Incontinenza da stress : sintomi, cause, diagnosi e cure


L’incontinenza urinaria è la perdita involontaria di urina. L’incontinenza da sforzo si verifica a seguito di un movimento fisico, come ad esempio tosse, starnuti o sollevamento di carichi pesanti che mettono pressione (stress) sulla vescica. L’incontinenza da sforzo non è correlata allo stress psicologico.

Link sponsorizzati

L’incontinenza da stress è molto più comune nelle donne.

Con il trattamento, è possibile gestire il problema.

Sintomi

Se si dispone di incontinenza da sforzo, si può verificare la perdita di urina in queste occasioni:

  • Tosse
  • Starnuti
  • Quando si ride
  • Quando ci si alza
  • Quando si solleva qualcosa di pesante

Non sempre si  verifica l’incontinenza, ma ogni attività di pressione crescente può rendere più vulnerabili alla perdita involontaria di urina, in particolare quando la vescica è piena.

Cause

L’incontinenza da sforzo si verifica a causa di una scarsa funzionalità dei muscoli che sostengono la vescica o che controllano il rilascio di urina. Quando i muscoli che sostengono la vescica sono deboli, ogni tipo di pressione può innescare il rilascio di urina.

Tutto ciò che esercita uno sforza sui muscoli addominali mette pressione sulla vescica.

Lo sfintere urinario ed i muscoli del pavimento pelvico possono perdere tono a causa di:

  • Parto. Nelle donne, una scarsa funzionalità dei muscoli del pavimento pelvico può verificarsi a causa di danni ai tessuti o ai nervi durante il parto. Una incontinenza da stress in questi casi, può iniziare subito dopo il parto o anni dopo.
  • Intervento chirurgico alla prostata. Negli uomini, il fattore più comune che porta ad incontinenza da stress è la rimozione chirurgica della prostata (prostatectomia) per trattare il cancro alla prostata.

Altri fattori che possono peggiorare l’incontinenza da stress sono:

  • Infezioni del tratto urinario
  • Malattie che causano tosse cronica o starnuti
  • Obesità
  • Il fumo, che può causare tosse frequente
  • Il diabete, che può causare una produzione in eccesso nelle urine e danni ai nervi
  • Il consumo eccessivo di caffeina o alcol
  • I farmaci che causano un rapido aumento nella produzione di urina
  • Sport, come il tennis o il sollevamento pesi

incontinenza da stress.gif

Fattori di rischio

I fattori che aumentano il rischio di sviluppare incontinenza da stress sono i seguenti:

  • Età. Sebbene l’incontinenza da stress non sia una parte normale dell’invecchiamento, i cambiamenti fisici associati con l’avanzamento dell’età, possono rendere più sensibili al problema. Inoltre, le donne in menopausa perdono gli effetti benefici degli estrogeni rendendo lo sviluppo dell’incontinenza da stress più probabile.
  • Il parto.
  • Peso corporeo. Le persone che sono in sovrappeso o obese hanno un rischio molto più elevato di incontinenza da stress. L’eccesso di peso aumenta la pressione sugli organi addominali.
  • Precedente chirurgia pelvica. L’isterectomia nelle donne e in particolare la chirurgia della prostata negli uomini può alterare la funzione e il sostegno della vescica e dell’uretra, rendendo molto più probabile sviluppare incontinenza da stress.

Complicazioni

Le complicazioni della incontinenza da stress possono includere:

  • Disagio personale.
  • Incontinenza urinaria mista.  L’incontinenza mista di solito coinvolge sia l’incontinenza da sforzo che incontinenza da urgenza.
  • Rash cutaneo o irritazione. La pelle che è costantemente in contatto con l’urina può essere dolorante e irritata. Questo può accadere con l’incontinenza grave se non si prendono precauzioni, come ad esempio l’utilizzo di pannoloni.

Diagnosi

Nel corso di una diagnostica di base, il medico cercherà indizi che possano indicare i fattori che contribuiscono all’incontinenza. L’esame probabilmente includerà:

  • Un esame fisico completo, con particolare attenzione sull’addome e genitali
  • Un campione di urine per verificare la presenza di infezioni, tracce di sangue o altre anomalie
  • Un esame neurologico per identificare i problemi sensoriali
  • Un test urinario da sforzo, in cui il medico osserva la perdita di urina quando si tossisce

Esami specialistici

Il medico può prescrivere degli esami urodinamici, che vengono utilizzati per valutare la funzione della vescica.

  • Urina residua. Quando si ha incontinenza urinaria, la vescica non può svuotarsi completamente. Per misurare quanta urina residua è presente, un tubo sottile (catetere) viene fatto passare attraverso l’uretra nella vescica. Il catetere drena l’urina residua, che può quindi essere misurata. In alternativa, si può effettuare una ecografia.
  • Misurazione della pressione vescicale. La cistometria misura la pressione nella vescica e nella regione circostante durante il riempimento vescicale.
  • Esami a raggi-X. L’urodinamica video utilizza gli ultrasuoni per creare immagini della vescica durante il riempimento e lo svuotamento.  Questo test è spesso combinato con la cistometria.

analisi con raggi x in paziente con incontinenza.jpg

Trattamenti e cure

Il medico può raccomandare una combinazione di strategie di trattamento per terminare o ridurre il numero di episodi di incontinenza. Se una causa sottostante come una infezione delle vie urinarie, si identifica, si riceveranno i trattamenti per eliminarla.

Terapie comportamentali

la terapie comportamentali possono aiutare a eliminare o ridurre gli episodi di incontinenza da stress. I trattamenti della incontinenza riguardano le seguenti aree:

  • Consumo di liquidi. Il medico può raccomandare la quantità e tempi del consumo di liquidi durante il giorno. Si dovrebbe anche evitare bevande contenenti caffeina e alcolici.
  • Cambiamenti dello stile di vita. Smettere di fumare o perdere peso può migliorare i sintomi, se si dispone di incontinenza da stress.
  • Andare in bagno in modo pianificato. Il medico può raccomandare un programma per andare in bagno. Più frequente si attua lo svuotamento della vescica più di riducono gli episodi di incontinenza da stress.
  • Esercizi per i muscoli del pavimento pelvico. Gli esercizi di Kegel rinforzano i muscoli del pavimento pelvico e lo sfintere urinario. Il medico o un fisioterapista possono aiutare ad eseguire questi esercizi in modo corretto.

Chirurgia

Gli interventi chirurgici per trattare l’incontinenza da stress sono generalmente progettati per migliorare la chiusura dello sfintere o sostenere il collo della vescica. Interventi chirurgici sono:

  • Iniettabili. Questi materiali aumentano la pressione sull’uretra, migliorando la capacità di chiusura dello sfintere. Poiché questo intervento è relativamente non invasivo e poco costoso, può essere un trattamento alternativo opportuno prima di altre opzioni chirurgiche.
  • Colposospensione retropubica. Questa procedura viene spesso utilizzata per il trattamento di donne affette da incontinenza da stress.
  • Procedura di Sling. In questa procedura più spesso eseguita nelle donne, il chirurgo utilizza del tessuto sintetico per creare una legatura che sostiene l’uretra. Questa procedura negli uomini è usata meno frequentemente.
  • Sfintere artificiale. Questo dispositivo impiantato chirurgicamente è più spesso usato per trattare gli uomini.

Consigli e rimedi

Uno stile di vita sano può dare sollievo dai sintomi di incontinenza da stress.

  • Dimagrire. Se si è in sovrappeso perdere chili in eccesso può aiutare a ridurre la pressione complessiva sulla vescica e sui muscoli del pavimento pelvico.
  • Aggiungere fibre alla dieta. La costipazione può aggravare l’incontinenza.
  • Evitare di mangiare o bere sostanze che possono irritare la vescica.
  • Mantenere una corretta assunzione di liquidi. bere troppi liquidi può fare urinare più frequentemente.
  • Non fumare. Fumare può portare ad una tosse cronica grave, che può aggravare i sintomi di incontinenza da stress.

Referenze

Fong E, et al. Incontinenza urinaria. Care Clinics elementari a Pratica di Office. 2010; 37:599.
Nitti VW, et al. Incontinenza urinaria: epidemiologia, fisiopatologia, la valutazione e la gestione panoramica. In: Wein AJ. Campbell-Walsh Urology. 9a ed. Saunders Elsevier, 2007. Consultato il 17 Agosto 2010.
DuBeau C. La presentazione clinica e la diagnosi di incontinenza urinaria. http://www.uptodate.com/home/index.html. Consultato il 17 Agosto 2010.
DuBeau C. Epidemiologia, fattori di rischio, e la patogenesi della incontinenza urinaria. http://www.uptodate.com/home/index.html. Consultato il 17 Agosto 2010.
DuBeau C. Il trattamento dell’incontinenza urinaria. http://www.uptodate.com/home/index.html. Consultato il 17 Agosto 2010.
Incontinenza urinaria. WomensHealth.gov. http://www.womenshealth.gov/faq/urinary-incontinence.cfm. Consultato il 17 Agosto 2010.
L’incontinenza urinaria nelle donne. Istituto Nazionale del Diabete e Malattie Digestive. http://kidney.niddk.nih.gov/kudiseases/pubs/uiwomen/index.htm. Consultato il 17 Agosto 2010.

Link sponsorizzati