Dermatiti da contatto : sintomi, segni, cause, cure e prevenzione


La dermatite da contatto è una sorta di infiammazione della pelle che si verifica quando alcune sostanze con cui si entra in contatto, causano irritazioni della pelle o una reazione allergica. Il rossore ed il prurito non sono contagiosi o pericolosi per la vita, ma può essere molto scomodi.

Link sponsorizzati

I colpevoli della dermatite da contatto, spesso sono cose di uso quotidiano, come saponi, cosmetici, profumi, gioielli, o piante. Alcune professioni comportano l’esposizione a sostanze che possono causare dermatiti da contatto.

Il trattamento di successo delladermatite da contatto è costituito principalmente dall’identificare cosa sta causando la reazione. Se si può evitare che l’agente incriminato, l’eruzione cutanea di solito si risolve in due-quattro settimane. Tuttavia, rimedi casalinghi come impacchi umidi e creme anti-prurito, possono aiutare a lenire la pelle e ridurre l’infiammazione.

Sintomi

Segni e sintomi di dermatite da contatto sono:

  • Eruzione cutanea con bolle o rossore
  • Prurito, che può essere grave
  • Pelle secca, screpolata, macchie rosse, che possono somigliare ad una ustione
  • Bolle ripiene di fluido e croste nelle reazioni gravi
  • Eruzione cutanea limitata a una zona esposta, per esempio direttamente sotto un cinturino
  • Dolore o gonfiore

La dermatite da contatto di solito si verifica in zone del corpo che sono state direttamente esposte a una sostanza che ha creato la reazione. Per esempio, sotto un cinturino d’orologio che attiva una allergia. Ma alcune reazioni non coincidono perfettamente con aree di contatto diretto. Ad esempio, si può applicare una crema sul viso, ma solo alcune aree possono avere una reazione.

Consultare il medico se:

  • I sintomi causano forte disagio ed interferiscono con il sonno o la routein quotidiana.
  • La  pelle è dolorosa
  • Si sospetta una infezione
  • Tutti i rimedi non hanno avuto successo
  • Si sospetta che la dermatite sia legata al lavoro

 

dermatite da contatto.jpg

Cause

Sulla base della causa, i medici dividono la dermatite da contatto in due categorie generali:

  • Dermatite da contatto irritante (il tipo più comune). Questa reazione si verifica quando una sostanza danneggia lo strato esterno protettivo della pelle. Sostanze che comunemente scatenano questo tipo di dermatite sono, saponi, solventi chimici e cosmetici, prodotti per la pelle e deodoranti. L’esposizione produce macchie pruriginose, rossore e secchezza, spesso sulle mani, le dita o viso.

La gravità delle dermatiti da contatto di solito dipende da quanto tempo si è esposti e dalla forza della sostanza irritante. Alcuni forti irritanti, quali candeggina o acidi, possono causare una reazione dopo una singola esposizione.

  • Dermatite allergica da contatto. Si verifica quando una sostanza alla quale si è sensibili (allergene) innesca una reazione immunitaria nella pelle. La dermatite allergica da contatto, produce eruzione cutanea rossore, bolle e talvolta  gravi vesciche. Allergeni più comuni includono gomma naturale, metalli come il nichel, bigiotteria, profumi, cosmetici, tinture per capelli e piante, tra cui l’edera velenosa.

Si può verificare una dermatite allergica da contatto, ad un allergene forte come l’edera velenosa dopo una singola esposizione. Deboli allergeni possono richiedere esposizioni multiple per più anni per far scattare un allergia. Una volta però, che si sviluppa un’allergia a una sostanza specifica, si rimane allergici per tutta la vita. L’esposizione anche ad una piccola quantità di allergene provoca una reazione.

  • Alcune sostanze causano dermatite allergica da contatto solo dopo che la luce del sole colpisce la pelle (dermatite da contatto fotoallergica). Fattori comuni includono alcuni ingredienti delle creme solari e alcune pomate contenenti farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS). Alcuni farmaci orali, per esempio l’idroclorotiazide, che viene prescritto come diuretica può  provocare una reazione cutanea innescata dalla luce solare. Questa reazione può essere simile alla dermatite da contatto fotoallergica, ma di solito è chiamata “fotosensibilità.” È causata da un meccanismo diverso ma è una dermatite da contatto.
  • Alcune sostanze presenti nell’aria, come ad esempio insetticidi e ambrosia possono causare dermatiti da contatto.

Alcune sostanze sono entrambi allergeni e irritanti. Comuni allergeni e irritanti implicati nella dermatite da contatto sono:

  • Nickel, un metallo ampiamente usato in orecchini, cinturini di orologio, cerniere, bigodini, monete, etc.
  • Anacardi
  • Antibiotici, antistaminici o antisettici
  • Profumi e aromi, compresi quelli che contengono balsamo
  • Saponi o detergenti aggressivi
  • Detergenti della pelle
  • Trucco e altri cosmetici
  • Deodoranti
  • Abbigliamento o scarpe
  • Prodotti per la pulizia della casa
  • La formaldeide e altre sostanze chimiche
  • Gomma naturale (lattice)
  • Gioielli

La dermatite da contatto professionale può verificarsi quando si è esposti ad allergeni o irritanti sul lavoro.

Complicazioni

La dermatite da contatto può portare a delle complicazioni, soprattutto quando il prurito e l’irritazione sono gravi o diventano persistenti:

  • Neurodermatite (lichen simplex chronicus). Questa condizione della pelle caratterizzata da prurito cronico e desquamazione, che porta a grattarsi continuamente. Alla fine questo ciclo di prurito cronico può causare pelle spessa e coriacea.
  • Batteri o  funghi della pelle. Un prurito grave e un continuo grattarsi, può creare un ambiente ospitale per batteri e funghi.

Diagnosi

La chiave per il successo del trattamento della dermatite da contatto è identificare cosa sta causando i sintomi. I medici si basano su due strategie principali per determinare la causa:

  • Storia medica completa e un esame fisico. Il medico può essere in grado di diagnosticare la dermatite da contatto e identificare la sua causa  esaminando la pelle e discutendo dei sintomi.
  • Una patch test. Se la causa della eruzione cutanea non è nota, il medico può raccomandare un test patch. Durante un test patch, piccole quantità di potenziali allergeni vengono applicati a cerotti adesivi, che sono successivamente posti sulla pelle. Le patch rimangono sulla pelle per due giorni. Se si è allergici ad una sostanza particolare, si sviluppa un rilievo o una reazione limitata a quella zona della pelle

Trattamenti e cure

Strategie di trattamento chiave per la dermatite da contatto sono:

  • Evitare le sostanze irritanti o gli allergeni. La chiave per evitare gli allergeni, è l’identificazione di ciò che sta causando i sintomi per poi eliminare il colpevole.
  • L’applicazione di creme anti-prurito o impacchi umidi. In casi lievi o moderati, l’utilizzo di creme contenenti idrocortisone o impacchi umidi, possono contribuire ad alleviare il rossore ed il prurito.
  • Utilizzo di farmaci per via orale. Nei casi più gravi, il medico può prescrivere corticosteroidi per via orale per ridurre l’infiammazione, o raccomandare antistaminici per alleviare il prurito intenso.

Consigli

Per aiutare a ridurre il prurito e lenire la pelle infiammata, provare queste strategie dopo aver chiesto il parere del medico curante:

  • Applicare una crema o lozione  anti-prurito nella zona interessata. Una crema contenente almeno l’1 per cento di idrocortisone può temporaneamente alleviare il prurito.
  • Prendere un antistaminico. Un antistaminico come la difenidramina (Benadryl, altri), può essere utile se il prurito è grave.
  • Applicare impacchi freddi e umidi. Inumidire morbide salviette e tenere premuto contro le zone colpite per lenire la pelle.
  • Evitare di grattare quando possibile.
  • Fare un bagno. Il bagno con bicarbonato di sodio o farina d’avena colloidale da un certo sollievo contro il prurito
  • Indossare indumenti di cotone. Questo aiuterà ad evitare l’irritazione.
  • Scegliere saponi delicati, senza coloranti o profumi.

Prevenzione

Prevenire significa evitare le dermatiti da contatto ed il contatto con sostanze che innescano una reazione. Strategie di prevenzione generali sono:

  • Cercare di identificare ed evitare le sostanze che irritano la pelle o causano una reazione allergica. Queste può includere nickel, gioielli, profumi, prodotti per la pulizia e cosmetici.
  • Lavare e risciacquare la pelle il più presto possibile se si entra in contatto con una sostanza irritante. l
  • Indossare guanti protettivi durante le faccende domestiche.
  • Indossare indumenti di protezione o guanti sul lavoro.
  • Applicare una crema o gel sulla pelle. Questi prodotti sono in grado di fornire uno strato protettivo per la pelle.
  • Usare una crema idratante.

Referenze »

Weston WL, et al. Panoramica della dermatite. http://www.uptodate.com/home/index.html. Consultato il 26 aprile 2011.
Seyfarth F, et al. Interventi nella dermatite da contatto. Dermatite. 2011; 22:08.
Habif TP. Dermatite da contatto e patch test. In: Dermatologia Clinica: Una Guida colori per diagnosi e terapia. 5 ed. Edimburgo, Regno Unito, New York, NY: Mosby Elsevier, 2010. Consultato il 6 Aprile 2011.
Zug KA, et al. Patch-test risultati del Gruppo di contatto Dermatitis Nord America 2005-2006. Dermatite. 2009; 20:149.
Usatine RP, et al. La diagnosi e gestione di dermatite da contatto. Famiglia medico americano. 2010; 82:249.
McCoy K. Lichen simplex chronicus. I Manuali Merck: Il Manuale Merck per gli Operatori Sanitari. http://www.merckmanuals.com/professional/sec10/ch114/ch114f.html. Consultato il 29 Aprile 2011.Kerr A, et al. Dermatite da contatto fotoallergiche. Photodermatology, Photoimmunology e photomedicine. 2010; 26:56.

 

Link sponsorizzati