretto con i prodotti di lana, come tappeti, coperte e vestiti, così come saponi e detergenti aggressivi.
  • Applicare creme o lozioni alla calamina nell’area interessata. Una crema di idrocortisone senza prescrizione medica, contenente almeno l’1 per cento di idrocortisone, può temporaneamente alleviare il prurito. Un antistaminico senza ricetta medica per via orale, come la difenidramina (Benadryl, altri), può essere utile se il prurito è grave.
  • Evitare di grattare quando possibile.
  • Applicare impacchi freddi, umidi.
  • Fare un bagno caldo. Cospargere l’acqua del bagno con bicarbonato di sodio, farina d’avena cruda o farina d’avena colloidale. .
  • Scegliere saponi delicati, senza coloranti o profumi.
  • Idratare la pelle. Utilizzare un olio o crema per mentre la pelle umida dopo la doccia. Prestare particolare attenzione alle gambe, braccia, schiena e ai lati del corpo.
  • Utilizzare un umidificatore. L’aria secca può  peggiorare il prurito e la desquamazione.
  • Indossare indumenti di cotone. Evitare abbigliamento, stretto, sintetico o di lana. Questo aiuterà ad evitare irritazioni.

Medicina alternativa

Molte terapie alternative tra cui camomilla, olio di enotera, estratto di amamelide e olio di semi di borragine, sono stati presentati come possibili modi per trattare la dermatite atopica (eczema). Tuttavia, non esiste alcuna prova scientifica conclusiva che una di queste terapie sia  efficace. Se proprio si è interessati a provare i rimedi alternativi, consultare sempre prima il dermatologo.

Referenze »

Weston WL, et al. Epidemiologia, manifestazioni cliniche, e la diagnosi di dermatite atopica (eczema). http://www.uptodate.com/home/index.html. Consultato il 21 aprile 2011.
Weston WL, et al. Trattamento della dermatite atopica (eczema). http://www.uptodate.com/home/index.html. Consultato il 21 aprile 2011.
Eczema / dermatite atopica. American Academy of Dermatology. http://www.aad.org/public/Publications/pamphlets/EczemaAtopicDermatitis.htm. Consultato il 3 maggio 2011.
Che cosa è la dermatite atopica? Istituto Nazionale di artrite e malattie del sistema muscoloscheletrico e della pelle. http://www.niams.nih.gov/hi/topics/dermatitis/ffdermatitis.htm. Consultato il 3 maggio 2011.
Habif TP. La dermatite atopica. In: Habif TP. Clinica Dermatologia: una guida di colore di Diagnosi e Terapia. 5th ed. Edimburgo, Regno Unito, New York, NY: Mosby Elsevier, 2010. http://www.mdconsult.com/books/about.do? su = true & eid = 4-u1.0-B978-0-7234-3541-9. X0001-6 – TOP & isbn = & 978-0-7234-3541-9 uniqid = 230100505-57. Consultato il 24 aprile, 2011.
Zeppa L, et al. La dermatite atopica negli adulti. Dermatite. 2011; 22:40.
Dermatite atopica: possibili complicanze. American Academy of Dermatology. http://www.skincarephysicians.com/eczemanet/complications.html. Consultato il 2 mag 2011.
Spergel JM. Gestione di grave dermatite atopica refrattaria (eczema). http://www.uptodate.com/home/index.html. Consultato il 21 aprile 2011.

Link sponsorizzati