Cancro al seno maschile : sintomi, segni, cause, diagnosi e cure


Il cancro della mammella maschile è il cancro che si forma nel tessuto mammario degli uomini. Anche se il cancro al seno è più comunemente pensato come malattia delle donne, il cancro della mammella maschile esiste.

Link sponsorizzati

Il cancro al seno maschile è più comune negli uomini più anziani, anche se il cancro al seno maschile può verificarsi a qualsiasi età.

Gli uomini con diagnosi precoce di cancro della mammella maschile hanno una elevata percentuale di successo delle cure. Eppure, molti uomini ritardano le visite anche se notano segni o sintomi insoliti, come ad esempio un nodulo al seno. Per questo motivo, molti tumori della mammella maschili vengono diagnosticati quando la malattia è in fase avanzata.

Sintomi

Segni e sintomi di cancro al seno maschile possono includere:

  • Un nodulo o un ispessimento indolore nel tessuto del seno
  • Modifiche alla pelle che copre il seno, come fossette, arrossamento o desquamazione
  • Le modifiche al capezzolo, come rossore o ridimensionamento, o un capezzolo che comincia a ripiegarsi su se stesso
  • Scarico dal capezzolo

Cause

Non è chiaro cosa provochi il cancro della mammella maschile. I medici sanno che il cancro al seno maschile si verifica quando alcune cellule del seno iniziano a crescere in modo anomalo. Queste cellule si dividono più rapidamente rispetto alle cellule sane fare. Le cellule si accumulano formando un tumore che può diffondersi (metastasi) al tessuto nelle vicinanze, ai linfonodi o ad altre parti del corpo.

Ognuno nasce con una piccola quantità di tessuto mammario. Il tessuto del seno è composto da ghiandole produttrici di latte (lobuli), condotti che portano il latte ai capezzoli. Le donne iniziano a sviluppare il tessuto mammario durante la pubertà e gli uomini no. Poiché anche gli uomini sono nati con una piccola quantità di tessuto mammario, possono sviluppare il cancro al seno.

Tipi di cancro al seno diagnosticati negli uomini includono:

  • Il cancro che inizia nei condotti del latte. Il carcinoma duttale è il tipo più comune di cancro della mammella maschile. Quasi tutti i tumori al seno maschile iniziano nei condotti del latte.
  • Il cancro che inizia nelle ghiandole che producono latte . Il carcinoma lobulare è raro negli uomini perché gli uomini hanno pochi lobuli nel loro tessuto mammario.
  • Il cancro che si diffonde verso il capezzolo. In alcuni casi, il cancro al seno può formarsi nei condotti del latte e diffondersi al capezzolo, causando pelle squamosa intorno al capezzolo. Questo si chiama malattia di Paget del capezzolo.

Geni che aumentano il rischio di cancro al seno

Alcuni uomini ereditano i geni mutati dai loro genitori che aumentano il rischio di cancro al seno. Le mutazioni in uno dei diversi geni, in particolare un gene chiamato BRCA2, mette a maggior rischio di sviluppare cancro al seno e alla prostata. La normale funzione di questi geni è quella di aiutare a prevenire il cancro. Ma se hanno una mutazione, i geni non sono efficaci e non proteggono dal cancro.

anatomia petto.jpg

Fattori di rischio

Fattori che aumentano il rischio di cancro al seno maschile includono:

  • L’età avanzata. Il tumore al seno maschile è più comune in una età compresa dai 60 ai 70 anni.
  • L’esposizione agli estrogeni. Farmaci estrogeni possono essere utilizzati nella terapia ormonale per il cancro alla prostata.
  • Storia familiare di cancro al seno. Se si dispone di un familiare con una storia clinica di cancro al seno, si ha una maggiore probabilità di sviluppare la malattia.
  • La sindrome di Klinefelter. Questa sindrome genetica si verifica quando un bambino nasce con più di una copia del cromosoma X. La sindrome di Klinefelter provoca lo sviluppo anormale dei testicoli. Come risultato, gli uomini affetti da questa sindrome producono bassi livelli di alcuni ormoni maschili (androgeni) e più ormoni femminili (estrogeni).
  • Malattia del fegato. Se si soffre di malattie epatiche, come la cirrosi del fegato, gli ormoni maschili possono essere ridotti con conseguente aumento degli ormoni femminili. Questo può aumentare il rischio di cancro al seno.
  • Obesità. L’obesità può essere un fattore di rischio per il cancro al seno negli uomini, perché aumenta il numero delle cellule adipose nel corpo. Le cellule adipose convertono gli androgeni in estrogeni, e questo può aumentare la quantità di estrogeni nel corpo e, quindi, il rischio di cancro al seno.
  • Esposizione alle radiazioni. Se si è stati sottoposti a radioterapia al torace, si ha più probabilità di sviluppare il cancro al seno.

Diagnosi

Diagnosi di cancro al seno maschile

Il medico può effettuare una serie di test e procedure diagnostiche, quali:

  • Esame clinico del seno. Durante questo esame, il medico utilizza la punta delle dita per esaminare il seno e le aree intorno alle ascelle e clavicola per la ricerca di noduli o altri cambiamenti. Il medico valuta la grandezza dei grumi e quanto sono vicini alla pelle e muscoli.
  • Mammografia. La mammografia è una radiografia del tessuto mammario. Per valutare il tessuto del seno, il seno sarà appiattito il più possibile.
  • Ultrasuoni. L’ecografia utilizza onde sonore per creare immagini di una massa sospetta al seno.
  • Biopsia. Una biopsia consiste nella rimozione di un campione di tessuto sospetto per le prove di laboratorio. Una biopsia della mammella viene comunemente fatta inserendo un ago nel nodulo al seno per analizzare poi il tessuto prelevato in laboratorio.

Determinazione dello stadio del cancro

Se è stato diagnosticato con cancro al seno, il medico lavorerà per determinare l’estensione (stadio) del cancro. lo stadio cancro aiuta il medico a determinare le opzioni di trattamento.

Le fasi del cancro al seno maschile sono:

  • Fase I. Il tumore non è più di 2 centimetri (cm) di diametro e non si è diffuso ai linfonodi.
  • Fase II. Il tumore può essere fino a 5 cm di diametro e potrebbe aver invaso i linfonodi vicini. Oppure, il tumore può essere maggiore di 5 cm ma non si trovano cellule tumorali nei linfonodi.
  • Fase III. il tumore può essere maggiore di 5 cm di diametro e può coinvolgere diversi linfonodi vicini. I linfonodi sopra la clavicola possono anche contenere cellule tumorali.
  • Fase IV. Il cancro in questa fase si è diffuso al di là del seno in altre parti del corpo, come ossa, cervello, fegato o polmoni.

Trattamenti e cure

Chirurgia

Lo scopo della chirurgia è quello di rimuovere il tumore e il tessuto mammario circostante. Le procedure chirurgiche utilizzate nel trattamento del cancro della mammella maschile sono:

Intervento chirurgico per rimuovere il tessuto del seno e i linfonodi circostanti. La maggior parte degli uomini con cancro al seno subiscono una mastectomia radicale modificata. In questa procedura, un chirurgo rimuove tutto il tessuto del seno, compreso il capezzolo, l’areola, e alcuni linfonodi ascellari. I linfonodi vengono poi esaminati per vedere se contengono cellule tumorali. La rimozione dei linfonodi aumenta il rischio di gonfiore del braccio (linfedema).
Intervento chirurgico per asportare un linfonodo. Nel corso di una biopsia del linfonodo sentinella, il medico identifica il linfonodo con più probabilità di invaso dal cancro. Tale linfonodo viene rimosso e testato per le cellule tumorali. Se non si trovano cellule tumorali, c’è una buona probabilità che il cancro al seno non si sia diffuso oltre il tessuto mammario.

La radioterapia

Durante la radioterapia per il cancro al seno maschile, la radiazione proviene da una grande macchina che si muove intorno al corpo, dirigendo i raggi di energia in punti precisi sul petto.

Nel carcinoma mammario maschile, la radioterapia può essere usata per eliminare eventuali cellule tumorali residue nel seno, muscoli pettorali o sotto l’ascella dopo l’intervento chirurgico.

Chemioterapia

Il medico può raccomandare la chemioterapia dopo l’intervento chirurgico per uccidere eventuali cellule tumorali che potrebbero essersi propagate fuori il seno. La chemioterapia può anche essere un’opzione per gli uomini con carcinoma mammario avanzato, che si è diffuso al di là del seno.

Terapia ormonale

Alcuni tumori al seno contano sugli ormoni come carburante. Se il medico determina che il cancro usa ormoni per crescere, può utilizzare una terapia ormonale. La maggior parte degli uomini con cancro della mammella maschile hanno tumori ormone-sensibili. La terapia ormonale per il cancro al seno maschile comporta spesso il farmaco tamoxifene, che viene utilizzato anche nelle donne. A

Prevenzione

Per ridurre il rischio di cancro della mammella maschile è possibile:

Bere alcol con moderazione, o non berlo del tutto.
Mantenere un peso sano.

Referenze »

Trattamento del cancro al seno maschile (PDQ). National Cancer Institute. http://www.cancer.gov/cancertopics/pdq/treatment/malebreast/patient. Consultato il 18 gennaio 2012.
Johansen Taber KA, et al. Cancro della mammella maschile: I fattori di rischio, diagnosi e gestione. Oncology Reports. 2010; 24:1115.
Gomez-Raposo C, et al. Cancro al seno maschile. Trattamento del cancro recensioni. 2010; 36:451.
Cervello K, et al. Disagio psicologico negli uomini con tumore della mammella. American Journal of Clinical Oncology. 2006; 24:95.
Distress gestione. Fort Washington, Pennsylvania: National Comprehensive Cancer Network.

 

Link sponsorizzati