Ehrlichiosi : sintomi, cause, cure e prevenzione


L’ehrlichiosi è una malattia batterica trasmessa dalle zecche che provoca sintomi simil-influenzali. L’ehrlichiosi è più frequente in primavera ed estate, quando le zecche sono attive e si ha più probabilità di essere all’aperto.

Link sponsorizzati

Se trattata tempestivamente con antibiotici, l’ehrlichiosi migliora generalmente entro pochi giorni.

Un’altra infezione da zecche l’anaplasmosi è strettamente legata all’ehrlichiosi. Ma i due hanno differenze distinte e sono causate da microrganismi differenti.

Il modo migliore per prevenire queste infezioni è quello di evitare le punture di zecche.

Sintomi

  • Febbre lieve
  • Mal di testa
  • Dolori muscolari
  • Nausea
  • Vomito
  • Diarrea
  • Tosse
  • Dolori articolari
  • Confusione
  • Eruzione cutanea

Alcune persone infettate con ehrlichiosi possono avere sintomi così lievi che non hanno mai necessità di rivolgersi al medico, e il corpo combatte la malattia da solo. Ma l’ehrlichiosi non trattata con sintomi persistenti può causare una malattia abbastanza grave da richiedere il ricovero ospedaliero.

Possono essere necessari fino a 14 giorni dopo una puntura di zecca per avere i primi sintomi.

ehrlichiosi 21.jpg

Cause

La ehrlichiosi è causata da batteri chaffeensis Ehrlichia ed è trasmessa principalmente dalla zecca Lone Star.

Di solito, per contrarre l’ehrlichiosi, si deve essere morsi da una zecca infetta. I batteri entrano nella pelle attraverso il morso e alla fine si fanno strada nel flusso sanguigno. Una zecca attaccata con un aspetto gonfio può indicare che la zecca è stata punta abbastanza a lungo per avere i batteri in circolo. La rimozione delle zecche il più presto possibile può prevenire l’infezione.

E’ anche possibile che l’ehrlichiosi possa essere trasmessa attraverso trasfusioni di sangue, dalla madre al feto o attraverso il contatto diretto con un animale macellato infetto.

Fattori di rischio

L’ehrlichiosi si diffonde quando una zecca infetta morde e si nutre del proprio sangue per 24 ore o più. I seguenti fattori possono aumentare il rischio di contrarre infezioni da zecche:

  • Stare all’aria aperta nella stagione calda. La maggior parte dei casi di ehrlichiosi si verificano nei mesi primaverili ed estivi,
  • Vivere in posti con alta densità di zecche.
  • Essere di sesso maschile. L’ehrlichiosi è più comuni nei maschi, probabilmente a causa del fatto che trascorrono più tempo a giocare nei prati

Complicazioni

L’ehrlichiosi può avere effetti gravi se non si cerca un trattamento immediato.

Le persone con sistema immunitario indebolito corrono un rischio ancora più elevato di conseguenze più gravi e potenzialmente pericolose per la vita. Complicanze gravi di infezione comprendono:

  • Insufficienza renale
  • Insufficienza respiratoria
  • Insufficienza cardiaca
  • Convulsioni
  • Coma

Diagnosi

Le infezioni trasmesse dalle zecche sono difficili da diagnosticare basandosi solo su segni e sintomi, perché i sintomi, come febbre e dolori muscolari, sono simili a molte altre condizioni comuni.

Risultati anomali su una serie di esami del sangue possono portare il medico a sospettare una malattia da zecche.

Se si dispone di ehrlichiosi gli esami del sangue probabilmente mostreranno:

  • Un basso numero di globuli bianchi
  • Un basso numero di piastrine
  • Funzionalità epatica anormale

In aggiunta, ci sono altri esami del sangue disponibili per la diagnosi di questa infezione.

Questi test includono:

  • Reazione a catena della polimerasi (PCR). Questo test consente di identificare specifici geni unici dell’ehrlichiosi.
  • Immunofluorescenza indiretta (IFA). Questo test, non utilizzato come comunemente come il test PCR, misura la quantità di anticorpi i batteri che causano l’ehrlichiosi.

Trattamenti e cure

Se il medico sospetta la ehrlichiosi è probabile che prescriverà un antibiotico, come la doxiciclina o le tetracicline. Generalmente si dovranno prendere gli antibiotici per sette o 10 giorni e iniziare a vedere la scomparsa dei sintomi entri due.

Se si è incinta, il medico può prescrivere l’antibiotico rifampicina, perché la tetraciclina e la doxiciclina non sono consigliati durante la gravidanza.

ehrlichiosi1.jpgPrevenzione

Il modo migliore per evitare la ehrlichiosi è quello di evitare le punture di zecche.

La maggior parte delle zecche si attaccano alla parte inferiore delle gambe e dei piedi mentre si cammina in aree boschive o campi. Dopo che una zecca si attacca al corpo, striscia di solito verso l’alto per trovare un percorso dove scavare nella pelle.

Se si rimuove la zecca nelle prime 24 ore dopo l’attacco, si riduce il rischio di infezione. I seguenti suggerimenti possono rendere più facile scoprire e rimuovere le zecche prima che esse inizino a nutrirsi del sangue:

  • Indossare vestiti di colore chiaro. Le zecche sono scure. Abiti chiari aiutano ad identificarle prima
  • Evitare sandali. Le zecche vivono generalmente in zone erbose o campi e possono attaccarsi ai  piedi.
  • Applicare repellenti. I prodotti contenenti permetrina (Repel Permanone) spesso si respingono le zecche.
  • Indossare pantaloni lunghi e una camicia a maniche lunghe. La pelle meno si espone, meno una zecca sa dove mordere.
  • Infilare la camicia nei pantaloni ed i pantaloni nei calzini.
  • Rimanere su sentieri ed evitare ove possibile di andare nell’erba.
  • Tirare indietro i capelli lunghi. Le zecche possono attaccarsi ai capelli. Legare i capelli lunghi aiuta a vedere meglio il collo e limita la possibilità che si arrampichino.
  • Ispezionare il  corpo. Fare una completa ispezione visiva del corpo. Assicuratevi di controllare la testa e il collo.
  • Controllare i vestiti.
  • Non dimenticare gli animali domestici. Fare una ispezione quotidiana ad ogni animale domestico che trascorre il tempo all’aperto.

Referenze »

Sexton DJ. Ehrlichiosi umana e anaplasmosi. http://www.uptodate.com/home/index.html. Letta 29 gennaio 2010.
Prevenzione e controllo. Centers for Disease Control and Prevention. http://www.cdc.gov/ticks/prevention.html. Letta 24 Febbraio 2010.
Domande e risposte. Centers for Disease Control and Prevention. http://www.cdc.gov/ticks/diseases/ehrlichiosis/faq.html. Letta 24 Febbraio 2010.
Pietra JH, et al. Umano ehrlichiosi monocitica. Journal of American Medical Association. 2004; 292:2263.
Ganguly S, et al. Da zecche ehrlichiosi infezione negli esseri umani. Journal of Disease Vector Borne. 2008; 45:273.
Walker DH, et al. Malattie rickettsie. In: Fauci AS, et al. Harrison Principi di Medicina Interna. 17 ed. New York, NY: McGraw-Hill Medical; 2008. http://www.accessmedicine.com/content.aspx?aID=2898577. Letta 25 Febbraio 2010.
Elston DM. Punture di zecche ed eruzioni cutanee. Current Opinion in Infectious Diseases. In corso di stampa. Letta 24 Febbraio 2010.
Altre malattie trasmesse da zecche. Americana di Lyme Disease Foundation. http://www.aldf.com/Ehrlichiosis.shtml. Letta 25 Febbraio 2010.
Rimozione zecche. Centers for Disease Control and Prevention. http://www.cdc.gov/ticks/tick_removal.html. Letta 25 Febbraio 2010.
Prevenzione delle infezioni tickborne. American Academy of Pediatrics. Letta 26 febbraio, 2010.

Link sponsorizzati