Chirurgia refrattiva LASIK : procedura, rischi e prognosi


La chirurgia oculare LASIK è una procedura che consente di correggere alcuni problemi della vista, riducendo o eliminando la necessità di occhiali o lenti correttive. LASIK è l’abbreviazione di laser-assistita in situ keratomileusis, il termine tecnico per la procedura chirurgica.

Link sponsorizzati

La chirurgia oculare LASIK è il tipo più comune di chirurgia refrattiva. La chirurgia refrattiva cambia la forma della cornea. Il risultato desiderato dalla chirurgia oculare LASIK è quello di piegare (rifrangere) i raggi di luce per mettere a fuoco con maggiore precisione sulla retina.

Lo scopo della chirurgia oculare LASIK è quello di produrre una visione nitida e chiara.

Perché viene fatta

La chirurgia oculare LASIK può essere un’opzione in caso di questi problemi di vista:

  • Miopia. Quando il bulbo oculare è leggermente più lungo del normale o quando la cornea curve troppo bruscamente, i raggi di luce a fuoco davanti alla retina e la visione a distanza di sfocatura. Si possono vedere gli oggetti che sono vicini in modo più chiaro, ma non quelli che sono lontani.
  • Ipermetropia. Quando si ha una più breve di bulbo oculare media o una cornea che è troppo piatto, la luce si concentra dietro la retina invece che su di esso. Questo rende la visione da vicino e, talvolta, la visione a distanza sfocata.
  • Astigmatismo. Quando la cornea curva o si appiattisce in modo non uniforme, il risultato è astigmatismo, che interrompe la messa a fuoco della vista da vicino e lontano.
  • Presbiopia. all’età risultati correlati occhio cambiamenti nella progressiva perdita di capacità tuoi occhi ‘di cambiare attivamente fuoco oggetti vicini.

L’oculista probabilmente consiglierà di provare altri modi di correggere la vista, come ad esempio per l’uso di occhiali o lenti a contatto prima di consigliare la chirurgia oculare o un’altra procedura di rifrazione simile.

Schema della chirurgia refrattiva.jpg

Rischi

Come per qualsiasi intervento chirurgico, la chirurgia oculare LASIK comporta dei rischi, tra cui:

  • Sottocorrezione. Se il laser rimuove  troppo poco tessuto dall’occhio, non sarà possibile ottenere i risultati  che si speravano. Genralmente un risultato di questo tipo è più comune per le persone con miopia. Potrebbe essere necessario un altro intervento di chirurgia refrattiva (chirurgia di valorizzazione) entro un anno per rimuovere più tessuto.
  • Sovracorrezione. E ‘anche possibile che il laser rimuova troppo tessuto dall’occhio. Una situazione di questo tipo può essere più difficile da risolvere.
  • Astigmatismo. L’astigmatismo può essere causato dalla rimozione del tessuto irregolare. Questo può richiedere un ulteriore intervento chirurgico.
  • Abbagliamento, aloni e visione doppia. Dopo l’intervento chirurgico si può avere difficoltà a vedere di notte. Si potrebbero notare bagliori, aloni intorno alle luci o visione doppia. Talvolta questi problemi possono essere trattati con colliri contenenti un tipo di corticosteroide, ma un secondo intervento chirurgico può essere richiesto.
  • La secchezza degli occhi. LASIK causa una diminuzione temporanea della produzione di lacrime. Per i primi sei mesi circa dopo l’intervento, gli occhi potrebbero essere insolitamente secchi. La secchezza degli occhi può ridurre la qualità della vista. Il medico potrebbe consigliare un collirio. Nei casi di grave secchezza, si potrebbe optare per un altro procedimento a basa di tappi speciali messi nei condotti lacrimali.
  • Infezioni. ripiegare o rimuovere la parte anteriore dell’occhio durante l’intervento chirurgico può causare complicazioni, comprese infezioni e gonfiore. Lo strato più esterno del tessuto corneale (epitelio) può crescere anormalmente durante il processo di guarigione.
  • Alcune condizioni di salute possono aumentare i rischi associati con la chirurgia LASIK o renderne il risultato meno prevedibile. Questi includono malattie autoimmuni, come l’artrite reumatoide, le condizioni di immunodeficienza causata da farmaci immunosoppressori o HIV, persistente secchezza degli occhi, la gravidanza e una condizione della cornea chiamata cheratocono. Per alcune persone che sono ipermetropi, un primo risultato soddisfacente può diminuire con l’età. Se si dispone di  una grave miopia, pupille molto grandi, o si partecipa a sport di contatto che possono essere associati con colpi al viso, la chirurgia LASIK non può essere consigliata.

Come ci si prepara

  • Smettere di indossare le lenti a contatto. Se si indossano le lenti a contatto, è necessario passare agli occhiali a tempo pieno per almeno un paio di settimane prima dell’intervento. Le lenti a contatto possono distorcere la forma della cornea, che potrebbe portare a misurazioni non accurate e una prognosi peggiore. Il medico fornirà linee guida specifiche a seconda della situazione personale.
  • Niente trucco sugli occhi. Non usare il trucco degli occhi o creme per gli occhi il giorno prima e il giorno dopo la chirurgia. Il medico può inoltre raccomandare di pulire le ciglia più spesso nei giorni precedenti l’intervento chirurgico, per  ridurre al minimo il rischio di infezione.
  • Cercare un passaggio a casa. E’ fondamentale essere accompagnati. Immediatamente dopo l’intervento chirurgico, si potrebbero ancora sentire gli effetti della medicina, e la vista potrebbe risultare sfocata.

Che cosa ci si può aspettare

La chirurgia oculare LASIK viene eseguita utilizzando un laser programmato per rimuovere una quantità definita di tessuto dalla cornea. Ad ogni impulso del fascio laser, una piccola quantità di tessuto corneale viene rimosso. Il laser consente al chirurgo di appiattire la curva della cornea o renderla più ripida. Spesso, la LASIK viene eseguita su entrambi gli occhi nello stesso giorno.

Prima dell’intervento chirurgico

Durante un esame della vista pre operatorio,  l’oculista impiega strumenti specifici per misurare accuratamente la cornea, osservando la forma e le eventuali irregolarità.

Per completare la valutazione, l’oculista utilizza strumenti altamente specializzati per determinare quali aree della  cornea hanno bisogno di rimodellamento. La chirurgia oculare LASIK con fronte d’onda-guidato è un nuovo tipo di procedura LASIK che utilizza uno scanner (aberrometro) che crea un grafico molto dettagliato, simile a una mappa topografica, dell’ occhio. Teoricamente,  più sonodettagliata le misure, più accurata è la rimozione del tessuto corneale.

Durante la chirurgia

la chirurgia oculare è di solito completata in 30 minuti o meno. Durante la procedura, gocce paralizzanti vengono inserite in un occhio, il medico utilizza uno strumento speciale per tenere le palpebre aperte. Un anello posto sull’occhio poco prima di tagliare il lembo corneale può causare una sensazione di pressione.

Il chirurgo occhio utilizza una particolare lama o taglio laser per tagliare un lembo dalla parte anteriore dell’occhio. Utilizzando il laser, il chirurgo regola le parti specifiche della cornea. Dopo che il rimodellamento è completo, il lembo è ripiegato al suo posto e di solito guarisce senza punti di sutura.

Durante l’intervento, verrà chiesto di concentrarsi su un punto di luce. Fissare questa luce aiuta a tenere l’occhio fisso, mentre il laser rimodella la cornea.

Dopo l’intervento chirurgico

Subito dopo l’intervento chirurgico, l’occhio può bruciare o prudere e lacrimare. E’ comune avere la vista offuscata. Possono essere prescritti farmaci antidolorifici o collirio per il massimo comfort per molte ore dopo la procedura. Il medico potrebbe anche chiedere di usare una benda o copertura sopra l’occhio durante la notte fino a quando l’occhio guarisce.

Si sarà subito in grado di vedere dopo l’intervento chirurgico, ma la vista non sarà chiara da subito. Ci vogliono circa due o tre mesi dopo l’intervento prima che la vista si stabilizzi. Le possibilità per una migliore visione si basano, in parte, da quanto buona la vista era prima dell’intervento chirurgico.

Verrà effettuata una visita di controllo uno o due giorni dopo l’intervento chirurgico per vedere come procede la guarigione e verificare la presenza di eventuali complicazioni.

Potrebbero essere necessarie un paio di settimane prima di poter iniziare a usare cosmetici intorno agli occhi. Si potrebbe anche dover aspettare diverse settimane prima di riprendere gli sport da contatto o il nuoto. Seguire le raccomandazioni specifiche del medico sul quando riprendere le normali attività.

Risultati

La chirurgia refrattiva offre spesso una visione migliore senza il fastidio di occhiali o lenti a contatto. In generale, si ha una buona possibilità di raggiungere un grande miglioramento. Più di 8 persone su 10 che hanno subito un intervento di chirurgia refrattiva non hanno più bisogno di usare gli occhiali o le lenti a contatto per la maggior parte delle loro attività.

I risultati dipendono da molti fattori. Le persone con un basso grado di miopia tendono ad avere più successo con la chirurgia refrattiva. Le persone con un alto grado di miopia, ipermetropia o astigmatismo hanno risultati meno prevedibili.

Referenze

Bower KS. Laser chirurgia refrattiva. http://www.uptodate.com/home/index.html. Consultato il 5 gennaio 2011.
Sakimoto T, et al. Laser chirurgia oculare per errori di rifrazione. The Lancet. 2006; 367:1432.
Mimura T, et al. Chirurgia refrattiva. In: Yanoff M, et al. Oftalmologia. 3rd ed. Edinburgh, UK: Mosby Elsevier, 2009. http://www.mdconsult.com/das/book/body/212799885-2/0/1869/0.html. Consultato il 6 gennaio, 2011.
Wavefront-guidato LASIK. American Academy of Ophthalmology. Consultato il 6 gennaio, 2011.
LASIK. US Food and Drug Administration. http://www.fda.gov/cdrh/LASIK/expect.htm. Consultato il 6 gennaio, 2011.

Link sponsorizzati