Degenerazione maculare secca : sintomi, cause, diagnosi cure e prevenzione


La degenerazione maculare secca è una malattia cronica che provoca perdita della vista al centro del campo visivo. La degenerazione maculare secca è caratterizzata dal deterioramento della macula che è al centro della retina, lo strato di tessuto sulla parete interna posteriore del bulbo oculare.

Link sponsorizzati

La degenerazione maculare secca è uno dei due tipi di età degenerazione maculare. L’altro tipo è degenerazione maculare umida, caratterizzata da gonfiore causato da vasi sanguigni nella parte posteriore dell’occhio. La degenerazione maculare secca non è associato con gonfiore ed è la più comune forma della malattia.

La degenerazione maculare secca non provoca la cecità totale, ma peggiora la qualità della vista fino a causare un punto cieco nella visione centrale.

Sintomi

Sintomi di degenerazione maculare secca di solito si sviluppano gradualmente. Spesso possono notare questi cambiamenti nella vista:

  • La necessità di una luce sempre più luminosa durante la lettura o facendo lavori
  • Difficoltà crescente ad adattarsi a livelli di scarsa illuminazione, come quando si entra ad esempio in un ristorante poco illuminato
  • Aumenta la sfocatura delle parole stampate
  • Una diminuzione della intensità o luminosità dei colori
  • Difficoltà nel riconoscere i visi
  • Un graduale aumento della nebulosità della vista
  • Una macchia sfocata o cieca nel centro del campo visivo
  • Allucinazioni di forme geometriche o persone, nei casi di degenerazione maculare avanzata
  • La degenerazione maculare secca può influenzare un occhio o entrambi gli occhi. Se solo un occhio è interessato, non si può notare un grande cambiamento nella vista perché l’occhio forte compensa il debole.

Consultare un oftalmologo se:

  • Si notano cambiamenti della vista
  • La capacità di vedere i colori e dettagli precisi diventa compromessa
  • Questi cambiamenti possono essere la prima indicazione di degenerazione maculare, in particolare se si hanno più di 50 anni.

Cause

L’esatta causa della degenerazione maculare secca è sconosciuta, ma la condizione si sviluppa con l’invecchiamento dell’occhio. La degenerazione maculare secca colpisce la macula, che è una piccola area al centro della retina, che è responsabile della visione chiara. Nel corso del tempo le cellule che compongono la macula si deteriorano e si assottigliano arrivando ad atrofizzarsi.

degenerazione maculare secca-esempio.jpg

Fattori di rischio

I fattori che possono aumentare il rischio di degenerazione maculare includono:

  • L’aumentare dell’età. Il rischio di degenerazione maculare aumenta con l’età. La degenerazione maculare è più comune nelle persone di età superiore ai 60 anni.
  • Avere una storia familiare di degenerazione maculare. Se qualcuno nella famiglia ha avuto la degenerazione maculare, le probabilità di sviluppare degenerazione maculare sono più alte.
  • Essere femmine. Le donne hanno maggiori probabilità rispetto agli uomini di sviluppare la degenerazione maculare.
  • Fumare sigarette. fumare aumenta il rischio di degenerazione maculare.
  • Essere obesi. Essere gravemente sovrappeso aumenta la possibilità che la degenerazione maculare precoce.
  • Mangiare poca frutta e verdura. Una dieta che include poca frutta e verdura può aumentare il rischio di degenerazione maculare.
  • Avere la pressione alta. Le malattie che colpiscono il sistema circolatorio, come la pressione alta, possono aumentare il rischio di degenerazione maculare.
  • Avere il colesterolo alto. Un livello elevato di colesterolo nel sangue è associato ad un aumentato rischio di degenerazione maculare.

Complicazioni

Progressione alla degenerazione maculare umida

In qualsiasi momento, la degenerazione maculare secca può progredire verso una forma più grave della malattia chiamata degenerazione maculare umida, che causa una rapida perdita della vista. Non esiste uno schema preciso per prevedere chi svilupperà la degenerazione maculare umida e chi no.

Diagnosi

Diagnosi di degenerazione maculare secca

I test diagnostici per la degenerazione maculare secca possono includere:

  • Visita oculistica completa. Durante una visita oculistica completa, l’oculista può utilizzare un test che si chiama griglia di Amsler per verificare i difetti nel centro del campo visivo. Se si dispone di degenerazione maculare, quando si guarda nella griglia in alcune le linee rette possono sembrare sbiadite, rotte o distorte.
  • Esaminare la parte posteriore dell’occhio. L’oculista esaminerà la parte posteriore dell’ occhio per cercare un aspetto variegato che è causato da depositi giallastri che si formano nelle persone affette da degenerazione maculare. Per esaminare la parte posteriore dell’occhio, l’ oculista dilaterà gli occhi con un collirio e poi utilizzerà una speciale lente di ingrandimento.
  • Creazione di immagini dei vasi sanguigni (angiogramma). Durante un angiogramma dell’occhio, un colorante viene iniettato in una vena del braccio. Il colorante viaggia verso i vasi sanguigni fino all’occhio. Una macchina fotografica speciale per scatta poi foto dell’occhio. Le immagini mostrano il colorante evidenziando i vasi sanguigni. L’oculista utilizza le informazioni dalle immagini dell’angiogramma per determinare se la parte posteriore dell’occhio mostra vasi sanguigni o anomalie retiniche, come quelle che potrebbero essere associate alla degenerazione maculare umida.
  • Tomografia a coerenza ottica. Questo test di imaging non invasivo consente di identificare e visualizzare le aree di ispessimento o diradamento della retina. Questi cambiamenti sono associati alla degenerazione maculare.

Determinazione della fase

La degenerazione maculare secca è classificata in tre fasi basate sulla progressione del danno agli occhi:

  • Fase iniziale. Diversi drusen(corpi colloidi) piccoli, pochi o di medie dimensioni vengono rilevati sulla macula in uno o entrambi gli occhi. In generale, non c’è perdita della vista nelle prime fasi.
  • Fase intermedia. Molti corpi colloidi medi e grandi vengono rilevati in uno o entrambi gli occhi. In questa fase, la visione centrale può iniziare a sfocarsi con conseguente maggiore bisogno di luce per la lettura.
  • Fase avanzata. Diversi drusen di grandi dimensioni, vengono rilevati. Questo provoca un ben definito punto di sfumatura nel campo visivo centrale. L’area offuscata può diventare più grande e più opaca nel corso del tempo.

degenerazione maculare secca.jpg

Trattamenti e cure

Non c’è alcun trattamento disponibile per invertire la degenerazione maculare secca. Ma questo non significa che si perderà la vista. La degenerazione maculare secca di solito progredisce lentamente, e molte persone con la condizione sono in grado di vivere una vita produttiva, soprattutto se solo un occhio è interessato. Il medico può raccomandare esami oculistici annuali per vedere se la condizione sta progredendo.

Maggiore assunzione di vitamine

La ricerca suggerisce che assumendo una terapia ad alto dosaggio di vitamine antiossidanti e zinco si può ridurre la progressione della degenerazione maculare secca e la perdita della vista. Secondo la ricerca dal National Eye Institute (NEI) per questo studio è stata  utilizzata una formulazione che comprende:

  • 500 milligrammi (mg) di vitamina C
  • 400 unità internazionali (UI) di vitamina E
  • 15 mg di beta-carotene (spesso come vitamina A – fino a 25.000 UI)
  • 80 mg di zinco (come ossido di zinco)
  • 2 mg di rame (come ossido rameico)

Gli studi hanno trovato utile questa specifica combinazione di vitamine. Anche se non può curare la grave perdita della vista, essa può ridurre il rischio di perdita della vista nelle persone con degenerazione maculare intermedia. Tuttavia per le persone con stadio precoce di degenerazione maculare secca, non ci sono prove che queste vitamine forniscano un beneficio.

Seguire sempre i consigli dell’oculista ed affidarsi sempre a lui prima di decidere di assumere qualunque tipo di integratore.

Il medico può anche raccomandare cambiamenti nello stile di vita per incorporare più frutta e verdura che contengono queste vitamine, insieme ad altri alimenti, come il pesce, che contiene sostanze nutritive utili per la salute degli occhi. Alcune persone preferiscono cambiare lo stile di vita, piuttosto che assumere integratori. Altri desiderano combinare integratori con i cambiamenti dello stile di vita. Discutere le opzioni con il medico.

Intervento chirurgico per impiantare una lente telescopica in un occhio

Per le persone con degenerazione maculare avanzata in entrambi gli occhi, una possibilità per migliorare la visione può essere un intervento chirurgico per impiantare una lente telescopica in un occhio. L’obiettivo telescopico, che si presenta come un piccolo tubo di plastica, è dotato di lenti che amplificano il campo visivo. L’impianto obiettivo telescopico può migliorare notevolmente la vista.

Cambiamenti dello stile di vita

Cambiare la dieta per includere più frutta e verdura e altri alimenti sani, questo può aiutare a prevenire la perdita della vista se è stata diagnosticata la degenerazione maculare.

I cambiamenti possono includere:

  • Assumere una grande varietà di frutta e verdura nella dieta. Le vitamine antiossidanti in frutta e verdura contribuiscono alla salute degli occhi.
  • Scegli grassi sani. I grassi insaturi, come ad esempio i grassi che si trovano nell’olio d’oliva, può aiutare a proteggere la vista.
  • Mangiare cereali integrali.
  • Aggiungere il pesce alla dieta. Il pesce contiene acidi grassi omega-3 che possono contribuire a ridurre il rischio di perdita della vista in relazione alla degenerazione maculare. I pesci che contengono alti livelli di omega-3 sono salmone, sardine e tonno.

Il cambiamento della vista

Modi per affrontare il cambio della vista possono includere:

  • Ottimizzare la vista attraverso lenti più adatte per gli occhiali. Le lenti bifocali possono essere utili.
  • Utilizzare lenti di ingrandimento. Una varietà di dispositivi di ingrandimento possono aiutare con la lettura.
  • Modificare la visualizzazione sul proprio computer. Regolare la dimensione del carattere nelle impostazioni del computer. Regolare il monitor per mostrare più contrasto.
  • Utilizzare apparecchi speciali realizzati per l’ipovisione. Alcuni orologi, radio, telefoni e altri apparecchi sono creati con numeri più grandi.
  • Cercare di avere più luce in casa.
  • Prestare attenzione durante la guida.
  • Considerare altre opzioni di viaggio. Utilizzare i mezzi pubblici o chiedere ai membri della famiglia un passaggio.

Prevenzione

Le seguenti misure possono aiutare ad evitare la degenerazione maculare:

  • Esami agli occhi di routine. Chiedere all’oculista la frequenza con cui si dovrebbe essere sottoposti a visita oculistica di routine. Un esame degli occhi è in grado di identificare la degenerazione maculare.
  • Gestire  altre malattie. Ad esempio, se si ha una malattia cardiovascolare o ipertensione, assumere il farmaco e seguire le istruzioni del medico per controllare la condizione.
  • Smettere di fumare. I fumatori hanno più probabilità di sviluppare la degenerazione maculare.
  • Mantenere un peso sano.
  • Scegliere una dieta ricca di frutta e verdura.
  • Includere il pesce nella dieta.

Referenze »

Età e degenerazione maculare senile. American Academy of Ophthalmology. http://one.aao.org/asset.axd?id=29a3f5f4-afa1-41ea-bbc5-0bb01ff1fc9c. Consultato il 27 luglio, 2010.
Rosenfeld PJ, et al. Età degenerazione maculare senile. In: Yanoff M, et al. Ophthalmology. 3rd ed. Philadelphia, Pa.: Mosby, 2008. http://www.mdconsult.com/das/book/body/199400089-5/0/1869/0.html. Consultato il 27 luglio, 2010.
Facts about età degenerazione maculare. National Eye Institute. http://www.nei.nih.gov/health/maculardegen/armd_facts.asp~~V. Consultato il 27 luglio, 2010.
Età degenerazione maculare senile (AMD). EyeSmart. http://www.geteyesmart.org/eyesmart/diseases/amd.cfm. Consultato il 2 agosto 2010.
Arroyo JG. Età degenerazione maculare senile: Trattamento e prevenzione. http://www.uptodate.com/home/index.html. Consultato il 27 luglio, 2010.
Sfruttando al massimo la ipovisione. EyeSmart. http://www.geteyesmart.org/eyesmart/diseases/amd-low-vision.cfm. Consultato il 27 luglio, 2010.
Schadlu AP, et al. Sindrome di Charles Bonnet: Una rassegna. Current Opinion in Oftalmologia. 2009; 20:219.
Dispositivi per aiutare con ipovisione. Degenerazione Maculare partenariato. http://www.amd.org/living-with-amd/low-vision/80-devices-to-help-low-vision.html~~V. Consultato il 10 agosto, 2010.
Primo SA. Impiantabile miniatura telescopio: lezioni apprese. Optometria. 2010; 81:86.
Krishnadev N, et al. Integratori alimentari per l’età degenerazione maculare senile. Current Opinion in Oftalmologia. 2010; 21:184.
Van Leeuwen R, et al. Assunzione di antiossidanti e il rischio di età degenerazione maculare. JAMA. 2005; 294:3101.
Chong EWT, et al. Consumo di grassi e la sua associazione con l’età degenerazione maculare senile. Archives of Ophthalmology. 2009; 127:674.
Chiu CJ, et al. Non mangiare diete particolari alterare il rischio di età degenerazione maculare gli utenti dei Age-Related Eye integratori di studiare le malattie? British Journal of Ophthalmology. 2009; 93:1241.
Chiu CJ, et al. Carboidrati nella dieta e la progressione di età degenerazione maculare senile: uno studio prospettico dal Age-Related Eye Disease Study. L’American Journal of Clinical Nutrition. 2007; 86:1210.
SanGiovanni JP, et al. Il rapporto tra dieta omega-3 a catena lunga assunzione di acidi grassi polinsaturi con incidente età degenerazione maculare. Archives of Ophthalmology. 2008; 126:1274.
Seddon JM, et al. Fumo di sigaretta, consumo di pesce, omega-3 acidi grassi e le associazioni con l’età a seguito della degenerazione maculare senile. Archives of Ophthalmology. 2006; 124:995.

Link sponsorizzati