Riabilitazione cardiovascolare : benefici, progressi e programmi


La riabilitazione cardiovascolare chiamata anche riabilitazione cardiaca, è un programma personalizzato di esercizio fisico e rieducazione. La riabilitazione cardiaca è progettata per aiutare a recuperare da un attacco di cuore, altre forme di malattie cardiache o da un intervento chirurgico per il trattamento di malattie cardiache.

Link sponsorizzati

La riabilitazione cardiovascolare è spesso divisa in fasi che coinvolgono l’esercizio controllato, consulenza nutrizionale, sostegno emotivo, e l’educazione sulle modifiche dello stile di vita per ridurre i rischi di problemi cardiaci. Gli obiettivi della riabilitazione cardiaca sono per aiutare a recuperare le forze, evitare che la condizione peggiori e per ridurre il rischio di problemi cardiaci futuri.

Programmi di riabilitazione cardiaca aumentano le probabilità di sopravvivenza.

Perché viene fatta?

La riabilitazione cardiaca è un’opzione per le persone di tutte le età con molte forme di malattie cardiache. In particolare, si può trarre beneficio dalla riabilitazione cardiaca se la storia clinica comprende:

  • Malattia coronarica
  • Malattia arteriosa periferica
  • Alcune cardiopatie congenite
  • Intervento di bypass coronarico
  • Angioplastica e stent
  • Trapianto di cuore
  • Sostituzioni valvolari cardiache

Rischi

La riabilitazione cardiovascolare non è appropriata per tutti quelli che hanno avuto malattie cardiache. Il medico valuterà lo salute per assicurarsi di poter per avviare un programma di riabilitazione.

Raramente, alcune persone subiscono lesioni, come strappi muscolari o distorsioni, durante l’esercizio fisico come parte della riabilitazione cardiaca. Tuttavia lo staff che gestisce la riabilitazione cardiovascolare tiene sotto attento controllo i pazienti durante l’esercizio fisico per ridurre questo rischio.

Come ci si prepara

La riabilitazione cardiaca spesso inizia mentre si è ancora in ospedale e continua con i programmi in un contesto ambulatoriale.

riabilitazione cardiovascolare.jpg

Durante la riabilitazione cardiaca

Le prime fasi della maggior parte dei programmi di riabilitazione cardiovascolare durano circa tre – sei mesi. Durante questo periodo, si può lavorare con i cardiologi, educatori infermieri, dietisti, esperti di riabilitazione fisica, terapisti occupazionali, fisioterapisti, psicologi e psichiatri.

La riabilitazione cardiaca ha quattro parti principali:

  • Valutazione medica. Una iniziale valutazione in itinere aiuta il team sanitario a controllare le capacità fisiche, le limitazioni e altre condizioni mediche che possono essere presenti, e tenere traccia dei progressi nel tempo. Il team sanitario controlla i fattori di rischio per le malattie cardiache, pressione arteriosa alta o ictus. Questo aiuta a creare un programma di riabilitazione cardiaca che sia sicuro ed efficace.
  • L’attività fisica. La riabilitazione cardiaca migliora la salute cardiovascolare attraverso passeggiate, ciclismo, canottaggio,jogging e altre attività di resistenza. Si può anche fare allenamento mirato all’incremento della forza (sollevamento pesi, per esempio) per aumentare il tono muscolare.

Non ci si deve preoccupare se si è mai fatto sport prima. Il team di riabilitazione cardiovascolare farà in modo che il programma si muova ad un ritmo confortevole è sicuro a seconda dei casi, ma in generale. Verranno anche insegnate tecniche di esercizio adeguate, come il riscaldamento e lo stretching.

  • Stile di vita. Una guida sulla nutrizione aiuta a perdere peso in eccesso e insegna a fare scelte alimentari più sane finalizzate alla riduzione di grassi, sodio e colesterolo nella dieta. Inoltre, si riceve una rieducazione circa le abitudini malsane, come il fumo. La riabilitazione cardiaca offre ampie possibilità per imparare a gestire la fatica e le malattie.
  • Supporto. La risoluzione di un grave problema di salute spesso richiede tempo. Ci si può sentire depressi o ansiosi,e questo può voler dire smettere di lavorare per diverse settimane. Il personale addetto alla riabilitazione può aiutare ad imparare modi sani per affrontare la depressione e altri sentimenti, e il medico in alcuni casi può suggerire farmaci antidepressivi. La terapia occupazionale o professionale insegnerà nuove abilità per aiutare a tornare al lavoro.
  • Anche se può essere difficile avviare un programma di riabilitazione cardiaca quando non ci si sente bene, questa può dare immensi benefici. La riabilitazione cardiaca è in grado di guidare attraverso la paura e l’ansia e dare più motivazione ed energia per fare le cose che piacciono.

La riabilitazione cardiaca aiuta a ricostruire la vita, sia fisicamente che emotivamente. Man mano che si torna forti ed in salute, è possibile tornare a una normale routine, insieme ad una nuova dieta ed esercizio fisico.

Dopo la riabilitazione cardiaca

Dopo che il programma di riabilitazione cardiaca finisce, si ha bisogno di continuare la dieta e l’esercizio fisico per il resto della propria vita per mantenere il cuore in salute.

Risultati

La riabilitazione cardiaca è un programma a lungo termine, un qualcosa da seguire per il resto della propria vita. Si può rimanere sotto controllo medico durante questo periodo, in particolare se si hanno problemi di salute particolari. Per ottenere il miglior successo, è bene assicurarsi che l’esercizio fisico e le pratiche di vita sane, diventino abitudini per tutta la vita.

E’ un investimento a lungo termine che permette di acquisire forza, imparare i comportamenti salutari per il cuore, migliorare la dieta, tagliare le cattive abitudini, come il fumo, e imparare a far fronte alle malattie cardiache.

Uno dei vantaggi più importanti della riabilitazione cardiaca è spesso un miglioramento nella qualità complessiva della vita. Le persone che seguono un programma di riabilitazione cardiaca, spesso tornano alle normali attività sentendosi molto meglio di prima.

Referenze »

La riabilitazione cardiaca. American Heart Association. http://www.americanheart.org/presenter.jhtml?identifier=4490. Consultato il 29 Aprile 2011.
La riabilitazione cardiaca. National Heart, Lung, and Blood Institute. http://www.nhlbi.nih.gov/health/dci/Diseases/rehab/rehab_all.html. Consultato il 29 Aprile 2011.
Balady GJ, et al. I componenti principali di riabilitazione cardiaca / programmi di prevenzione secondaria: aggiornamento 2007. Circulation. 2007; 115:2675.
Thomas RJ, et al. AACVPR / ACC / AHA 2007 misure di performance sulla riabilitazione cardiaca di rinvio e la consegna della riabilitazione cardiaca / servizi di prevenzione secondaria. Circulation. 2007; 116:1611.
Williams MA, et al. L’evidenza clinica per un beneficio per la salute dalla riabilitazione cardiaca: un aggiornamento. American Heart Journal. 2006; 152:835.

 

Link sponsorizzati