Sindromi paraneoplastiche del sistema nervoso : cause, sintomi, diagnosi e trattamenti


Le sindromi paraneoplastiche del sistema nervoso sono un gruppo di malattie rare che si sviluppano in alcune persone con il cancro.

Link sponsorizzati

Le sindromi paraneoplastiche del sistema nervoso si verificano quando il sistema immunitario preso a combattere il cancro, attacca nervi o cellule muscolari. Tumori comunemente associati con questi disturbi sono quello del polmone, cancro al seno e alle ovaie.

A seconda della posizione del danno cellulare, queste sindromi possono causare problemi con il movimento dei muscoli o la coordinazione, percezione sensoriale, memoria o capacità di pensiero e il sonno.

Nei casi in cui il danno cellulare esteso si sia verificato, le sindromi paraneoplastiche del sistema nervoso non possono essere annullate. Tuttavia, il trattamento del cancro sottostante e altri interventi possono prevenire ulteriori danni, migliorare i sintomi e risultare in una migliore qualità di vita.

Sintomi

Segni e sintomi di sindromi paraneoplastiche del sistema nervoso si sviluppano di solito in tempi relativamente brevi, nel corso di settimane o mesi. I problemi variano, a seconda del sito dove si verificano i danni ai nervi, e possono comprendere:

  • Difficoltà a camminare
  • Difficoltà a mantenere l’equilibrio
  • Perdita di coordinazione muscolare
  • La perdita di tono muscolare o debolezza
  • La perdita di capacità motorie, come ad esempio raccogliere oggetti
  • Difficoltà a deglutire
  • Difficoltà di parola
  • Perdita di memoria
  • Problemi della vista
  • Vertigini
  • Disturbi del sonno
  • Demenza
  • Convulsioni
  • Intorpidimento, formicolio o perdita di sensibilità a braccia e gambe

Tipi di sindromi paraneoplastiche

Diversi disturbi neurologici possono verificarsi come sindromi paraneoplastiche. Ogni disturbo è caratterizzato da un danno ai nervi in siti particolari e da certi segni e sintomi.

Inoltre, ciascuno di questi disturbi neurologici possono derivare da un meccanismo di malattie correlate al cancro. Disturbi neurologici sono identificati come sindromi paraneoplastiche solo quando vi è un rapporto concreto o probabile con il cancro.

Comuni sindromi paraneoplastiche del sistema nervoso comprendono le seguenti patologie:

  • Degenerazione cerebellare è la perdita di cellule nervose nella zona del cervello che controlla le funzioni muscolari e il cervelletto. Segni e sintomi possono includere  mancanza di coordinamento muscolare degli arti, incapacità di mantenere una postura eretta del tronco, vertigini, nausea, movimento involontario degli occhi, visione doppia, difficoltà di parola, o di difficoltà di deglutizione.
  • Encefalite limbica. E’ l’infiammazione che colpisce una regione del cervello nota come  sistema limbico, che controlla le emozioni, i comportamenti ed alcune funzioni della memoria. Le persone con questo disturbo possono sperimentare cambiamenti di personalità o disturbi dell’umore, perdita di memoria, convulsioni, allucinazioni, o disturbi del sonno.
  • Encefalomielite. E’ l’infiammazione del cervello e del midollo spinale. Problemi iniziali possono includere perdita di sensibilità o insensibilità. La disfunzione si verifica anche nel sistema nervoso autonomo, che regola i sistemi del corpo involontari. Ad esempio, i problemi possono includere battito cardiaco irregolare, pressione sanguigna bassa o insufficienza respiratoria.
  • Opsoclonus-mioclono, che interrompe la funzione del cervelletto, può causare rapidi movimenti oculari (opsoclono irregolari) e involontari, spasmi muscolari caotici (mioclono) in entrambi gli arti e del tronco.
  • Sindrome di Stiff, o sindrome della persona rigida, è caratterizzata da una progressiva, grave rigidità muscolare che colpisce principalmente la colonna vertebrale e le gambe. Può anche causare spasmi muscolari dolorosi.
  • Sindrome Lambert-Eaton miastenica. Essa  è causata dalla comunicazione interrotta tra nervi e muscoli . Segni e sintomi includono debolezza muscolare, stanchezza, difficoltà di deglutizione, difficoltà di parola, movimento irregolare degli occhi e visione doppia. Problemi  possono includere secchezza della bocca, impotenza e l’incapacità di sudare.
  • Miastenia gravis.  E’ caratterizzata da debolezza e affaticamento rapido di uno dei muscoli che sono sotto il controllo volontario, anche i muscoli del viso, occhi, braccia e gambe. I muscoli coinvolti nella masticazione, deglutizione, fonazione  e respiro possono esserne influenzati.
  • Neuromiotonia – nota anche come sindrome di Isacco – è caratterizzata da impulsi anormali nelle cellule nervose al di fuori del cervello e del midollo spinale (nervi periferici). Questi impulsi possono provocare spasmi, increspatura muscolare che si presenta come rigidità progressiva, crampi muscolari, rallentato movimento e disturbi muscolari.
  • Neuropatia periferica. Essa causa danni ai nervi che trasmettono messaggi dal cervello o colonna spinale al resto del corpo. Sindromi paraneoplastiche possono includere danni ai nervi che regolano funzioni non volontarie del corpo, come il battito cardiaco, la pressione sanguigna, sudorazione, e le funzioni intestinali e della vescica (neuropatia autonomica). Inoltre. danni ai nervi sensoriali del sistema nervoso periferico, tra cui nervi del viso, muscoli oculari, gola, braccia, gambe e torso (neuropatia sensoriale).

I segni e sintomi di sindromi paraneoplastiche del sistema nervoso non sono specifici per questi disturbi. Essi possono essere una indicazione di un numero di condizioni. In presenza di questi sintomi, consultare il medico il più presto possibile.

 

sistema limbico-schema.gif

Cause

Le sindromi paraneoplastiche si verificano in una piccola percentuale di persone che hanno il cancro, ma queste sindromi non sono causate direttamente dalle cellule tumorali che perturbano la funzione del nervo.

Invece, sono ritenute essere causate da anticorpi anti-cancro o da alcuni globuli bianchi, conosciuti come cellule T, che il corpo attiva per combattere il cancro. Invece di attaccare solo le cellule tumorali, questi agenti del sistema immunitario attaccano anche le cellule normali del sistema nervoso.

Altri problemi neurologici legati al cancro

Altri problemi neurologici possono essere correlati al cancro. Ad esempio,  i tumori cancerosi possono svilupparsi nel midollo spinale o in altri tessuti che possono turbare la funzione locale dei nervi. I tumori in altre parti del corpo possono migrare formando quella che viene chiamata metastasi. Cellule maligne dei polmoni, possono metastatizzare al cervello. Inoltre, i trattamenti per il cancro possono influenzare la funzione neurologica. Queste complicazioni del cancro non sono considerate però sindromi paraneoplastiche, anche se possono produrre segni e sintomi simili.

Fattori di rischio

Qualsiasi tumore può essere associato ad una sindrome paraneoplastica del sistema nervoso. Tuttavia, i disturbi si verificano più frequentemente in persone con tumori delpolmone, dell’ovaio, del seno, del testicolo o linfatico.

Diagnosi

In un check up diagnostico per valutare i problemi neurologici che potrebbero indicare una sindrome paraneoplastica, il medico cercherà di rispondere alle seguenti domande generali:

  • Quali problemi neurologici sono presenti?
  • C’è evidenza di tumore alla base di questi problemi?
  • Quale altra condizione potrebbe essere la causa dei problemi?

Esame clinico

Il medico o un neurologo condurrà un fisico generale, così come un esame neurologico. Può fare domande e condurre test relativamente semplici per verificare:

  • Riflessi
  • Forza muscolare
  • Tono muscolare
  • Il senso del tatto
  • Vista e udito
  • Coordinazione
  • Lo stato mentale
  • Stato d’animo

Test di laboratorio

Test di laboratorio probabilmente includeranno:

  • Gli esami del sangue. Questi test possono identificare anticorpi comunemente associati a sindromi paraneoplastiche. Tuttavia, una persona può avere anticorpi sospetti senza avere una sindrome paraneoplastica, e una persona con la malattia può non mostrare nel sangue gli anticorpi sospetti. Le prove di laboratorio possono inoltre individuare un’infezione, una malattia o un disturbo ormonale nella trasformazione dei nutrienti (disturbo metabolico) che potrebbe essere la causa dei sintomi.
  • Puntura lombare. Nel corso di una puntura lombare, un neurologo inserisce un ago nella spina dorsale inferiore per estrarre una piccola quantità di liquido cerebrospinale( il liquido che protegge il  cervello e il midollo spinale) per le analisi di laboratorio. A volte, gli anticorpi  possono essere presenti nel fluido quando non sono rilevabili nel sangue.

Esami radiografici

Questi test sono utilizzati per individuare un tumore che può essere il problema di fondo o per identificare altri fattori che causano i sintomi neurologici. Uno o più dei seguenti test possono essere utilizzati:

  • Tomografia computerizzata (CT) è uno speciale tecnologia a raggi X che produce sottili  sezioni tramutate in immagini dei tessuti.
  • La risonanza magnetica (MRI) usa un campo magnetico e onde radio per creare immagini dettagliate cross-section o 3-D dei tessuti del corpo.
  • Tomografia a emissione di positroni (PET) utilizza composti radioattivi iniettati nel flusso sanguigno per produrre immagini in sezione trasversale o 3-D del corpo.
  • PET-CT , una combinazione di PET e CT, può aumentare il tasso di scoperta di tumori di piccole dimensioni, comune nei pazienti con disturbi neurologici paraneoplastici.

Se nessun tumore maligno si trova o non vengono individuate altre cause, il problema potrebbe essere un tumore che è ancora troppo piccolo da trovare. In questi casi, sono richiesti continui check up ogni 3-6 mesi.

Trattamenti e cure

Il trattamento delle sindromi neurologiche paraneoplastiche comporta il trattamento del cancro e in alcuni casi, la soppressione della risposta immunitaria che causa i segni ei sintomi neurologici. Il trattamento dipende dal tipo specifico di sindrome paraneoplastica, ma può includere le seguenti opzioni.

Farmaci

Oltre ai farmaci, come la chemioterapia, per combattere il cancro, il medico può prescrivere uno o più dei seguenti farmaci per inibire gli attacchi del sistema immunitario sul sistema nervoso:

  • I corticosteroidi , come il prednisone, inibiscono l’infiammazione. Però, un uso a lungo termine di corticosteroidi può causare un indebolimento delle ossa (osteoporosi), diabete, pressione alta, colesterolo alto e altri effetti collaterali gravi.
  • Immunosoppressori inibiscono la produzione di globuli bianchi. Gli effetti collaterali includono un aumento del rischio di infezioni. Farmaci immunosoppressori che possono essere utilizzati sono l’azatioprina (Imuran) e ciclofosfamide (Cytoxan).

A seconda del tipo di sindrome neurologica e dei sintomi, altri farmaci possono includere:

  • Anticonvulsivi, che possono aiutare a controllare le crisi convulsive associate a sindromi che interessano le cellule nervose nel cervello. Un certo numero di farmaci sono disponibili, compreso l’acido carbamazepina (Tegretol, Carbatrol, altri) e valproico (Depakene, Stavzor).
  • Farmaci per migliorare la trasmissione muscolare possono migliorare i sintomi delle sindromi che interessano la funzione muscolare. Alcuni farmaci, come 3,4-diaminopiridina, migliorano il rilascio di un messaggero chimico che trasmette un segnale tra cellule nervose e muscolari. Altri farmaci, come la piridostigmina (Mestinon, Regonol), impediscono la ripartizione di questi messaggeri chimici.

Altri trattamenti medici

Altri trattamenti che possono migliorare i sintomi includono:

  • Plasmaferesi . Questo processo separa la parte liquida del sangue, denominata plasma, dalle cellule del sangue con un dispositivo noto come separatore cellulare. I globuli rossi e bianchi, con le piastrine, vengono restituiti al corpo, mentre il plasma, che contiene anticorpi indesiderati, viene scartato e sostituito con altri fluidi.
  • Immunoglobuline (IVIg). Alte dosi di immunoglobuline accelerano la distruzione di anticorpi dannosi nel sangue.

Altre terapie

Altre terapie possono essere utili in caso di sindrome paraneoplastica che ha causato danni che interrompono le capacità funzionali:

  • La terapia fisica. esercizi specifici possono aiutare a recuperare un la funzione muscolare che potrebbe essere danneggiata.
  • Logopedia. Se una sindrome paraneoplastica ha colpito la capacità di parlare o deglutire, un logopedista può aiutare a recuperare il controllo muscolare necessario per imparare di nuovo a parlare, masticare e mangiare.

Referenze

NINDS paraneoplastica pagina di informazioni sindrome. Istituti nazionale dei disordini neurologici e colpo. http://www.ninds.nih.gov/disorders/paraneoplastic/paraneoplastic.htm. Consultato il 4 Ottobre 2010.
Dalmau J, et al. Sindromi neurologiche paraneoplastiche. In: Abeloff M, et al, eds.. Clinical Oncology Abeloff di. 4a ed. Philadelphia, Pa.: Churchill Livingston Elsevier, 2008. Consultato il 4 Ottobre 2010.
Pelosof LC, et al. Le sindromi paraneoplastiche: Un approccio alla diagnosi e al trattamento. Mayo Clinic Proceedings. 2010; 85:838.
Toothaker TB, et al. Sindromi neurologiche paraneoplastiche: una recensione. Neurologo. Gennaio 2009, 15:21.
Dalmau J, et al. Sindromi paraneoplastiche del SNC. Lancet Neurology. 2008; 7:327.
Giglio P, et al. Complicanze neurologiche del cancro e il suo trattamento. Rapporti Oncologia attuali. 2010; 12:50 a.
Sindrome di NINDS Isacco informazioni della pagina. Istituto nazionale dei disordini neurologici e colpo. http://www.ninds.nih.gov/disorders/Isaacs_syndrome/Isaacs_syndrome.htm. Consultazione del 5 ottobre 2010.
Neurologici test e procedure diagnostiche. Istituto nazionale dei disordini neurologici e colpo. http://www.ninds.nih.gov/disorders/misc/diagnostic_tests.htm. Consultazione del 5 ottobre 2010.
Hematheresis terapeutico. I Manuali Merck: Il Manuale Merck per gli Operatori Sanitari. http://www.merck.com/mmpe/sec11/ch146/ch146f.html. Consultato il 7 ottobre 2010.
Immunizzazione passiva. I Manuali Merck: Il Manuale Merck per gli Operatori Sanitari. http://www.merck.com/mmpe/sec14/ch169/ch169c.html?qt=immunoglobulin&alt=sh. Consultato il 7 ottobre 2010.
McKeon A, et al. Positroni emissione di positroni-tomografia computerizzata a malattie neurologiche paraneoplastiche: analisi sistematica e revisione. Archives of Neurology. 2010; 67:322.
Pittock SJ, et al. Autoimmunità paraneoplastica colpiscono il sistema nervoso. In: Baehring JM, et al, eds.. Tumori cerebrali: Guida pratica alla diagnosi e la gestione. New York, NY: Informa Healthcare; 2007:515.
Lachance DH, et al. Paraneoplastica autoimmunità neurologico. In: Kalman B, et al, eds.. Neuroimmunologia nella pratica clinica. Hoboken, NJ: Wiley-Blackwell, 2007:210.
Harper CM, et al. La sindrome di Lambert-Eaton. In: Kaminski HJ. Current Clinical Neurology: Miastenia Gravis e disturbi correlati. Totowa, NJ: Humana Press; 2009:269.

Link sponsorizzati