Scintigrafia ossea : procedura, tempi e risultati


Una scintigrafia ossea è un test di imaging nucleare che aiuta a diagnosticare e monitorare diversi tipi di malattia delle ossa. Il medico può ordinare una scintigrafia ossea, se si dispone di inspiegabile dolore scheletrico o una lesione ossea non rilevabile su un esame standard a raggi -X

Link sponsorizzati

Una scintigrafia è anche uno strumento importante per rilevare metastasi all’osso da un tumore che è iniziato in un altro organo, come ad esempio il seno o la prostata. Allo stesso modo, una scintigrafia ossea è in grado di rilevare alcune anomalie legate alla leucemia e al linfoma.

Perché viene fatta ?

In presenza di un dolore inspiegabile osseo, una scintigrafia ossea può aiutare a determinarne la causa. Immagini della scintigrafia ossea possono rivelare anomalie delle ossa connesse a queste condizioni:

  • Fratture
  • Artrite
  • Morbo di Paget
  • Cancro delle ossa
  • Il cancro che si è diffuso (metastatizzato) all’osso da un sito diverso primario, come il polmonem,la prostata o la mammella
  • Infezione delle articolazioni, protesi articolari o delle ossa (osteomielite)
  • Displasia fibrosa
  • Apporto di sangue alle ossa alterato o necrosi avascolare

Rischi

Il test non comporta alcun rischio maggiore rispetto ai raggi X convenzionali. I traccianti utilizzati in una scintigrafia ossea producono pochissime radiazioni.

Si potrebbe trovare l’iniezione e la necessità di rimanere fermi durante la procedura di scansione leggermente scomodo. Il rischio di una reazione allergica al rivelatori è bassa.

Come ci si prepara

Non è necessario osservare una determinata dieta o evitare determinate attività in preparazione di una scintigrafia ossea. Immediatamente prima della prova, però, potrebbe essere chiesto di togliere gioielli o altri oggetti metallici.

La scintigrafia ossea non sono di solito eseguita su donne incinte o che allattano a causa delle preoccupazioni circa l’esposizione alle radiazioni per il bambino.

scintigrafia ossea.jpg

Cosa ci si può aspettare

Una scintigrafia ossea è una procedura di imaging nucleare. IN questo tipo di esami, piccole quantità di materiali radioattivi (traccianti) vengono iniettati in una vena. Le aree del corpo in cui le cellule e i tessuti si stanno riparando più attivamente prendono la maggior quantità di tracciante. Immagini nucleari evidenziano queste aree, suggerendo la presenza di anomalie caratteristiche di malattie o lesioni.

Una scintigrafia può essere divisa in due parti fondamentali:

  • L’iniezione. Ovvero una iniezione di traccianti in una vena del braccio. A seconda del motivo per il medico ha ordinato la scansione, le immagini dopo l’iniezione possono essere prese immediatamente o dopo qualche tempo per permettere ai traccianti di circolare ed essere assorbiti dalle ossa, in genere da due a quattro ore. Il medico  chiederà di bere molta acqua per rimuovere il materiale radioattivo assorbito.
  • La scansione. Durante la scansione, verrà chiesto stendersi su un tavolo, mentre un dispositivo scannerizzerà tutto il corpo. Questo è totalmente indolore. Una scansione di tutto il corpo richiede anche 60 minuti. Scansione di una zona limitata del corpo richiedono meno tempo.
  • In alcuni casi, il medico potrebbe ordinare una scintigrafia a trifase, che comprende una serie di immagini scattate in tempi diversi. Un numero di immagini vengono scattate appena il tracciante viene iniettato, quindi poco dopo l’iniezione, e altre dopo tre o quattro ore.

Per vedere meglio alcune ossa del corpo, il medico potrebbe ordinare un esame aggiuntivo denominato tomografia singola ad emissione di fotone computerizzata (SPECT). Questo può aiutare ad analizzare le condizioni che sono particolarmente difficili da vedere. Per una scansione SPECT, la telecamera ruota intorno al corpo, prendendo immagini mentre ruota. Questo esame richiede circa 30 minuti.

Dopo il test

Una volta all’interno del corpo, i traccianti non restano attivi a lungo. La radioattività viene principalmente rimossa dopo un giorno e completamente eliminata in due giorni.

Risultati

Il radiologo cerca prove anomale nel metabolismo osseo. Questi si mostrano come scuri “punti caldi” e più leggeri “punti freddi”, dove i rivelatori hanno o non hanno accumulato.

Anche se una scintigrafia ossea è molto sensibile alle anomalie nel metabolismo osseo, è meno utile per determinare la causa esatta dell’anomalia. Se si dispone di una scintigrafia ossea che mostra punti caldi, ulteriori test possono essere necessari per determinarne la causa.

Referenze »

Weissman BN, et al. La diagnostica per immagini del dolore osseo. http://www.uptodate.com/home/index.html. Consultato il 15 Dicembre 2011.
Coleman RE, et al. Metastasi ossee. In: Abeloff MD, et al. Clinical Oncology di Abeloff. 4a ed. Philadelphia, Pa.: Churchill Livingstone, 2008. Consultato il 14 dicembre, 2011.
Cleveland KB. Principi generali di infezione. In: Canale ST, et al. Campbell Ortopedia operative. 11 ed. Philadelphia, Pa.: Saunders Elsevier, 2007. Consultato il 15 Dicembre 2011.
Glossario di test diagnostici ortopedici. American Academy of Orthopaedic Surgeons. http://orthoinfo.aaos.org/topic.cfm?topic=A00272 20Scan% # Bone. Consultato il 15 Dicembre 2011.
Sicurezza: L’esposizione alle radiazioni in X-ray esami. Radiological Society of North America. http://www.radiologyinfo.org/en/safety/index.cfm?pg=sfty_xray~~V. Consultato il 15 Dicembre 2011.
Nicoll D, et al. La scintigrafia ossea. In: Nicoll D, et al. Guida tascabile ai test diagnostici. 5 ed. New York, NY: McGraw-Hill Medical; 2007. http://www.accessmedicine.com/popup.aspx?aID=3141541. Consultato il 15 Dicembre 2011.
PF Sharp, et al. Medicina di imaging nucleare. In: PF Sharp, et al. Pratica Medicina Nucleare. 3rd ed. Londra, Inghilterra: Springer; 2005:1.

 

Link sponsorizzati