Cancro esofageo : sintomi, cause, diagnosi e cure


Cancro esofageo è il cancro che si verifica in esofago, che è un lungo tubo cavo che va dalla gola allo stomaco. L’esofago porta il cibo allo stomaco per essere digerito.

Link sponsorizzati

Il cancro dell’esofago di solito inizia nelle cellule che rivestono l’interno dell’esofago. Il cancro esofageo può avvenire ovunque lungo l’esofago, ma si verifica più spesso nella parte inferiore dell’esofago. Più uomini che donne si ammalano di cancro esofageo.

Cancro esofageo è comune in stati come l’Asia e una parte dell’Africa.

Sintomi

Segni e sintomi di cancro esofageo comprendono:

  • Difficoltà a deglutire (disfagia)
  • Perdita di peso non intenzionale
  • Dolore al petto, pressione o bruciore
  • Fatica
  • Senso di soffocamento mentre si mangia
  • Indigestione o bruciore di stomaco
  • Tosse o raucedine

Uno cancro precoce in genere provoca non segni o sintomi.

In persone  alle quali è stato diagnosticato l’esofago di Barrett, esiste un rischio maggiore di tumore dell’esofago causato da reflusso acido cronico.

Lo screening per il cancro esofageo non è effettuato sistematicamente a causa dei possibili rischi connessi con l’endoscopia. Se si dispone di esofago di Barrett, discutere i pro ed i contro dello screening periodico con il medico.

Cause

Non è chiaro cosa provochi il cancro esofageo. Il cancro esofageo si verifica quando le cellule nell’esofago sviluppano mutazioni nel loro DNA. Gli errori creano una crescita cellulare fuori controllo. Le cellule anomale si accumulano formando un tumore dell’esofago che può crescere fino a invadere le strutture vicine e diffondersi ad altre parti del corpo.

Tipi di cancro esofageo

Il cancro esofageo è classificato in base al tipo di cellule che sono coinvolte. Sapere che tipo di cancro esofageo è presente aiuta a determinare le opzioni di trattamento. Tipi di cancro esofageo includono:

  • Adenocarcinoma.L’adenocarcinoma inizia nelle cellule delle ghiandole che secernono muco nell’esofago.L’adenocarcinoma si verifica più spesso nella parte inferiore dell’esofago. L’adenocarcinoma è la forma più comune di cancro esofageo negli stati uniti e colpisce principalmente gli uomini bianchi.
  • Carcinoma a cellule squamose. Le cellule squamose sono cellule piatte e sottili che rivestono la superficie dell ‘esofago. Il carcinoma a cellule squamose si verifica più spesso nel centro dell ‘esofago. Il carcinoma a cellule squamose è il più diffuso tipo di cancro esofageo nel mondo.
  • Altri tipi rari. Rare forme di cancro esofageo sono coriocarcinoma, linfomi, melanoma, sarcoma e carcinoma a piccole cellule.

Disegno del cancro esofageo.jpg

Fattori di rischio

Si ritiene che l’irritazione cronica dell’ esofago possa contribuire ai cambiamenti del DNA che causano il cancro esofageo. I fattori che causano l’irritazione nelle cellule dell’esofago e aumentano il rischio di cancro esofageo includono:

  • Consumo di alcool
  • Tabacco da masticare
  • Avere difficoltà a deglutire a causa di acalasia
  • Bere liquidi molto caldi
  • Mangiare poca frutta e verdura
  • Mangiare cibi conservati in una soluzione alcalina
  • Essere obesi
  • Avere cambiamenti precancerosi nelle cellule dell’esofago (esofago di Barrett)
  • Ricevere un trattamento con radioterapia al torace o all’addome superiore
  • Fumo

Altri fattori di rischio includono

  • Essere maschi
  • Avere una età compresa tra i 45 ed i 70 anni

Complicazioni

Con l’avanzare del cancro esofageo, possono verificarsi complicazioni, come ad esempio:

  • Ostruzione dell’esofago. Il cancer può rendere difficile o impossibile per il cibo e liquidi passare attraverso l’esofago.
  • Dolore da cancro. Il cancro esofageo avanzato può causare dolore.
  • Sanguinamento nell’esofago. Il cancro esofageo può causare sanguinamento.
  • Grave perdita di peso. Il cancro esofageo può rendere difficile e doloroso mangiare e bere, con conseguente perdita di peso.
  • Tosse. Il cancro esofageo può erodere l’esofago e creare un buco nella trachea (trachea). Patologia conosciuta come fistola tracheoesofagea, questo buco può causare tosse grave ed improvvisa ogni volta che si deglutisce.

Diagnosi

I test e le procedure utilizzate per diagnosticare il cancro esofageo includono:

  • Endoscopia. Durante l’endoscopia, il medico passa un tubo dotato di una lente (endoscopio) nella gola e nell’esofago. Utilizzando l’endoscopio, il medico esamina l’esofago alla ricerca dei segni caratteristici del cancro o di irritazione.
  • I raggi X. Un esame radiografico effettuato dopo aver bevuto una soluzione di solfato di bario, consente di esaminare l’esofago.
  • Raccogliere un campione di tessuto (biopsia). L'(endoscopio) può essere utilizzato per raccogliere un campione di tessuto sospetto (biopsia).

Dopo la diagnosi di cancro esofageo

Quando viene diagnosticato il cancro esofageo, il medico lavora per determinare l’estensione (stadio) del cancro. Conoscere lo stadio del cancro aiuta a determinare le opzioni di trattamento. I test utilizzati nella stadiazione del tumore esofageo includono la tomografia computerizzata (CT) e la tomografia ad emissione di positroni (PET).

Le fasi del cancro esofageo sono:

  • Fase I. Questo tipo di tumore si verifica solo nello strato superiore delle cellule che rivestono l’esofago.
  • Fase II. il tumore ha invaso strati più profondi del rivestimento dell’esofago e potrebbe aver invaso i linfonodi vicini.
  • Fase III. il tumore si è diffuso negli strati più profondi della parete dell’esofago e ai tessuti circostanti o linfonodi.
  • Fase IV. il tumore si è diffuso ad altre parti del corpo.

Trattamenti e cure

I trattamenti da utilizzare per il cancro esofageo sono basati sul tipo di cellule coinvolte nel cancro, lo stadio il cancro, la salute generale e le preferenze di trattamento.

Chirurgia

La chirurgia per rimuovere il cancro può essere utilizzata da sola o in combinazione con altri trattamenti. La chirurgia utilizzata per il trattamento del cancro esofageo includono:

  • Intervento chirurgico per asportare tumori molto piccoli. Se il tumore è molto piccolo, limitato agli strati superficiali dell’esofago e non si è diffuso, il chirurgo può raccomandare la rimozione del tumore e parte del tessuto sano che lo circonda. La chirurgia per questo tipo cancro può essere fatta utilizzando un endoscopio.
  • Intervento chirurgico per rimuovere una porzione dell’esofago (esofagectomia). Il chirurgo rimuove la parte dell’esofago che contiene i linfonodi tumorali. L’esofago rimanente è ricollegato allo stomaco. Solitamente viene fatto tirando lo stomaco in alto fino ad incontrare l’esofago. In alcune situazioni, una porzione del colon viene usata per sostituire il tratto mancante dell’esofago.
  • Un intervento chirurgico per rimuovere parte dell’esofago e la porzione superiore dello stomaco (esofagogastrectomia). Il chirurgo rimuove una parte dell’esofago, linfonodi vicini e la parte superiore dello stomaco. Il resto dello stomaco viene poi tirato su e riattaccato all’esofago. Se necessario, una parte del colon può essere usata per unire.
  • La chirurgia del cancro esofageo comporta un rischio di complicanze gravi, come infezioni, emorragie e la fuoriuscita dalla zona in cui è ricollegato l’esofago rimanente. La chirurgia per rimuovere l’esofago può essere eseguita come una procedura aperta, con incisioni di grandi dimensioni o con particolari strumenti chirurgici inseriti attraverso una serie di piccole incisioni nella pelle (laparoscopia).

Chirurgia di supporto

Oltre al trattamento della malattia, la chirurgia può aiutare ad alleviare i sintomi o garantire l’alimentazione.

  • Alleviare una ostruzione esofagea. Un certo numero di trattamenti sono disponibili per alleviare l’ostruzione esofagea. L’applicazione di uno stent per tenere l’esofago aperto. Altre opzioni includono chirurgia,  radioterapia,  chemioterapia, la terapia laser e la terapia fotodinamica.
  • Alimentazione. Un chirurgo inserisce un tubo (gastronomia percutanea) in modo da poter fornire l’alimentazione direttamente nello stomaco o nell’intestino. Questo è di solito temporaneo fino a quando la zona trattata guarisce o fino a quando non sono finite chemioterapia e radioterapia.

Chemioterapia

La chemioterapia è un trattamento farmacologico che utilizza sostanze chimiche per uccidere le cellule tumorali. I farmaci chemioterapici sono generalmente utilizzati prima (neoadiuvante) o dopo (adiuvante) l’intervento chirurgico nelle persone con cancro esofageo. La chemioterapia può anche essere combinato con radioterapia. Nelle persone con cancro avanzato che si è diffuso oltre l’esofago, la chemioterapia può essere usata da sola per contribuire ad alleviare i segni ed i sintomi causati dal cancro.

Gli effetti collaterali della chemioterapia variano a seconda dei farmaci chemioterapici utilizzti.

Radioterapia

La radioterapia utilizza potenti raggi di energia per distruggere le cellule tumorali. Le radiazioni possono provenire da una macchina al di fuori del vostro corpo o dall’interno del corpo (brachiterapia).

La radioterapia è più spesso associata alla chemioterapia nei pazienti con cancro esofageo. Può essere utilizzata prima o dopo la chirurgia. La radioterapia viene utilizzata anche per alleviare le complicazioni del tumore avanzato dell’esofago, ad esempio quando un tumore si sviluppa abbastanza talmente tanto da fermare il passaggio del cibo allo stomaco.

Gli effetti collaterali delle radiazioni includono scottature simili a quelle solari, reazioni cutanee, difficoltà nella deglutizione, o problemi agli organi vicini, come i polmoni e il cuore.

Chemioterapia e radioterapia combinate

Combinando la chemioterapia e la radioterapia si può migliorare l’efficacia di ogni trattamento. La chemioterapia combinata con le radiazioni può essere l’unico trattamento utilizzato, o la terapia combinata può essere utilizzata prima dell’intervento chirurgico. La combinazione dei trattamenti della chemioterapia e radioterapia aumenta la probabilità e la gravità degli effetti collaterali.

Studi clinici

Gli studi clinici sono studi che testano i trattamenti del cancro più recenti e nuovi modi di utilizzare trattamenti per il cancro esistenti. Gli studi clinici danno la possibilità di provare gli ultimi trattamenti del cancro, anche se non sono in grado di garantirme la guarigione. Discutere con il medico circa la partecipazione agli studi clinici.

Consigli

Scarso appetito, difficoltà di deglutizione, perdita di peso e la debolezza spesso accompagnano il cancro esofageo. Questi sintomi possono essere aggravati da trattamenti per il cancro e dalla necessità di una dieta liquida, enterale o per via endovenosa.

Ecco qualche consiglio per gestire i sintomi:

  • Scegliere cibi facili da ingerire. Se si ha difficoltà a deglutire, scegliere alimenti come zuppe, yogurt o frullati.
  • Mangiare piccoli pasti più frequenti. Mangiare più piccoli pasti durante il giorno invece di due o tre più grandi.
  • Tenere a portata di mano spuntini nutrienti.
  • Parlare con il medico di integratori vitaminici e minerali. Gli integratori potrebbero aiutare a sopperire ad alcune carenze derivate dalla scarsa alimentazione.

Medicina naturale

Terapie complementari ed alternative possono aiutare a far fronte agli effetti collaterali del cancro ed al trattamento del cancro. Ad esempio, le persone con cancro esofageo possono avvertire il dolore causato da un trattamento del cancro o dalla crescita tumorale.

Le opzioni includono:

  • Agopuntura
  • Immaginazione guidata
  • Ipnosi
  • Massaggio
  • Tecniche di rilassamento

Chiedere consiglio al medico prima di iniziare qualunque terapia

Prevenzione

È possibile adottare misure per ridurre il rischio di cancro esofageo. Ad esempio:

  • Smettere di fumare o masticare tabacco.
  • Bere alcol con moderazione.
  • Mangiare più frutta e verdura.
  • Mantenere un peso sano.

Referenze »

Swanson S. Il trattamento chirurgico del cancro esofageo localizzato. http://www.uptodate.com/home/index.html. Consultato il 3 marzo 2011.
Cancro esofageo. Fort Washington, Pennsylvania: National Comprehensive Cancer Network. http://www.nccn.org/professionals/physician_gls/PDF/esophageal.pdf. Consultato il 4 marzo, 2011.
Trattamento del cancro esofageo (PDQ) versione sanitario. National Cancer Institute. http://www.cancer.gov/cancertopics/pdq/treatment/esophageal/healthprofessional/allpages. Consultato il 4 marzo, 2011.
Screening per il cancro esofageo (PDQ) versione sanitario. National Cancer Institute. http://www.cancer.gov/cancertopics/pdq/screening/esophageal/healthprofessional/allpages. Consultato il 4 marzo, 2011.
Mangiare suggerimenti per i pazienti oncologici: prima, durante e dopo il trattamento. National Cancer Institute. http://www.cancer.gov/cancertopics/coping/eatinghints. Consultato il 4 marzo, 2011.
Lagergren J, et al. Cancro esofageo. British Medical Journal. 2010; 341:1207.
Gestione del cancro esofageo. Problemi attuali in chirurgia. 2010; 47:845.
Linee guida NCCN: tumori esofagei e della giunzione esofago-gastrica. Rete Nazionale Comprehensive Cancer. http://www.nccn.org/professionals/physician_gls/f_guidelines.asp~~V. Consultato il 4 marzo, 2011.
Gan S, et al. I progressi nella pratica clinica: nuove opzioni di trattamento endoscopico e chirurgico precoce per adenocarcinoma esofageo. Journal of Gastroenterology and Hepatology. 2010; 50:1478.
Campbell NP, et al. Mondiale Journal of Gastroenterology. Trattamento neoadiuvante del cancro esofageo. 2010; 16:3793.

 

Link sponsorizzati