Pre-ipertensione : cause, complicazioni, cure e prevenzione


La pressione sanguigna che non è nei range normali ma lievemente più alta è nota come preipertensione. La preipertensione probabilmente si trasformerà in ipertensione, se non verranno messi in atto cambiamenti allo stile di vita. Sia la pre-ipertensione che l’ipertensione aumentano il rischio di insufficienza cardiaca, attacco di cuore e ictus.

Link sponsorizzati

Una lettura della pressione sanguigna ha due numeri. Il primo, è il numero che misura la pressione nelle arterie quando il cuore batte (pressione sistolica). Il secondo, è il numero di misura la pressione nelle arterie tra i battiti (pressione diastolica). La pre-ipertensione è una pressione sistolica compresa tra i 120 – 139 millimetri di mercurio (mm Hg) o una pressione diastolica tra gli 80-89 mm Hg.

La perdita di peso, l’attività fisica e altri cambiamenti dello stile di vita possono controllarela  preipertensione e impostare le basi per una vita in salute.

Sintomi

La pre-ipertensione non provoca sintomi. In realtà, anche una grave ipertensione non  causa sintomi.

L’unico modo per rilevare la preipertensione è quello di tenere traccia dei valori della pressione del sangue.

Farsi controllare la pressione arteriosa dal medico almeno una volta ogni due anni. Potrebbero essere necessarie letture più frequenti se si dispone di pre-ipertensione o altri fattori di rischio per le malattie cardiovascolari.

Cause

Qualsiasi fattore che aumenta la pressione contro le pareti delle arterie può portare a preipertensione. L’aterosclerosi, che è l’accumulo di depositi grassi nelle arterie, può portare a pressione alta. A volte una condizione di base fa sì che la pressione sanguigna salga. Possibili condizioni che possono portare a preipertensione o ipertensione includono:

  • Aterosclerosi
  • Apnea del sonno
  • Malattie renali
  • Patologia surrenalica
  • Malattie della tiroide
  • Alcuni farmaci, tra cui pillole anticoncezionali, rimedi contro il raffreddore, decongestionanti, antidolorifici e alcuni farmaci da prescrizione, possono causare una temporanea ipertensione. Droghe illegali, come la cocaina e le anfetamine, possono avere lo stesso effetto.

Spesso, tuttavia, la pressione alta si sviluppa gradualmente nel corso di molti anni senza una causa specifica identificabile.

pre-ipertensione.jpg

Fattori di rischio

I fattori di rischio per la pre-ipertensione sono:

  • Essere in sovrappeso o obesi. Un fattore di rischio primario è il sovrappeso. Maggiore è la massa corporea, maggiore sarà la richiesta di sangue per fornire ossigeno e nutrienti ai tessuti.
  • Età. adulti più giovani hanno maggiori probabilità di avere preipertensione di quanto non lo siano gli adulti più anziani, probabilmente perché la maggior parte degli adulti più anziani ha già l’ipertensione. In realtà, gli adulti che sono sani a 55 anni hanno una probabilità del 90 per cento di sviluppare ipertensione ad un certo punto della loro vita.
  • Sesso. La preipertensione è più comune negli uomini che nelle donne.
  • Storia familiare di alta pressione sanguigna.
  • Stile di vita sedentario.
  • Dieta ricca di sodio o con bassi livelli di potassio.
  • Uso di tabacco.
  • L’uso eccessivo di alcol.
  • Alcune patologie croniche, tra cui colesterolo, diabete e apnea del sonno, possono aumentare il rischio di pre-ipertensione.

Complicazioni

La preipertensione per sé non ha complicazioni. Se si dispone di pre-ipertensione tuttavia, si è destinati a sviluppare l’ipertensione. Il termine “pre-ipertensione” è spesso usato dai medici per segnalare che è il momento di cominciare a farede i cambiamenti dello stile di vita.

La pressione alta può danneggiare gli organi e aumentare il rischio di insufficienza cardiaca, ictus e attacco di cuore.

Diagnosi

La pressione sanguigna è misurata con un bracciale gonfiabile con attaccato un manometro chiamato sfigmomanometro. Un valore della pressione sanguigna, è espresso in millimetri di mercurio (mm Hg), ha due numeri. Il primo, misura la pressione nelle arterie quando il cuore batte (pressione sistolica). Il secondo, misura la pressione nelle arterie tra i battiti (pressione diastolica).

Il National Heart, Lung, and Blood Institute, ha definito come pressione arteriosa normale queola con valori inferiori a 120/80. Valori più elevati sono classificati come:

  • Preipertensione – 120/80 a 139/89
  • Ipertensione di stadio 1 – 140/90 159/99
  • Ipertensione di stadio 2 – 160/100 o superiore

Poiché la pressione tende a variare, una diagnosi di preipertensione si basa sulla media di letture fatte a più riprese ed in modo coerente.

Trattamenti e cure

Se si dispone di pre-ipertensione accompagnata da diabete, malattie renali o malattie cardiovascolari, il medico può raccomandare farmaci per la pressione sanguigna, oltre ai cambiamenti dello stile di vita. I benefici dei farmaci per gli adulti sani con pre-ipertensione sono meno chiari.

Consigli

Come la pressione del sangue aumenta, così aumenta il rischio di malattie cardiovascolari. Ecco perché è importante controllare la preipertensione. La chiave è cambiare lo stile di vita.

  • Mangiare cibi sani. Impostare la propria dieta su frutta, verdura, cereali integrali. Mangiare meno grassi saturi e grassi totali.
  • Mantenere un peso sano. Perdere anche solo 5 kg puo’ abbassare la pressione sanguigna.
  • Usare meno sale. Un livello di sodio inferiore a 1.500 milligrammi (mg) al giorno è appropriato per le persone con 51 anni di età o più anziani, e per gli individui di ogni età che soffrono di ipertensione, diabete o malattia renale cronica. In caso contrario, persone sane possono puntare a 2.300 mg al giorno opoco  meno.
  • Aumentare l’attività fisica. Una regolare attività fisica può contribuire a ridurre la pressione sanguigna e mantenere il peso sotto controllo. Almeno 30 minuti di attività fisica al giorno.
  • Limitare il consumo di alcol. Se si sceglie di bere alcolici, farlo con moderazione ovfvero, fino ad un bicchiere al giorno per le donne, due per gli uomini.

Prevenzione

Le stesse modifiche dello stile di vita  raccomandate per il trattamento della pre-ipertensione possono aiutare a prevenire il problema.  Il miglior modo per viver ein salute è quello di iniziare da subito a condurre uno stile di vita sano.

Referenze »

Svetkey LP. Gestione della preipertensione. Ipertensione. 2005; 45:1056.
Che cosa sono la pressione alta e la pre-ipertensione? National Heart, Lung, and Blood Institute. http://www.nhlbi.nih.gov/hbp/hbp/whathbp.htm. Consultato il 8 aprile 2010.
Liszka HA, et al. Preipertensione e morbilità cardiovascolare. Annals of Family Medicine. 2005; 3:294.
Verde L. preipertensione, i risultati dei pazienti, e la base di conoscenze della medicina di famiglia. Annals of Family Medicine. 2005; 3:292.
Chobanian AV, et al. Settimo Rapporto del Joint National Committee per la prevenzione, rilevazione, valutazione e trattamento di alta pressione sanguigna. Ipertensione. 2003; 42:1206.
Schunkert Farmacoterapia H. preipertensione – Missione compiuta? New England Journal of Medicine. 2006; 354:1742.
Julius S, et al. Fattibilità del trattamento di pre-ipertensione con un antagonista del recettore dell’angiotensina. New England Journal of Medicine. 2006; 354:1685.
Karanja N, et al. L’accettabilità di sodio diete a ridotto contenuto di ricerca, compresi gli approcci dietetici per fermare la dieta ipertensione, tra gli adulti con pre-ipertensione e di ipertensione di stadio 1. Journal of the American Dietetic Association. 2007; 107:1530.
NM Maruthur, et al. Interventi di stile di vita ridurre il rischio di malattia coronarica: i risultati dello studio PREMIER. Circulation. 2009; 119:2026.
Pimenta E, et al. Pre-ipertensione: Epidemiologia, conseguenze e trattamento. Nature Review Nefrologia. 2010; 06:21.
Dietary Guidelines for Americans, 2010. US Department of Health and Human Services. http://www.cnpp.usda.gov/DGAs2010-PolicyDocument.htm. Consultato il 18 febbraio 201.

 

Link sponsorizzati