Disturbo schizotipico di personalità : sintomi, cause e terapie


Le persone con disturbo di personalità schizotipico sono spesso descritte come strane o eccentriche, e di solito hanno poche relazioni sociali. In genere tutto questo provoca una conseguente grave ansia.

Link sponsorizzati

Nel disturbo di personalità schizotipico, le persone mostrano anche comportamenti strani

Il disturbo di personalità schizotipico inizia in genere nella prima età adulta. I farmaci e la terapia possono offrire un valido aiuto.

Sintomi

Le persone con personalità schizotipica tendono ad essere solitarie. Si sentono estremamente ansiose nelle situazioni sociali, e scaricano la colpa dei loro fallimenti sociali sugli altri. Essi si considerano come straniere o emarginate, e questo isolamento provoca dolore ed isolamento verso il mondo esterno.

Le persone con personalità schizotipica possono divagare all’infinito durante una conversazione. Spesso credono in cose insolite, come i poteri ESP o il sesto senso. A volte, credono di poter magicamente influenzare i pensieri delle persone, azioni ed emozioni.

Nell’adolescenza, i segni di una personalità schizotipica possono iniziare come un crescente interesse per le attività solitarie.

I sintomi del disturbo di personalità sono:

  • Interpretazione errata di eventi, tra cui la sensazione che gli eventi esterni abbiano un significato personale
  • Particolari pensieri, credenze o comportamenti
  • Credere di possedere poteri speciali, come la telepatia
  • Alterazioni percettive, in alcuni casi, illusioni corporee, tra cui dolori fantasma o altre distorsioni del senso del tatto
  • Linguaggio idiosincratico
  • Paranoie
  • Emozioni piatte o inappropriate alle risposte emotive
  • La mancanza di amici al di fuori del nucleo familiare
  • Persistente ed eccessiva ansia sociale, che non diminuisce con il tempo

Il disturbo di personalità schizotipico può essere facilmente confuso con la schizofrenia, una grave malattia mentale in cui le persone colpite perdono ogni contatto con la realtà (psicosi). Anche nelle persone con personalità schizotipica possono verificarsi episodi psicotici brevi con deliri o allucinazioni, non sono così frequenti o intensi, come nella schizofrenia.

Un’altra distinzione fondamentale tra disturbo di personalità schizotipico e schizofrenia è che le persone con il disturbo di personalità di solito possono comprendere la differenza tra le loro idee distorte e la realtà. Quelli con schizofrenia in genere no.
Poiché la personalità tende a radicarsi con l’età, è meglio cercare un trattamento per un disturbo di personalità il più presto possibile.

Le persone con personalità schizotipica sono propense a cercare aiuto solo sotto la pressione di amici o parenti.

schizoide.jpg

Cause

La personalità è la combinazione di pensieri, emozioni e comportamenti che rende unici. E ‘il modo di visualizzare, comprendere e relazionarsi con il mondo esterno. Lai personalità si forma durante l’infanzia, attraverso una interazione di tendenze ereditarie e fattori ambientali.

Quando qualcuno si sente cronicamente inappropriato, quella persona ha un disturbo di personalità.

Nello sviluppo normale, i bambini imparano con il tempo ad interpretare con precisione segnali sociali e rispondere in modo appropriato. Per le persone con personalità schizotipica, qualcosa va storto durante questo processo, che porta a credenze illogiche, e paranoia. Ciò che va esattamente nel verso sbagliato non è noto, ma è probabile che uno o più fattori possano causare problemi con il modo in cui il cervello funziona.

Fattori di rischio

I fattori che sembrano aumentare il rischio di disturbo di personalità schizotipico sono:

  • Avere un parente che ha schizofrenia o disturbo di personalità schizotipico
  • Abusi durante l’infanzia
  • Vivere traumi durante l’infanzia
  • Avere un genitore emotivamente distaccato

Complicazioni

Le persone con disturbo di personalità schizotipico sono ad un aumentato rischio di:

  • Schizofrenia
  • Depressione maggiore
  • Disturbo d’ansia, caratterizzato da preoccupazione prolungata o disagio

Diagnosi

I medici diagnosticano i disturbi di personalità basandosi su un colloquio approfondito circa i sintomi e la storia personale e medica. Un esame fisico aiuterà a escludere altre condizioni.

Per una diagnosi di disturbo di personalità schizotipico, almeno cinque dei seguenti criteri devono essere soddisfatti, secondo il Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali (DSM), pubblicato dalla American Psychiatric Association:

  • Interpretazioni errate di eventi, tra cui la sensazione che qualcosa di innocuo ha un significato personale diretto
  • Credenze strane o pensieri in contrasto con le norme culturali
  • Percezioni inusuali
  • Pensiero e linguaggio strani
  • Pensieri sospetti o paranoci
  • Emozioni piatte
  • Comportamento strano, eccentrico o particolare
  • La mancanza di amici intimi o confidenti, eccetto i parenti
  • Eccessiva ansia sociale, che non diminuisce con la familiarità
  • Inoltre, per essere diagnosticati con disturbo di personalità schizotipico, una persona non deve avere qualsiasi altro disturbo schizofrenico.

Per distinguere il disturbo di personalità schizotipico dalla schizofrenia, i medici indagano sulla presenza di psicosi,allucinazioni e deliri.

Trattamenti e cure

Il trattamento per il disturbo di personalità schizotipico spesso include una combinazione di farmaci e uno o più tipi di terapia:

  • Farmaci. Non esiste nessun trattamento farmacologico specifico per il disturbo di personalità schizotipico. Tuttavia, i medici possono prescrivere farmaci antidepressivi o antipsicotici per contribuire ad alleviare le condizioni associate, come l’ansia, depressione o altri disturbi dell’umore. Ad esempio, la prescrizione di farmaci come il risperidone (Risperdal) e olanzapina (Zyprexa) possono contribuire a ridurre il pensiero distorto.
  • Psicoterapia. Costruire un rapporto di fiducia con il terapeuta può aiutare le persone con disturbo di personalità schizotipico iniziare a fidarsi di altre relazioni interpersonali.
  • La terapia comportamentale. persone con personalità schizotipica spesso hanno bisogno di apprendere specifiche competenze sociali e comportamenti.
  • La terapia cognitiva. Questo tipo di terapia può aiutare le persone con disturbo di personalità schizotipico a identificare e modificare modelli di pensiero distorti. Ad esempio, questo tipo di terapia può aiutare una persona con disturbo di personalità schizotipico a scoprire – e cambiare – le idee confuse su ciò che accade negli scambi interpersonali.
  • Famiglia. Il trattamento può essere più efficace quando i membri della famiglia sono coinvolti.

Prevenzione

Fino a poco tempo fa, i medici generalmente pensavano che una volta che un disturbo di personalità durasse per tutta la vita. Tuttavia, oggi si pensa che i sintomi dei disturbi di personalità schizotipica possano migliorare nel tempo. I fattori che sembrano più in grado di ridurre i sintomi di questa malattia comprendono relazioni positive con gli amici e la famiglia, nonché un senso di realizzazione a scuola, al lavoro e alle attività extrascolastiche.

Queste esperienze possono creare un effetto protettivo, favorendo  tra le altre caratteristiche positive fiducia in se stessi, la fede nella propria capacità di superare le difficoltà e il senso di sostegno sociale.

Referenze »

In: Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali DSM-IV-TR. 4a ed. Arlington, Virginia: American Psychiatric Association, 2000. http://www.psychiatryonline.com. Consultato il 13 lug 2010.
Skodol AE, et al. Disturbi di personalità specifici. In: RE Hales, et al, eds.. Il libro di testo American Publishing Psichiatrico di Psichiatria. 5th ed. Arlington, Virginia: American Psychiatric Association, 2008. http://www.psychiatryonline.com. Consultato il 13 lug 2010.
Blais MA, et al. Personalità e disturbi della personalità. In: Stern TA, et al. Massachusetts General Hospital Comprehensive Clinical Psychiatry. Philadelphia, PA: Mosby, 2008. Consultato il 13 lug 2010.
Silk KR. I disturbi di personalità. http://www.uptodate.com/home/index.html. Consultato il 13 lug 2010.
Cohen P. Lo sviluppo del bambino e il disturbo di personalità. Cliniche psichiatriche del Nord America. 2008; 31:477.
Skodol AE, et al. Esperienze infantili positive: Resilienza e recupero di disturbo di personalità in età adulta. Journal of Clinical Psychiatry. 2007; 68:1102.

 

Link sponsorizzati