Otoplastica : procedura, risultati e rischi


L’otoplastica nota anche come chirurgia estetica dell’orecchio, è una procedura per cambiare la forma, la posizione o le dimensioni delle orecchie.

Link sponsorizzati

Si può decidere di fare una otoplastica se si è infastiditi dalla sporgenza delle proprie orecchie ( orecchie a sventola). Si potrebbe anche prendere in considerazione l’otoplastica se un orecchio è deformato a causa di un trauma o difetto congenito.

L’otoplastica può essere fatta a qualsiasi età dopo che le orecchie hanno raggiunto il loro pieno sviluppo, di solito dopo i 5 anni  fino all’età adulta.

Perché viene fatta?

Si potrebbe prendere in considerazione l’otoplastica se:

  • L’orecchio o le orecchie sono troppo in fuori rispetto alla testa
  • Le orecchie sono troppo grandi in proporzione alla testa

L’otoplastica è in genere è fatta su entrambe le orecchie per ottimizzare la simmetria.

Tuttavia, l’otoplastica non cambierà la capacità di sentire.

Rischi

L’otoplastica comporta diversi rischi, tra cui:

  • Cicatrici. Anche se le cicatrici sono permanenti, Tuttavia saranno probabilmente nascoste dietro le orecchie o all’interno delle pieghe interiori delle orecchie.
  • Asimmetria nel posizionamento all’orecchio. Ciò potrebbe verificarsi come risultato di cambiamenti durante il processo di guarigione. Inoltre, la chirurgia potrebbe non correttamente correggere una preesistente asimmetria.
  • I cambiamenti nella sensibilità della pelle. Durante l’otoplastica, il riposizionamento delle orecchie può temporaneamente influenzare la sensibilità cutanea nella zona. Raramente, le modifiche sono permanenti.
  • Problemi con i punti. I punti di sutura utilizzati per fissare nuova forma dell’orecchio potrebbero farsi strada verso la superficie della pelle e devono essere rimossi. Ciò può causare l’infiammazione della pelle colpita. Di conseguenza, potrebbe essere necessario un ulteriore intervento chirurgico.
  • Ipercorrezione. L’otoplastica può creare contorni innaturali che fanno sembrare le orecchie attaccate

Come ogni altro tipo di intervento chirurgico, l’otoplastica comporta un rischio di emorragie, infezioni e una reazione avversa all’anestesia. E ‘anche possibile avere una reazione allergica al nastro chirurgico o altri materiali utilizzati durante o dopo la procedura.

chirurgiaplasticaorecchie.jpeg

Come ci si prepara

Inizialmente, si parla con un chirurgo plastico. Durante la prima visita, il chirurgo plastico probabilmente farà tutta una serie di cose, tra cui:

  • Rivedere la storia medica. In particolare le infezioni dell’orecchio. Cercherà quindi di conoscere tutti i farmaci che si stanno assumento e le eventuali patologie
  • Fare un esame fisico per determinare le opzioni di trattamento, il medico esaminerà le orecchie compreso il loro posizionamento, le dimensioni, la forma e la simmetria. Il medico potrebbe anche scattare foto delle orecchie per la cartella clinica.
  • Discutete le aspettative. Spiegare perché si vuole una otoplastica e sopratutto essere chiari sul cosa si vuole. Assicurarsi di aver compreso i rischi, come ad esempio una possibile ipercorrezione.

Prima di una otoplastica si potrebbe anche aver bisogno di:

  • Smettere di fumare. Il fumo diminuisce il flusso di sangue nella pelle e può rallentare il processo di guarigione.
  • Evitare alcuni farmaci. Evitare l’aspirina, farmaci anti-infiammatori e gli integratori a base di erbe, che possono aumentare il sanguinamento.
  • Organizzare  il recupero. Assicurarsi che qualcuno possa accompagnare a fare l’intervento ed eventualmente assistere per le prime 24 ore.

Che cosa ci si può aspettare

L’otoplastica può essere fatta in un ospedale o un ambulatorio chirurgico.

A volte la procedura viene eseguita in anestesia local. In altri casi, l’anestesia generale è raccomandata.

Le tecniche variano in base al tipo di correzione necessaria. La tecnica specifica che il chirurgo plastico sceglie determinerà la posizione delle incisioni e le cicatrici risultanti.

Il medico potrebbe fare incisioni:

  • Sulla parte posteriore delle orecchie
  • Entro le pieghe interne delle orecchie

Dopo aver effettuato incisioni, il medico potrebbe rimuovere la cartilagine in eccesso e la pelle. Quindi piegherà la cartilagine nella posizione corretta e fisserà l’orecchio con punti di sutura interni. Punti aggiuntivi saranno utilizzati per chiudere le incisioni.

La procedura richiede in genere circa due ore.

Dopo la procedura

Dopo l’otoplastica, le orecchie saranno coperte da bende di protezione e sostegni.

È probabile che si senta un po’ di fastidio e prurito. Prendere farmaci per il dolore come raccomandato dal  medico.

Per mantenere la pressione nelle orecchie, evitare di dormire su un fianco. Inoltre, non provare a strofinare o premere sulle incisioni.

Pochi giorni dopo otoplastica, il medico rimuove le bende. Le orecchie saranno probabilmente gonfie e rosse. Si necessiterà di una fascia che copre le orecchie di notte per un periodo che può variare dalle due alle sei settimane.

Alcuni punti si dissolvono da soli. Altri devono essere rimossi nello studio del medico nelle settimane dopo la procedura.

Chiedete al medico quando è possibile riprendere le attività quotidiane, come fare il bagno e l’attività fisica.

Risultati

Dopo che le bende vengono rimosse, si noterà un cambiamento immediato nella comparsa delle vostre orecchie. Questi cambiamenti sono permanenti.

Se non siete soddisfatti con i risultati, verificare con il vostro medico circa la possibilità di intervento di revisione.

Referenze

Otoplastica. American Society of Plastic Surgeons. http://www.plasticsurgery.org/Cosmetic-Procedures/Ear-Surgery.html. Consultato il 22 GIUGNO 2012.
Thorne CH, et al. Grabb e Chirurgia Plastica Smith. 6 ° ed. Philadelphia, Pa.: Wolters Kluwer Health Lippincott Williams & Wilkins, 2007:1.
Chirurgia dell’orecchio. L’American Academy of Facial Plastic e Chirurgia Ricostruttiva. http://www.aafprs.org/patient/procedures/otoplasty.html. Consultato il 28 giugno 2012.

Link sponsorizzati