Coronarografia : procedura, rischi e vantaggi - Informazioni Mediche

Coronarografia : procedura, rischi e vantaggi


Una coronarografia è una procedura che utilizza raggi-X per vedere i vasi sanguigni del cuore. Le coronarografie sono parte di un gruppo generale di procedure note come cateterizzazione cardiaca.

Procedure di cateterismo cardiaco possono sia diagnosticare che trattare le condizioni cardiache e vascolari. Un angiogramma coronarico, che può aiutare a diagnosticare malattie cardiache, è il tipo più comune di procedura.

Durante un angiogramma coronarico, un tipo di colorante che è visibile dalla macchina a raggi X viene iniettato nei vasi sanguigni del cuore. La macchina a raggi X prende rapidamente una serie di immagini (angiografia), e offre uno sguardo dettagliato al l'interno dei vasi sanguigni. Se necessario, il medico può eseguire procedure quali l'angioplastica durante la coronarografia.

Perché viene fatta?

Il medico può raccomandare un angiogramma coronarico se si dispone di:

  • Sintomi della malattia coronarica, come dolore al petto (angina)
  • Dolore al petto, alla mandibola, al collo o al braccio che non può essere spiegato da altri test
  • Angina instabile
  • Un difetto cardiaco con cui si è nati (cardiopatia congenita)
  • Insufficienza cardiaca
  • Altri problemi dei vasi sanguigni o una lesione al torace
  • Una problema alle valvole cardiache che richiede un intervento chirurgico

Potrebbe anche essere necessario un angiogramma, se si è ad alto rischio di avere un problema cardiaco.

Poiché esiste un piccolo rischio di complicanze, le angiografie sono di solito fatte dopo che i test non invasivi del cuore sono stati eseguiti, come ad esempio un elettrocardiogramma, un ecocardiogramma e un test da stress.

Rischi

Come con la maggior parte delle procedure eseguite sul cuore e vasi sanguigni, la coronarografia presenta alcuni rischi. Potenziali rischi e complicazioni anche se rare includono:

  • Ictus
  • Lesioni all'arteria cateterizzata
  • Aritmie
  • Le reazioni allergiche alla tintura o ai farmaci utilizzati durante la procedura
  • Danni renali
  • Eccessivo sanguinamento
  • Infezione
  • Coaguli di sangue

coronarografia esempio.jpg

Come ci si prepara

In alcuni casi, le coronarografie vengono eseguite in emergenza. Più comunemente, però, spesso sono programmate.

L'angiografia è eseguita nel reprto di emodinamica di un ospedale. Di solito si va in ospedale la mattina della procedura. Linee guida generali sono:

  • Non mangiare o bere qualcosa dopo la mezzanotte del giorno prima l'angiogramma. Le angiografie sono spesso in programma durante le ore del mattino.
  • Portare i farmaci che si prendono abitualmente in ospedale
  • Se si ha il diabete, chiedere al medico circa l'assunzione di insulina o ipoglicemizzanti al mattino

Cosa ci si può aspettare

Durante la procedura, viene inserito per via endovenosa un catetere in una vena del braccio. Tramite questo può essere somministrato un sedativo che aiuterà a rilassarsi, così come altri farmaci e fluidi. Durante tutta la procedura potrebbe essere chiesto di fare respiri profondi, trattenere il respiro, la tosse o posizionare le braccia in varie posizioni.

Gli elettrodi sul petto monitorerano il cuore durante tutta la procedura. Un bracciale per la pressione arteriosa e un pulsossimetro, misureranno rispettivamente pression e quantità di ossigeno nel sangue. È possibile ricevere farmaci (anticoagulanti) per aiutare a prevenire la coagulazione del sangue sul catetere e nelle arterie coronarie.

Una piccola quantità di peli può essere rasata dall'inguine dove il catetere deve essere inserito. La zona viene lavata e disinfettata e praticata una iniezione di anestetico locale. Una piccola incisione viene fatta sul sito di ingresso e un tubo di plastica viene inserito in arteria. Il catetere viene inserito attraverso il vostro vaso sanguigno e mosso con attenzione fino al cuore o alle arterie coronarie.

Infilare il catetere non causa dolore, e non lo si sente spostarsi attraverso il corpo. Informare sempre i medici se si sente qualche disagio.

Il materiale di contrasto viene iniettato attraverso il catetere. Quando questo accade, si può avere una sensazione di vampate di calore.

Il colorante è facile da vedere  ai raggi X, il medico può così osservare il flusso e individuare eventuali ostruzioni o aree ristrette. A seconda di cosa il medico scopre durante l'angiogramma, si può disporre di cateteri aggiuntivi o strumenti come un palloncino o stent per aprire un arteria ristretta.

Un angiogramma dura circa un'ora, anche se può essere più lungo, specialmente se in combinazione con altre procedure.

Dopo la procedura
 
Quando l'angiogramma è finito, il catetere viene rimosso e l'incisione viene chiusa con pressione manuale, punti o un cerotto.

Si passerà del tempo in un zona di recupero per l'osservazione e il monitoraggio. Quando la situazione è stabile, si torna in camera.

Si potrà essere in grado di tornare a casa il giorno stesso, o potrebbe essere necessario rimanere in ospedale per un giorno o più. Bere molti liquidi per lavare il colorante dal proprio corpo. Se ci si sente bene si può avere qualcosa da mangiare. Chiedete al medico quando si dovrebbero riprendere i farmaci, fare il bagno o la doccia, tornare al lavoro, e riprendere le altre normali attività. Evitare attività faticose e pesanti per diversi giorni. La zona dell'incisione può richiedere del tempo per guarire.

Chiamate il medico se:

  • Si nota sanguinamento, lividi nuovi o gonfiore al sito del catetere
  • Si sviluppa un aumento del dolore o fastidio al sito del catetere
  • Si hanno segni di infezione, come rossore, drenaggio o febbre
  • C'è un cambiamento di temperatura o di colore della gamba o del braccio che è stato utilizzato per la procedura
  • Ci si sente molto deboli
  • Si sviluppa dolore al petto o mancanza di respiro
  • Se la zone usata per l'inserimento del catetere sanguina o si gonfia, applicare una pressione e contattare i servizi medici di emergenza.

 

immagine a raggi-x. della coronarografia.jpg


Risultati

Un angiogramma può mostrare ai medici cosa c'è di sbagliato nei vasi sanguigni. Ed è in grado di:

  • Mostrare blocchi nelle arterie coronarie o se vi sono placche di grasso (aterosclerosi)
  • Individuare dove si trovano blocchi nei vasi sanguigni
  • Mostrare la quantità del flusso sanguigno che viene bloccato attraverso i vasi sanguigni
  • Controllare i risultati di un precedente intervento chirurgico di bypass coronarico
  • Controllare il flusso sanguigno attraverso il cuore e vasi sanguigni

Conoscere queste informazioni può aiutare il medico a determinare quale sia il trattamento migliore e quanto pericolosa sia la condizione del cuore. Sulla base dei risultati, il medico può decidere, per esempio, di effettuare una angioplastica coronarica per sbloccare le arterie ostruite. E' anche possibile che l'angioplastica o lo stenting vegnano fatti durante l'angiogramma.

Referenze

Eastwood Nurse J. ruolo nel laboratorio di cateterizzazione cardiaca. In: Moser DK, et al. Cardiac Nursing: Un compagno per la malattia di cuore di Braunwald. Philadelphia, Pa.: Saunders Elsevier; 2007:339.
Angiogramma. Società per la Chirurgia Vascolare. http://www.vascularweb.org/vascularhealth/Pages/angiogram.aspx. Consultato il 16 dicembre 2010.
Il cateterismo cardiaco. National Heart, Lung, and Blood Institute. http://www.nhlbi.nih.gov/health/dci/Diseases/cath/cath_all.html. Consultato il 14 dicembre 2010.
Angiografia coronarica. National Heart, Lung, and Blood Institute. http://www.nhlbi.nih.gov/health/dci/Diseases/ca/ca_all.html. Consultato il 14 dicembre 2010.
Kern MJ, et al. Valutazione fisiologica della malattia coronarica nel laboratorio di cateterizzazione cardiaca: una dichiarazione scientifica del Comitato American Heart Association sulla Diagnostica ed Interventistica cateterismo cardiaco, del Consiglio di Cardiologia Clinica. Circulation. 2006; 114:1321.



Link sponsorizzati


comments powered by Disqus