Sindrome di Dressler : sintomi, cause, diagnosi e cure


La sindrome di Dressler è un tipo di pericardite, un’infiammazione della membrana che circonda il cuore (pericardio). L’infiammazione associata con la sindrome di Dressler e’ ritenuta essere una risposta del sistema immunitario a seguito del danno al tessuto cardiaco o al pericardio, dopo un attacco di cuore, intervento chirurgico o lesioni traumatiche.

Link sponsorizzati

I sintomi includono dolore toracico, molto simile a quello sperimentato durante un attacco di cuore, e la febbre.

Con i recenti miglioramenti nei trattamenti dell’attacco cardiaco, la sindrome di Dressler è meno comune. Tuttavia, una volta che si ha avuto questa condizione, può ripresentarsi.

Sintomi

I sintomi possono comparire settimane o mesi dopo un infarto, un intervento chirurgico o lesioni cardiache. I sintomi possono includere:

  • Dolore toracico
  • Febbre
  • Mancanza di fiato
  • Fatica
  • Sensazione generale di malessere

Consultare il medico se si verificano dolori al petto che durano più di pochi minuti. Altre complicazioni a seguito di un attacco di cuore, intervento chirurgico o lesioni cardiache possono causare sintomi della sindrome di Dressler. Il dolore toracico può indicare un attacco di cuore o un altro disturbo. Pertanto, è importante ottenere una diagnosi tempestiva e un trattamento adeguato.

Cause

La sindrome di Dressler pare sia collegata ad una risposta del sistema immunitario ai danni del tessuto cardiaco, ad esempio da un attacco di cuore o intervento chirurgico al cuore. Il corpo reagisce al tessuto danneggiato, con l’invio di cellule immunitarie e proteine ​​chiamate anticorpi per ripulire e riparare la zona interessata. Ma questa risposta può causare infiammazione eccessiva nel sacco che avvolge il cuore (pericardio).

sindrome di Dressler1.jpg

Complicazioni

Due complicazioni rare ma gravi della sindrome di Dressler includono le seguenti condizioni:

  • Tamponamento cardiaco. L’infiammazione associata con la sindrome di Dressler può provocare l’accumulo di fluidi all’interno del pericardio (versamento pericardico). Se troppo liquido si accumula, la pressione sul cuore lo costringe a lavorare di più e riduce la sua capacità di pompare il sangue in modo efficiente. Questa condizione si chiama tamponamento cardiaco.
  • Pericardite costrittiva. Questa condizione si sviluppa quando infiammazioni ricorrenti o croniche del pericardio fanno sì che il pericardio aumenti di spessore o si danneggi. Questa condizione comporta un pompaggio  meno efficiente.

Disturbi correlati

La risposta del sistema immunitario che porta alla sindrome di Dressler può anche contribuire a condizioni quali:

  • Pleurite, infiammazione delle membrane (pleura) intorno ai polmoni
  • Versamento pleurico, un accumulo di liquido pleurico intorno ai polmoni

Diagnosi

Le procedure diagnostiche possono includere i seguenti esami:

  • Ascolto del cuore. Il medico ascolta il cuore con lo stetoscopio. Se il pericardio è infiammato, il medico può sentire un acuto o gracchiante suono. Se c’è una grande quantità di liquido accumulato, il battito del cuore potrebbe essere attutito o ovattato.
  • Ecocardiogramma. Un ecocardiogramma utilizza onde sonore per produrre un’immagine del cuore. Questo test consente al medico di vedere se c’è del fluido intorno al cuore.
  • Elettrocardiogramma. Un elettrocardiogramma registra gli impulsi elettrici nel cuore attraverso i fili attaccati alla pelle sul petto e in altre zone del corpo.
  • La radiografia del torace. Una radiografia consente di individuare il fluido che si accumula intorno al cuore o polmoni e può aiutare a escludere altre cause dei sintomi, come la polmonite.
  • Gli esami del sangue. Il medico può prelevare il sangue per i test di laboratorio. I risultati di alcuni test possono indicare una significativa attività infiammatoria che è coerente con una diagnosi di sindrome di Dressler.

cardioversione-21.jpg

Trattamenti e cure

Obiettivi del trattamento per la sindrome di Dressler sono gestire il dolore e ridurre l’infiammazione. I farmaci comunemente usati sono i seguenti:

  • Aspirina
  • Ibuprofene (Advil, Motrin, altri)
  • Naproxene (Aleve, altri)

Se questi farmaci non aiutano, i seguenti farmaci possono essere prescritti:

  • Colchicina è un farmaco anti-infiammatorio che può essere utilizzato per il trattamento di episodi persistenti o ricorrenti della sindrome di Dressler. A causa dei potenziali gravi effetti collaterali, come danni al fegato e ai reni, questo trattamento non è un’opzione per alcune persone.
  • I corticosteroidi possono sopprimere l’infiammazione della sindrome di Dressler. Sono utilizzati solo quando altri trattamenti non funzionano, a causa del rischio di gravi effetti collaterali e perché i corticosteroidi possono interferire con la guarigione dei tessuti dopo un infarto o un intervento chirurgico.

Trattare le complicanze

Le complicanze della sindrome di Dressler richiedono trattamenti più invasivi:

  • Fuoriuscita di liquidi in eccesso. Se l’accumulo di liquidi intorno al cuore distrugge la funzionalità cardiaca (tamponamento cardiaco), si deve eseguire una procedura chiamata pericardiocentesi. Il medico usa un ago o piccolo tubo (catetere) per rimuovere e drenare il liquido in eccesso.
  • Rimozione del pericardio. Se l’ispessimento o le cicatrici del pericardio riducono la funzione del cuore (pericardite costrittiva), potrebbe essere necessario rimuovere il pericardio in una procedura chirurgica chiamata pericardiectomia. Il cuore è solitamente in grado di funzionare normalmente senza il pericardio.

Referenze

Hoit B. malattia pericardica. In: Fuster V, et al, eds.. Hurst Il Cuore. 12 ° ed. New York, NY: McGraw-Hill Medical; 2008.
Hoit BD. Sindromi lesioni pericardico e postpericardial. http://www.uptodate.com/index.html. Letta 10 febbraio 2010.
Lewinter MM. Complicazioni pericardico di infarto miocardico. http://www.uptodate.com/index.html. Letta 10 febbraio. 2010.
Pericardite. I Manuali Merck: Il Manuale Merck per gli Operatori Sanitari. http://www.merck.com/mmpe/sec07/ch078/ch078a.html?qt=Post 20pericardiotomy%% 20 & alt = sh. Letta 12 Feb 2010.
JE Heffner. Versamento pleurico dopo chirurgia cardiaca. http://www.uptodate.com/index.html. Letta 10 febbraio 2010.
Grogan M (opinione di esperti). Mayo Clinic, Rochester, Minnesota 1 Marzo 2010.

Link sponsorizzati