Donare il sangue : procedura, informazioni e requisiti


La donazione del sangue è una procedura volontaria. L’utente accetta che gli venga prelevato del sangue in modo che possa essere dato a qualcuno che ha bisogno di una trasfusione di sangue. Milioni di persone hanno bisogno di trasfusioni di sangue ogni anno. Alcuni possono aver bisogno di sangue durante un intervento. Altri dopo un incidente o perché hanno una malattia che richiede componenti del sangue. La donazione di sangue rende tutto questo possibile ed è fondamentale

Link sponsorizzati

Esistono sono diversi tipi di donazione del sangue:

  • Sangue intero. Questo è il tipo più comune di donazione di sangue, durante il quale viene dato circa mezzo litro di sangue intero. Il sangue viene separato nei suoi componenti – globuli rossi, plasma, piastrine.
  • Le piastrine. Questo tipo di donazione utilizza un processo chiamato aferesi. Durante l’aferesi, il donatore è collegato ad una macchina che raccoglie le piastrine e parte del plasma, e restituisce il resto del sangue al donatore.
  • Plasma. Il plasma può essere raccolto simultaneamente con una donazione di piastrine o può essere raccolto senza raccogliere piastrine durante una donazione di aferesi.
  • Globuli rossi. La doppia donazione di globuli rossi viene fatta usando l’aferesi. In questo caso, solo i globuli rossi vengono raccolti.

Per essere ammessi a donare il sangue intero, piastrine o plasma, è necessario avere:

  • Buona salute
  • Almeno 18 anni – l’età minima varia a seconda degli statti, mentre l’età massima non esiste
  • Essere in grado di superare piccoli test pre donazione

I requisiti di ammissibilità sono leggermente diversi per la donazione di globuli rossi.

donare il sangue.jpg

Rischi

La donazione di sangue è sicura. Il nuovo materiale sterile monouso viene utilizzato per ciascun donatore, quindi non c’è rischio di contrarre una infezione ematica dalla di donazione di sangue.

Se si è sani, di solito si possono donare 500ml di sangue senza mettere in pericolo la propria salute. Entro 24 ore da una donazione di sangue, il corpo sostituisce i liquidi persi. E dopo diverse settimane, il corpo sostituisce le cellule rosse del sangue perdute.

Come ci si prepara

Mantenere una dieta sana che includa cibi ricchi di ferro, come gli spinaci, carne rossa, pesce, pollame, fagioli, cereali arricchiti di ferro e uva passa. Cercare di dormire bene la notte prima della donazione.

Mangiare un pasto sano prima della donazione. Evitare cibi grassi, come hamburger, patatine fritte o gelato prima di donare il sangue. questo perchè il sangue donato può essere influenzato dai grassi che appaiono nel sangue per diverse ore dopo aver mangiato cibi grassi. Bere un supplemento di 473 ml di acqua o di altri liquidi prima della donazione.

Se si è donatore di piastrine, ricordate che il copro non deve avere aspirina in circolo  per due giorni prima della donazione. In caso contrario, si possono prendere i farmaci  come prescritto.

Che cosa ci si può aspettare

Prima di poter donare il sangue, verrà chiesto di compilare una serie di domande dirette sui comportamenti per verificare la presenza di un rischio più elevato di infezioni trasmissibili per via ematica . Tutte le informazioni da questa valutazione sono strettamente confidenziali.

A causa del rischio di infezioni trasmissibili per via ematica, non tutti possono donare il sangue. I seguenti gruppi ad alto rischio non sono idonei a donare il sangue:

  • Chiunque abbia mai fatto uso di droghe per iniezione non prescrivere da un medico, come i farmaci di iniezione illegali o steroidi non prescritti da un medico
  • Gli uomini che hanno avuto rapporti intimi con altri uomini
  • Chiunque abbia mai ricevuto fattori della coagulazione concentrati
  • Chiunque con un test positivo per l’HIV (virus dell’AIDS)
  • Uomini e donne che si sono impegnati in comportamenti a rischio (compreso l’abuso di sostanze e rapporti occasionali)
  • Chiunque abbia avuto l’epatite dall’inizio del suo 11 ° compleanno
  • Chiunque abbia avuto la malattia di Chagas o babesiosi ‘
  • Chiunque abbia preso etretinato (Tegison) per la psoriasi
  • Chiunque abbia fattori di rischio per la malattia di Creutzfeldt-Jakob (CJD) o che ha un parente di sangue con CJD

Spesso viene fatto un breve esame fisico, che comprende il controllo la pressione arteriosa, polso e temperatura. Un piccolo campione di sangue viene prelevato da un dito e viene utilizzato per controllare il livello di emoglobina, che trasporta l’ossigeno componente del sangue. Se la concentrazione di emoglobina è normale, si può donare il sangue.

Durante la procedura

il donatore può sedersi su una sedia reclinabile con il braccio esteso su un bracciolo. Un bracciale per la pressione arteriosa o laccio emostatico viene posizionato attorno al braccio per riempire le vene con più sangue. Questo rende le vene facili da vedere e rende più facile inserire l’ago, ma questa pressione aiuta anche a riempire la sacca di sangue più velocemente. Poi la pelle sulla parte interna del gomito viene pulita.

Un nuovo, ago sterile viene inserito in una vena del braccio. Questo ago è collegato ad un sottile tubo di plastica e ad una sacca di sangue. Una volta che l’ago è a posto, viene chiesto di stringere il pugno per aiutare il flusso di sangue della vena. Inizialmente il sangue viene raccolto in provette per i test.  L’ago viene poi rimosso, ed una piccola benda è posta sul sito dell’iniezione

Un altro metodo della donazione di sangue che sta diventando sempre più comune è noto come aferesi. Durante l’aferesi, il sangue viene prelevato da un braccio e pompato attraverso una macchina che separa un componente specifico, come le piastrine. Il resto del sangue viene quindi restituito attraverso una vena del braccio.  Tuttavia, questa procedura di solito dura una o due ore.

Dopo la procedura

Dopo aver donato ci si siede in una zona di osservazione, dove si può riposare e mangiare uno snack leggero. Dopo 10 o 15 minuti, è possibile lasciare il reparto. Dopo la donazione di sangue:

  • Bere liquidi extra per un giorno o due.
  • Evitare l’attività fisica intensa o il sollevamento di carichi pesanti per le prossime cinque ore.
  • Se ci si sente storditi, sdraiarsi con i piedi in alto fino a quando la sensazione passa.
  • Tenere la fasciatura sul braccio per almeno quattro ore.
  • Se si ha sanguinamento dopo la rimozione del bendaggio, fare pressione sul sito della iniezione e alzare il braccio per tre – cinque minuti.
  • Se si crea una emorragia o lividi sotto la pelle, applicare un impacco freddo periodicamente durante le prime 24 ore.
  • Se il braccio è dolorante, prendere un analgesico come il paracetamolo. Evitare l’assunzione di aspirina o ibuprofene (Advil, Motrin, altri).

Contattare il medico se:

  • Si continua a sentire nausea, vertigini o capogiri dopo aver riposato.
  • Il sanguinamento non smette
  • Si sente dolore o formicolio lungo il braccio
  • Si presentano segni e sintomi di un raffreddore o influenza, come febbre, mal di testa o mal di gola, entro quattro giorni dopo la donazione di sangue. Le infezioni batteriche possono essere trasmesse dal sangue a un potenziale donatore tramite trasfusione, quindi è importante lasciare che il centro donatore di sangue sappia quel che accade.

Risultati

Il  sangue sarà analizzato per determinare il tipo di sangue -classificato come A, B, AB o O e il fattore Rh. Il fattore Rh si riferisce alla presenza o assenza di un antigene specifico, una sostanza in grado di stimolare una risposta immunitaria, nel sangue. Quindi o si è RH negativo o RH positivo. Questa informazione è importante perché il gruppo sanguigno ed il fattore Rh devono essere compatibili con il gruppo sanguigno e fattore Rh della persona che riceve il sangue.

Il  sangue sarà anche testato per le malattie trasmissibili per via ematica, come l’epatite, l’HIV e la sifilide. Se questi test sono negativi, il sangue è distribuito per l’uso in ospedali e cliniche. Se uno qualsiasi di questi test sono positivi, la banca del sangue non lo utilizza e lo scarta.

Referenze

Sangue FAQ. AABB. http://www.aabb.org/resources/bct/Pages/bloodfaq.aspx. Consultato il 2 marzo 2011.
Requisiti di ammissibilità. Croce Rossa Americana. http://www.redcrossblood.org/donating-blood/eligibility-requirements. Consultato il 2 marzo 2011.
FAQ sulla donazione di sangue. Croce Rossa Americana. http://www.givelife2.org/donor/faq.asp. Consultato il 4 marzo 2011.
Consigli per una buona esperienza di donazione. Croce Rossa Americana. http://www.givelife2.org/donor/tips.asp. Consultato il 4 marzo 2011.

Link sponsorizzati