Cisti del pancreas : sintomi, cause, diagnosi e cure


Le cisti pancreatiche sono anormali, sacche di liquido sopra o all’interno del pancreas. Anche se può essere allarmante scoprire di avere una cisti pancreatica, la buona notizia è che la maggior parte delle cisti pancreatiche non sono cancerogene e molte non causano sintomi.

Link sponsorizzati

Infatti, molte cisti pancreatiche non sono tecnicamente delle vere e proprie cisti. Chiamate pseudocisti, queste sacche di liquido non tumorali (benigni) non sono allineate con il tipo di cellule che si trovano nelle cisti vere e proprie, ma, invece, con il tessuto infiammatorio o cicatriziale.

Ma poiché alcune cisti pancreatiche possono essere cancerogene, il medico può decidere di prelevare un campione di fluido dalla cisti pancreatica per determinare se le cellule tumorali sono presenti. Se la cisti è può diventare cancerose, il trattamento comporta la rimozione chirurgica.

Sintomi

Si possono avere cisti pancreatiche e pseudocisti, ma senza sintomi. Le cisti pancreatiche vengono spesso scoperte quando i test di imaging dell’addome sono effettuati per un altro motivo. Quando segni o sintomi si verificano, in genere comprendono:

  • Persistente dolore addominale, che  a volte si irradia alla schiena
  • Una massa che si può sentire nella parte superiore dell’addome, dove si trova il pancreas
  • Nausea e vomito

Le cisti possono infettarsi, quindi consultare un medico se si hanno febbre e dolore addominale persistente.

La rottura di una pseudocisti è un’emergenza medica. Quando una cisti si rompe, il fluido rilasciato può danneggiare i vasi sanguigni circostanti e causare emorragia massiva. Esso può anche causare infezioni della cavità addominale (peritonite). Cercare cure mediche di emergenza se si hanno segni o sintomi di emorragia interna e shock, tra cui:

  • Svenimento
  • Grave dolore addominale
  • Alterazione della coscienza
  • Battito cardiaco debole e rapido
  • Vomito ematico

cisti del pancreas.jpg

Cause

In molti casi, la causa di una ciste pancreatica è sconosciuta. Le mutazioni genetiche possono portare a cisti tumorali. Alcune cisti sono associate con malattie rare come la malattia di von Hippel-Lindau, che è una malattia genetica che può colpire il cervello, retina, ghiandole surrenali, reni e pancreas.

Le pseudocisti spesso seguono un attacco di pancreatite, una condizione dolorosa in cui gli enzimi digestivi del pancreas diventano prematuramente attivi e digeriscono parte del pancreas stesso. Le pseudocisti possono anche derivare da un trauma chiuso dell’addome, come durante un incidente stradale.

Fattori di rischio

L’uso di alcol ed i calcoli biliari sono fattori di rischio per la pancreatite, e la pancreatite è un fattore di rischio per le pseudocisti, che sono  il tipo più comune di cisti pancreatica.

Diagnosi

Le cisti pancreatiche vengono diagnosticate più spesso adesso che in passato, ma non perché siano più frequenti. Al contrario, una migliore tecnologia di imaging ha reso le cisti pancreatiche più facili da trovare. In realtà, molte cisti pancreatiche vengono rilevate durante le scansioni addominali per altri problemi.

La più grande sfida del processo diagnostico è determinare se la cisti pancreatica è cancerogena o no. I seguenti test sono spesso utilizzati per facilitare la diagnosi e creare un piano di trattamento:

  • Storia clinica. Una precedente storia di pancreatite o lesioni addominali è in genere indice di una pseudocisti.
  • TAC. Una TAC del pancreas combina una serie di raggi X da diverse angolazioni per dare al medico informazioni dettagliate sulla struttura di una cisti pancreatica. A volte può aiutare a differenziare cisti tumorali da quelle non tumorali.
  • Risonanza magnetica. Una risonanza magnetica, che utilizza un campo magnetico e onde radio per creare immagini, può evidenziare piccoli dettagli di una struttura di cisti pancreatica,ed evidenziare eventuali componenti solidi.
  • Ecoendoscopia. Il medico può anche utilizzare una ecografia endoscopica per visualizzare la cisti e prelevare del fluido dalla cisti per l’analisi. In questo studio, un tubo sottile e flessibile (endoscopio) viene fatto passare attraverso la bocca, nello stomaco e nell’intestino tenue superiore. L’endoscopio è dotato di una piccola sonda ad ultrasuoni per ottenere immagini della cisti, e di un ago per prelevare il fluido dalla cisti.
  • Valutazione. Il fluido prelevato da una cisti viene esaminato in un laboratorio per la ricerca di possibili segni di cancro. Un segno, o marcatore, è una sostanza chiamata antigene carcinoembrionario (CEA). Elevati livelli di CEA nel campione di fluido sono indicativi di cancro.

In alcuni casi, le caratteristiche e la posizione della cisti nel pancreas insieme con l’età e il sesso possono aiutare i medici a individuare di quale tipo di cisti si dispone.

  • Cistoadenoma sieroso. Questo tipo di cisti può diventare abbastanza grande da spostare gli organi vicini, causando sintomi come dolore addominale e una sensazione di pienezza. Il Cistadenoma sieroso si verifica più frequentemente in donne di mezza età e diventano cancerose solo raramente.
  • Cistoadenoma mucinoso. Questo tipo di cisti si trova di solito nel corpo o coda del pancreas e si verifica più spesso nelle donne di mezza età. E’ precancerosa e potrebbe già essere cancerosa al momento della diagnosi. Cisti più grandi hanno maggiori probabilità di essere cancerogene.
  • Ectasia mucinosa duttale . Più comune negli uomini, questo tipo di cisti è composto da segmenti dilatati duttali, di solito all’interno della testa del pancreas. Anche conosciuto come tumore intraduttale mucinoso papillare, questo tipo di crescita è di solito precancerosa o cancerosa.
  • Tumore papillare cistioa. Un tumore papillare cistico, noto anche come neoplasia papillare cistica, o neoplasia solida e pseudopapillare, si verifica più spesso nelle donne giovani è di solito si trova nel corpo o nella coda del pancreas. Di solito è canceroso.
  • Tumore delle cellule insulari. Questo tipo di tumore pancreatico è prevalentemente solido, ma può avere cisti come componente. Può essere confuso con altre cisti pancreatiche.

Trattamenti e cure

Il trattamento differisce a seconda del tipo di cisti e dai sintomi se presenti. Talvolta, nessun trattamento è necessario.

Vigile attesa

Una pseudocisti benigna anche grande,  può essere lasciata in pace fino a quando non dà fastidio.

Poiché un cistoadenoma sieroso raramente si evolve in cancro, può anche essere lasciato stare a meno che non provochi sintomi o si ingrandisca. Il medico può decidere di seguire le dimensioni nel tempo controllando con scansioni ripetute, soprattutto se una cisti precancerosa non si può escludere.

Drenaggio

Una pseudocisti che sta causando sintomi fastidiosi può essere svuotata con un ago, spesso con l’uso di un endoscopio. L’endoscopio può essere dotato di un ago per drenare la cisti.

Chirurgia

Una pseudocisti allargata o un cistoadenoma sieroso che sta causando dolore o altri sintomi può essere rimosso chirurgicamente. Tuttavia, una pseudocisti che viene rimossa può ripresentarsi se si dispone di pancreatite.

Il trattamento per molti altri tipi di lesioni del pancreas è generalmente chirurgico, a causa del rischio di cancro. La chirurgia è molto efficace, con poche possibilità di recidiva.

Prevenzione

Il modo migliore per evitare le pseudocisti è quello di evitare la pancreatite, che di solito è causata da calcoli biliari o l’uso pesante di alcol. Se la pancreatite è dovuta all’abuso di alcol, l’astensione dall’alcol può ridurre il rischio. Se i calcoli biliari stanno innescando la pancreatite, potrebbe essere necessario rimuovere la cistifellea.

Referenze »

Scheiman JM. Gestione delle lesioni cistiche del pancreas. Giornale di chirurgia gastrointestinale. 2008; 12:405.
Pitman MB, et al. Cisti del pancreas: diagnosi preoperatoria e gestione clinica. Cancro Citopatologia. 2010; 118:1.
Steer ML. Le lesioni cistiche del pancreas. http://www.uptodate.com. Accesso 14 maggio 2010.
Cisti del pancreas. Pancreas Fondazione Nazionale. http://pancreasfoundation.org/2010/04/pancreatic-cysts/. Consultato il 16 maggio, 2010.
Garcea G, et al. Le lesioni cistiche del pancreas: un dilemma diagnostico e di gestione. Pancreatology. 2008; 8:236.
Habashi S, et al. Pseudocisti pancreatica. World Journal of Gastroenterology. 2009; 15:38.
Khalid A, et al. ACG linee guida per la diagnosi e la gestione di cisti pancreatiche neoplastiche. American Journal of Gastroenterology. 2007; 102:2339.
Jacobson C., et al. Linea guida ASGE: Il ruolo dell’endoscopia nella diagnosi e la gestione di lesioni cistiche e collezioni fluide infiammatorie del pancreas. Gastrointestinal Endoscopy. 2005; 61:363.

 

Link sponsorizzati