Test del PSA : valori, vantaggi, rischi e controversie


L’esame del PSA viene utilizzato principalmente per lo screening del cancro alla prostata. Un test del PSA misura la quantità di antigene prostatico specifico (PSA) nel sangue. Il PSA è una proteina prodotta nella prostata, una piccola ghiandola che si trova al di sotto della vescica nell’uomo. Il PSA si trova soprattutto nel liquido seminale, che viene prodotto anche nella prostata. Piccole quantità di PSA normalmente circolano nel sangue.

Link sponsorizzati

L’esame del PSA è in grado di rilevare livelli elevati di PSA che possono indicare la presenza di cancro alla prostata. Tuttavia, molte altre condizioni, come un ingrossamento della prostata o l’infiammazione, possono anche aumentare i livelli di PSA.

Tuttavia l’uso del test PSA è controverso. E’ importante discutere con il proprio medico se si dovrebbe fare un test PSA e che cosa significano i risultati.

Perché viene fatto?

Il cancro alla prostata è il tumore più comune negli uomini, ed è la principale causa di decesso per cancro negli uomini. La diagnosi precoce può essere uno strumento importante per ottenere un trattamento appropriato e tempestivo.

Gli uomini con cancro alla prostata possono avere livelli elevati di PSA. Ma anche molte condizioni non tumorali possono aumentare il livello di PSA. Anche se il test del PSA è in grado di rilevare alti livelli dell’antigene prostatico specifico nel sangue, il test non fornisce precise informazioni diagnostiche sullo stato della prostata.

L’esame del PSA è solo uno strumento utilizzato per lo screening dei segni precoci di cancro alla prostata. Un altro test di screening comune, solitamente fatto in aggiunta al test PSA, è un esame rettale digitale. In questo test, il medico inserisce un dito lubrificato nel retto per raggiungere la prostata. Dalla palpazione della prostata, il medico può essere in grado di giudicare se sono presenti grumi anormali o zone dure.

Né il test PSA, né l’esame rettale digitale forniscono informazioni sufficienti a diagnosticare il cancro alla prostata. Risultati anomali in questi test possono portare il medico ad ordinare una biopsia prostatica. Durante questa procedura, i campioni di tessuto vengono rimossi per eseguire poi un esame di laboratorio. Una diagnosi di cancro è basata sui risultati della biopsia.

Altre ragioni per eseguire il test PSA

Per gli uomini in cui è già stato diagnosticato il cancro alla prostata, il test PSA può essere utilizzato per:

  • Contribuire a decidere se e quando iniziare il trattamento
  • Giudicare l’efficacia di un trattamento
  • Controllare se il cancro recidiva

prostata anatomia.png

Cosa ci si può aspettare

Un test PSA viene fatto esaminando un campione di sangue in un laboratorio. Un infermiere userà un ago per prelevare il sangue da una vena, molto probabilmente nel braccio. l’esame è un semplice prelievo del sangue, quindi si potrà tornare alle normali attività immediatamente.

Rischi

Non vi so no rischi associati con un esame del PSA. Tuttavia alcune persone dopo un prelievo del sangue svengono, in questi casi meglio farsi accompagnare da qualcuno.

Benefici e controversie
 
Si potrebbe pensare che un test che indica la presenza del cancro sia utile. Infatti, un esame del PSA può spesso rilevare il cancro alla prostata in una fase precoce.

Ma per giudicare il beneficio del test, è importante sapere se la diagnosi precoce ed il trattamento precoce possono realmente migliorare i risultati del trattamento e ridurre il numero di decessi per cancro alla prostata. Molti esperti sostengono che non vi siano prove sufficienti per rispondere a questa domanda.

Se tutti i casi di cancro alla prostata progrediscono rapidamente a causano cattive condizioni di salute, la diagnosi precoce è chiaramente una cosa buona. Tuttavia, il cancro alla prostata di solito progredisce lentamente nel corso di molti anni, e la maggior parte dei casi sono diagnosticati in uomini di età superiore ai 65 anni. Pertanto, un uomo può avere il cancro alla prostata che non provoca sintomi durante tutta la sua vita.

Limitazioni del test
 
Le limitazioni del test PSA rendono difficile giudicare i suoi rischi e benefici. Queste limitazioni sono:

  • Fattori che aumentano il PSA. Oltre al cancro, altre condizioni che possono aumentare i livelli di PSA includono un ingrossamento della prostata (iperplasia prostatica benigna, o BPH) e una prostata infiammata o infetta (prostatite). Inoltre, i livelli di PSA generalmente aumentano con l’età.
  • Bassi valori del PSA. Farmaci per il trattamento della BPH e alcuni integratori alimentari adottati per la salute della prostata possono abbassare i livelli di PSA.Questo rende il test meno attendibile
  • Risultati fuorvianti. Il test non fornisce sempre un risultato preciso. Un risultato positivo in un test PSA, che mostra un livello abbastanza alto da suggerire la presenza di cancro alla prostata, non significa necessariamente che sia vero. Alcuni uomini con risultati negativi vengono successivamente diagnosticati con cancro alla prostata.
  • Sovradiagnosi. Studi hanno stimato che tra il 29 e il 44 per cento degli uomini con cancro alla prostata rilevati dal test PSA hanno tumori che non provocano sintomi durante tutta la loro vita. Questi  tumori senza sintomi sono considerati parte delle sovradiagnosi, ovvero l’identificazione del cancro che non può causare cattive condizioni di salute o rappresentare un rischio per la vita della persona.

I potenziali rischi
 
I rischi potenziali del test PSA si riferiscono alle scelte che si fanno sulla base dei risultati dei test, come ad esempio la decisione di sottoporsi a ulteriori test e trattamenti per il cancro alla prostata. I rischi includono:

  • Biopsia. La biopsia della prostata è una procedura invasiva che comporta dei rischi, tra cui dolore, emorragie e infezioni.
  • Effetti psicologici. Falsi risultati positivi ai test, che mostrano alti livelli di PSA, può produrre una quantità significativa di ansia o angoscia. Si può essere incline a preoccuparsi se la biopsia era corretta. Se viene diagnosticato il cancro alla prostata, ma sembra essere un tumore a crescita lenta, si può verificare ansia significativa.

Raccomandazioni
 
Una serie di importanti organizzazioni professionali e agenzie governative hanno soppesato i benefici e rischi dei test PSA. L’American Cancer Society, l’American Urological Association, l’American College of Preventive Medicine, i Centers for Disease Control and Prevention, e la US Preventive Services Task Force tutti riconoscono la controversia che circonda lo screening con il test del PSA e la mancanza di elementi concreti che lo screening possa realmente prevenire i decessi per cancro alla prostata.

Altri punti di accordo sono:

  • Lo screening deve essere una decisione individuale. Tutte le organizzazioni raccomandano che i medici debbano discutere i benefici ed i rischi del test PSA con uomini di una certa età o in gruppi ad alto rischio. I medici dovrebbero aiutare a prendere le proprie decisioni circa lo screening, in base all’età, fattori di rischio, l’aspettativa di vita e le preferenze personali.
  • Gli uomini più anziani in genere non hanno bisogno di essere sottoposti a screening. La maggior parte delle organizzazioni raccomanda che lo screening non è necessario per gli uomini di  75 anni di età superiore, o coloro che non hanno un’aspettativa di vita più di 10 anni. L’American Urological Association ricorda che tale decisione dovrebbe essere presa su base individuale.
  • Gli uomini ad alto rischio dovrebbero discutere le opzioni di screening in età precoce. Alcuni gruppi consigliano per i gruppi ad alto rischio (quelli con una storia familiare di cancro alla prostata) di valutare se iniziare gli screening in giovane età (40 anni).
  • L’American Cancer Society e l’American College of Preventive Medicine raccomandano ai medici di fornire informazioni sullo screening del cancro alla prostata per gli uomini a partire dai 50 anni. Queste organizzazioni suggeriscono anche che gli uomini in gruppi ad alto rischio potrebbero trarre beneficio da queste informazioni a 45 anni o 40 anni, a seconda del loro livello di rischio.

La US Preventive Services Task Force raccomanda lo screening del PSA in uomini che non hanno sintomi ma che sono a rischio di cancro alla prostata. La USPSTF afferma che il test del PSA negli uomini sani, indipendentemente dall’età, non offre alcun beneficio netto o che i possibili danni psicologici ne superano i benefici.

In italia la questione è controversa, il miglior consiglio è quello di discuterne con il proprio medico.

Risultati

I risultati delle prove del PSA sono riportati in nanogrammi di PSA per millilitro di sangue (ng / mL). Non esiste un punto di taglio specifico tra un livello normale e anormale di PSA. Il medico potrebbe raccomandare una biopsia della prostata sulla base dei risultati del test PSA e dell’esame rettale digitale, insieme ad altri fattori.

Variazioni del test PSA

Il medico può utilizzare altri metodi per interpretare i risultati del PSA prima di prendere decisioni sull’effettuare una biopsia per verificare la presenza di tessuto canceroso. Questi altri metodi sono destinati a migliorare la precisione del test PSA come strumento di screening.

Come per il test standard PSA, esiste poca evidenza clinica che queste variazioni sui test di screening PSA possano migliorare i risultati del trattamento o ridurre il numero dei decessi. I ricercatori continuano a studiare le strategie per determinare se essi forniscono un beneficio misurabile.

Variazioni del PSA sono:

  • Velocità del PSA. La velocità è la variazione dei livelli di PSA nel tempo. Un rapido aumento del PSA può indicare la presenza di tumore in una forma aggressiva.
  • Percentuale di PSA libero. Il PSA circola nel sangue in due forme, una è attaccata alle proteine ​​del sangue è l’altra è libera. Se si ha un alto livello di PSA, ma una bassa percentuale di PSA libero, può essere più probabile che sia presente il cancro alla prostata.

Parlare con il medico

Se si decide di fare un test del PSA, chiedere al medico:

  • Quando si discuteranno i risultati
  • Che tipo di raccomandazioni potrebbe dare se i risultati sono positivi
  • Quanto spesso si dovrebbe ripetere il test se i risultati sono negativi
  • La discussione di questi temi in anticipo può rendere più facile prendere decisioni adeguate in seguito.

Referenze

Dosaggio dell’antigene prostatico specifico (PSA). National Cancer Institute. http://www.cancer.gov/cancertopics/factsheet/detection/PSA. Consultato il 5 aprile 2011.
Il cancro della prostata: diagnosi precoce. Cancer Society americana. Consultato il 5 aprile 2011.
Screening per il cancro alla prostata. Centers for Disease Control and Prevention. http://www.cdc.gov/cancer/prostate/basic_info/screening.htm. Consultato il 5 aprile 2011.
Gjertson CK, et al. L’uso e la valutazione del PSA nel cancro alla prostata. Cliniche mediche del Nord America. 2011; 95:191.
Screening per il cancro alla prostata: US Preventive Services Task force dichiarazione raccomandazione. Rockville, Md: US Preventive Services Task Force. http://www.uspreventiveservicestaskforce.org/draftrec3.htm # rECd. Consultato il 11 ottobre 2011.
Il cancro della prostata panoramica. Quanti uomini si ammalano di cancro alla prostata? Cancer Society americana. http://www.cancer.org/Cancer/ProstateCancer/OverviewGuide/prostate-cancer-overview-key-statistics. Consultato il 5 aprile 2011.
Quello che c’è da sapere sul cancro alla prostata. Rockville, Md: National Cancer Institute, 2008. http://www.cancer.gov/cancertopics/wyntk/prostate/page1. Consultato il 8 aprile 2011.
Orientamento sintesi: Screening per il cancro alla prostata. Nazionale Orientamento Clearinghouse. http://www.guideline.gov/syntheses/printView.aspx?id=16398. Consultato il 5 aprile 2011.
Shteynshlyuger A, et al. Il cancro della prostata: Per schermo o non schermo? Cliniche urologiche del Nord America. 2010; 37:1.
Greene KL, et al. Antigene prostatico specifico pratica migliore dichiarazione: 2009 update. The Journal of Urology. 2009; 182:2232.
AUA Foundation risponde alle linee guida American Cancer Society per la diagnosi precoce del cancro alla prostata. AUA Foundation. http://www.auanet.org/content/press/press_releases/article.cfm?articleNo=179. Consultato il 5 aprile 2011.
Lupo AMD, et al. American Society Cancer linee guida per la diagnosi precoce del cancro alla prostata. CA: A Cancer Journal for Clinicians. 2010; 60:70.

Link sponsorizzati