Emospermia : cause, diagnosi e trattamenti


Il sangue nel liquido seminale è un segnale che spesso spaventa, ma raramente indica una grave malattia, soprattutto negli uomini di età inferiore ai 40 anni.

Link sponsorizzati

Molti uomini sperimentano episodi singoli o occasionali di sangue nel liquido seminale, e il problema può comparire a qualsiasi età. Talvolta, il sangue è persistentemente visibile nel seme nel corso di pochi mesi o più.

La quantità di sangue presente varia, a seconda della causa. Si può notare non più di una goccia o una striscia di sangue nel liquido seminale, o gran parte del liquido seminale potrebbe apparire sanguinoso.

Anche se questo segno è in genere di breve durata, sono disponibili diversi test per individuare la probabili cause del sangue nel liquido seminale e fornire una guida per il trattamento, se necessario.

Cause

Spesso, nessuna causa può essere trovata per giustificare la presenza di sangue nel liquido seminale. Quando il sangue  ha una causa identificabile, è generalmente un trauma o una infezione. Con l’infezione, il sangue nel liquido seminale è di solito accompagnato da altri segni e sintomi, come febbre, dolore genitale o urinario, difficoltà a urinare o sangue nelle urine.

Trauma diretto

Il seme è composto da spermatozoi e liquidi rilasciati dalla prostata e altre ghiandole. Un certo numero di cose che può rompere i vasi sanguigni lungo il percorso delle vie urinarie dell’uretra. Vasi rotti possono perdere sangue nelle urine o nell’eiaculato o in entrambi.

Le possibili cause di questa emorragia sono:

  • Calcoli vescicali
  • Brachiterapia
  • Prolungata astinenza
  • Biopsia della prostata
  • Trauma testicolare
  • Vasectomia
  • Attività sessuale vigorosa

Altre cause mediche:

  • Escrescenze benigne (cisti, polipi) nell’uretra, vescica o prostata
  • Vasi sanguigni fragili
  • Herpes genitale
  • Gonorrea
  • Cancro della prostata
  • Trombocitopenia (basso numero di piastrine)
  • Effetti collaterali del Warfarin

emospermia disegno schema.jpg

Quando conviene consultare un medico

Se si ha più di 40 anni, consultare il medico dopo aver notato del sangue nel liquido seminale, anche se non si hanno altri sintomi. Se l’emospermia capita ad un uomo sotto i 40 ha bisogno di vedere un medico a seconda dei sintomi e fattori di rischio.

Dopo aver visto del sangue nel liquido seminale, in soggetti sotto i 40 anni si può aspettare prima di chiamare il medico se:

  • Non ci sono altri sintomi
  • Si ha avuto un esame alla prostata o di recente una vasectomia
  • Non c’è molto sangue nel liquido seminale, e si vede di rado o per una volta sola

Fissare subito un appuntamento con il medico se:

  • Si ha più di 40 anni
  • Si hanno altri sintomi, come il dolore genitale o urinario, febbre, difficoltà a urinare, o sangue nelle urine
  • Si hanno altri fattori di rischio, come ad esempio una storia di cancro, disturbi emorragici, traumi o malformazioni del sistema urinario o genitale, o si hanno comportamenti che mettono a rischio di malattie sessualmente trasmissibili

Diagnosi

Un certo numero di test diagnostici possono essere eseguiti dopo un attento esame fisico. Alcuni dei test diagnostici più comunemente eseguiti sono un esame delle urine e le culture per identificare eventuali malattie sessualmente trasmesse infezioni o altro. Quando indicato, studi di imaging quali ecografia o risonanza magnetica possono rivelare tumori o altre anomalie. In alcune situazioni, un esame dello sperma, in cui viene analizzato il seme sotto un microscopio, può essere consigliabile.

Trattamenti e cure

Il trattamento dell’emospermia è diretto verso la causa sottostante se una causa è stata trovata. A volte, il trattamento con antibiotici per una diagnosi presuntiva di prostatite (infiammazione della ghiandola prostatica) viene prescritto, dal momento che alcuni studi hanno dimostrato che fino a circa un quarto degli uomini con ematospermia hanno la prostatite.

Tuttavia, il beneficio di tale trattamento non è stato definitivamente stabilito.

In molti casi, se l’emospermia  non è associata ad una anormalità nota e altri sintomi preoccupanti, nessun trattamento viene prescritto, e la condizione solitamente si risolve da sola con il tempo. L’ematospermia persistente (per un mese o più) anche in assenza di altri sintomi necessità di ulteriori valutazioni.

La prognosi riguarda la causa sottostante che provoca l’emospermia se può essere identificata. Tuttavia, la maggior parte dei casi di ematospermia sono benigni e si risolvono senza trattamento. Anche se il cancro è una causa rara di sangue nel liquido seminale, la maggior parte dei casi non sono correlati al cancro, soprattutto negli uomini più giovani.

Referenze »

Schiff, Jonathan D., et al. “Ematospermia”. Medscape.com. 14 aprile 2010. http://emedicine.medscape.com/article/457632-overview.
Stefanovic KP, et al. Valutazione e trattamento dell’ematospermia. medico di famiglia americano. 2009; 80:1421.
Torigian DA, et al. Ematospermia: reperti di imaging. Imaging addominale. 2007; 32:29.
Leocadio DE, et al. Ematospermia: considerazioni eziologiche e di gestione. Internazionale di Urologia e Nefrologia. 2009; 41:77.

 

Link sponsorizzati