Disordine dismorfico del corpo : segni, sintomi, cause, diagnosi e terapie


Il disordine dismorfico del corpo è un tipo di malattia mentale cronica, in cui non si può smettere di pensare a un difetto del proprio aspetto che spesso  è un difetto minore o immaginario. Il disordine dismorfico del corpo è stato talvolta chiamato “bruttezza immaginaria”.

Link sponsorizzati

Quando si ha un disturbo dismorfico del corpo, si è intensamente ossessionati dal proprio apsetto. È possibile cercare numerose procedure cosmetiche per cercare di “sistemare” i difetti percepiti, ma non si sarà mai soddisfatti. Il disordine dismorfico del corpo è anche conosciuto come dismorfofobia, la paura di avere una deformità.

Il trattamento del disturbo dismorfico del corpo include farmaci e la terapia cognitivo-comportamentale.

Sintomi

Segni e sintomi di disordine dismorfico del corpo sono:

  • La preoccupazione per l’aspetto fisico
  • Forte convinzione di avere un’anomalia o un difetto
  • Evitare del tutto gli specchi o guardarsi continuamente
  • La convinzione che gli altri notino questo difetto spesso inesistente
  • La necessità di cercare rassicurazioni circa l’aspetto fisico
  • Frequenti procedure cosmetiche che danno poca soddisfazione
  • Estrema autocritica
  • Confrontare il proprio aspetto con quello deglia ltri
  • Evitare le situazioni sociali per paura del giudizio degli altri
  • La necessità di indossare un trucco eccessivo o indumenti per camuffare i difetti percepiti (spesso continui interventi chirurgici estetici)

Questo disturbo può presentare ossessioni su qualsiasi parte del corpo, ma le caratteristiche comuni si concentrano su:

  • Naso
  • Capelli
  • Pelle
  • Carnagione
  • Rughe
  • Acne e macchie
  • Calvizie
  • Peso
  • Muscoli
  • Genitali

Si può essere così convinti di avere dei difetti, da diventare deliranti.

disrodine dismorfico del corpo2.jpg

Cause

Non si sa esattamente cosa provoca il disordine dismorfico del corpo. Come molte altre malattie mentali, il disordine dismorfico può risultare da una combinazione di cause:

  • Differenze chimiche del cervello. Alcune evidenze suggeriscono che le sostanze chimiche del cervello chiamate neurotrasmettitori possono giocare un ruolo chiave in questo disturbo.
  • Differenze strutturali del cervello. nelle persone che hanno il disordine dismorfico del corpo, alcune aree del cervello potrebbero non essere adeguatamente sviluppate.
  • I geni. Alcuni studi mostrano che il disturbo è più comune nelle persone in cui i membri della famiglia hanno la condizione, indicando che ci può essere un gene associato con questo disturbo.
  • Ambiente. L’ambiente, esperienze di vita e la cultura possono contribuire al disordine dismorfico del corpo.

Fattori di rischio

Anche se la causa precisa del disturbo dismorfico non è nota, alcuni fattori sembrano aumentare il rischio di sviluppare la condizione, tra cui:

  • Avere parenti biologici con il disturbo
  • Infanzia difficile ( essere continuamente scherniti dai coetanei)
  • Bassa autostima
  • La pressione sociale o aspettative di bellezza
  • Avere un altro disturbo psichiatrico, come l’ansia o la depressione
  • Il disordine dismorfico del corpo di solito inizia in adolescenza. Essa colpisce uomini e donne in egual modo.

Complicazioni

Complicazioni che il disordine dismorfico del corpo può causare sono:

  • Pensieri o comportamenti suicidi
  • Ricoveri ripetuti
  • Depressione e altri disturbi dell’umore
  • Disturbi d’ansia
  • Disturbo ossessivo-compulsivo
  • Disturbi alimentari
  • La fobia sociale
  • Abuso di sostanze stupefacenti
  • Bassa autostima
  • L’isolamento sociale
  • Difficoltà di lavoro
  • La mancanza di relazioni intime
  • Inutili procedure mediche, chirurgia estetica in particolare
  • La necessità di rimanere chiusi in casa

Diagnosi

Se il medico sospetta un disordine dismorfico del corpo o un’altra malattia mentale, verranno eseguiti una serie di test medici e psicologici. Questi possono contribuire a individuare una diagnosi, o escludere altri problemi che potrebbero causare i sintomi. Tuttavia, spesso il disordine dismorfico del corpo può non essere diagnosticato per lungo tempo.

Questi esami e test generalmente includono:

  • Esame fisico. Questo può includere controllo i segni vitali, come la frequenza cardiaca, pressione sanguigna e la temperatura.
  • Gli esami di laboratorio. Questi possono includere un esame emocromocitometrico completo (CBC), lo screening per l’alcool e le droghe, e un controllo della funzione tiroidea.
  • Valutazione psicologica. Un medico psichiatra o uno psicologo, inizieranno una prima valutazone, basandosi su alcune informazioni che verranno raccolte durante una sessione di dialogo.

 

disordine dismorfico del corpo.gif

Individuare la condizione

Può essere difficile diagnosticare il disordine dismorfico del corpo. Questo perchè spesso una persona con il disturbo non ne è consapevole, altre volte invece, alcuni medici sottovalutano la cosa.

I criteri diagnostici per il Disturbo da Dismorfismo Corporeo

Per una diagnosi del disordine dismorfico del corpo, è necessario soddisfare i criteri enunciati nel Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali (DSM), che è pubblicato dalla American Psychiatric Association.

Sintomi e criteri necessari per una diagnosi di disordine dismorfico del corpo sono:

Essere estremamente preoccupati per un difetto immaginato o minore nell’aspetto
Essere così preoccupati da creare disagio significativo o problemi nel sociale, lavoro, scuola o in altre aree della vita.

Trattamenti e cure

Il trattamento del Disturbo da Dismorfismo Corporeo può essere difficile, soprattutto se la persona affetta non collabora pienamente. Ma il trattamento efficace può avere successo.

I due principali trattamenti per il disturbo dismorfico del corpo sono i seguenti:

  • Terapia cognitivo-comportamentale
  • Farmaci, come inibitori selettivi del reuptake della serotonina (SSRI)

Spesso, il trattamento comporta una combinazione di terapia cognitivo-comportamentale e farmaci.

La terapia cognitivo-comportamentale per il disturbo di dismorfismo corporeo

la terapia cognitivo-comportamentale si focalizza sull’insegnamento di comportamenti salutari. La terapia può aiutare a conoscere la condizione e a prendere coscienza del problema. Utilizzando le intuizioni e le conoscenze, si può imparare a fermare i pensieri negativi e imparare a vedere se stessi in modo più realistico e positivo.

I farmaci usati per il disturbo dismorfico del corpo

Non esistono farmaci specificamente approvati nel trattamento del disturbo dismorfico del corpo. Tuttavia, i farmaci psichiatrici usati per trattare altre condizioni, come la depressione, possono essere utilizzati.

Poiché il disordine dismorfico del corpo pare essere causato in parte da problemi legati alla serotonina chimica del cervello, i farmaci più comunemente prescritti sono inibitori selettivi del reuptake della serotonina (SSRI). Gli SSRI sembrano essere più efficaci di altri farmaci antidepressivi per il disturbo dismorfico del corpo.

Gli SSRI possono aiutare a controllare le ossessioni e i comportamenti ripetitivi.

Il rischio di recidiva è in genere alto una volta che si smette di prendere i farmaci. Potrebbe essere necessario continuare ad assumere i farmaci a tempo indeterminato, soprattutto se si hanno avuti pensieri autolesivi.

Ricovero

In alcuni casi, i sintomi del disturbo dismorfico del corpo possono essere così gravi da richiedere l’ospedalizzazione psichiatrica. L’ospedalizzazione psichiatrica è generalmente consigliata solo quando la situazione è molto critica.

Consigli

Nella maggior parte dei casi, il disordine dismorfico del corpo non potrà migliorare senza cure. Ma alcuni accorgimenti possono aiutare a garantire una guarigione veloce se abbinati alla giusta terapia.

  • Non saltare le sessioni di terapia.
  • Prendere i farmaci come indicato.
  • Imparare a conoscere il proprio disturbo e a prendere coscienza
  • Prestare attenzione ai segnali di pericolo.
  • Praticare attività fisica. L’attività può contrastare gli effetti di alcuni farmaci psichiatrici che possono causare aumento di peso.
  • Evitare droghe e alcol.

Prevenzione

Non esiste un modo sicuro per evitare il disordine dismorfico del corpo. Poiché spesso inizia durante l’adolescenza, iniziare il trattamento precoce può essere di qualche beneficio. Inoltre, l’adozione di misure per controllare lo stress, ad aumentare l’autostima possono aiutare realmente ad evitare la condizione.

Referenze »

Disordine dismorfico del corpo. I Manuali Merck: Il Manuale Merck per gli Operatori Sanitari. http://www.merck.com/mmpe/sec15/ch204/ch204b.html~~V # SEC15-ch204-ch204b-767. Consultato il 1 settembre 2010.
Ford CV. Disturbi somatoformi. In: MH Ebert, et al. Diagnosi e trattamento attuale: Psichiatria, 2a ed. New York, NY: McGraw Hill, 2008. http://www.accessmedicine.com/content.aspx?aID=3287234. Consultato il 1 settembre 2010.
Disordine dismorfico del corpo. In: Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali DSM-IV-TR. 4a ed. Arlington, Virginia: American Psychiatric Association: 2000. http://www.psychiatryonline.com. Consultato il 1 settembre 2010.
Fiora P, et al. Disordine dismorfico del corpo: un affetto complesso e polimorfo. Malattia neuropsichiatrica e trattamento. 2009; 5:477.
Hunt TJ, et al. Lo specchio si trova: disordine dismorfico del corpo. Famiglia medico americano. 2008; 78:217.
Conrado LA, et al. Disordine dismorfico del corpo tra i pazienti dermatologici: Prevalenza e caratteristiche cliniche. Journal of the American Academy of Dermatology. 2010; 63:235.
Phillips KA, et al. Disordine dismorfico del corpo: trattamento di un disturbo underrecognized. American Journal of Psychiatry. 2008; 9:165.
Ipser JC, et al. Farmacoterapia e psicoterapia per il disturbo dismorfico del corpo (Review). Cochrane Database of Systematic Reviews. 2009; (1): CD005332.

 

Link sponsorizzati